Tutti i termini del nostro dizionario che iniziano con la lettera «B»

b

s.f. o m. invar. seconda lettera dell'alfabeto, il cui nome è bi (antiq. be); in italiano rappresenta la consonante occlusiva bilabiale sonora |...

ba

ba' vedi bah

baba

s.f. (region.) vecchia. 

babau

s.m. invar. mostro immaginario che si nomina ai bambini per impaurirli | (scherz.) persona che incute paura. 

babbagigi

s.m. pianta largamente coltivata per i tuberi, grossi come olive, che trovano impiego nella preparazione di bibite (fam. ciperacee). 

babbaleo

agg. e s.m. [f. -a] (region.) babbeo. 

babbeo

agg. e s.m. [f. -a] sciocco, sempliciotto, tonto. 

babbione

agg. e s.m. [f. -a] (tosc.) babbeo. 

babbo

s.m. (fam.) padre (in toscana, umbria e sardegna è la forma prevalentemente usata come vocativo rispetto a papà delle altre regioni) | babbo natale , personaggio...

babboriveggoli

o babboriveggioli , solo nella loc. avv. tosc. a babboriveggoli , alla morte | andare a babboriveggoli , morire. 

babbuasso

agg. e s.m. [f. -a] (non com.) sciocco, babbeo. 

babbuccia

s.f. [pl. -ce] (1) calzatura turca e di altri popoli orientali, di pelle o di stoffa, col calcagno piuttosto alto e la punta rialzata (2) (estens.) pianella, pantofola. 

babbuino

antiq. babuino, s.m.  (1) scimmia africana addomesticabile, con muso canino, pelame verdognolo, coda lunga, occhi cerchiati di chiaro (ord. primati) (2) (fig.) persona...

babele

s.f. luogo di grande confusione; per estens., confusione, disordine, incrociarsi confuso di parole incomprensibili. 

babelico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) (1) di babele: idioma babelico ; torre babelica  (2) (fig.) caotico: un disfatto prisma / babelico di forme e di colori (montale)...

babilonese

agg. di babilonia: civiltà , arte , letteratura babilonese s.m.  (1) [anche f.] abitante di babilonia (2) la lingua dei babilonesi. 

babilonia

s.f. lo stesso che babele.  

babilonico

agg. [pl. m. -ci] (1) di babilonia, babilonese (2) (fig. lett.) fastoso e corrotto. 

babirussa

s.m. invar. mammifero dell'isola di celebes, simile al cinghiale; nel maschio i canini superiori s'incurvano a semicerchio verso l'alto (ord. artiodattili). 

babismo

s.m. movimento religioso sorto in persia nell'ambito dell'islamismo sciita e fondato sull'annuncio di una nuova legge profetica. 

babordo

s.m. il fianco sinistro della nave dando le spalle alla poppa. 

babuino

vedi babbuino

babuvismo

s.m. la dottrina del rivoluzionario francese f. -n. babeuf (1760-1797), che propugnò una forma di comunismo egualitario. 

baby

s.m. e f. invar. bambino, bambina | (fam.) ragazzo, ragazza agg. invar. del bambino, infantile: moda baby.  

baby-doll

s.m. invar. indumento femminile da notte composto da camiciola corta e mutandine. 

baby-pensionato

s.m. [f. -a] nell'uso giornalistico, lavoratore che, profittando di una legislazione favorevole, va in pensione quando è ancora giovane. 

baby-sitter

loc. sost. f. e m. invar. persona che, dietro compenso, si prende cura dei bambini durante l'assenza dei genitori. 

baby-sitting

s.m. invar. l'attività, il servizio di baby-sitter. 

babà

s.m. dolce di pasta soffice e lievitata, intrisa di uno sciroppo al rum. 

bacamento

s.m. (non com.) il bacare, il bacarsi, l'essere bacato. 

bacare

v. tr. [io baco , tu bachi ecc.] (non com.) guastare, rovinare fisicamente o moralmente: bacare la mente , l'anima | v. intr. [aus. essere],...

bacato

part. pass. di bacare agg.  (1) che ha il baco, guastato dai bachi: frutto bacato  (2) (fig.) guasto, corrotto: una persona bacata.  

bacato

s.m. (tosc.) (1) il prodotto dei bachi da seta (2) l'allevamento dei bachi da seta. 

bacatura

s.f. il bacare, il bacarsi o l'essere bacato. 

bacca

s.f.  (1) (bot.) frutto tondeggiante e polposo, con endocarpo non legnoso contenente numerosi semi (p. e. pomodoro, peperone, uva, mirtillo) | nell'uso com., nome di piccoli...

baccagliare

v. intr. [io baccàglio ecc. ; aus. avere] (region.) parlare, litigare ad alta voce; gridare. 

baccalare

o baccalaro o bacalare, s.m. (ant.) (1) baccelliere (2) (iron.) persona d'aspetto autorevole; sapientone: andreuccio... vide uno il quale... mostrava di dover essere un gran...

baccalaureato

s.m.  (1) in gran bretagna, negli stati uniti e, per alcune facoltà, in germania, titolo accademico inferiore a quello di dottore; in francia, titolo di licenza media superiore (2) [f. -a]...

baccalà

s.m.  (1) merluzzo essiccato e conservato sotto sale: baccalà in umido  (2) (fig.) persona molto magra, asciutta | persona stupida, maldestra: far la figura del baccalà , passare per...

baccanale

s.m.  (1) [pl. -li e -lia] in roma antica, rito orgiastico in onore del dio bacco (2) (estens.) gozzoviglia, orgia (3) (mus.) brano ispirato alle antiche feste bacchiche...

baccano

s.m. strepito assordante fatto da più persone che parlano a voce alta; chiasso, fracasso: un baccano indiavolato.  

baccante

s.f.  (1) nell'antichità greco-romana, donna iniziata al culto di dioniso (a roma, bacco) che celebrava riti orgiastici in onore del dio (2) (estens.) donna in preda a una sensualità...

baccarat

s.m. invar. cristallo finissimo fabbricato a baccarat, cittadina della francia nord-orientale. 

baccarà

baccarà 1;s.m. gioco d'azzardo fatto con le carte tra un certo numero di giocatori e il banco | baccarà all'italiana , macao. 

baccarà

baccarà 2;s.m. forma italianizzata del fr. baccarat.  

baccellato

agg. che è decorato con elementi a forma di baccelli: una modanatura baccellata.  

baccellatura

s.f. (arch.) decorazione di sarcofagi, capitelli, modanature ecc., frequente nell'arte classica e rinascimentale, costituita da serie di baccelletti. 

baccelletto

s.m. (arch.) elemento decorativo a forma di piccolo baccello stilizzato in rilievo. 

baccellierato

s.m. (lett.) grado di baccelliere. 

baccelliere

s.m.  (1) nell'ordinamento cavalleresco medievale, giovane gentiluomo aspirante cavaliere (2) nel medioevo, studente che aveva conseguito il primo grado accademico, inferiore a quello di...

baccellino

agg. (bot.) che produce baccelli: piante baccelline.  

baccello

s.m.  (1) frutto delle leguminose, allungato, a due valve contenenti più semi (p. e. piselli, fagioli) | (tosc.) il frutto fresco della fava (2) (fig. tosc.) semplicione,...

baccellone

s.m. [f. -a] (tosc.) semplicione, sciocco, buono a nulla. 

baccelloneria

s.f. (tosc.) azione o detto da baccellone; sciocchezza. 

baccheggiare

v. intr. [io bacchéggio ecc. ; aus. avere] (lett. non com.) tripudiare come le baccanti; per estens., abbandonarsi sfrenatamente agli istinti. 

baccheo

o bacchio [bac-chì-o], s.m. nella metrica greca e latina, piede costituito da una breve e due lunghe; anche, il verso formato da piedi bacchei. 

bacchetta

s.f. bastoncino diritto di legno o di altro materiale: la bacchetta del direttore d'orchestra ; bacchetta magica , quella dei prestigiatori e dei maghi | bacchette del tamburo ,...

bacchettare

v. tr. [io bacchétto ecc.] (1) battere con una bacchetta indumenti, tappeti ecc., per scuoterne via la polvere (2) (fig. tosc.) vendere a poco prezzo. 

bacchettata

s.f. colpo di bacchetta. 

bacchetto

s.m. bastoncino; bacchetta: bacchetto della frusta , il manico. dim. bacchettino.  

bacchettonaggine

s.f. bacchettoneria. 

bacchettone

s.m. [f. -a] (spreg.) chi si dedica a pratiche religiose con zelo esagerato e superstizioso. 

bacchettoneria

s.f. comportamento, atto da bacchettone. 

bacchiare

v. tr. [io bàcchio ecc.] (1) percuotere con il bacchio i rami di un albero (il noce, l'ulivo) per farne cadere i frutti maturi (2) (fig. non com.) abbattere, mandare in...

bacchiata

s.f. il bacchiare | colpo dato col bacchio; bastonata. 

bacchiatura

s.f. l'operazione, il lavoro del bacchiare. 

bacchico

agg. [pl. m. -ci] di bacco, in onore di bacco: furore bacchico ; riti bacchici.  

bacchio

s.m. lunga pertica usata per bacchiare. 

bacchio

vedi baccheo

baccifero

agg. (bot.) che porta bacche. 

bacciforme

agg. che ha forma di bacca. 

bacco

s.m.  (1) nel mondo romano, il dio della vite, del vino, dell'ebrezza, corrispondente al greco dioniso | (lett.) il vino stesso (2) (estens.) il bere, il vizio di bere: essere dedito a bacco ;...

bacheca

s.f.  (1) contenitore con anta di vetro nel quale sono esposti oggetti preziosi, libri rari e sim.: le bacheche di un museo  (2) albo, vetrinetta che si appende al muro per esporre al pubblico...

bachelite

meno corretto bakelite, s.f. nome commerciale di un gruppo di resine sintetiche, usate spec. per la fabbricazione di interruttori, spine, isolatori ecc. 

bacheria

s.f. bigattiera. 

bacherozzo

meno com. bacherozzolo [ba-che-ròz-zo-lo], region. bacarozzo, bagherozzo, bagarozzo, s.m.  (1) nome pop. della larva della mosca carnaria, usata come esca per i pesci o come cibo per gli uccelli...

bachicoltore

o bachicultore , s.m. [f. -trice] chi alleva bachi da seta. 

bachicoltura

o bachicultura , s.f. allevamento del baco da seta. 

baciabasso

s.m. (ant.) profonda riverenza con bacio della mano. 

baciamano

s.m. [pl. -ni , rar. -no] atto del baciare la mano a qualcuno in segno di rispetto o per galanteria. 

baciamento

s.m. (non com.) il baciare ripetutamente. 

baciapile

s.m. e f. invar. persona bigotta e ipocrita. 

baciare

ant. basciare, v. tr. [io bàcio ecc.] (1) dare un bacio, dei baci: baciare sulle guance , sulla bocca , in fronte ; baciare la mano , un'immagine , una reliquia...

baciare

o basciare, s.m. (ant.) il baciare e il bacio stesso (spesso usato al pl.): gli amorosi baciari (boccaccio dec. iv, introduzione). 

baciasanti

s.m. e f. invar. baciapile. 

baciatico

s.m. [pl. -ci] istituto medievale di origine romana per cui il futuro marito assegnava alla futura sposa una donazione nuziale; la donazione stessa. 

baciato

part. pass. di baciare agg.  (1) nei sign. del verbo (2) rima baciata , (metr.) rima tra due versi consecutivi. 

bacicci

s.m. nome di varie piante erbacee (p. e. il finocchio marino). 

baciccia

s.m.  (1) (scherz.) soprannome tradizionale dei genovesi (2) uomo grasso, ciccione. 

bacile

s.m.  (1) largo recipiente di forma circolare destinato a contenere acqua o altri liquidi, per usi domestici o liturgici; catino (2) (arch.) echino del capitello di ordine dorico. 

bacillare

agg. (med. , biol.) relativo a bacilli; causato da bacilli: propagazione bacillare.  

bacillariofite

s.f. pl. (bot.) altro nome delle diatomee.  

bacillifero

agg. (med. , biol.) che porta bacilli. 

bacilliforme

agg. (biol.) che ha forma di bacillo. 

bacillo

s.m.  (1) (biol.) genere di batteri a forma di bastoncino, diritto o ricurvo; alcune specie sono patogene per l'uomo, altre sono utilizzate nell'industria farmaceutica per la produzione di...

bacillosi

s.f. (med.) qualsiasi malattia provocata da bacilli. 

bacinella

s.f. recipiente di piccole dimensioni, largo e basso, per uso domestico o di laboratorio; catinella. 

bacinetto

s.m.  (1) (anat.) pelvi renale (2) (ant.) leggero casco di ferro a forma di piccolo bacino (3) (ant.) parte concava dello scodellino delle armi da fuoco, dove si poneva la polvere da...

