palesare

v. tr. [io palé so ecc.] render manifesto; esternare, rivelare: palesare i propri pensieri ; palesare un segreto | palesarsi v. rifl. o intr. pron. divenir palese, manifestarsi; rivelarsi, farsi conoscere: le difficoltà si palesarono subito gravi ; il nuovo venuto si palesò ben presto per quello che era.

monitorio

agg. che ammonisce, che serve d'ammonimento: lettera monitoria s.m. lettera dell'autorità ecclesiastica con cui s'invita chi ne abbia conoscenza a palesare un fatto, sotto pena di scomunica. 

leggi

palesamento

s.m. (non com.) il palesare, il palesarsi, l'essere palesato. 

leggi

palese

agg. che appare evidente, manifesto; che è noto, conosciuto da tutti: una contraddizione palese ; far palese , palesare | in palese , (ant.) in modo palese, apertamente: di mostrarla in palese ardir non have (petrarca canz. cxliii, 14) § palesemente avv.  

leggi

palestinese

agg. della palestina, regione storica del medio oriente, oggi divisa politicamente tra israele e giordania s.m. e f. abitante, nativo della palestina. 

leggi

palestra

s.f.  (1) nella grecia antica, spiazzo all'aperto, annesso al ginnasio, dove i giovani si esercitavano nella lotta e nel pugilato | oggi, impianto sportivo al coperto costituito da un ampio locale fornito di attrezzi per far ginnastica; per estens., la ginnastica stessa fatta in palestra: andare , esercitarsi in palestra ; fare mezz'ora di palestra  (2) (fig.) esercizio intellettuale o morale: la scuola è una palestra di vita.  

leggi

palestrita

o palestrite , s.m. [pl. -ti] (lett.) lottatore greco che si esercitava in palestra. 

leggi

Sitemap