p

s.f. o m. invar. sedicesima lettera dell'alfabeto (quattordicesima dell'alfabeto italiano tradizionale) il cui nome è pi ; in it. rappresenta la consonante occlusiva bilabiale sorda | p come palermo , nella scansione delle parole lettera per lettera, spec. al telefono | viene usata in sigle (p. e. p , sigla automobilistica del portogallo) e abbreviazioni (p. e. p. , padre, come appellativo di religiosi; p. , pagina, nelle indicazioni bibliografiche; p. v. , prossimo venturo; p. , per nomi propri di persona come pietro , palmiro , paola ecc.) | p , (chim.) simbolo del fosforo | p , (fis.) simbolo di pressione, protone o peso | p , (mus.) indicazione di piano sul testo musicale | p , nella segnaletica stradale, indicazione di un'area di parcheggio.

pabbio

s.m. (region.) pianta erbacea spontanea con fiori a pannocchia, usata come foraggio (fam. graminacee). 

leggi

pabulo

s.m. (lett. rar.) (1) nutrimento, cibo per animali; pascolo | (estens.) alimento per l'uomo (2) (fig.) nutrimento spirituale, culturale. 

leggi

paca

s.m. invar. mammifero roditore notturno, dell'america centromeridionale, con pelame ispido, bruno a strisce longitudinali chiare; ha carni pregiate. 

leggi

pacare

v. tr. [io paco , tu pachi ecc.] (lett.) mettere in pace; acquietare, pacificare: pacare le liti | pacarsi v. rifl. o intr. pron. (lett.) acquietarsi, calmarsi: pacarsi dopo una sfuriata ; il vento si è pacato.  

leggi

pacatezza

s.f. l'essere pacato; calma, tranquillità, ponderatezza: parlare , rispondere con pacatezza.  

leggi

pacato

part. pass. di pacare agg.  (1) che ha o dimostra calma e serenità: uomo , discorso , giudizio pacato  (2) (fig. lett.) attenuato, smorzato: luce ferma e pacata (savinio) § pacatamente avv.  

leggi

pacca

s.f. (fam.) colpo amichevole dato con la mano aperta: ricevere una pacca sulla spalla | (estens.) schiaffo, sberla: prendere a pacche qualcuno.  

leggi

pacchetto

s.m.  (1) dim. di pacco  (2) involucro usato come confezione di piccole quantità di un prodotto: un pacchetto di sigarette , di caramelle | (estens.) il contenuto di tale involucro: mangiarsi un pacchetto di noccioline. dim. pacchettino  (3) in usi specifici, complesso di elementi che costituiscono un insieme organico: pacchetto intestinale , (anat.) la massa delle anse dell'intestino tenue; pacchetto azionario , (fin.) numero consistente di azioni di una società appartenenti a...

leggi

pacchia

s.f. (fam.) condizione di vita facile, piacevole, senza responsabilità e preoccupazioni, in cui ci sia abbondanza di mangiare e bere; cuccagna: che pacchia vivere cosi! ; che pacchia, amici miei! | (estens.) circostanza fortunata: incontrare proprio lui è stata una vera pacchia.  

leggi

pacchianata

s.f. cosa pacchiana: quell'addobbo è una pacchianata ; fare , dire pacchianate.  

leggi

Sitemap