participio

s.m. (gramm.) forma nominale del verbo, usata gener. con valore di aggettivo o di sostantivo; l'italiano ha un participio presente (p. e. andante) e uno passato (p. e. andato), dei quali è raro l'uso verbale (ma il participio passato serve a formare i tempi composti dei verbi attivi e passivi: ho scritto ; è stato tradito).

-ante

suffisso del participio presente dei verbi in -are , che spesso ha valore di aggettivo o sostantivo [vedi -ente]. 

leggi

-enza

suffisso derivato dal lat. -enti°a(m) , che unito a basi verbali forma sostantivi astratti (diffidenza , impotenza , partenza), in parallelo al relativo participio presente aggettivato o sostantivato (diffidente , impotente , partente) [vedi -ente]. 

leggi

participare

e deriv. vedi partecipare e deriv.  

leggi

participiale

agg. (gramm.) del participio, che si riferisce al participio: forme participiali del verbo ; suffisso participiale , che serve a formare il participio. 

leggi

Sitemap