obi

s.m. nel costume tradizionale giapponese, lunga cintura di seta che, avvolta in più giri attorno alla vita, chiude il chimono e si allaccia sulla schiena in un ampio nodo.

obice

s.m. pezzo di artiglieria capace di tiri a traiettoria curva, con caratteristiche costruttive e d'impiego che consentono di battere obiettivi molto lontani o coperti da ostacoli, come montagne o sim. 

leggi

obiettare

o obbiettare, v. tr. [io obiètto ecc.] opporre, presentare come argomento contrario: non avere nulla da obiettare ; obiettò che la trattazione era insufficiente | (assol.) fare obiezione: si può obiettare su questo punto.  

leggi

obiettivare

o obbiettivare, v. tr. rendere obiettivo, oggettivare | (med.) rilevare e misurare un fenomeno mediante esami semeiotici o strumentali | obiettivarsi v. rifl. assumere un atteggiamento obiettivo. 

leggi

obiettivazione

o obbiettivazione, s.f. (non com.) l'obiettivare, l'obiettivarsi. 

leggi

obiettività

o obbiettività, s.f.  (1) atteggiamento obiettivo: mancare di obiettività ; l'obiettività del giudice , di un giudizio  (2) (non com.) insieme di dati di fatto obiettivi. 

leggi

obiettivo

o obbiettivo, agg.  (1) non influenzato da preconcetti, passioni, interessi soggettivi: giudizio obiettivo ; un esame obiettivo della situazione ; esporre i fatti in modo obiettivo ; un critico obiettivo  (2) (non com.) basato su fatti, su dati; oggettivo s.m.  (3) (fis.) sistema ottico centrato che fornisce un'immagine reale di un oggetto, osservabile direttamente (p. e. nel microscopio) o raccolta su uno schermo (p. e. nella macchina fotografica, dove lo schermo è la...

leggi

obiettore

o obbiettore, s.m. [f. -trice] (non com.) chi obietta | obiettore (di coscienza) , chi si rifiuta di compiere determinati atti per obiezione di coscienza. 

leggi

obiezione

o obbiezione, s.f. argomento con cui si obietta, con cui si contrasta un'opinione, una dottrina e sim.: un'obiezione fondata ; muovere , respingere un'obiezione ; obbedire senza fare obiezione | obiezione di coscienza , rifiuto di compiere determinati atti imposti o consentiti dalla legge (come il servizio militare, il procurare aborto ecc.) per ragioni ideologiche o fede religiosa, principi morali. 

leggi

obito

s.m. (lett.) morte. 

leggi

Sitemap