ri-

o ra-, ria-, rin-, prefisso di verbi e deverbali derivati dal latino o di formazione italiana, che continua il prefisso latino re- 'di nuovo, all'indietro'. esprime ripetizione, duplicazione e sim. (rivedere , riaccendere) o ritorno a una fase anteriore e quindi azione opposta (riacquistare , riguadagnare , risanare , ritrovare); può avere valore intensivo (ricercare , ritornare) o dare un significato nuovo al verbo originario (ricavare , rifrangere); in alcuni casi ha solo funzione derivativa (ribassare da basso). può alternarsi con re- , che allora dà luogo a una forma più dotta e letteraria (rimunerare e remunerare). davanti a vocale ri- può ridursi a r- ; davanti al prefisso a- , può ridursi a ra- (raffreddare , raccendere), o fondersi in -ria (riaccendere); davanti al prefisso in- può ridursi a rin- (rimpiangere , rinchiudere). [vedi re-].

Sitemap