retorico

antiq. rettorico, agg. [pl. m. -ci]

1.  della retorica; conforme ai dettami della retorica: insegnamento retorico | figura retorica , procedimento stilistico che serve ad accrescere l'efficacia di un discorso ' interrogativa retorica , (gramm.) frase interrogativa posta in modo che la risposta sia scontata

2.  (spreg.) ampolloso, ridondante, vacuo: stile retorico ; ornamenti retorici s. m. (non com.) retore § retoricamente avv.

rettorico

e deriv. vedi retorico e deriv.  

leggi

aposiopesi

s.f. l'artificio retorico della reticenza. 

leggi

amplificatorio

agg. di amplificazione: procedimento retorico amplificatorio.  

leggi

retore

s.m.  (1) nel mondo greco-romano, chi esercitava la professione di oratore; anche, maestro di retorica (2) (spreg.) chi, nel parlare e nello scrivere, usa espressioni ampollose ed enfatiche, preoccupandosi solo della forma e dell'esteriorità. 

leggi

retorica

antiq. rettorica, s.f.  (1) l'arte del parlare e dello scrivere in modo da persuadere un uditorio; eloquenza (2) (spreg.) modo di parlare e di scrivere vuoto e ampolloso che ricerca solo effetti formali: un discorso pieno di retorica | (estens.) atteggiamento, comportamento che mira solo all'effetto esteriore e non è determinato da un'autentica esigenza spirituale: la retorica del bel gesto.  

leggi

retoricume

antiq. rettoricume, s.m. (spreg.) uso eccessivo di artifici retorici | discorso o scritto vuoto e ampolloso. 

leggi

retoromanzo

s.m. (ling.) raggruppamento di lingue neolatine comprendente il romancio, il ladino e il friulano | usato anche come agg. : lingue retoromanze.  

leggi

retorta

s.f. (ant.) recipiente usato per le distillazioni chimiche; storta. 

leggi

Sitemap