obliterare

v. tr. [io oblìtero ecc.]

1.  (lett.) cancellare, rendere illeggibile una parola o uno scritto

2.  (burocr.) annullare un francobollo, una marca da bollo, un biglietto e sim., apponendovi un timbro, una scritta o facendo un foro, uno strappo

3.  (fig.) far dimenticare, far svanire: ricordi obliterati dagli anni

4.  (med.) occludere | obliterarsi v. rifl. (med.) occludersi.

obliterante

part. pres. di obliterare agg. (med.) che oblitera; che provoca occlusione: arterite obliterante.  

leggi

obliteratore

agg. [f. -trice] che annulla: (macchina) obliteratrice , dispositivo meccanico che annulla francobolli, biglietti d'ingresso o di viaggio e sim. 

leggi

obliteratrice

s.f. (burocr.) macchina che convalida mediante timbratura, o marcandoli in altro modo, biglietti di viaggio, francobolli, documenti ecc. 

leggi

obliterazione

s.f.  (1) (lett.) l'obliterare, l'essere obliterato (2) (burocr.) annullamento di un francobollo, di un biglietto e sim., mediante timbro o altro segno (3) (fig.) superamento, regresso, annullamento (di un ricordo, una consuetudine ecc.) (4) (med.) occlusione di un condotto. 

leggi

Sitemap