quieto

lett. queto, agg.

1.  che non si muove; fermo, tranquillo: un ragazzo che non sta mai quieto ; oggi il mare è quieto | acque quiete , immobili, quasi stagnanti

2.  (estens.) non turbato da rumori, da confusione, da frastuono; silenzioso, tranquillo: un paesino quieto ; una zona quieta | quieto vivere , una vita senza seccature, rischi, contrasti con il prossimo

3.  (fig.) che è di temperamento pacifico; che non si agita, non si ribella: gente quieta , che ama la vita regolare e ordinata; cerca di star quieto , di conservare la calma § quietamente avv.

chiotto

agg. quieto e silenzioso (per prudenza, paura o sim.): starsene , andarsene chiotto chiotto.  

leggi

scansabrighe

s.m. e f. invar. chi, per amore del quieto vivere, cerca di scansare ogni briga o seccatura. 

leggi

pacione

s.m. [f. -a] (fam.) che è amante del quieto vivere, della tranquillità: essere un pacione | anche come agg. : un uomo pacione.  

leggi

pantofolaio

s.m. [f. -a] (1) chi fabbrica o vende pantofole (2) (fig. spreg.) chi ama eccessivamente il quieto vivere, la vita ritirata agg. scarsamente attivo, rinunciatario: politica pantofolaia.  

leggi

quietare

lett. quetare, v. tr. [io quièto ecc.] (1) riportare alla quiete: quietare gli animi ; quietare una smania ; quietare l'appetito , la sete , appagarli (2) far star tranquillo: quietare i ragazzi scatenati | quietarsi v. rifl.  (3) ritornare in uno stato di quiete; placarsi, calmarsi: finita la tempesta, il mare si quietò ; quietati! , si dice a chi è irrequieto o agitato (4) (fig. lett.) trovare appagamento, pace: nel vero in che si queta ogne intelletto (dante par. ...

leggi

quietanza

ant. o pop. quetanza, quitanza, quittanza s.f. (dir.) attestazione dell'avvenuto adempimento di una obbligazione rilasciata dal creditore al debitore: rilasciare quietanza | per quietanza , formula che precede la firma di un documento valido come ricevuta di pagamento. 

leggi

quietanzare

v. tr. attestare, su un documento relativo a un credito vantato, che questo è stato soddisfatto; firmare per quietanza: quietanzare una fattura.  

leggi

quietanzatrice

s.f. macchina per l'emissione automatica di quietanze. 

leggi

quiete

s.f.  (1) assenza di moto; immobilità: lo stato di quiete di un corpo ; la quiete del mare , dell'aria , quando non c'è vento | verbi di quiete , (gramm.) quelli che non indicano movimento, ma stato (p. e. stare , trovarsi , abitare) (2) calma esterna; stato di silenzio, di tranquillità, di ordine: la quiete della campagna ; disturbare la quiete pubblica | calma dell'animo; pace, tranquillità: dopo tanti affanni, finalmente un po' di quiete! | eterna , fatal quiete , (lett.) il...

leggi

quietezza

s.f. (non com.) l'essere quieto. 

leggi

quietismo

s.m.  (1) concezione mistico-religiosa, sviluppatasi in particolare nel cattolicesimo del sec. xvii, mirante all'unione con dio attraverso uno stato di passività e contemplazione, fino all'annullamento di ogni volontà e responsabilità umana (2) (estens.) amore per il quieto vivere | stato di inerzia, di accettazione passiva della realtà. 

leggi

quietista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) seguace del quietismo (2) (estens.) chi ama il quieto vivere; persona di temperamento passivo e inerte | usato anche come agg. in luogo di quietistico : il pensiero quietista.  

leggi

quietistico

agg. [pl. m. -ci] del quietismo, che concerne i quietisti: movimento quietistico § quietisticamente avv. con atteggiamento quietistico; in modo passivo. 

leggi

quietudine

s.f. (ant.) quiete, serenità. 

leggi

Sitemap