quantità

s.f.

1.  grandezza, massa, misura, numero di qualcosa: una grande quantità di oggetti ; una piccola quantità di cemento ; consumare zucchero in gran quantità ; disporre di una certa quantità di denaro ; badare più alla qualità che alla quantità

2.  moltitudine, abbondanza, gran numero: una quantità di gente | avere qualcosa in quantità , in abbondanza

3.  (mat. , fis.) grandezza che può essere misurata o numerata: quantità aritmetiche , geometriche ; quantità di moto , di elettricità , di luce

4.  (ling.) durata delle vocali, che può essere maggiore o minore, e in alcune lingue (p. e. il latino, l'inglese) ha valore distintivo | quantità sillabica , nella prosodia e nella metrica latina e greca, la caratteristica delle sillabe di essere lunghe se contengono vocale lunga o dittongo o terminano in consonante, brevi se contengono vocale breve

5.  (filos.) la proprietà dei giudizi di essere universali o particolari o singolari.

acetonemia

s.f. (med.) quantità eccessiva di acetone nel sangue. 

leggi

acetonuria

s.f. (med.) presenza di un'eccessiva quantità di acetone nelle urine. 

leggi

abbondante

lett. abondante, part. pres. di abbondare agg.  (1) che è in grande quantità che supera la giusta misura: porzione abbondante ; un chilo abbondante  (2) che ha gran quantità di qualcosa: un libro abbondante di citazioni § abbondantemente avv.  

leggi

abburattata

s.f.  (1) abburattamento rapido: dare un'abburattata alla farina  (2) quantità di farina che può essere contenuta dal buratto. 

leggi

aerotropismo

s.m. (bot.) fenomeno per cui un organo vegetale (p. e. una radice) si curva nella direzione da cui proviene una maggiore quantità d'ossigeno. 

leggi

accrescere

v. tr. [coniugato come crescere] rendere maggiore di quantità o di numero; ampliare, aumentare: accrescere il patrimonio | v. intr. [aus. essere], accrescersi v. rifl. aumentare, ingrandirsi. 

leggi

Sitemap