questo

agg. dimostr. [precede sempre il sostantivo]

1.  indica persona o cosa vicina, nel tempo o nello spazio, a chi parla: quest'ombrello è mio ; questa lettera è appena arrivata ; queste tue lamentele sono fuori posto ; questa rivista è migliore di quella ; questa sera , questa mattina , stasera, stamattina; questo mese , il mese in corso; questa vita , questo mondo , contrapposti all'aldilà | può essere determinato da un avv., da un agg. o da una prop. relativa: questo libro qui ; questo quaderno rosso ; questa matita che ho in mano | può essere rafforzato da stesso , medesimo : mi disse queste stesse , medesime parole | con valore enfatico, equivale all'agg. poss. di prima persona sing.: l'ho visto con questi occhi , con i miei occhi | unito a giorni , mesi , anni e sim., può indicare quelli in corso o quelli immediatamente a venire: le vicende di questi anni ; uno di questi giorni ne riparleremo

2.  indica persona o cosa di cui si sta parlando: questa osservazione lo colpì ; questo avvocato è piuttosto noto in città | in espressioni ellittiche: questa è bella! , per esprimere meraviglia e sdegno o per sottolineare qualcosa di strano e di inaspettato; questa non me l'aspettavo! ; prendi queste! , botte; in questa , in questo , (lett.) in questo frattempo

3.  simile, siffatto, di questo genere: non uscire con questo freddo ; lo sai che questi discorsi mi irritano pron. dimostr. [f. -a]

4.  indica persona o cosa vicina a chi parla, o persona o cosa della quale si sta parlando: questo è il nuovo segretario ; questo è il mio ombrello ; ne vorrei cinque di queste ; prendi questo vicino a me | spesso contrapposto o in correlazione con quello : vuoi questo o quello? ; mangerei prima questo, poi quello ; di due persone o cose già menzionate, può indicare quella menzionata per seconda: luigi e giovanni hanno la stessa età, quello è nato in giugno, questo in novembre ; con valore più generico: lo va dicendo a questo e a quello , all'uno e all'altro, a chiunque

5.  ciò, la cosa di cui si parla: questo mi preoccupa ; a questo penseremo poi ; per questo non ti ho scritto ; con questo ho finito | con (tutto) questo , nonostante ciò | e con questo? , e allora?: ha sbagliato, e con questo?.

questore

s.m.  (1) funzionario di polizia preposto a una questura (2) parlamentare che collabora col presidente dell'assemblea nel mantenere l'ordine durante le sedute, e si occupa inoltre del buon funzionamento dei servizi relativi all'assemblea stessa (3) nella roma antica, ciascuno dei magistrati che amministravano l'erario pubblico. 

leggi

questorio

agg. di questore (con riferimento soltanto al magistrato di roma antica): dignità questoria.  

leggi

aldilà

s.m. ciò che sta oltre questo mondo, dopo la morte; vita ultraterrena: credere nell'aldilà.  

leggi

addirsi

v. rifl. [coniugato come dire ; si usa solo la terza persona sing. e pl. del pres. e imperf. indic. e congiunt.] confarsi, convenire: questo comportamento non ti si addice.  

leggi

adatto

agg. che ha i requisiti necessari per un determinato uso o scopo; idoneo, opportuno, conveniente: sei la persona adatta per dirglielo ; questo è il luogo meno adatto per discutere.  

leggi

questi

pron. dimostr. m. sing. (lett.) questa persona, con riferimento a persona presente o della quale si sia appena parlato (si usa quasi esclusivamente come sogg.): questi è il mio signore, questi veramente è messer torello (boccaccio dec. x, 9) | nell'uso ant., riferito anche ad animali: la vista che m'apparve d'un leone. / questi parea che contra me venisse (dante inf. i, 45-46). 

leggi

questionabile

agg. (non com.) discutibile. 

leggi

questionare

tosc. o lett. quistionare, v. intr. [io questióno ecc. ; aus. avere] (1) discutere, disputare: questionare di politica  (2) venire a diverbio: questionare per futili motivi.  

leggi

questionario

s.m.  (1) serie di quesiti scritti su un dato argomento: preparare un questionario ; rispondere a un questionario  (2) il foglio stesso o il modulo che li riporta: distribuire i questionari.  

leggi

questionatore

ant. o tosc. quistionatore, s.m. [f. -trice] (non com.) chi ama le dispute, le discussioni; chi litiga con facilità. 

leggi

questione

tosc. o lett. quistione, s.f.  (1) controversia, disputa, discussione: questione giuridica , filologica , morale ; sorse una questione sull'interpretazione del testo | i termini di una questione , la sua precisa formulazione; i punti che la caratterizzano | il caso in questione , di cui si sta parlando, disputando | questione di lana caprina , (fig.) inutile (2) materia, argomento che richiede un esame accurato; problema: una questione semplice , complessa , spinosa , intricata ; porre ,...

leggi

questua

s.f. il chiedere l'elemosina; la raccolta delle elemosine: andare alla questua ; fare la questua.  

leggi

questuante

part. pres. di questuare agg. e s.m. e f. che, chi fa la questua: frati questuanti , incaricati della questua. 

leggi

Sitemap