occlusione

s.f.

1.  l'occludere, l'essere occluso | occlusione intestinale , (med.) stato patologico causato dall'arresto, parziale o totale, della progressione del contenuto dell'intestino; è detta anche ileo

2.  (chim. fis.) assorbimento di gas o di liquido da parte di solidi porosi

3.  (meteor.) fase finale di una perturbazione durante la quale il fronte freddo si unisce con quello caldo

4.  (ling.) chiusura completa e momentanea del canale vocale che si verifica nell'articolazione delle consonanti occlusive.

volvolo

s.m. (med.) torsione di un'ansa dell'intestino che provoca occlusione intestinale. 

leggi

trombosi

s.f. (med.) occlusione di un vaso sanguigno provocata dalla formazione di un trombo. 

leggi

atresia

s.f. (med.) occlusione congenita, totale o parziale, di un orifizio o di un canale: atresia esofagea , intestinale.  

leggi

embolia

s.f. (med.) occlusione di un vaso sanguigno, in genere un'arteria, da parte di un embolo: embolia cerebrale , polmonare.  

leggi

costipazione

s.f.  (1) (agr.) restringimento naturale di spessore di un terreno di natura organica (2) (med.) occlusione delle vie respiratorie; raffreddore | stitichezza, stipsi. 

leggi

ileo

s.m.  (1) (anat.) l'osso più ampio del bacino, che insieme all'ischio e al pube costituisce l'osso iliaco; ilio (2) (anat.) parte terminale dell'intestino tenue (3) (med.) occlusione intestinale acuta o cronica. 

leggi

infarto

s.m. (med.) lesione anatomica circoscritta di un tessuto, dovuta a occlusione di un'arteria: infarto intestinale , cardiaco , cerebrale | per antonomasia, infarto cardiaco: morire di infarto.  

leggi

occluso

part. pass. di occludere e agg. nei sign. del verbo agg. e s.m. [f. -a] (med.) che, chi si trova in stato di occlusione intestinale. 

leggi

Sitemap