bacino

s.m.  (1) recipiente di forma rotonda, largo e basso, usato per contenere acqua o altri liquidi (2) (estens.) depressione naturale o artificiale del terreno che ha una funzione di raccolta:...

bacio

ant. bascio, s.m. atto di amore, di affetto, di devozione o di deferenza che si compie accostando le labbra a qualcuno o a qualcosa, talvolta facendole schioccare: dare un bacio ; un...

bacio

agg. (rar.) rivolto a tramontana, dove non batte il sole s.m. solo nella loc. a bacio , a tramontana. 

baciucchiamento

s.m. (non com.) sbaciucchiamento. 

baciucchiare

v. tr. [io baciùcchio ecc.] (non com.) sbaciucchiare. 

backgammon

s.m. invar. gioco analogo al tric trac e alla tavola reale. 

background

s.m. invar.  (1) il retroterra, lo sfondo da cui trae origine un fenomeno di ordine culturale; anche, l'insieme delle esperienze, delle conoscenze che configurano la personalità culturale di un...

backslash

s.m. (inform.) tasto della tastiera e carattere corrispondente alla barretta che scende da sinistra verso destra. 

backspace

s.m. (inform.) tasto contrassegnato da una freccia verso sinistra, che cancella il carattere alla sinistra del cursore. 

backup

s.m. invar. (inform.) procedura per la duplicazione dei dati su un supporto esterno al calcolatore, in modo da garantire una loro copia di riserva. 

baco

s.m. [pl. -chi] (1) stadio larvale degli insetti lepidotteri, caratterizzati da metamorfosi; bruco | baco da seta , larva del bombice del gelso, che tesse il bozzolo da cui si...

baco

s.m. solo nella loc. scherz. far baco baco , spaventare qualcuno apparendogli d'improvviso, oppure nascondersi e poi far capolino. 

bacolo

o baculo, s.m.  (1) (non com.) bastone (2) nell'antichità classica, simbolo di comando o di dignità sacerdotale. 

bacologia

s.f. scienza che si occupa dell'allevamento dei bachi da seta. 

bacologico

agg. [pl. m. -ci] che concerne la bacologia. 

bacologo

s.m. [f. -a ; pl. m. -gi] studioso, esperto di bacologia. 

bacon

s.m. invar. pancetta di maiale affumicata: uova al bacon.  

baconiano

agg. che si riferisce al filosofo inglese f. bacon (1561-1626). 

bacterio

vedi batterio

bacucco

agg. [pl. m. -chi] solo nella loc. vecchio bacucco , persona decrepita, rimbambita per l'età. 

bacucco

s.m. [pl. -chi] (ant.) sorta di cappuccio che celava anche parte del volto. 

baculo

vedi bacolo

bada

s.f. (ant.) attesa | oggi solo nella loc. tenere a bada , riferita a persona, tenerla in attesa; anche, controllarla, sorvegliarne le mosse. 

badalone

s.m. il grande leggio che sta al centro del coro nelle chiese. 

badalone

s.m. [f. -a] (ant.) persona torpida, inetta; perditempo | uomo grande e grosso; semplicione. 

badaluccare

v. intr. [io badalucco , tu badalucchi ecc. ; aus. avere] (ant.) (1) tenere a bada il nemico con scaramucce (2) gingillarsi, baloccarsi. 

badalucco

s.m. [pl. -chi] (ant.) (1) piccolo scontro, breve assalto; scaramuccia (2) trastullo, passatempo. 

badare

v. intr. [aus. avere] (1) stare attento, aver cura, occuparsi: badare ai bambini , alla casa , al lavoro | interessarsi: badare ai fatti propri  (2) fare...

baderna

s.f.  (1) (mar.) grossa treccia di canapa con la quale, sulle navi, si proteggono i cavi e gli ormeggi dallo sfregamento (2) (tecn.) guarnizione di stoppa tra due recipienti collegati a...

badessa

antiq. abbadessa [ab-ba-dés-sa] o abadessa, s.f.  (1) superiora in un monastero femminile: madre badessa | (iron.) donna autoritaria, che si dà arie di superiorità (2)...

badge

s.m. invar.  (1) targhetta di riconoscimento applicabile all'abito con una spilla, con il nome, la qualifica e talora la fotografia di chi la porta; anche, distintivo con il ritratto di un...

badia

ant. abbadia [ab-ba-dì-a] o abadia, s.f. abbazia | prov. : casa mia, casa mia, per piccina che tu sia, tu mi sembri una badia.  

badiale

agg. (lett.) (1) di badia, degno di una badia (2) (fig.) spazioso, grande, grosso: un uomo di sessant'anni con una pancia badiale (goldoni) § badialmente...

badiana

s.f. piccolo albero della cina i cui frutti, disposti a stella, contengono essenze usate in farmacia e liquoreria (fam. magnoliacee). 

badilante

s.m. manovale addetto a lavori di sterro e sim. col badile; spalatore, sterratore. 

badilata

s.f. colpo dato con un badile; quantità di materiale che si raccoglie in una sola volta col badile. 

badile

s.m. pala da sterratore, spec. quella a punta pronunciata e a lati rialzati, con manico corto e impugnatura trasversale all'estremità. 

badinage

s.m. composizione musicale di carattere brillante e scherzoso (sec. xviii). 

badiotto

o badioto , agg. della val badia, in alto adige s.m. [f. -a] (1) originario, abitante della val badia (2) il ladino dolomitico che si...

badminton

s.m. invar. gioco simile al tennis che si gioca lanciandosi il volano senza mai fargli toccare terra. 

badogliano

agg. (st.) relativo a pietro badoglio, generale italiano che fu capo del governo dopo il colpo di stato del 25 luglio 1943 s.m. [f. -a] seguace di...

baedeker

s.m. invar. volumetto di itinerari e informazioni turistiche; guida. 

baffo

s.m.  (1) spec. pl. l'insieme dei peli che crescono sopra ciascun lato del labbro superiore dell'uomo e di taluni animali: baffo destro , sinistro ; baffi folti , radi ; radersi...

baffone

s.m.  (1) accr. di baffo  (2) (scherz.) uomo con baffi lunghi e folti (spec. come soprannome). 

baffuto

agg. provvisto di baffi. 

baga

s.f. (ant.) sacco di pelle. 

bagagliaio

s.m.  (1) in ferrovia, vagone o scomparto adibito al trasporto dei bagagli; nelle automobili, il vano predisposto per il bagaglio (2) nelle stazioni ferroviarie, il deposito dei bagagli. 

bagaglio

s.m.  (1) l'insieme degli oggetti che un viaggiatore reca con sé: preparare i bagagli ; bagaglio a mano , quello poco ingombrante che si può tenere presso di sé in aereo o in pullman ecc.;...

bagaglione

s.m. negli eserciti antichi, soldato o servo addetto ai bagagli. 

bagarinaggio

s.m. incetta di un prodotto (e spec. di biglietti d'ingresso a pubblici spettacoli e manifestazioni sportive) allo scopo di rivenderlo a prezzo maggiorato. 

bagarino

s.m. chi esercita il bagarinaggio. 

bagarre

s.f. invar.  (1) disputa accesa, controversia | tumulto, trambusto: alla fine si scatenò una bagarre  (2) (sport) fase concitata di una gara, in cui l'agonismo si fa esasperato. 

bagascia

s.f. [pl. -sce] (lett. , volg.) prostituta, puttana: le diede più volte de la putta sfacciata... e de la bagascia e de la villana ...

bagascione

meno com. bagascio [ba-gà-scio], s.m. (lett. , volg.) (1) amante di bagasce; frequentatore abituale di prostitute (2) omosessuale che si prostituisce. 

bagassa

s.f. residuo fibroso della macinazione e spremitura della canna da zucchero. 

bagatellare

meno com. bagattellare, agg. solo nell'espressione processo bagatellare , che nel diritto tedesco e austriaco (e, fino al 1929, nella venezia giulia e tridentina) designava un tipo...

bagattella

o bagatella, s.f.  (1) cosa da nulla, inezia, bazzecola (2) (mus.) componimento musicale da camera di struttura semplice e di breve durata: le bagattelle di beethoven  (3) (ant.) gioco di...

bagattino

s.m. moneta di rame usata nell'italia sett. nei secc. xiii e xiv. 

bagatto

s.m. una delle carte del gioco dei tarocchi. 

baggeo

s.m. (non com.) sciocco, babbeo, semplicione. 

baggiana

s.f.  (1) (bot.) varietà di fava con semi molto grossi (2) pl. (ant.) bugie, fandonie. 

baggianata

s.f. atto o detto da baggiano; sciocchezza, stupidaggine. 

baggiano

agg. e s.m. [f. -a] sciocco, credulone. 

baggiolo

s.m. mensola che serve di sostegno a marmi o pietre. 

baghero

anche bagher o baghere, s.m. (ant.) carrozza a quattro ruote, senza sportelli e senza cassetta, per tre persone. 

baghetta

s.f. nelle calze, spec. femminili, guarnizione laterale che sale dalla caviglia fino a metà polpaccio | guarnizione dei guanti. 

bagigi

s.m. pl. (ven.) arachidi, noccioline americane. 

baglio

s.m. (mar.) trave di sostegno disposta trasversalmente allo scafo, per tenere insieme le murate e sostenere il ponte di una nave. 

baglionato

agg. (arald.) si dice di animale che regge in bocca un bastone o un osso. 

bagliore

s.m.  (1) luce improvvisa che abbaglia; luminosità, splendore (anche fig.): il bagliore accecante dei proiettori ; i bagliori dei lampi ; il bagliore di un sorriso  (2) pl. ...

baglivo

vedi balivo

baglì

vedi balì

bagna

s.f. (region.) sugo, intingolo. 

bagnacauda

o bagna cauda, s.f. salsa a base di olio, burro, aglio e acciughe; è una specialità del piemonte. 

bagnante

part. pres. di bagnare s.m.  (1) [anche f.] chi si bagna nel mare, in un lago o in un fiume; per estens., chi è in vacanza al mare (2) (agr.) sostanza...

bagnare

v. tr.  (1) cospargere qualcosa o qualcuno con acqua o altro liquido oppure immergervelo (se riferito a una parte del corpo, è accompagnato per lo più dalla particella pron.): bagnare i panni ;...

bagnarola

s.f. (region.) (1) tinozza per bagno (2) (scherz.) automobile o imbarcazione vecchia, in cattive condizioni. 

bagnasciuga

s.m. invar.  (1) parte dello scafo di un natante compresa tra la linea di minima e di massima immersione, che perciò è bagnata o asciutta a seconda del carico imbarcato o dello stato del...

bagnata

s.f. il bagnare o il bagnarsi: prendersi una bella bagnata. dim. bagnatina.  

bagnato

part. pass. di bagnare agg. cosparso, inzuppato di acqua o altro liquido: scivolare sul terreno bagnato s.m. ...

bagnatura

s.f.  (1) il bagnare o il bagnarsi (2) spec. pl. (antiq.) i bagni, spec. di mare, fatti a scopo terapeutico o salutare: prendere le bagnature.  

bagnino

s.m. [f. -a] chi assiste i bagnanti negli stabilimenti balneari o termali e nelle spiagge controllate, vigilando sulla loro incolumità. 

bagno

s.m.  (1) il bagnare o il bagnarsi: mettere a bagno , in ammollo | immersione del corpo nell'acqua o in un'altra sostanza a scopo igienico, curativo o ricreativo: fare il bagno ; bagno di mare ;...

bagnolo

s.m.  (1) impacco (2) (edil.) vasca di legno o di cemento usata nei cantieri per spegnere la calce viva. 

bagnomaria

meno com. bagno maria o bagno maria, s.m. invar. oggi usato solo nelle loc. mettere , cuocere , scaldare a bagnomaria , immergere in acqua calda o bollente il recipiente che contiene...

bagnoschiuma

s.m. invar. prodotto da toilette che, sciolto nell'acqua, produce una schiuma profumata; schiuma da bagno. 

bagola

s.f. (sett.) (1) bacca (2) chiacchiera, ciancia, fandonia. 

bagolare

v. intr. [io bàgolo ecc. ; aus. avere] (sett.) chiacchierare, cianciare. 

bagolaro

s.m. albero ornamentale a fusto eretto, con foglie ovato-lanceolate, il cui legno, duro e flessibile, è usato per attrezzi agricoli (fam. ulmacee). 

bagolone

agg. e s.m. [f. -a] (sett.) chiacchierone, contafrottole, fanfarone. 

bagordare

v. intr. [io bagórdo ecc. ; aus. avere] (1) darsi ai bagordi; gozzovigliare, straviziare (2) (ant.) nei tornei, dare prova di abilità con la lancia, detta...

