quid

s.m. invar. qualcosa, alcunché indica qualche cosa di indeterminato, di indefinibile: in lui c'è un quid che non mi piace ; nella sua ultima opera, manca quel quid che dava sapore alla sua prosa.

quidam

s.m. invar. (non com.) una persona sconosciuta; un tizio | una persona qualsiasi (con sfumatura spreg.): un quidam che pretende di insegnare a tutti.  

leggi

quidditativo

agg. (filos.) che si riferisce alla quiddità, all'essenza di una cosa. 

leggi

quiddità

ant. quidditate , s.f. nella filosofia medievale, l'essenza, la forma di una cosa; il prodotto dell'astrazione operata dall'intelletto sulla realtà sensibile. 

leggi

quidsimile

o quid simile, quissimile, s.m. (rar. lett.) qualcosa di simile: con un'indigena / giubba a tagliere / ecco il quissimile / d'un cancelliere (giusti). 

leggi

Sitemap