qualità

s.f.

1.  qualsiasi caratteristica, proprietà o condizione di una persona o di una cosa che serva a determinarne la natura e a distinguerla dalle altre: qualità positiva , negativa ; qualità fisica , morale ; le qualità chimiche della materia ; una persona con molte buone qualità ; nelle grandi città la qualità della vita tende a peggiorare ; merce di prima , di seconda qualità ; un prodotto di buona , di cattiva qualità | controllo di qualità , analisi statistica delle caratteristiche di un prodotto, attuata mediante la verifica di un campione | complemento di qualità , (gramm.) che indica una qualità di qualcuno o qualcosa; è introdotto dalle prep. di , da , con , a (p. e. uno scienziato di grande valore) | in qualità di , in funzione, nella veste di: in qualità di ambasciatore

2.  caratteristica o proprietà positiva: una merce , uno spettacolo di qualità ; non mi interessa la quantità, ma la qualità ; una persona piena di qualità , di pregi, di doti

3.  specie, varietà (detto di cosa): mele di qualità diverse ; fiori di tutte le qualità

4.  (filos.) la proprietà di un giudizio di essere affermativo o negativo.

accortezza

s.f. qualità di chi è accorto; astuzia, avvedutezza, cautela: agire con accortezza.  

leggi

alberaggio

s.m. in alcuni porti, tassa proporzionale alla qualità e quantità delle merci imbarcate. 

leggi

animalità

s.f. l'insieme delle qualità proprie degli animali, in contrapposizione a quelle spirituali dell'uomo. 

leggi

albo

agg.  (1) (lett.) bianco (2) (bot.) si dice di foglia, fiore o frutto tendente al bianco | fico albo , qualità di fichi primaticci dalla buccia biancastra. 

leggi

accettabile

agg.  (1) che si può accettare: una proposta accettabile  (2) di qualità discreta o sufficiente: una cucina accettabile § accettabilmente avv.  

leggi

affettare

v. tr. [io affètto ecc.] (1) ostentare sentimenti che non si provano o qualità che non si possiedono: affettare ammirazione , eleganza  (2) (ant.) bramare, aspirare ardentemente. 

leggi

Sitemap