bagordo

s.m.  (1) spec. pl. gozzoviglia, crapula: darsi ai bagordi  (2) (ant.) lancia impiegata nei tornei; gioco d'armi, parata. 

baguette

s.f. invar.  (1) baghetta (2) taglio di una pietra preziosa o semipreziosa a forma di rettangolo molto allungato; la pietra che ha tale forma (3) pane, tipicamente francese, a forma di...

bah

rar. ba o ba', inter. usata per esprimere rassegnazione, incertezza: bah, non pensiamoci più!.  

bahaismo

s.m. movimento religioso che sorse in persia verso la metà del secolo scorso, assorbendo i seguaci del babismo ; incentrato sul tema dell'unità delle religioni e aperto a motivi...

bai

solo nella loc. non dire né ai né bai , non dire neppure una parola. 

baia

s.f.  (1) (geog.) insenatura marina o lacustre larga al centro e ristretta all'imboccatura (2) (aer.) parte di un hangar dove si esegue la manutenzione degli aeromobili. 

baia

s.f.  (1) scherzo, canzonatura, spec. nella loc. dar la baia , prendere in giro, burlare (2) sciocchezza, inezia. 

baia

s.f. (mar.) tinozza di legno usata sulle navi per lavarsi. 

baiadera

s.f. danzatrice indiana | (eufem.) prostituta | usato come agg. invar. indica un tessuto a strisce di colori vivaci, come quello degli abiti delle baiadere...

baiata

s.f.  (1) chiassata, schiamazzo, fatti per scherzo o per prendere in giro qualcuno (2) sciocchezza, cosa insensata. 

baicolo

s.m. (ven.) (1) nome delle spigole pescate ancora piccole (2) biscotto secco che richiama la forma della spigola; è una specialità veneziana. 

baignoire

s.f. invar. (antiq.) il palco di teatro detto barcaccia.  

bailamme

non com. bailam , s.m. invar. grande confusione, baccano, pandemonio. 

bailia

vedi balia 2. 

bailo

s.m. (ant.) balivo; | titolo dell'ambasciatore veneziano presso le corti bizantina e ottomana. 

baio

agg. e s.m. si dice di cavallo dal mantello rosso-bruno, con criniera e coda nere. 

baiocco

s.m. [pl. -chi] (1) antica moneta dello stato pontificio, in uso fino al 1866 | non valere un baiocco , (fig.) non valere nulla (2) pl. (scherz.) soldi,...

baione

s.m. (tosc.) (1) chi fa baie, burlone (2) dileggio, schiamazzo canzonatorio. 

baionetta

s.f.  (1) arma bianca da punta che si inasta sul fucile nei combattimenti corpo a corpo: assalto alla baionetta ; baionetta in canna , inastata | innesto a baionetta , (tecn.) l'unione di due...

baionettata

s.f. colpo di baionetta. 

bairam

s.m. invar. ciascuna delle due grandi feste musulmane che si celebrano dopo il ramadan (propr. piccolo e grande bairam). 

baita

s.f. piccola costruzione di sassi o di legno, usata come ricovero in alta montagna. 

baiulo

s.m.  (1) (ant. , lett.) portatore (2) (ant.) balio, educatore (3) variante di balivo , usata in sicilia in epoca normanna e sveva e nelle colonie veneziane del...

bal tabarin

loc. s. m. invar. lo stesso che tabarin.  

balafon

s.m. (mus.) tipo di xilofono costituito di tavolette di legno munite di risuonatori; è diffuso in africa occidentale e centrale. 

balalaica

o balalaika , s.f. (mus.) strumento russo simile alla chitarra, con cassa triangolare e lungo manico, sul quale sono tese tre corde. 

balance

s.m. invar. dispositivo degli apparecchi stereofonici che consente di equilibrare l'intensità di uscita del suono dai vari canali. 

balanico

agg. [pl. m. -ci] (anat.) relativo al glande. 

balanino

s.m. piccolo insetto coleottero dal lungo rostro ricurvo, la cui larva è parassita di nocciole, ghiande e castagne (fam. curculionidi). 

balanite

s.f. (med.) infiammazione del glande. 

balano

s.m. piccolo crostaceo che vive fisso agli scogli marini o alle conchiglie e il cui guscio è costituito da pezzi calcarei disposti a cratere. 

balascio

ant. balasso , s.m. varietà di rubino di color rosso tendente al giallo. 

balata

s.f. gommoresina ottenuta dal latice di alcune piante esotiche, usata come impermeabilizzante e isolante. 

balausta

s.f. , antiq. balaustra e balausto s.m. , frutto e fiore del melograno. 

balaustra

s.f. balaustrata. 

balaustrata

s.f. parapetto costituito da balaustri posti a uguale distanza e collegati tra loro da una base e da una cimasa; si usa per delimitare altari, terrazze e scalinate. 

balaustrato

agg. (non com.) fornito di balaustri: balcone balaustrato s.m. (ant.) balaustrata. 

balaustrino

s.m. compasso di precisione per tracciare circonferenze di raggio molto piccolo. 

balaustro

s.m.  (1) colonnina di forma varia impiegata a scopo ornamentale in parapetti, terrazze, scalinate e sim. (2) (arch.) elemento ornamentale del capitello ionico. 

balbettamento

s.m. il balbettare; le parole balbettate: un confuso balbettamento.  

balbettare

v. intr. [io balbétto ecc. ; aus. avere] (1) parlare articolando stentatamente le sillabe e ripetendole più volte, o alterando i suoni, per difetto naturale o...

balbettio

s.m. un balbettare ripetuto. 

balbo

agg. (ant. , lett.) balbuziente. 

balboa

s.m. unità monetaria del panamá. 

balbutire

ant. balbuzire, v. tr. e intr. [io balbutisco , tu balbutisci ecc. ; aus. dell'intr. avere] (lett.) balbettare. 

balbuzie

s.f. il difetto del balbettare, determinato da spasmo intermittente della muscolatura dell'apparato fono-articolatorio. 

balbuziente

agg. e s.m. e f. che o chi ha il difetto di balbettare. 

balcanico

agg. [pl. m. -ci] che si riferisce ai balcani, alla regione dei balcani: la penisola balcanica ; la questione balcanica.  

balcanizzare

v. tr. ridurre un paese alle condizioni di caos che all'inizio del novecento hanno improntato la vita politica degli stati balcanici; anche, smembrare uno stato in tanti piccoli...

balcanizzazione

s.f. il balcanizzare, l'essere balcanizzato. 

balco

s.m. [pl. -chi] (ant.) (1) balcone: per tetti, per li balchi e per le torre, / ciascun con lumi accesi intorno corre (boiardo) (2) palco, fienile. 

balconata

s.f.  (1) balcone allungato sul quale si aprono diverse finestre (2) nelle sale da spettacolo, ordine di posti sovrastante la platea; galleria. 

balconcino

s.m.  (1) dim. di balcone  (2) reggiseno a balconcino , sostenuto da una struttura rigida o semirigida. 

balcone

s.m. ripiano generalmente di pietra o cemento armato, chiuso da un parapetto, che sporge dal muro esterno di un edificio in corrispondenza di una porta-finestra: affacciarsi , stare...

balconnet

s.m. invar. reggiseno rigido a balconcino. 

baldacchino

s.m.  (1) drappo quadrangolare, ornato di fregi e frange pendenti ai lati, sostenuto da quattro o più aste, sotto il quale si porta in processione il ss. sacramento | drappo analogo che sta sopra...

baldanza

s.f. ferma fiducia in sé stessi: baldanza giovanile ; risolutezza spavalda: essere pieno di baldanza.  

baldanzoso

agg. che ha, che mostra baldanza; ardito, spavaldo: con passo baldanzoso § baldanzosamente avv.  

baldezza

s.f. (ant.) baldanza. 

baldo

agg. che dimostra sicurezza di sé ardito, baldanzoso: un baldo giovane § baldamente avv.  

baldoria

s.f.  (1) allegria rumorosa e spensierata di più persone; festa chiassosa: far baldoria  (2) (tosc.) falò acceso in determinate feste di campagna. 

baldracca

s.f. prostituta. 

balena

s.f.  (1) enorme mammifero cetaceo dei mari artici, dal corpo pisciforme, con gli arti anteriori a forma di pinne, i posteriori rudimentali, e la mascella superiore munita di lunghe lamine cornee...

balenamento

s.m. il balenare. 

balenare

v. intr. [io baléno ecc. ; aus. avere nei sign. (1) e 2, essere nel sign. 3] (2) (usato impers.) lampeggiare: balenare...

balengo

agg. [pl. m. -ghi] (region.) strano, stravagante, bislacco: un tipo balengo.  

baleniera

s.f.  (1) nave attrezzata per la caccia alle balene (2) (mar.) imbarcazione a remi che, all'epoca della navigazione a vela, era usata come battello di servizio dai comandanti delle navi. 

baleniere

s.m. cacciatore di balene; marinaio di una baleniera. 

baleniero

agg. che si riferisce alle balene, alla loro caccia. 

balenio

s.m. un balenare continuo e frequente. 

baleno

s.m. lampo; guizzo di luce vivida (anche fig.): tuoni e baleni ; il baleno degli occhi | in un baleno , in un attimo. 

balenottera

s.f. enorme mammifero marino simile alla balena, da cui differisce per la presenza di una grossa pinna dorsale e di numerose pieghe longitudinali sulla gola e sul petto (ord....

balenottoro

o balenotto [ba-le-nòt-to], s.m. balena giovane. 

balera

s.f. (sett.) locale popolare da ballo; anche, pista da ballo all'aperto. 

balestra

s.f. , ant. balestro s.m. , (1) antica arma per scagliare dardi, costituita da un arco di legno o d'acciaio montato su un fusto di legno e da un dispositivo in...

balestrare

v. tr. e intr. [io balèstro ecc. ; aus. dell'intr. avere] (1) (ant.) scagliare con la balestra; colpire con un tiro di balestra (2) (fig....

balestrata

s.f. (ant.) colpo, tiro di balestra | distanza corrispondente a un tiro di balestra. 

balestreria

s.f.  (1) l'arte di costruire balestre (2) nei castelli o nelle fortezze, luogo dove si tenevano le balestre (3) (ant.) reparto di balestrieri. 

balestriera

s.f. feritoia nelle mura di un castello, da cui si tirava con la balestra. 

balestriere

s.m. (ant.) soldato o cacciatore armato di balestra | tiratore di balestra. 

balestro

vedi balestra

balestrone

s.m. (mar.) pertica di sostegno per alcuni tipi di vele. 

balestruccio

s.m. uccello simile alla rondine ma più piccolo (ord. passeriformi). 

balia

s.f. donna che allatta i bambini altrui dietro compenso: prendere a balia , allattare un figlio altrui; mandare , mettere a balia , affidare un neonato a una balia che lo allevi in...

balia

ant. bailia, s.f.  (1) (ant.) potere assoluto, signoria | oggi solo nella loc. in balia di , in potere, alla mercé di (anche fig.): in balia delle onde , della sorte ; restare in balia di sé...

baliaggio

s.m. il grado, l'ufficio e la sfera di competenza di un balivo; il territorio sottoposto alla sua giurisdizione; la durata della sua carica. 

baliatico

s.m. [pl. -ci] (1) compito della balia e salario a lei corrisposto (2) (non com.) il bambino dato a balia. 

baliato

s.m. baliaggio. 

balilla

s.m. invar. (st.) nome dato ai ragazzi dagli otto ai quattordici anni iscritti alle associazioni paramilitari fasciste | s.f. invar. nome commerciale di...

balinese

agg. dell'isola di bali, in indonesia s.m. e f. chi è nato, chi vive a bali. 

balio

s.m.  (1) (ant.) magistrato, governatore; balivo (2) (non com.) il marito della balia | (scherz.) uomo che alleva un neonato: balio asciutto.  

balioso

agg. (ant. , lett.) vigoroso, esuberante: due cavalli bianchi e baliosi (abba). 

balipedio

s.m. (mil.) campo per le prove di tiro dell'artiglieria e altri esperimenti con proiettili ed esplosivi. 

balire

v. tr. (ant.) reggere, governare | balire la spada , saperla maneggiare. 

balista

ant. ballista, s.f. nell'antichità greco-romana, macchina da guerra consistente in una grossa balestra montata su trespolo o su una base con ruote, usata per scagliare pietre negli...

balistica

s.f. scienza che studia il moto dei proiettili. 

balistico

agg. [pl. m. -ci] che si riferisce alla balistica | missile balistico , quello che, dopo aver acquisito una velocità di lancio, prosegue poi con moto inerziale | perizia balistica ,...

balistite

s.f. esplosivo impiegato come polvere di lancio, costituito da nitroglicerina e nitrocellulosa. 

