raccomandare

v. tr.

1.  affidare alla protezione o all'aiuto altrui: ti raccomando mio figlio | raccomandare l'anima a dio , prepararsi a morire

2.  (lett.) affidare, assicurare: raccomandare alla memoria

3.  intercedere a favore di qualcuno perché venga agevolato: raccomandare un candidato al concorso

4.  (non com.) spedire una lettera o un pacco per raccomandata

5.  (non com.) attaccare, assicurare saldamente: raccomandare la corda agli ormeggi

6.  consigliare, suggerire; sollecitare: è un ottimo albergo, te lo raccomando ; raccomandare l'ubbidienza , la disciplina , il silenzio | mi raccomando! , formula esortativa: non lo dire a nessuno, mi raccomando! | raccomandarsi v. rifl. chiedere, implorare protezione, aiuto, favore e sim.; affidarsi, rimettersi: raccomandarsi alla madonna ; raccomandarsi alla clemenza dei giudici | raccomandarsi alle proprie gambe , (scherz.) fuggire | un prodotto , un'opera ecc. che si raccomanda da sé , che s'impone al pubblico per le sue qualità intrinseche.

sconsigliare

v. tr. [io sconsìglio ecc.] non consigliare: sconsigliare un albergo | raccomandare di non dire o fare qualcosa: lo sconsigliai dall'accettare l'incarico.  

leggi

raccomandabile

agg. che si può raccomandare, che è da raccomandarsi: una lettura raccomandabile ; un soggetto poco raccomandabile , di cui è bene non fidarsi. 

leggi

raccomandata

s.f. lettera o plico che le poste registrano contro pagamento di una speciale tassa, rilasciandone ricevuta al mittente e assicurandone l'inoltro al destinatario; anche, la forma di spedizione postale che avviene in questo modo: fare una raccomandata ; inviare , spedire una lettera per raccomandata | raccomandata con avviso di ricevimento (o raccomandata a. r.), per la quale il destinatario firmerà ricevuta che sarà rispedita al mittente. 

leggi

raccomandatario

s.m. [f. -a] colui al quale è stata raccomandata o affidata qualcosa; in partic., nel diritto della navigazione, chi rappresenta un armatore fuori dalla sua sede. 

leggi

raccomandatizia

agg. e s.f. (non com.) solo in (lettera) raccomandatizia , lettera di raccomandazione; commendatizia. 

leggi

raccomandato

part. pass. di raccomandare agg. spedito per raccomandata: lettera raccomandata ; pacco raccomandato agg. e s.m. [f. -a] che, chi gode di una particolare protezione che lo pone in condizioni di privilegio rispetto agli altri: un concorrente raccomandato | un raccomandato di ferro , (scherz.) chi ha protettori potenti e riesce perciò ad affermarsi comunque. 

leggi

raccomandatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi raccomanda. 

leggi

raccomandatorio

agg. (non com.) che raccomanda, che contiene una raccomandazione: lettera raccomandatoria.  

leggi

raccomandazione

s.f.  (1) il raccomandare, il raccomandarsi, l'essere raccomandato: rivolgere ai giudici una raccomandazione di clemenza | raccomandazione dell'anima , le preghiere che il sacerdote recita per un agonizzante dopo avergli somministrato l'unzione degli infermi (2) segnalazione di una persona a chi si ritiene possa agevolarla: lettera di raccomandazione ; fare carriera a forza di raccomandazioni. dim. raccomandazioncella , raccomandazioncina  (3) consiglio affettuoso e sollecito;...

leggi

raccomandigia

s.f. [pl. -gie o -ge] (ant.) raccomandazione. 

leggi

Sitemap