occluso

part. pass. di occludere e agg. nei sign. del verbo agg. e s.m. [f. -a] (med.) che, chi si trova in stato di occlusione intestinale.

occlusore

agg. e s.m. si dice del dischetto di gomma o altro materiale con cui si copre, a fine terapeutico, una delle due lenti degli occhiali per impedire la visione a un occhio. 

leggi

occludere

v. tr. [pass. rem. io occlusi , tu occludésti ecc. ; part. pass. occluso] (scient.) interrompere, ostruire un flusso, un passaggio in una cavità, un canale, un tubo: occludere un vaso sanguigno.  

leggi

occlusione

s.f.  (1) l'occludere, l'essere occluso | occlusione intestinale , (med.) stato patologico causato dall'arresto, parziale o totale, della progressione del contenuto dell'intestino; è detta anche ileo  (2) (chim. fis.) assorbimento di gas o di liquido da parte di solidi porosi (3) (meteor.) fase finale di una perturbazione durante la quale il fronte freddo si unisce con quello caldo (4) (ling.) chiusura completa e momentanea del canale vocale che si verifica...

leggi

occlusivo

agg. che si riferisce, che è dovuto a un'occlusione | (consonanti) occlusive , (ling.) consonanti nella cui articolazione il canale vocale rimane momentaneamente chiuso per riaprirsi subito dopo con un'esplosione (p. e. in it. p , b , t , d , c e g gutturali). 

leggi

Sitemap