balivo

ant. baglivo, s.m. nel medioevo, funzionario regio o magistrato cui era affidato il governo di città o circoscrizioni, con vasti poteri amministrativi e giudiziari. 

balla

s.f.  (1) involto di merci apprestato per il trasporto: balla di stracci ; balla di cotone , pacco di fibre grezze di cotone fortemente pressato, di dimensioni e peso standard (2) (tosc.)...

balla

s.f. (fam.) grossa bugia, fandonia: raccontar balle.  

balla

s.f. (dial.) sbornia: avere la balla , essere ubriaco; prendere , pigliare la balla , ubriacarsi. 

ballabile

agg. adatto alla danza, che si può ballare: canzone ballabile s.m. canzone o motivo da ballo. 

ballare

v. intr. [aus. avere] (1) muoversi a ritmo di musica; danzare | far ballare qualcuno , (fig.) fargli sentire la propria autorità | ora si balla , (fig.) a questo punto viene il...

ballast

s.m. invar. (tecn.) (1) la massicciata di pietrisco su cui poggiano le traversine dei binari ferroviari (2) zavorra. 

ballata

s.f.  (1) nell'antica poesia italiana, componimento di carattere popolareggiante destinato in orig. al canto e alla danza, costituito da una o più strofe intervallate da un ritornello: le ballate...

ballatoio

s.m.  (1) terrazzino con ringhiera che si sviluppa lungo il perimetro interno o esterno di un edificio | pianerottolo, per lo più con funzioni di disimpegno (2) nell'alpinismo, piccolo...

ballatoio

s.m. bacchetta posta di traverso all'interno delle gabbie degli uccelli. 

ballerina

s.f.  (1) donna che esercita la professione della danza o che balla frequentemente e con maestria; danzatrice: ballerina classica. dim. ballerinetta  (2) scarpetta dalla...

ballerino

s.m.  (1) uomo che esercita la professione della danza o che balla frequentemente e con maestria; danzatore (2) nome di un tipo di orchidea il cui labello richiama una sagoma umana...

ballestriglia

o balestriglia, s.f. antico strumento usato dai naviganti per misurare l'altezza del polo e delle stelle. 

ballettistico

agg. [pl. m. -ci] di balletti: stagione ballettistica.  

balletto

s.m.  (1) spettacolo di danza che segue uno schema prestabilito di figurazioni, gesti e movimenti (coreografia), quasi sempre con musica, scene e costumi (2) il corpo di ballo di un...

ballista

vedi balista

ballista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (fam.) chi racconta balle, fandonie. 

ballo

s.m.  (1) movimento regolato del corpo e degli arti che asseconda il ritmo di una musica; danza: musica da ballo ; maestro , scuola di ballo ; corpo di ballo ; canzone a ballo , altro nome...

ballon d'essai

loc. sost. m. invar.  (1) nel linguaggio giornalistico, notizia diffusa allo scopo di sondare l'opinione pubblica su un dato argomento (2) cauta iniziativa volta a sondare le reazioni o le...

ballonchio

s.m. (ant.) ballo contadino. 

ballonzare

v. intr. [io ballónzo ecc. ; aus. avere] (non com.) ballonzolare. 

ballonzolare

v. intr. [io ballónzolo ecc. ; aus. avere] (1) ballare senza grazia e svogliatamente | saltellare; camminare saltellando (2) muoversi sussultando,...

ballonzolo

s.m. ballo alla buona, senza pretese. 

ballotta

s.f. (tosc.) castagna lessata con la buccia. 

ballotta

s.f. pallottola, oggetto minuto (spesso il seme di una leguminosa) usato nel medioevo per votare nelle assemblee. 

ballottaggio

s.m.  (1) scrutinio supplementare e decisivo fra quei candidati che hanno ottenuto un numero di voti superiore agli altri, ma inferiore a quello prescritto: entrare , mettere in ballottaggio...

ballottamento

s.m. (med.) manipolazione con cui si può valutare il grado di spostabilità di un corpo o di un organo immerso in un liquido: ballottamento della rotula ; ballottamento fetale....

ballottare

v. tr. [io ballòtto ecc.] (1) (st.) porre in votazione con le ballotte (2) (lett.) sballottare. 

ballottata

s.f. nell'equitazione d'alta scuola, figura di salto in cui il cavallo tiene le zampe anteriori librate in aria e le posteriori con gli stinchi perpendicolari al terreno. 

balma

s.f. (region.) roccia sporgente; per estens., luogo incavato, grotta. 

balneabile

agg. nel linguaggio burocratico, si dice di acque in cui è consentita la balneazione. 

balneabilità

s.f. , nel linguaggio burocratico, l'essere balneabile: divieto di balneabilità.  

balneare

agg. dei bagni, spec. di mare: stagione , stabilimento balneare | governo balneare , nel linguaggio giornalistico, governo costituito per risolvere una crisi...

balneazione

s.f. (med.) la pratica balneoterapica | (burocr.) il fare il bagno in acque aperte: divieto di balneazione.  

balneoterapia

s.f. (med.) cura effettuata mediante bagni. 

balneoterapico

agg. [pl. m. -ci] (med.) di, relativo a balneoterapia: trattamento balneoterapico.  

baloccaggine

s.f. (rar.) perdita di tempo; oziosità puerile. 

baloccamento

s.m. il baloccare, il baloccarsi. 

baloccare

v. tr. [io balòcco , tu balòcchi ecc.] divertire, fare giocare; trastullare | baloccarsi v. rifl.  (1) divertirsi, giocare (2) (estens.) gingillarsi, perdere tempo: stare a...

balocco

s.m. [pl. -chi] giocattolo; trastullo, passatempo | paese dei balocchi , paese immaginario dove i bambini passano il tempo tra giochi e divertimenti; per estens., paese di cuccagna,...

baloccone

s.m. [f. -a] (tosc.) chi si balocca, perdendo il suo tempo inutilmente. 

balogio

agg. [pl. f. -gie o -ge] (tosc.) infiacchito, melenso: quel suo viso affilato, smorto, balogio (dossi) | tempo balogio , incerto, uggioso. 

balordaggine

s.f.  (1) l'essere balordo (2) detto o atto da balordo; sciocchezza, insensatezza. 

balordo

agg.  (1) tardo di mente, sciocco, stolido | intontito, stordito, smemorato (2) si dice di cosa sciocca, senza alcun senso: ragionamenti balordi | mal fatto, mal riuscito: un...

balordone

s.m.  (1) (vet.) malattia addominale degli equini, che determina la paralisi e poi la morte dell'animale (2) (region.) colpo apoplettico; capogiro. 

balsa

s.f. legno molto leggero fornito da un albero dell'america centrale, usato nell'aeromodellismo e per costruire galleggianti. 

balsamico

agg. [pl. m. -ci] (1) di balsamo, che ha le proprietà di un balsamo: pomata balsamica  (2) (fig.) profumato; salubre: l'aria balsamica della montagna s.m....

balsamina

s.f. pianta erbacea ornamentale con fiori variamente colorati e foglie lanceolate (fam. balsaminacee). 

balsaminacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni a cui appartiene la balsamina | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

balsamino

s.m. vitigno, coltivato spec. in romagna e nelle marche, che dà un'uva nera e dolce | usato anche come agg. : uva balsamina.  

balsamite

s.f. (bot.) pianta sempreverde con foglie odorose e fiori gialli (fam. composite). 

balsamo

s.m.  (1) sostanza oleo-resinosa profumata che si ricava da alcune piante, con proprietà medicinali (2) (estens.) rimedio che lenisce un dolore | (fig.) conforto, sollievo: quelle parole...

balta

s.f. (tosc.) sbalzo, rovesciamento | dar la balta , dar di balta , ribaltare, ribaltarsi (anche fig.): gli ha dato di balta il cervello , è impazzito. 

balteo

s.m. cinturone di cuoio che i soldati romani portavano a tracolla per appendervi la spada; bandoliera. 

baltico

agg. [pl. m. -ci] relativo ai paesi e ai popoli dell'area geografica che circonda il mar baltico: lingue baltiche , gruppo di lingue indoeuropee, a cui appartengono il lituano, il...

baltoslavo

agg. relativo al gruppo linguistico costituito dalle lingue baltiche e dalle lingue slave. 

baluardo

s.m.  (1) terrapieno fortificato, bastione (2) (fig.) difesa, riparo, protezione: un baluardo naturale ; l'ultimo baluardo.  

baluba

agg. invar. di una popolazione di lingua bantu che abita la regione del congo meridionale e del katanga: lingua baluba s.m. e f. invar....

baluginamento

s.m. (lett.) il baluginare; lampo, baleno. 

baluginare

v. intr. [io balùgino ecc. ; aus. essere] (1) apparire e sparire d'un tratto, come un baleno; apparire in modo incerto, poco percepibile: il baluginare di un...

baluginio

s.m. un baluginare intermittente. 

balumina

s.f. (mar.) l'ultimo pezzo, verso poppa, della vela latina. 

balza

s.f.  (1) luogo dirupato e scosceso; striscia di terreno pianeggiante che s'affaccia su uno scoscendimento (2) striscia di stoffa, talvolta di diverso colore, posta per ornamento in fondo a...

balzachiano

o balzacchiano , agg. relativo allo scrittore francese honoré de balzac (1799-1850): romanzo balzachiano | personaggio balzacchiano , (estens.) personaggio o anche...

balzana

s.f.  (1) guarnizione all'orlo di un abito o di una tenda; balza (2) striscia biancastra sopra lo zoccolo dei cavalli (3) (region.) risvolto dei calzoni. 

balzano

agg.  (1) si dice di cavallo che ha una o più balzane (2) (fig.) stravagante, bizzarro: cervello balzano ; idea balzana § balzanamente avv. in modo...

balzare

v. intr. [aus. essere] (1) saltare su, con elasticità e rapidamente, come fa una palla che rimbalza: balzare in piedi | sussultare: il cuore le balzò in petto...

balzellare

v. intr. [io balzèllo ecc. ; aus. essere e avere] saltellare, avanzare a piccoli balzi (come fa la lepre). 

balzello

s.m.  (1) dim. di balzo  (2) (tosc.) appostamento per la caccia: stare , cacciare a balzello.  

balzello

s.m. (ant.) tributo, pedaggio. 

balzelloni

avv. a balzi, saltellando (più com. a balzelloni): il bambino correva a balzelloni.  

balzo

s.m. salto di un corpo elastico dopo che ha battuto per terra, o in genere contro una superficie rigida; più in generale, guizzo, scatto, sussulto (anche fig.): il pallone fece un...

balzo

s.m.  (1) balza; luogo scosceso, rupe (2) fascia, striscia, guarnizione. 

balì

ant. baglì, s.m. alto grado di alcuni ordini cavallereschi. 

bamba

s.m. invar. (region.) persona ingenua, sprovveduta | stupido, rimbambito. 

bambagia

s.f. [pl. -gie] cascame della filatura del cotone | nell'uso com., cotone a fiocchi, non filato | tenere, crescere nella bambagia , (fig.) con eccessive cure e riguardi. 

bambagino

agg. di bambagia, fatto di bambagia | (tela) bambagina , tela di bambagia | carta bambagina , bombicina (così detta perché ritenuta erroneamente fatta di bambagia). 

bambagiona

s.f. erba da foraggio, rivestita da lunghi peli lanosi (fam. graminacee). 

bambagioso

agg. (non com.) di bambagia, morbido come bambagia. 

bambara

s.f. gioco di carte simile alla primiera o al terziglio. 

bamberottolo

s.m. [f. -a] (non com.) bambino alquanto grassoccio | adulto dal carattere un po' infantile. 

bambinaggine

s.f. (non com. spreg.) atto o detto da bambino; bambinata | stupidità, insulsaggine. 

bambinaia

s.f. donna che per professione si prende cura di bambini. 

bambinaio

s.m. (scherz.) uomo che si prende cura di bambini, o che gioca volentieri con loro. 

bambinata

s.f. azione, discorso da bambini | (estens. fam.) cosa di scarso peso, da non prendere troppo sul serio; cosa elementare, che anche un bambino saprebbe fare. 

bambineggiare

v. intr. [io bambinéggio ecc. ; aus. avere] comportarsi da bambino, atteggiarsi a bambino; pargoleggiare. 

bambinello

s.m.  (1) dim. di bambino  (2) per antonomasia, gesù bambino. 

bambineria

s.f. (non com.) bambinaggine. 

bambinesco

agg. [pl. m. -schi] che è proprio di un bambino; puerile (per lo più spreg.): discorsi bambineschi § bambinescamente avv.  

bambino

s.m. [f. -a] (1) l'essere umano nell'età che va dalla nascita all'inizio della fanciullezza: allevare , educare un bambino | bambino prodigio , che ha qualità...

