quartiere

s.m.

1.  in origine, ciascuno dei quattro rioni in cui per lo più si suddividevano le città oggi, zona circoscritta di una città, avente particolari caratteristiche storiche, topografiche o urbanistiche: quartiere residenziale ; un vecchio quartiere popolare | quartieri alti , la zona più elegante della città; quartieri bassi , la zona più popolare | quartiere satellite , agglomerato urbano contiguo a una grande città, autonomo quanto a servizi ma non amministrativamente

2.  (mil.) complesso di edifici o di attendamenti dove alloggia un reparto dell'esercito: quartiere d'inverno , d'estate | quartier generale , il complesso degli ufficiali, dei soldati e dei mezzi necessari al funzionamento del comando di una grande unità mobilitata; il luogo dove esso ha sede | lotta senza quartiere , (fig.) senza esclusione di colpi, spietata | chiedere , dare quartiere , (fig.) chiedere, concedere una tregua, la resa

3.  (region.) appartamento: un quartiere di tre stanze. dim. quartierino

4.  (arald.) quarto

5.  (mar.) ciascuna delle tre parti in cui si considera divisa una nave nel senso della lunghezza

6.  nel gioco del biliardo, la parte del tavolo da cui ha inizio la partita

7.  nelle scarpe, la parte posteriore della tomaia [ill. calzatura].

casba

o casbah, o kasba, s.f. quartiere arabo delle città dell'africa settentrionale | (fig.) quartiere malfamato di una città. 

leggi

borgata

s.f.  (1) piccolo raggruppamento di case (2) a roma, quartiere popolare dell'estrema periferia: gente , ragazzi di borgata.  

leggi

dormitorio

s.m.  (1) stanzone con molti letti dove dormono i membri di una comunità (collegio, ospizio ecc.): dormitorio pubblico  (2) città o quartiere periferico con edifici molto addensati, povero di spazi verdi e di servizi | usato anche come agg. invar. : città , quartiere dormitorio.  

leggi

quarta

s.f.  (1) la quarta classe di un corso di studi: la quarta elementare  (2) la quarta parte della circonferenza dell'orizzonte (3) (mar.) la trentaduesima parte della rosa dei venti, pari a 11° 15' (4) (mus.) intervallo di quattro gradi della scala diatonica (5) nei cambi di velocità di autoveicoli e motoveicoli, la quarta marcia: innestare la quarta | partire in quarta , (fig.) intraprendere qualcosa con baldanza, con irruenza (6) una delle posizioni di guardia della...

leggi

quartabuono

pop. quartabono , s.m. squadra di legno a forma di triangolo rettangolo, usata in falegnameria | a quartabuono , ad angolo di 45° ; giunto a quartabuono , quello ottenuto facendo combaciare due angoli di 45° così da ottenere un angolo retto, come avviene negli angoli delle cornici. 

leggi

quartana

s.f. (med.) forma malarica in cui la crisi febbrile si manifesta ogni quarto giorno. 

leggi

quartara

(1) s.f. , o quartaro s.m. , antica misura di capacità per vino e per aridi, di valore variabile a seconda dei luoghi (da (2) a più di 100 litri). 

leggi

quartarolo

o quartaruolo , s.m. antica misura di capacità per liquidi, in uso a roma, equivalente a poco più di 14,5 litri. 

leggi

quartato

agg. (non com.) di corporatura robusta, forte: cavallo ben quartato.  

leggi

quartazione

s.f. (metall.) affinamento di una lega d'oro o d'argento mediante acido nitrico. 

leggi

quarteria

s.f. (agr.) rotazione quadriennale di una coltura agraria, con un anno a riposo o a maggese. 

leggi

quarteruolo

s.m. (ant.) pezzo di metallo a forma di moneta; gettone. 

leggi

quartettista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (mus.) (1) chi compone musica per quartetti (2) chi fa parte di un quartetto vocale o strumentale. 

leggi

Sitemap