odio

s.m.

1.  sentimento di grande ostilità per cui si desidera il male altrui: odio cieco , feroce , mortale , implacabile ; parole di odio ; nutrire odio contro qualcuno ; portare odio a qualcuno ; covare un odio profondo ; essere accecato dall'odio ; aizzare , fomentare gli odi | avere in odio , odiare | essere in odio a qualcuno , essere odiato da lui | venire in odio a qualcuno , diventargli odioso | odio di classe , ostilità tra le classi sociali, e in partic. della classe sfruttata contro gli sfruttatori

2.  senso di ripugnanza, di contrarietà, d'intolleranza per qualcosa: avere in odio le chiacchiere , i convenevoli , i compromessi.

odiare

v. tr. [io òdio ecc.] (1) avere in odio: odiare un nemico ; farsi odiare | odiare a morte , tanto da desiderare la morte di chi si odia; (iperb.) odiare profondamente, detestare (2) provare avversione o ripugnanza per qualcosa: odiare le polemiche , le formalità ; odiare ogni forma d'ipocrisia | odiarsi v. rifl. odiare sé stesso, per rimorso o altro | v. rifl. provare un reciproco sentimento di odio. 

leggi

odiabile

agg. che si può odiare, che merita di essere odiato. 

leggi

odiato

part. pass. di odiare agg. che è oggetto di odio: l'odiato tiranno.  

leggi

odiatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi odia. 

leggi

odierno

agg.  (1) di oggi: nella seduta odierna ; il comunicato odierno  (2) dei nostri giorni, dell'epoca presente: l'uso odierno ; la città di littoria, l'odierna latina § odiernamente avv. oggi, al giorno d'oggi. 

leggi

odinofagia

s.f. (med.) deglutizione dolorosa. 

leggi

odiosamato

agg. (lett.) che si odia e si ama contemporaneamente: per molte ore mi era trattenuto nel palco dell'odiosamata signora (alfieri). 

leggi

odiosità

s.f.  (1) l'essere odioso: l'odiosità di una persona , di un provvedimento  (2) (non com.) atto, fatto odioso: le odiosità della guerra  (3) (rar.) odio, avversione, ostilità: attirarsi l'odiosità del popolo.  

leggi

odioso

agg.  (1) degno d'essere odiato; che suscita odio e avversione o, con senso più attenuato, che risulta sgradevole, antipatico, molesto: persona , azione odiosa ; la sua prepotenza lo rende odioso ; un lavoro odioso ; i paragoni sono sempre odiosi. dim. odiosetto  (2) (ant.) che nutre odio: se la farà, d'amante, così odiosa, / ch'a placarla mai più fia dura cosa (ariosto o. f. xxxviii, 69) § odiosamente avv.  

leggi

odissea

s.f. serie di avventure, di peripezie, di disgrazie: la sua vita fu una lunga e dolorosa odissea.  

leggi

Sitemap