bambinone

s.m. [f. -a] (1) accr. di bambino  (2) (fig.) persona adulta che si comporta da bambino. 

bambo

s.m. [f. -a] (ant. , lett.) (1) bambino (2) (fig.) persona sciocca, ingenua | usato anche come agg. : una giovane donna bamba e sciocca...

bambocceria

s.f. (non com.) cosa, azione da bamboccio; bambocciata. 

bambocciante

s.m. pittore di bambocciate. 

bambocciata

s.f.  (1) azione, discorso da bamboccio; sciocchezza, stupidata (2) genere pittorico secentesco avente per soggetto episodi di vita popolaresca (da bamboccio, soprannome del pittore olandese...

bamboccio

s.m.  (1) [f. -a] bambino grassoccio (2) (fig.) uomo sciocco, goffo, immaturo; anche, irresoluto, privo di carattere. accr. bamboccione  (3) pupazzo, fantoccio fatto per lo più di...

bambola

s.f.  (1) pupazzo di vario materiale in forma di bambina o di donna, usato dalle bambine per giocare. dim. bamboletta , bambolina  (2) (fig.) fanciulla o ragazza dal viso bello ma inespressivo...

bamboleggiamento

s.m. il bamboleggiare, il pargoleggiare. 

bamboleggiare

v. intr. [io bamboléggio ecc. ; aus. avere] (1) comportarsi da bambini (2) prendere atteggiamenti affettati, sdolcinati, detto spec. di donna;...

bambolificio

s.m. fabbrica di bambole. 

bambolina

s.f.  (1) dim. di bambola  (2) bambina o ragazza molto carina, che sembra una bambola. 

bambolo

s.m. (lett.) bambino: spira de' nostri bamboli / nell'ineffabil riso (manzoni, la pentecoste , nella invocazione allo spirito santo). accr. bambolone.  

bambolone

s.m.  (1) accr. di bambolo  (2) (scherz.) adulto che affetta modi bambineschi. 

bambolotto

s.m.  (1) pupazzo che rappresenta un bambino (2) (estens.) bambino grassottello. 

bambusaia

s.f. terreno piantato a bambù. 

bambù

s.m.  (1) gigantesca pianta sempreverde propria dei paesi caldi, dal fusto diritto, nodoso, simile alla canna (fam. graminacee) (2) il fusto della pianta stessa, tubolare ed...

banale

agg. privo di originalità, molto comune, convenzionale, ovvio: frase , scusa banale ; una persona , una faccia banale § banalmente avv.  

banalità

s.f.  (1) l'essere banale (2) atto o detto banale: dire delle banalità.  

banalizzare

v. tr.  (1) rendere banale: banalizzare un problema  (2) (tecn.) attrezzare una linea ferroviaria a più binari in modo da consentire la circolazione su ogni binario in entrambi i sensi:...

banalizzazione

s.f. il banalizzare; il rendere sciocco, semplicistico: la banalizzazione di un'idea , di un sentimento.  

banana

s.f.  (1) frutto del banano: casco di banane  (2) (estens.) rotolo di capelli, spec. in pettinature di bambini (3) (elettr.) spina a un solo polo per collegamenti provvisori. 

banana split

loc. sost. f. invar. dolce costituito da una banana spaccata a metà, ricoperta di liquore, gelato e panna montata. 

bananeto

s.m. piantagione di banani. 

bananicoltore

o bananicultore , s.m. coltivatore di banane. 

bananicoltura

o bananicultura , s.f. coltivazione delle banane. 

bananiera

s.f. nave da carico attrezzata per il trasporto delle banane. 

bananiero

agg. di banane, relativo alle banane: commercio bananiero s.m. [f. -a] (non com.) coltivatore, commerciante di banane. 

banano

s.m. pianta erbacea arboriforme tropicale con foglie molto larghe, lunghe oltre due metri (le cui costole formano un falso fusto), e frutti gialli saporosi di forma allungata (fam....

banato

s.m. (st.) titolo, dignità di bano; anche, il territorio governato da un bano. 

banausico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) si dice di arte puramente meccanica e manuale; per estens., di cosa o iniziativa che miri solo all'utile. 

banca

s.f. [pl. -che] (1) (ant.) panca, banco (2) (st.) nel medioevo e in età rinascimentale, tribunale | sedere alla banca , giudicare (3) terrapieno a gradini per rinforzare...

banca

1 azienda che riceve in deposito e presta denaro, e compie varie altre operazioni di ordine finanziario; istituto di credito: funzionario , impiegato di banca ; avere un conto in banca...

bancabile

agg. di titolo di credito che può essere scontato presso una banca. 

bancabilità

s.f. detto di un titolo di credito, l'essere bancabile. 

bancaccia

s.f. [pl. -ce] (mar.) panca su cui sedeva il timoniere di una galera. 

bancale

s.m.  (1) banco lungo, a più posti, con schienale (2) struttura portante, fissa, di una macchina, sulla quale sono montate le parti mobili, il motore ecc.: il bancale del tornio.  

bancarella

meno com. bancherella, s.f. banco o carretto dei venditori ambulanti di merci varie, spec. nei mercati all'aperto. 

bancarellaio

s.m. bancarellista. 

bancarellista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi vende merci su una bancarella. 

bancario

agg. di banca, che si riferisce alla banca: credito bancario ; operazione bancaria s.m. impiegato di banca: il contratto dei bancari.  

bancarotta

s.f.  (1) (dir.) condizione di insolvibilità di un imprenditore dichiarato fallito: bancarotta semplice , fraudolenta , a seconda che sia colposa o dolosa (2) (fig.) fallimento, cattiva...

bancarottiere

s.m. [f. -a] chi è colpevole del reato di bancarotta. 

bancata

s.f.  (1) (non com.) banco, bancone: bancate di pomidoro e spinaci (gadda) (2) (ant.) la distanza fra due banchi consecutivi di rematori. 

banchettante

part. pres. di banchettare agg. e s.m. e f. che, chi partecipa a un banchetto. 

banchettare

v. intr. [io banchétto ecc.] far banchetto, partecipare a banchetti; per estens., mangiare e bere lautamente: ha banchettato in allegra compagnia.  

banchettatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi banchetta. 

banchetto

s.m.  (1) dim. di bancon 1 (2) bancarella: il banchetto del pesce.  

banchetto

s.m. lauto pranzo con molti convitati, di solito in onore di qualcuno o per solennizzare un avvenimento: banchetto di nozze.  

banchiere

s.m.  (1) proprietario o grande azionista di una banca (2) chi è responsabile ad alto livello dell'amministrazione o della conduzione di una banca (3) (antiq.) chi tiene il banco in un...

banchiglia

s.f. banchisa. 

banchina

s.f.  (1) terreno rialzato e pavimentato lungo i porti e i binari delle stazioni ferroviarie, dove si svolge il movimento dei passeggeri e delle merci (2) striscia di terreno ai lati di strada...

banchinaggio

s.m. (edil.) insieme di banchine di un'armatura provvisoria. 

banchisa

s.f. massa galleggiante di ghiaccio che ricopre i mari delle regioni polari. 

banchista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi serve a un banco di vendita o di mescita. 

banco

s.m. [pl. -chi] (1) mobile a forma di sedile, generalmente in legno, di varia foggia e con vari complementi a seconda degli usi a cui è destinato: banco di scuola , di chiesa ;...

banco

s.m. [pl. -chi] (1) azienda di credito, banca; si usa oggi esclusivamente nella denominazione di alcune banche: banco di napo li; banco di sicilia | banco lotto...

bancogiro

s.m. operazione bancaria con cui una somma viene trasferita dal conto di un correntista a quello di un altro. 

bancomat

® s.m. invar. (banc.) sistema di prelevamento di denaro, 24 ore su 24, da parte del cliente di una banca munito di apposita tessera magnetica personalizzata, da uno qualsiasi degli...

bancone

s.m.  (1) accr. di bancon 1 (2) banco, chiuso fino a terra da una parte, che in uffici, esercizi pubblici, biglietterie e sim. separa il pubblico dagli impiegati o dai...

banconiere

s.m. [f. -a] (non com.) banconista. 

banconista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi è addetto a un banco di vendita. 

banconota

s.f. [pl. -te] biglietto di banca, emesso dalla banca centrale, a cui lo stato attribuisce valore di moneta legale: una banconota da diecimila lire.  

bancoposta

s.m. invar. servizio di deposito e trasferimento di denaro effettuato dalle poste italiane mediante operazioni di tipo bancario. 

band

s.f. orchestra o gruppo di musica jazz, rock o folk in cui prevalgono gli strumenti a fiato e a percussione. 

banda

s.f.  (1) insegna, drappo che, un tempo, distingueva un esercito da un altro: giovanni dalle bande nere , condottiero italiano (1498-1526) che portava appunto insegne di tal colore (2)...

banda

s.f.  (1) striscia di stoffa, quasi sempre di colore contrastante, applicata a un abito (2) larga striscia di stoffa con emblemi sacri che nelle processioni religiose si porta attaccata a...

banda

s.f.  (1) parte: accorrono da ogni banda ' pl. luoghi: passare , trovarsi da queste bande  (2) (mar.) ciascuno dei due lati di una nave; fiancata | andare alla banda ,...

banda

s.f. lamiera sottile: banda stagnata , latta. 

bandaio

s.m. (region.) lattoniere. 

bandana

s.m. e f. foulard colorato di tessuto leggero che si porta intorno alla testa o si annoda al collo; è un indumento dell'abbigliamento giovanile. 

bandato

agg. (arald.) si dice delle pezze e delle figure coperte di bande s.m. scudo coperto di bande alternate di smalto differente. 

bandeau

s.m. invar. striscia, nastro | a bandeau , si dice di acconciatura femminile con due ciocche di capelli che ricadono ai lati del viso. 

bandeggio

s.m. (biol.) in citologia, tecnica di colorazione dei cromosomi con sostanze fluorescenti che consente di mettere in evidenza e osservare la caratteristica struttura a bande dei...

bandella

s.f.  (1) piastra di metallo terminante con un anello che si fissa alle imposte per innestarle nei cardini (2) parte ribaltabile del piano di un tavolo. 

banderaio

s.m.  (1) [f. -a] (non com.) bandieraio (2) (ant.) soldato portabandiera. 

banderale

s.m. scudo di forma rettangolare usato nel medioevo dai sovrani e da alti dignitari, spec. in francia. 

banderilla

s.f. [pl. banderillas] asticciola o piccola lancia con ciuffo di strisce colorate che, durante la corrida, viene piantata nel collo del toro. 

banderillero

s.m. [pl. banderilleros] torero addestrato a configgere le banderillas nel collo del toro. 

banderuola

o banderola , s.f.  (1) piccola bandiera, spesso a due punte, posta in cima all'asta della lancia dei lancieri (2) bandierina metallica, girevole intorno a un perno verticale, che serve a...

bandiera

s.f.  (1) drappo di uno o più colori disposti a bande o secondo un disegno, attaccato a un'asta, simbolo di uno stato, un corpo militare, un'associazione, un partito e sim.; anche, drappo di tipo...

bandieraio

s.m. [f. -a] chi confeziona o vende bandiere, insegne, paramenti e sim. 

bandierina

s.f.  (1) dim. di bandiera  (2) bandiera di piccole dimensioni usata generalmente per compiere segnalazioni | nel gioco del calcio, ciascuna delle piccole bandiere che...

bandinella

s.f.  (1) asciugamano costituito da una lunga striscia di tela girevole attorno a due rulli fissati al muro (2) tessuto leggero usato per imballare altri tessuti o per ritagliarvi modelli di...

bandire

v. tr. [io bandisco , tu bandisci ecc.] (1) un tempo, annunciare con pubblico bando | oggi, annunciare ufficialmente: bandire un concorso | (fig.) far...

bandista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi suona in una banda. 

bandistico

agg. [pl. m. -ci] di banda musicale: concerto bandistico ; complesso bandistico.  

bandita

s.f. territorio nel quale, per pubblico bando, sono proibiti la caccia, la pesca o il pascolo; riserva. 

banditesco

agg. [pl. m. -schi] da bandito, criminale: un colpo banditesco ; un comportamento banditesco § banditescamente avv.  

banditismo

s.m.  (1) attività di banditi; il fenomeno sociale costituito dalla criminalità organizzata: un atto di banditismo ; la repressione del banditismo  (2) (estens.) comportamento di chi non si...

bandito

part. pass. di bandire e agg. nei sign. del verbo | corte bandita , nel medioevo, grande festa offerta da un feudatario s.m....

banditore

s.m. [f. -trice] (1) un tempo, chi rendeva note le disposizioni delle autorità leggendole ad alta voce nelle strade (2) nelle aste pubbliche, chi grida i prezzi di base, le...

