racconciare

v. tr. [io raccóncio ecc.] (non com.) acconciare di nuovo, rimettere a posto, riparare (anche fig.): che val perché ti racconciasse il freno / iustiniano, se la sella è vota? (dante purg. vi, 88-89) | racconciarsi v. rifl. del tempo, tornare bello, rasserenarsi | v. rifl. (ant.) rappacificarsi.

racconciamento

s.m. (rar.) il racconciare, il racconciarsi, l'essere racconciato. 

leggi

racconciatore

s.m. [f. -trice] (rar.) chi racconcia; riparatore. 

leggi

racconciatura

s.f. (rar.) il racconciare, l'essere racconciato; la cosa stessa racconciata. 

leggi

racconcio

agg. [pl. f. -ce] (ant.) racconciato, aggiustato: salì sulla scala già presso che racconcia dal lavoratore (boccaccio dec. viii, 7). 

leggi

Sitemap