quello

o quel (davanti ai vocaboli che cominciano per consonante che non sia s impura, gn , ps , x , z), agg. dimostr. [pl. m. quegli (ant. quelli) o quei (lett. o tosc. que') negli stessi casi in cui si usa quel ; precede sempre il sostantivo]

1.  indica persona o cosa lontana, nel tempo o nello spazio, sia da chi parla sia da chi ascolta: dammi quel libro ; quelle chiavi sono mie ; quei ragazzi sono troppo indisciplinati ; che cosa vuoi che sappiano fare quegli sciocchi! | può essere determinato da un avv., da un agg. o da una propr. relativa: quell'uomo laggiù ; quel quaderno là dentro ; vorrei quel portafoglio rosso ; potrei vedere quel cappotto che è in vetrina? | con valore enfatico ed ellissi della relativa o del sostantivo: ho preso uno di quegli spaventi! ; ha detto tante di quelle sciocchezze! ; me ne ha dette di quelle! , di tutti i colori | può essere rafforzato da stesso , medesimo , tale : in quello stesso punto ; in quel medesimo istante

2.  indica persona o cosa nominata precedentemente e nota a chi ascolta: allora arrivò quel ragazzo ; non so come fare per ottenere quella dichiarazione ; quella signora è sempre là che aspetta ' in espressioni ellittiche: per quello puoi star sicuro , quanto a quella faccenda; una di quelle , (eufem.) una prostituta

3.  (lett. , fam.) per chiamare una persona di cui non si conosce il nome: ehi, quella donna , quell'uomo! pron. dimostr. [f. -a ; la forma quel è d'obbligo nell'espressione in quel di. .. , facoltativa davanti a che e rara in altri casi; la forma quei si usa solo nell'espressione di uso lett. quei di. ..]

4.  indica persona o cosa lontana da chi parla e da chi ascolta, o persona o cosa non presente della quale si sta parlando: quello è il nuovo direttore ; preferirei quello in vetrina ; vorrei quello , mostrando col gesto | per indicare una persona che non si conosce o non si vuole chiamare per nome: quello del piano di sotto , chi abita al piano di sotto; quello del gas , della luce , l'esattore, il controllore, l'operaio del gas, della luce; è tornata quella di ieri , la signora, la donna che era venuta ieri; buono quello! , alludendo a persona dalla quale bisogna stare in guardia | per evitare ripetizioni: il libro di storia e quello di geografia ' spesso contrapposto o in correlazione con questo : preferisci questo o quello? ; farò prima questo, poi quello ; di due persone o cose già menzionate, può indicare quella menzionata per prima: maria e teresa sono sorelle, ma quella è bionda e questa è bruna ; con valore più generico: questo correva, quello passeggiava , l'uno... l'altro

5.  colui, ciò (seguito da una propr. relativa): non è quello che cerco ; quelli che non ti conoscono diranno che sei pazzo ; tutto quello che dice è vero ; per quel che ne so io, non è ancora partito

6.  in quel di. .. , nel territorio di: in quel di milano , di genova

7.  quelli di. .. (lett. quei di. ..), gli abitanti di: quelli di roma , di torino.

accartocciatore

agg. [f. -trice] che accartoccia | insetto accartocciatore , quello che depone le uova sulle foglie facendole accartocciare. 

leggi

acclimatazione

o acclimazione [ac-cli-ma-zió-ne], s.f. processo di adattamento di un essere vivente a un ambiente geografico e climatico diverso da quello originario. 

leggi

abnorme

agg. che esce dalla norma; non comune, insolito; anomalo: uno sviluppo abnorme | provvedimento abnorme , (dir.) quello che dà luogo a deviazioni o anomalie nel corso di un giudizio § abnormemente avv.  

leggi

ablegato

s.m. ecclesiastico incaricato dal pontefice di particolari compiti, p. e. quello di consegnare la berretta a un cardinale di nuova nomina assente da roma. 

leggi

abboccatura

s.f.  (1) l'abboccare; imboccatura (2) nei serramenti, tratto in cui il montante della parte mobile opposto a quello incernierato combacia con il corrispondente montante della parte fissa. 

leggi

quelli

vedi quegli

leggi

Sitemap