occorrere

v. intr. [coniugato come correre ; aus. essere]

1.  essere necessario: mi occorreva del denaro

2.  (ant.) andare incontro: nel lucente vestibulo di quella / felice casa un vecchio al duca occorre (ariosto o. f. xxxiv, 54)

3.  (ant.) sovvenire, venire in mente: fui io già di opinione che quello che non mi si rappresentava in uno tratto, non mi occorressi anche poi (guicciardini) | v. intr. impers. essere necessario, bisognare: occorre far presto.

occorso

part. pass. di occorrere e agg. nei sign. del verbo. 

leggi

occorrente

part. pres. di occorrere agg. che serve, che occorre per raggiungere un determinato fine: il materiale occorrente per la costruzione s.m.  (1) ciò che occorre per realizzare uno scopo o per eseguire un lavoro: l'occorrente per scrivere ; portare con sé tutto l'occorrente  (2) (lett.) ciò che avviene: confidare a renzo l'occorrente, e cercar con lui qualche mezzo... dio liberi! (manzoni p. s. ii). 

leggi

occorrenza

s.f. bisogno, necessità: per qualsiasi occorrenza rivolgiti a me | all'occorrenza , in caso di necessità, qualora ce ne fosse bisogno. 

leggi

occorrenza

s.f. ciascuna delle volte che un elemento linguistico compare in un testo; più in generale, ricorrenza di un qualsiasi fatto o fenomeno. 

leggi

Sitemap