bando

s.m.  (1) ordine o comunicazione di un'autorità che un tempo veniva annunciata da un banditore e che oggi viene portata a conoscenza dei cittadini mediante affissione o pubblicazione su un...

bandola

s.f. strumento spagnolo a corde che si suona con il plettro. 

bandolero

s.m. bandito. 

bandoliera

s.f. striscia di cuoio portata a tracolla da militari e cacciatori per sostenere armi e munizioni; in certe uniformi militari ha solo funzione di ornamento. 

bandolo

s.m. il capo della matassa | perdere il bandolo , (fig.) confondersi | trovare il bandolo di un problema , di una questione , (fig.) trovarne la soluzione. 

bandone

s.m.  (1) lamiera di grandi dimensioni (2) saracinesca di lamiera ondulata. 

bandoneon

o bandonion , s.m. invar. piccola fisarmonica con bottoni su entrambi i lati, in uso soprattutto nelle orchestre di tango latinoamericane. 

bandura

s.f. strumento musicale della famiglia del liuto, di corpo ovale con fondo piatto e manico corto, diffuso soprattutto in russia. 

bang

inter. imita il rumore provocato da un colpo secco, da un'esplosione o dallo sparo di un'arma da fuoco s.m. invar. il rumore stesso | bang sonico...

bangio

s.m. adattamento it. di banjo.  

bangioista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi suona il bangio. 

banjo

s.m. invar. strumento musicale a corde, con manico lungo e cassa costituita da una cornice circolare su cui è teso un piano armonico di pergamena; è impiegato nel jazz e nella...

banlieu

s.f. invar. il circondario di parigi, ricco di aree verdi e centri abitati. 

bannalità

s.f. diritto del feudatario di imporre l'uso dei propri mulini, frantoi e torchi dietro pagamento di una tassa o esigendo in cambio prestazioni di lavoro gratuite. 

banner

s.m. invar. inserzione pubblicitaria in internet, costituita in genere da un'immagine che consente il collegamento diretto al sito di riferimento. 

banno

s.m. (ant.) bando. 

bano

s.m. governatore di una provincia nei territori slavi (fino alla metà del sec. xix). 

bansigo

s.m. [pl. -ghi] (mar.) tavoletta di legno appesa a due cavi lungo la murata di una nave, usata come sedile per eseguire lavori alla murata stessa. 

banteng

s.m. invar. bue selvatico di colore nero, con corna ricurve e zampe bianche; vive in indonesia (fam. bovidi). 

bantù

o bantu [bàn-tu], agg. invar. si dice di una delle grandi famiglie linguistiche del continente africano s.m. invar.  (1) [anche f.] l'appartenente a una...

baobà

baobàb;s.m. albero tropicale con fusto di grande diametro che produce un frutto commestibile detto pane delle scimmie (fam. bombacacee). 

bar

s.m. invar.  (1) locale pubblico in cui si consumano, al banco o ai tavoli, caffè, bibite, liquori, paste, panini ecc. dim. baretto  (2) (mobile) bar , nelle abitazioni private, piccolo...

bar

s.m. invar. (fis.) unità di misura della pressione, pari a 0,986 atmosfere. 

bara

s.f.  (1) cassa da morto, feretro | avere un piede nella bara , (fig.) essere molto malato, in punto di morte; anche, essere vecchio e malandato (2) carro su cui vengono portate in processione...

barabba

s.m. invar. (non com.) ragazzo discolo; giovinastro | furfante, delinquente (per lo più scherz.). 

baracane

baracano vedi barracano

baracca

s.f. [pl. -che] (1) costruzione di legno o di altro materiale leggero per il ricovero, generalmente provvisorio, di uomini e animali, o per il deposito di merce | piantare...

baraccamento

s.m. insieme di baracche, detto di solito di acquartieramenti militari. 

baraccare

v. intr. [io baracco , tu baracchi ecc. ; aus. avere] (1) erigere baracche (2) (fig. non com.) fare baldoria | v. tr. sistemare in...

baraccato

part. pass. di baraccare agg. e s.m. [f. -a] che, chi alloggia o è sistemato in una baracca; che, chi vive in una...

baracchino

s.m.  (1) dim. di baracca  (2) piccolo rifugio in legno per alpinisti o escursionisti (3) (pop.) edicola, chioschetto per la rivendita di bibite o altro (4) nell'uso...

baraccone

s.m.  (1) accr. di baracca  (2) grossa costruzione smontabile che ospita attrazioni e giochi in luna-park, circhi e sim. | pl. parco di divertimenti |...

baraccopoli

s.f. agglomerato di baracche alla periferia di una grande città in situazioni di emergenza (alluvioni, terremoti e sim.), gruppo di baracche che ospitano temporaneamente i...

baraggia

o barraggia, s.f. [pl. -ge] tipo di terreno argilloso e compatto. 

baraonda

s.f.  (1) confuso e rumoroso movimento di gente che va e viene; disordinato vociare di persone (2) insieme confuso di oggetti o persone (anche fig.): una baraonda di immagini, quasi di sogno,...

barare

v. intr. [aus. avere] (1) truffare al gioco; imbrogliare con le carte (2) (estens.) essere sleali, ingannare: barare in amore , con sé stessi.  

baratro

s.m. luogo profondo e oscuro; abisso, voragine: precipitare in un baratro | (fig.) perdizione, rovina irreparabile: il baratro del vizio.  

baratta

s.f. (ant.) contesa, zuffa: altra volta fui a tal baratta (dante inf. xxi, 63). 

barattamento

s.m. (rar.) baratto. 

barattare

v. tr.  (1) scambiare una cosa con un'altra senza far uso di moneta: barattò il giradischi con una radio | (fig. non com.) rivolgersi reciprocamente: barattare saluti ;...

barattatore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] (rar.) chi baratta; chi fa uno scambio di cose. 

baratteria

s.f. (ant.) (1) il trarre profitti illeciti da un pubblico ufficio | (estens.) truffa, frode, dolo (2) nel medioevo, il tenere un banco di gioco nei mercati o nelle...

barattiere

o barattiero , s.m. (ant.) (1) chi baratta o rivende cose di poco valore (2) chi trae profitti illeciti da un pubblico ufficio (3) nel medioevo, chi teneva un pubblico...

baratto

s.m.  (1) il barattare, lo scambiare una cosa con un'altra senza fare uso di moneta: fare baratto di qualcosa ; l'economia primitiva era fondata sul baratto  (2) (dir.) permuta (3) (ant.)...

barattolo

s.m. piccolo contenitore di vetro, latta o altro materiale, di forma per lo più cilindrica, chiudibile con un tappo o un coperchio, usato per conservare prodotti di vario genere...

barba

s.f.  (1) l'insieme dei peli che crescono sulle guance e sul mento dell'uomo; per estens., i peli del muso di alcuni animali: barba lunga , corta ; barba alla cappuccina , alla cavour ; tagliarsi...

barba

s.m. invar. (ant. , sett.) zio | (estens.) anziano, vecchio. 

barbabietola

s.f. pianta erbacea a radice carnosa, color rosso sanguigno, commestibile; la varietà a radice bianca fornisce zucchero (fam. chenopodiacee). 

barbablù

s.m. marito violento | (estens.) persona che incute paura (spec. in usi scherz.). 

barbacane

s.m.  (1) opera muraria di rinforzo davanti ad antiche fortificazioni, a bastioni e sim.; terrapieno difensivo (2) foro lasciato nei muri costruiti a sostegno di pendii e sim., per consentire...

barbacarlo

s.m. vino rosso, corposo e vivace prodotto nell'oltrepò pavese. 

barbaforte

s.m. pianta erbacea con radice di sapore piccante (fam. crucifere). 

barbagianni

s.m.  (1) uccello rapace notturno, con piumaggio fulvo chiaro macchiettato di grigio (ord. strigiformi) (2) (fig.) persona sciocca e pedante, detto soprattutto di...

barbagliare

v. intr. [io barbàglio ecc. ; aus. avere] (rar.) sfavillare. 

barbagliare

v. intr. [io barbàglio ecc. ; aus. avere] (ant.) balbettare, tartagliare: e la lengua barbaglia e non sa che parlare (iacopone). 

barbagliata

s.f. (lomb.) bevanda calda costituita da caffè e cioccolata con aggiunta di panna. 

barbaglio

s.m. bagliore improvviso; l'abbagliamento che ne deriva. 

barbaglio

s.m. bagliore intenso e frequente. 

barbanera

s.m. invar. almanacco popolare contenente previsioni, aneddoti, consigli e ricette, diffuso spec. nel mondo contadino; lunario. 

barbano

s.m. (ant.) zio. 

barbare

v. intr. [aus. avere] (ant.) abbarbicarsi, metter radici (anche fig.) | v. tr. (tosc.) (1) conficcare, piantare dentro (2) (fig.) appioppare. 

barbareggiare

v. intr. [io barbaréggio ecc. ; aus. avere] (lett.) parlare o scrivere usando barbarismi. 

barbaresco

agg. [pl. m. -schi] (non com.) dei barbari, barbarico. 

barbaresco

o barberesco, agg. [pl. m. -schi] di barberia, concernente la barberia, antica denominazione dell'africa nordoccidentale (dalla libia al marocco attuali): pirati barbareschi...

barbaresco

s.m. pregiato vino piemontese, rosso, corposo e asciutto, che si produce nella zona di barbaresco (cuneo). 

barbaricino

agg. della barbagia, regione della sardegna s.m. [f. -a] nativo, abitante della barbagia. 

barbarico

agg. [pl. m. -ci] (1) (st.) dei barbari, dei popoli barbari: le invasioni barbariche ; i regni barbarici  (2) da barbaro; incivile: usanze barbariche §...

barbarie

s.f. invar.  (1) condizione di popolo barbaro; per estens., condizione sociale e culturale non progredita: vivere nella barbarie ; cadere dalla civiltà nella barbarie  (2) atto crudele e...

barbarismo

s.m.  (1) (ling.) parola, locuzione o forma introdotta inopportunamente in una lingua da un'altra lingua (2) (rar.) ciò che è contrario al buon gusto artistico. 

barbarizzare

v. intr. [aus. avere] (lett.) barbareggiare. 

barbaro

agg.  (1) nell'antichità greca e romana, straniero (2) (st.) che appartiene a una delle popolazioni stanziate originariamente oltre i confini dell'impero romano, e che poi si stabilirono...

barbarossa

s.f. particolare tipo di uva dal colore rosso vivo. 

barbasso

tosc. barabasso [ba-ra-bàs-so], s.m. (bot.) tassobarbasso. 

barbassoro

meno com. barbassore [bar-bas-só-re], s.m.  (1) (st.) gran vassallo (2) (lett.) persona di grande autorità e sapienza | chi si dà molte arie; saccentone. 

barbastello

s.m. pipistrello dal pelame color bruno sul dorso e grigiastro sul ventre, con grandi orecchie unite alla base (ord. chirotteri). 

barbata

s.f.  (1) (agr.) rampollo d'albero o talea di vite, interrati per poi essere trapiantati quando abbiano messo le barbe (2) l'insieme delle barbe di una pianta. 

barbatella

s.f. talea di vite che ha messo le barbe. 

barbatellaio

s.m. (agr.) la parte del vivaio destinata alla produzione delle barbatelle. 

barbato

agg.  (1) (bot.) che ha messo barbe, radici (2) (lett.) barbuto (3) (ant.) savio. 

barbazzale

ant. barbozzale, s.m.  (1) catenella che passa sotto la barbozza del cavallo e si fissa per i capi al morso | (fig. lett.) freno, ritegno: una fitta pioggia... sfacciata che mi diceva senza...

barbecue

s.m. invar. fornello a carbone di legna per la cottura all'aperto di carni e altri cibi alla griglia; per estens., carne o altro cibo così cotti. 

barbera

s.m. e f. vitigno del piemonte e dell'oltrepò pavese | il vino rosso asciutto e corposo che da esso si produce: barbera d'asti.  

barbero

agg. e s.m. si dice di cavallo allevato per correre un palio, in partic. quello di siena. 

barbetta

s.f.  (1) dim. di barban 1 (2) ciuffo di peli sulla parte posteriore dello stinco degli equini (3) parte terminale del ferro di cavallo che si ribatte sullo...

barbetto

s.m. (spec. pl.) (1) nome scherzoso dato un tempo in piemonte ai valdesi, che chiamavano barba (cioè 'zio') i loro pastori (2) appellativo pop., in...

barbicare

v. intr. [io bàrbico , tu bàrbichi ecc. ; aus. avere] (non com.) abbarbicare | barbicarsi v. rifl. (non com.) abbarbicarsi. 

barbiere

ant. barbiero, s.m. chi per mestiere rade la barba e taglia o acconcia i capelli (fino agli inizi del sec. xix all'esercizio di questo mestiere erano connesse anche pratiche mediche...

