raddrizzare

non com. raddirizzare, v. tr.

1.  far tornare diritto; rimettere in posizione verticale o orizzontale: raddrizzare una lama ; raddrizzare un palo caduto , un quadro che pende da un lato | voler raddrizzare le gambe ai cani , (fig.) tentare un'impresa impossibile e inutile ' raddrizzare le ossa a qualcuno , (iron.) picchiarlo, bastonarlo di santa ragione

2.  (fig.) correggere: raddrizzare una frase zoppicante ; raddrizzare le idee a qualcuno | accomodare, comporre: raddrizzare una lite , una questione

3.  (fis.) trasformare corrente alternata in corrente continua o pulsante | raddrizzarsi v. rifl.

4.  ritornare, rimettersi diritto

5.  (fig.) tornare a comportarsi bene, rimettersi sulla buona strada | detto del tempo, rimettersi al bello.

raddirizzare

e deriv. vedi raddrizzare e deriv.  

leggi

addirizzare

o addrizzare [ad-driz-zà-re], v. tr. rendere diritto; raddrizzare (anche fig.). 

leggi

ridrizzare

o ridirizzare, v. tr. (non com.) drizzare, raddrizzare di nuovo. 

leggi

raddrizzatrice

non com. raddirizzatrice, s.f. macchina per raddrizzare lamiere, barre, tubi e sim. 

leggi

drizzatore

s.m. nelle industrie metallurgiche e meccaniche, operaio addetto a raddrizzare le lamiere. 

leggi

dirizzare

v. tr. (non com.) (1) rivolgere, indirizzare: a la fede sincera / mi dirizzò con le parole sue (dante par. vi, 17-18) (2) drizzare, raddrizzare | dirizzarsi v. rifl. (ant.) (3) volgersi; rivolgersi (4) drizzarsi, raddrizzarsi. 

leggi

raddrizzabile

agg. che si può raddrizzare. 

leggi

raddrizzamento

non com. raddirizzamento, s.m.  (1) il raddrizzare, il raddrizzarsi, l'essere raddrizzato (2) (fis.) conversione di corrente alternata in corrente continua o pulsante. 

leggi

raddrizzatore

non com. raddirizzatore, s.m. (fis.) dispositivo che consente il passaggio di corrente elettrica in una sola direzione, usato spec. per convertire la corrente alternata in corrente continua o pulsante. 

leggi

raddrizzatura

non com. raddirizzatura, s.f. raddrizzamento. 

leggi

Sitemap