qui

avv.

1.  in questo luogo (indica il luogo dov'è chi parla o luogo a esso molto vicino; è più determinato di qua): qui non c'è ; erano qui poco fa ; vieni, mettiti qui ; abito qui da anni ; rimani qui ad aspettarmi ; eccolo qui ; eccomi qui ; ho preso un colpo qui al braccio , in questo punto | talvolta si usa come rafforzativo di questo : questo libro qui ; questa cosa qui ; dammi questo qui ' anche con valore enfatico o rafforzativo: prendi qui! ; ecco qui , guarda qui che ha combinato! | spesso in contrapposizione o in correlazione con lì o là : da qui a lì ; di qui a lì ; ora qui ora là ; uno qui e uno lì ' unito ad avv. o ad altre determinazioni di luogo: qui dentro ; qui fuori ; qui sopra ; qui accanto ; è qui dove l'avevi messo ; è qui in tavola ; vieni qui da me ; qui a destra ; qui a due passi | preceduto da prep.: di qui , da qui , da questo luogo: sono andati via ora di qui ; vai fuori di qui ; da qui alla stazione non c'è molta strada ; non è molto lontano da qui ; si va giù di qui , su di qui ; di qui in poi (di qui in giù , di qui in avanti) la strada è proprietà privata | è di qui , è originario di questo paese, di questa regione | di qui , per qui , per di qui , per, attraverso questo luogo: si entra di qui ; passa , esci di qui ; sono passato di qui (per qui) l'anno scorso ; per andare a firenze si deve passare per di qui | per qui , indica anche movimento entro luogo circoscritto: sono andato per qui a fare due passi ; oppure un luogo, un punto approssimativo: non lo vedo, ma deve essere per qui , qui intorno | fin qui , fino a questo luogo: sono arrivato fin qui

2.  (fig.) a questo punto; in questo punto: qui comincia il bello ; qui hai torto ; la storia finisce qui ; è stata una ragazzata e tutto finisce qui , non vi sarà alcun seguito; non finirà qui! , in tono di minaccia | preceduto da prep.: fin qui tutto va bene , fin qui hai ragione tu , fino a questo punto, fino a questo momento; di qui nacque il malinteso , da questo fatto; di qui deriva che. .. , da ciò di qui in avanti , da questo momento, d'ora in avanti; di qui a un anno , a un mese , fra un anno, fra un mese a partire da ora

3.  (fig.) in questa situazione, in questo caso: qui ci vuole molta calma ; qui bisogna prender tempo ; qui ci vuole una radiografia.

quia

s.m. invar. (lett.) argomento principale, punto fondamentale: tornare , venire al quia , al dunque | stare al quia , stare ai fatti, accontentarsi della loro constatazione (senza volerne ricercare le cause): state contenti, umana gente, al quia (dante purg. iii, 37). 

leggi

quiche

s.f. invar. torta salata di pasta sfoglia farcita con salame, formaggi, verdure o altro; è una specialità della lorena. 

leggi

quici

avv. (ant.) qui: poco allungati c'eravam di lici, / quand'io m'accorsi che 'l monte era scemo, / a guisa che i vallon li sceman quici (dante purg. vii, 64-66). 

leggi

quid

s.m. invar. qualcosa, alcunché indica qualche cosa di indeterminato, di indefinibile: in lui c'è un quid che non mi piace ; nella sua ultima opera, manca quel quid che dava sapore alla sua prosa.  

leggi

quidam

s.m. invar. (non com.) una persona sconosciuta; un tizio | una persona qualsiasi (con sfumatura spreg.): un quidam che pretende di insegnare a tutti.  

leggi

quidditativo

agg. (filos.) che si riferisce alla quiddità, all'essenza di una cosa. 

leggi

quiddità

ant. quidditate , s.f. nella filosofia medievale, l'essenza, la forma di una cosa; il prodotto dell'astrazione operata dall'intelletto sulla realtà sensibile. 

leggi

quidsimile

o quid simile, quissimile, s.m. (rar. lett.) qualcosa di simile: con un'indigena / giubba a tagliere / ecco il quissimile / d'un cancelliere (giusti). 

leggi

quiescente

agg.  (1) (scient.) che è in stato di riposo, di inattività: vulcano quiescente ; piante quiescenti , in stato di quiescenza (2) (fig.) acquiescente. 

leggi

quiescenza

s.f.  (1) stato di riposo, di inattività: vulcano in quiescenza | trattamento di quiescenza , che spetta al lavoratore dipendente spec. pubblico al termine della sua attività lavorativa e che comprende l'indennità di fine rapporto e la pensione | quiescenza di un diritto , sospensione del suo godimento determinata da una causa che ne impedisce temporaneamente l'esercizio (2) (bot.) stato di sospensione o di forte rallentamento delle funzioni vitali di una pianta o di un suo organo,...

leggi

Sitemap