salma

s.f.

1.  (ant.) peso, soma

2.  la spoglia mortale dell'uomo, il cadavere: trasporto , inumazione della salma | (poet.) il corpo di una persona viva, spec. contrapposto all'anima: quasi obliando la corporea salma (giusti)

3.  misura di capacità per aridi, in uso nell'italia meridionale, corrispondente a 270 litri ca | misura di superficie, in uso in sicilia, pari a 1,7 ha.

salmarino

o sal marino, sale marino, s.m. cloruro di sodio ricavato dall'acqua del mare. 

leggi

salmastra

s.f. (mar.) treccia robusta usata per legature. 

leggi

salmastraia

s.f. (non com.) terreno fangoso impregnato d'acque salmastre. 

leggi

salmastrare

v. tr. (mar.) legare con una salmastra. 

leggi

salmastro

agg. che sa di sale, di salsedine; che contiene sale: acque salmastre , si dice di solito delle acque di laguna, meno salate di quelle marine s.m. sapore, odore di salsedine: l'aria sa di salmastro.  

leggi

salmastroso

agg. (non com.) che sa di salmastro; che contiene acqua salmastra. 

leggi

salmeggiare

v. intr. [io salméggio ecc. ; aus. avere] (non com.) cantare, recitare salmi; salmodiare. 

leggi

salmeria

s.f. (mil.) (1) spec. pl. l'insieme dei carri e degli animali da soma usati per rifornire di viveri, di munizioni, di bagagli le truppe; anche, le cose così trasportate: salmerie alpine ; soldato addetto alle salmerie  (2) luogo in cui si tengono le salmerie. 

leggi

salmerino

s.m. pesce commestibile d'acqua dolce, simile alla trota, ma provvisto di squame più piccole e più numerose (ord. clupeiformi). 

leggi

salmerista

s.m. [pl. -sti] (mil.) addetto alla salmerie. 

leggi

Sitemap