querelato

part. pass. di querelare agg. e s.m. [f. -a] (dir.) si dice di colui contro il quale viene sporta una querela.

controquerela

s.f. (dir.) la querela che il querelato sporge a sua volta contro il querelante. 

leggi

querelare

v. tr. [io querèlo ecc.] (dir.) denunciare mediante querela: lo querelò per ingiurie | querelarsi v. rifl.  (1) (dir.) sporgere, presentare querela contro qualcuno: si querelò contro il diffamatore  (2) (lett.) lamentarsi, rammaricarsi: con eolo mi querelo / e le lor fraudi accuso (marino). 

leggi

querela

s.f.  (1) (dir.) atto con il quale la persona che si ritiene offesa da un reato non perseguibile d'ufficio, manifesta la sua volontà che si proceda penalmente a carico del colpevole: querela per diffamazione , per ingiurie ; sporgere , ritirare una querela ; remissione di querela ; querela di falso , impugnazione che tende a disconoscere l'efficacia probatoria e la verità delle attestazioni di un atto pubblico (2) (lett.) lamento; parole lamentose: quante querele e lacrime / sparsi ...

leggi

querelabile

agg. (dir.) si dice di persona nei cui confronti può essere sporta querela. 

leggi

querelante

part. pres. di querelare agg. e s.m. e f. (dir.) che, chi sporge o ha sporto querela. 

leggi

querelle

s.f. invar. polemica, discussione, soprattutto culturale o politica. 

leggi

Sitemap