barbieria

s.f. (region.) negozio di barbiere. 

barbiero

vedi barbiere

barbificare

v. intr. [io barbìfico , tu barbìfichi ecc. ; aus. avere] di piante, mettere le barbe, le radici; attecchire. 

barbigi

s.m. pl. (fam. , scherz.) baffi, basette | ridere sotto i barbigi , sotto i baffi. 

barbiglio

s.m.  (1) (zool.) appendice cutanea con funzione sensoriale, posta sotto il mascellare e agli angoli della bocca di alcuni pesci | negli uccelli, bargiglio (2) ciascuna delle due alette...

barbina

s.f.  (1) dim. di barban 1 (2) velo o nastro che le donne portavano in capo per ornamento | guarnizione di cappelli femminili di moda durante il sec. xix. 

barbino

agg.  (1) si dice di persona gretta, meschina, avara (2) si dice di cosa brutta, fatta male, senza abilità oppure dura a sopportarsi, difficoltosa: è un'impresa barbina |...

barbio

vedi barbo

barbito

o barbiton , s.m. strumento a corde affine alla lira, in uso nell'antica grecia. 

barbitonsore

s.m. (scherz.) barbiere. 

barbiturico

agg. [pl. m. -ci] acido barbiturico , (chim.) composto organico azotato da cui derivano molte altre sostanze dotate di azione ipnotica e sedativa s.m....

barbiturismo

s.m. (med.) intossicazione da barbiturici. 

barbo

o barbio, s.m. pesce d'acqua dolce, commestibile, con quattro barbigli pendenti dalla mascella superiore (ord. cipriniformi). 

barbocchio

s.m. (bot.) rizoma di canna provvisto di una o più gemme, utilizzato per propagare la pianta. 

barbogio

agg. e s.m. [f. -a ; pl. f. -gie o -ge] si dice di persona molto avanti con gli anni, noiosa e brontolona: un vecchio barbogio.  

barboncino

s.m. cane barbone di piccola taglia. 

barbone

s.m.  (1) accr. di barba 1; in partic., barba lunga e folta | (estens.) uomo barbuto (2) vagabondo senza dimora fissa né occupazione, che vive di espedienti | (estens.)...

barboso

agg. noioso, pesante: discorso barboso § barbosamente avv.  

barbotin

s.m. invar. (mar.) congegno dell'argano per salpare, utilizzato per far ingranare la catena dell'ancora al tamburo del verricello. 

barbotta

s.f. al tempo delle crociate, nave munita di speciali protezioni, atte a ripararla dal fuoco greco. 

barbozza

s.f. , o barbozzo, s.m. nel sign. 2 (1) la parte posteriore del labbro inferiore del cavallo, intorno a cui gira il barbazzale (2) parte dell'armatura che,...

barbozzo

vedi barbozza

barbugliamento

s.m. il barbugliare. 

barbugliare

v. tr. [io barbùglio ecc.] articolare, pronunciare confusamente (parole, frasi) | v. intr. [aus. avere] (1) parlare in modo confuso, balbettante (2) (non...

barbula

s.f. (zool.) ciascuna delle brevi appendici che, agganciandosi fra loro, tengono unite l'una all'altra le barbe delle penne degli uccelli. 

barbuta

s.f.  (1) elmo antico senza cimiero, prolungato nella parte anteriore in modo che, calzato completamente, coprisse tutto il volto e il collo sino all'altezza delle clavicole (2) (estens.)...

barbuto

agg. provvisto di barba; che ha una barba abbondante: un uomo barbuto.  

barca

s.f. [pl. -che] (1) imbarcazione di piccole dimensioni: barca a remi , a vela , a motore ; barca da pesca , da diporto | la barca di pietro , (fig.) la chiesa...

barca

s.f. mucchio di covoni di cereali o di foraggi | (estens.) cumulo, gran quantità: una barca di quattrini.  

barcaccia

s.f. [pl. -ce] (1) pegg. di barcan 1 (2) imbarcazione di servizio nelle navi mercantili (3) nei teatri, palco più grande degli altri, per lo più di...

barcaiolo

lett. barcaiuolo, region. barcarolo, s.m. [f. -a] chi usa o conduce una barca; traghettatore | noleggiatore di barche. 

barcamenarsi

v. rifl. [io mi barcaméno ecc.] destreggiarsi tra varie difficoltà, senza assumere una posizione decisa o compromettente. 

barcana

s.f. duna a forma di mezzaluna, concava dalla parte opposta a quella da cui spira il vento. 

barcareccio

o barchereccio, s.m. il complesso delle imbarcazioni impiegate nelle stesse acque per un dato lavoro: barcareccio da pesca , da trasporto.  

barcarizzo

s.m. (mar.) apertura sulla murata di una nave a cui vengono applicate le scale per accedere dall'esterno al ponte di coperta; in generale, scala d'accesso esterno a una nave. 

barcarola

s.f. (mus.) composizione vocale o strumentale di ritmo ternario e di forma libera; ispirata ad antiche canzoni di gondolieri. 

barcata

s.f. quanto può portare di carico una barca | (fig.) grande quantità: una barcata di soldi.  

barcheggiare

v. intr. [io barchéggio ecc. ; aus. avere] (non com.) (1) andare in barca per diletto, senza una meta precisa (2) (fig.) barcamenarsi, destreggiarsi. 

barcheggio

s.m. (non com.) (1) il barcheggiare (2) il traghettare da una sponda all'altra o dalla nave a terra. 

barchessa

s.f. tettoia, generalmente chiusa ai lati estremi, annessa alla casa colonica per il deposito di fieno e cereali. 

barchetta

s.f.  (1) dim. di barcan 1 (2) nome generico di cose che hanno forma di piccola barca | scollatura a barchetta , scollo moderato dell'abito che si allarga verso le...

barchetto

s.m.  (1) dim. di barcan 1 (2) piccola barca per la caccia in palude (3) veliero a due alberi usato per la pesca. 

barchettone

s.m. letto a cassone stile impero, sormontato da spalliere ricurve; battello, nel sign. 3. 

barchino

s.m.  (1) dim. di barcan 1 (2) lo stesso che barchetto , nel sign.n 2 (3) (mar.) veloce motoscafo d'assalto, atto a superare le ostruzioni di reti e armato di...

barco

s.m. [pl. -chi] (mar.) termine generico che indica velieri da trasporto con più di un albero | barco bestia , nave goletta. 

barco

s.m. [pl. -chi] barca, mucchio di covoni. 

barco

s.m. [pl. -chi] (ant.) (1) parco (2) recinto per le bestie nelle cascine lombarde. 

barcollamento

s.m. il barcollare. 

barcollante

agg. malfermo, vacillante, traballante. 

barcollare

v. intr. [io barcòllo ecc. ; aus. avere] (1) non riuscire a reggersi bene in piedi, procedere con andatura oscillante, vacillare: barcollare come un ubriaco ;...

barcollio

s.m. un barcollare continuato. 

barcolloni

o barcollone , avv. in modo barcollante, barcollando: avanzò barcolloni.  

barcone

s.m.  (1) accr. di barca 1; in partic., grossa imbarcazione per il trasporto di merci (2) (mil.) barca piatta impiegata per la costruzione di ponti provvisori. 

barcone

s.m. mucchio di covoni; anche, il luogo dove vengono ammucchiati. 

barda

s.f.  (1) armatura in cuoio o in ferro del cavallo d'arme (2) sella senza arcioni. 

bardaglio

s.m. sorta di cuscino usato al posto della sella. 

bardamento

s.m. il bardare, l'essere bardato; bardatura. 

bardana

s.f. pianta erbacea con piccoli fiori rosa o porporini, raccolti in capolini sferici muniti di squamette uncinate (fam. composite). 

bardare

v. tr.  (1) mettere i finimenti a un cavallo; munirlo di barda (2) (estens.) adornare in modo vistoso e ricercato | bardarsi v. rifl. vestirsi con pretenziosità e cattivo...

bardassa

s.m. [pl. -si] (1) (lett.) cinedo, giovane effeminato (2) monello, giovinastro (3) (region.) ragazzetto | s.f.  (4) (lett.) prostituta (5) (region.)...

bardato

part. pass. di bardare agg.  (1) si dice del cavallo munito di finimenti o di barda (2) (scherz.) vestito, ornato in modo ricercato e vistoso: la signora...

bardatura

s.f.  (1) il bardare, l'essere bardato; l'insieme dei finimenti o dell'armatura di un cavallo (2) (scherz.) abbigliamento solenne, vistoso, ricercato. 

bardella

s.f. sella larga e imbottita, con struttura in legno e l'arcione anteriore assai alto, usata dai butteri della maremma e della campagna romana; nell'italia merid., imbottitura posta...

bardellare

v. tr. [io bardèllo ecc.] munire di bardella una cavalcatura. 

bardellone

s.m. grossa bardella che si mette ai puledri per domarli. 

bardiglio

s.m. varietà di marmo di colore variante dal grigio al turchino, più o meno venato, tipico delle alpi apuane. 

bardito

agg. (rar.) dei bardi: poesia bardita s.m. (lett.) canto di guerra degli antichi germani. 

bardo

s.m.  (1) presso gli antichi celti, poeta epico, cantore di eroiche imprese (2) (estens.) vate, poeta, cantore in genere. 

bardolino

s.m. vino rosso chiaro, di sapore secco, prodotto nella zona di bardolino (verona). 

bardosso

(ant.) solo nella loc. avv. a bardosso , senza sella; (fig.) alla peggio, disordinatamente: vestiti a bardosso (machiavelli). 

bardotto

s.m.  (1) animale ibrido, non fecondo, risultante dall'incrocio di un cavallo con un'asina (2) [f. -a] apprendista, garzone (3) (antiq.) chi con l'alzaia traina le imbarcazioni lungo...

barella

s.f.  (1) lettuccio leggero impiegato per il trasporto a braccia di malati o di feriti; lettiga (2) larga tavola con stanghe infisse ai lati, usata per il trasporto a mano di sassi, terra o...

barellante

s.m. (non com.) barelliere. 

barellare

v. tr. [io barèllo ecc] (non com.) trasportare con la barella: barellare i feriti | v. intr. [aus. avere] (lett.) barcollare, vacillare. 

barellato

part. pass. di barellare agg. e s.m. [f. -a] (non com.) si dice di ammalato trasportato in barella. 

barelliere

s.m. [f. -a] (1) chi effettua con la barella il trasporto di feriti o ammalati | infermiere volontario sui treni ospedale o sulle autoambulanze (2) manovale addetto al...

barena

s.f. bassofondo o dosso sabbioso delle lagune che emerge dall'acqua con la bassa marea. 

barena

s.f. (mecc.) barenatrice. 

barenatore

s.m. operaio addetto alla barenatura. 

barenatrice

s.f. (mecc.) macchina simile a un'alesatrice che impiega come utensile un bareno. 

barenatura

s.f. (mecc.) alesatura mediante un bareno. 

bareno

s.m. (mecc.) utensile impiegato per eseguire l'alesatura di fori molto lunghi; è detto anche barra barenatrice.  

bareria

s.f. (ant.) inganno, imbroglio. 

baresano

agg. di bari, del territorio di bari (detto spec. di prodotti alimentari): olive baresane ; (uva) baresana , uva bianca da tavola tipica della puglia. 

barese

agg. di bari: dialetto barese s.m. e f. chi è nato o abita a bari. 

barestesia

s.f. (fisiol.) sensibilità dell'organismo alla pressione esercitata sulle sue varie parti. 

barestesiometro

s.m. strumento per misurare la barestesia. 

bargellato

s.m. (st.) carica, ufficio di bargello. 

bargello

s.m.  (1) (st.) magistrato che nei comuni medievali era preposto alla tutela dell'ordine pubblico; per estens., capo degli sbirri o semplicemente sbirro (2) palazzo in cui risiedeva tale...

bargia

s.f. (ant.) giogaia dei ruminanti. 

bargiglio

s.m. escrescenza carnosa allungata che pende sotto il becco dei galli, dei tacchini e di altri uccelli. 

bargiglione

s.m. escrescenza del collo dei suini. 

bargigliuto

rar. bargigliato, agg. fornito di bargigli: un gallo bargigliuto.  

bari-

primo elemento di parole composte di origine greca o di formazione moderna, dal gr. bary/s 'pesante, grave' (baricentro). 

baria

s.f. (fis.) unità di misura della pressione; equivale a una dina per centimetro quadrato. 

baribal

s.m. invar. orso americano dalla folta pelliccia bruna o nera; è facilmente addomesticabile (ord. carnivori). 

baricentrale

agg. baricentrico. 

baricentrico

agg. [pl. m. -ci] relativo al baricentro. 

baricentro

s.m. (fis.) il punto in cui può immaginarsi concentrato tutto il peso di un corpo o di un sistema fisico; centro di gravità | baricentro di un triangolo , (mat.) il punto...

