ottuso

part. pass. di ottundere agg.

1.  non acuminato, smussato

2.  (geom.) si dice di un angolo maggiore dell'angolo retto

3.  (fig.) non acuto, poco perspicace: cervello ottuso ; sensibilità ottusa ; un ottuso burocrate

4.  (fig.) detto di suono, sordo, cupo: que' rintocchi,... per l'allontanarsi, venivan più fiochi e ottusi (manzoni p. s. viii) § ottusamente avv. con ottusità mentale, senza intelligenza.

ottusità

s.f. l'essere ottuso (spec. fig.); lentezza, torpore, scarso vigore: ottusità di mente.  

leggi

ebete

agg. e s.m. e f. che, chi è ottuso di mente; idiota: uno sguardo , un sorriso (da) ebete | usato come ingiuria: sei un ebete!.  

leggi

zuccone

s.m. [f. -a] (1) accr. di zucca  (2) (fig.) persona lenta a capire, di scarsa intelligenza | persona testarda, cocciuta. pegg. zucconaccio agg. poco intelligente, ottuso | testardo, caparbio. 

leggi

motella

s.f. (zool.) genere di pesci di mare, commestibili, dal corpo allungato, con muso ottuso fornito di bargigli, lunga pinna dorsale, colorazione bruno-rossiccia a macchie scure (ord. gadiformi). 

leggi

astore

s.m.  (1) uccello rapace diurno, grigio-bruno sul dorso, bianco e rossiccio sul ventre, fornito di becco con dente ottuso (ord. falconiformi) (2) (fig. non com.) uomo rapace. 

leggi

ottundere

v. tr. [pass. rem. io ottusi , tu ottundésti ecc. ; part. pass. ottuso] (1) (lett.) smussare una punta (2) (fig.) rendere tardo, inetto: ottundere la mente | ottundersi v. rifl.  (3) (lett.) perdere la punta (4) (fig.) perdere di acutezza; offuscarsi, intorpidirsi, svigorirsi. 

leggi

ottusangolo

agg. (geom.) si dice di un triangolo avente un angolo ottuso. 

leggi

ottusezza

s.f. (rar.) ottusità. 

leggi

Sitemap