quantunque

cong. benché, per quanto (con valore concessivo e il verbo al congiunt.): quantunque sia tardi, continuerò a lavorare ; quantunque avessi ragione, tacqui | usato ellit.: quantunque irato, riuscì a dominarsi ; quantunque a malincuore, me ne devo andare agg. invar. (ant.) quanti; per quanti: cignesi con la coda tante volte / quantunque gradi vuol che giù sia messa (dante inf. v, 11-12) pron. rel. invar. (ant.) tutto ciò che; qualunque cosa che: in te s'aduna / quantunque in creatura è di bontate (dante par. xxxiii, 20-21) avv. (ant.) quanto: e quantunque più poté il raccomandò ad un nobile uomo (boccaccio dec. x, 8).

smaccare

v. tr. [io smacco, tu smacchi ecc.] (ant.) (1) umiliare, avvilire profondamente (2) svilire, deprezzare: so con varii argomenti / smaccar la mercanzia quantunque eletta (buonarroti il giovane). 

leggi

Sitemap