preghiera

s.f.

1.  il pregare; le parole con cui si prega: rivolgere una preghiera | a , dietro , su preghiera di qualcuno , su sua istanza, per sua intercessione | con preghiera di risposta , di restituzione , di pubblicazione ecc. , espressioni di cortese richiesta o invito

2.  il pregare dio; la formula, il testo che si recita nel pregare: raccogliersi in preghiera ; dire le preghiere ; recitare una preghiera alla madonna.

dossologia

s.f. (lit.) formula di preghiera per lodare dio, spec. la ss. trinità in partic., l'ultima strofa degli inni liturgici. 

leggi

angelus

s.m. invar. preghiera alla madonna che si recita al mattino, a mezzogiorno e alla sera; per estens., il suono di campane che l'annuncia. 

leggi

embolismo

s.m. nel rito romano, preghiera intercalata nella messa dopo il pater noster , con la quale si chiede al signore la liberazione da tutti i mali. 

leggi

deprecazione

s.f.  (1) (lett.) il deprecare, l'essere deprecato; la formula o la preghiera usata per deprecare | nella retorica antica, la parte conclusiva dell'orazione, nella quale si invocava la clemenza dei giudici (2) disapprovazione, biasimo. 

leggi

anacoreta

s.m. [pl. -ti] nel cristianesimo antico e medievale, il monaco che si ritira nel deserto per dedicarsi alla contemplazione e alla preghiera | far vita da anacoreta , (fig.) vivere appartato. 

leggi

dominicale

agg.  (1) del padrone, relativamente alle sue proprietà agricole: casa , reddito dominicale  (2) del signore; della domenica in quanto giorno del signore: preghiera dominicale , il padre nostro. 

leggi

Sitemap