saldatura

s.f.

1.  il saldare, il saldarsi, l'essere saldato; in partic., la tecnica del collegare in modo fisso pezzi metallici mediante il calore, con o senza l'apporto di altro metallo: la saldatura di due tubi ; saldatura elettrica ; saldatura autogena , a pressione , nella quale i pezzi da saldare vengono riscaldati fino al rammollimento e poi uniti a pressione senza materiale d'apporto; saldatura per fusione , ottenuta colando materiale d'apporto tra i pezzi da unire; saldatura a stagno , brasatura dolce; saldatura a ottone , brasatura forte

2.  il punto in cui due parti sono state saldate o si sono congiunte: la catena si è rotta alla saldatura

3.  (fig.) collegamento, connessione tra le parti di un tutto: la saldatura dei vari episodi di un romanzo

4.  (fig.) il periodo intercorrente tra l'esaurirsi di un fenomeno e il riprodursi di uno analogo; ciò che assicura una continuità in tale periodo, e la continuità stessa: il medioevo costituisce la saldatura tra l'antichità e l'epoca moderna | saldatura del bilancio , (econ.) il congiungimento senza fratture di due bilanci consecutivi.

torcetto

s.m. sorta di cero costituito dalla saldatura di quattro candele. 

leggi

microsaldatura

s.f. tecnica di saldatura di oggetti molto piccoli; il punto in cui si effettua tale saldatura: le microsaldature dei circuiti integrati.  

leggi

saldatrice

s.f. macchina ad arco o a resistenza per la saldatura elettrica. 

leggi

disrafia

s.f. (med.) difetto nella saldatura delle due metà che costituiscono un organo. 

leggi

palatoschisi

s.f. (med.) malformazione congenita che consiste nell'incompleta saldatura della volta del palato sulla linea mediana. 

leggi

meningocele

s.m. (med.) ernia congenita delle meningi dovuta a mancata saldatura delle ossa del cranio. 

leggi

brasatura

s.f. (tecn.) collegamento di pezzi metallici mediante infiltrazione di materiale metallico fuso: brasatura dolce , quella con una lega che fonde a meno di 400 ° c, detta anche saldatura a stagno; brasatura forte , quella con una lega che fonde a più di 400 ° c, detta anche saldatura a ottone. 

leggi

infibulamento

s.m. (med.) introduzione di un infibulo nel canale midollare di un osso lungo fratturato, per consentire la corretta saldatura dei due capi. 

leggi

bollitura

s.f.  (1) il bollire; il tempo che dura l'ebollizione (2) (metall.) saldatura a fuoco mediante pressione o martellatura di due pezzi metallici, riscaldati fino a raggiungere una consistenza pastosa. 

leggi

ritentivo

agg. (non com.) atto a ritenere, a contenere | facoltà , capacità ritentiva , quella della memoria s.m. (med.) bendaggio che favorisce la saldatura di una ferita tenendone i labbri accostati. 

leggi

acetilene

s.m. (chim.) idrocarburo gassoso, incolore, appartenente alla classe degli alchini, che brucia con fiamma luminosa; serve come combustibile per la saldatura autogena e per l'illuminazione: lampada ad acetilene.  

leggi

Sitemap