sacca

s.f.

1.  borsa o sacco, grande e capace, di pelle, di tessuto o altro materiale flessibile, per trasportare o anche riporre viveri, biancheria e sim.: sacca da viaggio ; la sacca dei frati questuanti , dei contadini. dim. sacchetta

2.  (fig.) insenatura, rientranza: le sacche di un fiume | sacca d'aria , (aer.) vuoto d'aria

3.  (mil.) spazio in cui, in seguito a una manovra di aggiramento, viene accerchiato l'esercito nemico: sacche di resistenza

4.  cavità a forma di sacco, spec. in organi o tessuti animali o vegetali | sacche polliniche , (bot.) ricettacoli in cui è suddivisa l'antera, contenenti il polline

5.  (region.) tasca; saccoccia

6.  nell'altoforno, struttura di forma troncoconica con svasatura verso l'alto, unita al crogiolo nella parte inferiore.

saccaia

s.f. nelle fattorie, locale in cui si conservano i sacchi vuoti; anche, il bastone a cui questi sacchi vengono appesi. 

leggi

saccapane

s.m. (ant.) tascapane. 

leggi

saccarasi

s.f. (chim.) lo stesso che invertasi.  

leggi

saccardo

s.m.  (1) negli eserciti medievali, chi era addetto alle salmerie (2) (lett.) saccheggiatore, brigante. 

leggi

saccaride

s.m. (chim.) carboidrato, zucchero. 

leggi

saccarifero

agg.  (1) che contiene zucchero: bietola saccarifera  (2) inerente alla produzione dello zucchero: industria saccarifera.  

leggi

saccarificare

v. tr. [io saccarìfico , tu saccarìfichi ecc.] (chim.) trasformare i polisaccaridi in zuccheri semplici. 

leggi

saccarificazione

s.f. (chim.) operazione del saccarificare. 

leggi

saccarimetria

o saccarometria, s.f. (chim.) insieme di metodi analitici per determinare la quantità di zuccheri contenuta in una soluzione. 

leggi

Sitemap