barico

agg. [pl. m. -ci] (1) (fis.) relativo alla pressione atmosferica (2) che si riferisce al peso di un corpo | indice barico , in antropometria, rapporto tra il peso e la...

barico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) relativo al bario. 

bariglione

s.m. (tosc.) grosso barile per la conservazione di acciughe, pesci in salamoia o altri generi alimentari | a bariglioni, (non com.) in grande quantità, con grande spreco. 

barilaio

region. barilaro , s.m. fabbricante di barili. 

barile

s.m.  (1) recipiente simile a una piccola botte, fatto di doghe di legno tenute assieme da cerchi di ferro, impiegato per la conservazione di liquidi o altri prodotti | essere un barile, (fig.)...

barile

s.m.  (1) misura di capacità per liquidi, di valore variabile a seconda delle epoche e dei luoghi (2) unità convenzionale di misura del petrolio greggio pari a circa 159 litri. 

bariletto

s.m.  (1) piccolo barile; fiasca da viaggio (2) contenitore metallico, generalmente chiuso da un coperchio, che racchiude la molla dell'orologio (3) distorsione a bariletto , (fis.) lo...

barilotto

o barilozzo , s.m.  (1) piccolo barile di forma larga e tozza (2) (estens. scherz.) persona piccola e grassa (3) nel tiro a segno, cerchietto posto al centro del bersaglio: far barilotto ,...

barimetria

s.f.  (1) misura approssimata del peso degli animali attraverso quella delle dimensioni del corpo (2) l'insieme dei metodi per misurare la pressione atmosferica. 

bario

s.m. elemento chimico il cui simbolo è ba; è un metallo alcalino-terroso di colore bianco argenteo | solfato di bario, baritina. 

barione

s.m. (fis.) ogni particella elementare pesante (nucleone, iperone e le loro antiparticelle). 

barionico

agg. [pl. m. -ci] (fis.) relativo a barione. 

barisfera

s.f. il nucleo della terra, formato da materiale a densità elevata e altissima temperatura. 

barisferico

agg. di, relativo alla barisfera. 

barista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi serve il pubblico in un bar; anche, chi è proprietario di un bar. 

barite

s.f. (chim.) (1) barite caustica , idrossido di bario, polvere cristallina che in soluzione viene usata come reagente in chimica analitica (2) baritina. 

baritina

s.f. solfato di bario, polvere bianca insolubile, usata come pigmento e, in radiologia, come sostanza radiopaca. 

baritonale

agg. di, da baritono: voce baritonale.  

baritoneggiare

v. intr. [io baritonéggio ecc. ; aus. avere] (scherz.) fare una voce da baritono. 

baritonesi

s.f. (ling.) fenomeno caratteristico di alcuni dialetti greci antichi, e presente anche in lingue moderne; indica l'arretramento dell'accento tonico verso l'inizio della parola (p....

baritono

s.m. nell'arte del canto, voce intermedia tra il tenore e il basso; anche, il cantante che la possiede | chiave di baritono, (mus.) chiave di fa posta nella terza linea del...

barlaccio

agg. [pl. f. -ce] (tosc)  (1) si dice dell'uovo andato a male (2) (fig.) di persona malaticcia o che si sente poco bene. 

barletto

s.m. dispositivo accessorio del banco da falegname, costituito da un ferro a forma di l che s'incastra in un foro quadro per tenere fermo un pezzo in lavorazione. 

barlume

s.m.  (1) luce debole; bagliore incerto: il barlume di una candela  (2) (fig) parvenza, segno evanescente di qualcosa: un barlume di speranza , di dignità.  

barman

s.m. invar. chi prepara cocktail in un bar | (estens.) chi serve al banco di un bar; barista. 

barnabita

s.m. [pl. -ti] religioso appartenente alla congregazione di san paolo, fondata a milano nel 1530 da sant'antonio maria zaccaria. 

baro

s.m.  (1) chi bara al gioco (2) (estens.) truffatore, imbroglione. 

baro-

-baro primo e secondo elemento di composti della moderna terminologia scientifica, che è dal gr. báros 'peso'; indica 'pressione, gravità, intensità' (barometro , isobaro). 

barocchetto

s.m.  (1) stile architettonico derivante dal barocco, caratterizzato da un alleggerimento delle masse e un arricchimento della decorazione (2) stile di mobili riecheggiante forme barocche,...

barocchismo

s.m. maniera barocca. 

baroccio

e deriv. vedi barroccio e deriv.  

barocco

s.m. gusto artistico-letterario affermatosi nel seicento, caratterizzato in letteratura dall'uso frequente di metafore bizzarre e inusitate e, in architettura e nelle arti...

baroccume

s.m. qualità deteriore del barocco; eccesso di ornamentazione barocca. 

barocettore

s.m. (fisiol.) recettore sensibile alle variazioni di pressione. 

barografico

agg. [pl. m. -ci] relativo al barografo. 

barografo

s.m. barometro che registra le variazioni, nel tempo, della pressione atmosferica. 

barogramma

s.m. [pl. -mi] (fis.) diagramma tracciato dal barografo. 

barolo

s.m. pregiato vino rosso, corposo e di alta gradazione, che si produce nella zona di barolo (cuneo). 

barometria

s.f. (fis.) misurazione col barometro delle variazioni della pressione atmosferica. 

barometrico

agg. [pl. m. -ci] di, relativo al barometro o alle variazioni della pressione atmosferica misurate con il barometro. 

barometro

s.m.  (1) strumento che serve a misurare la pressione atmosferica: barometro a mercurio ; barometro metallico o aneroide | barometro registratore ,...

baronaggio

ant. barnaggio [bar-nàg-gio] s.m.  (1) dignità, titolo di barone (2) la giurisdizione di un barone (3) (ant.) insieme di baroni. 

baronale

agg. che è proprio del barone o della baronia: stemma , titolo baronale.  

baronata

s.f. (ant.) bricconata, azione da prepotente. 

baronato

s.m. baronia, baronaggio. 

barone

s.m. [f. -essa] (1) nel medioevo, grande feudatario, dotato spesso di larga autonomia (2) titolo nobiliare, che nella gerarchia araldica segue quello di visconte. dim....

barone

s.m. (ant. , lett.) briccone, furfante, cialtrone: «ah porci!» esclamò perpetua. «ah baroni!» esclamò don abbondio ...

baronesco

agg. [pl. m. -schi] (lett.) (1) di, da barone (spec. in senso spreg.): modi baroneschi  (2) di, da furfante § baronescamente avv.  

baronessa

s.f. donna investita del titolo baronale | consorte di un barone. dim. baronessina.  

baronetto

s.m. in gran bretagna, titolo nobiliare ereditario istituito nel 1611, di grado inferiore a quello di barone | titolo onorifico non ereditario attribuito dalla corona a persone che...

baronia

s.f.  (1) dignità, titolo di barone (2) territorio costituente il dominio di un barone (3) (estens.) potere economico o politico esteso e incontrollato: le baronie dell'industria.  

baropatia

s.f. (med.) insieme di disturbi legati alla variazione della pressione atmosferica. 

baroscopio

s.m. (fis.) strumento didattico usato per verificare il principio di archimede. 

barotermografo

s.m. strumento che registra contemporaneamente le variazioni della pressione e della temperatura atmosferiche. 

barra

s.f.  (1) asta di legno, di metallo o di altri materiali usata come elemento di collegamento o come leva di comando in macchine, apparecchi, attrezzature, dispositivi vari; sbarra: la barra del...

barracano

o baracano o baracane, s.m.  (1) tessuto di lana di capra o di pelo di cammello (2) veste caratteristica dell'africa settentrionale, comune a uomini e donne e costituita da una lunga pezza...

barracello

s.m. in sardegna, guardia privata addetta alla tutela della proprietà agricola. 

barracuda

s.m. invar. pesce molto vorace dei mari tropicali, simile al luccio (ord. perciformi). 

barrage

s.m. invar. (sport) gara ulteriore di selezione fra concorrenti che hanno riportato la medesima classifica. 

barramina

s.f. lunga asta d'acciaio con punta a scalpello usata per praticare fori da mina nelle rocce. 

barranco

s.m. [pl. -chi] solco profondo che si forma lungo i fianchi di un cono vulcanico. 

barrare

v. tr.  (1) sbarrare, contrassegnare con barre: barrare un assegno per renderlo non trasferibile  (2) (rar.) barricare. 

barrato

part. pass. di barrare agg.  (1) segnato con barra; sbarrato | numero barrato , riferito a una linea autofilotranviaria, indica un percorso ridotto o con...

barratura

s.f. sbarratura. 

barricadiero

agg. e s.m. [f. -a] rivoluzionario, estremista: atteggiamento barricadiero.  

barricamento

s.m.  (1) il barricare, il barricarsi (2) barricata. 

barricare

v. tr. [io bàrrico , tu bàrrichi ecc.] sbarrare; chiudere, ostruire con una barricata: barricare una strada , il portone | barricarsi v. rifl.  (1)...

barricata

s.f.  (1) sbarramento di strade o di altri passaggi approntato con materiali occasionali (massi, suppellettili, veicoli ecc.), spec. durante rivolte o moti popolari: le barricate del quarantotto ;...

barriera

s.f.  (1) sbarramento, steccato, cancello che serve a limitare o chiudere un passaggio, un accesso, o a segnare un confine: le barriere di un passaggio a livello | barriera...

barrire

v. intr. [io barrisco , tu barrisci ecc. ; aus. avere] emettere barriti: gli elefanti barriscono.  

barrito

s.m.  (1) il verso potente e vibrante dell'elefante (2) (estens.) grido, urlo, rumore potente. 

barro

s.m. terra usata per fabbricare i buccheri; il bucchero stesso. 

barrocciaio

o barocciaio, s.m. [f. -a] (1) chi per mestiere guida un barroccio (2) (fig.) persona volgare: modi da barrocciaio.  

barrocciata

o barocciata, s.f. quantità di materiale che può trasportare un barroccio: una barrocciata di pietre | a barrocciate , (fig.) in gran quantità. 

barroccino

o baroccino, s.m.  (1) carretto a mano per piccoli trasporti (2) calesse. 

barroccio

o baroccio, region. biroccio, s.m.  (1) carro, generalmente a due ruote, per trasportare materiali. dim. barroccino  (2) (estens.) barrocciata. 

barrotto

s.m. (mar.) baglio che non copre l'intera larghezza della nave, perché interrotto dall'apertura di un boccaporto. 

baruffa

s.f. zuffa con gran confusione e grida; rissa, tafferuglio: far baruffa , litigare | prov. : amor senza baruffa fa la muffa.  

baruffare

v. intr. [aus. avere] far baruffa. 

barzelletta

s.f.  (1) storiella spiritosa, faceta; breve racconto con finale umoristico: raccontare barzellette ; una barzelletta spinta , di argomento piccante, scurrile | mettere in barzelletta , presentare...

barzellettistica

s.f. (non com.) le barzellette considerate nel loro insieme, come genere umoristico. 

barzemino

o barzamino o berzemino o berzamino, s.m. vitigno coltivato in lombardia, che produce un'uva dolce e aromatica. 

barzotto

vedi bazzotto

basale

agg.  (1) di base, che è relativo alla base (2) (med.) essenziale per il mantenimento delle attività primarie di un organismo: metabolismo basale.  

basale

s.m. (ant.) base, nel sign. 1. 

basalischio

basalisco vedi basilisco

basaltico

agg. [pl. m. -ci] si dice di roccia che presenta la struttura e la composizione del basalto. 

basaltino

agg. (non com.) basaltico. 

basalto

s.m. (min.) roccia scura formata dalla solidificazione di lava molto fluida; è utilizzata per pavimentazioni stradali. 

basamento

s.m.  (1) la parte inferiore, a contatto del suolo, di un edificio, di un monumento e sim. (2) fascia alla base delle pareti di una stanza, di colore differente da quello delle pareti...

basamina

s.f. asta d'acciaio con un'estremità tagliente, utilizzata per forare il terreno dove va posta la mina. 

basare

v. tr. collocare, mettere su una base; fondare (anche fig.): un convincimento basato su dati di fatto | basarsi v. rifl. fondarsi su, giudicare...

basca

s.f. [pl. -che] (ant.) baschina. 

baschina

s.f. (ant.) falda della giacca femminile che ricopriva i fianchi; corpetto. 

bascio

e deriv. vedi bacio (1) e deriv.  

bascià

vedi pascià

basco

agg. [pl. m. -schi] di, relativo alla popolazione che occupa la regione dei pirenei occidentali lungo il golfo di biscaglia, discendenti da tribù preiberiche | palla basca , gioco...

bascula

o basculla [ba-scùl-la], s.f.  (1) bilancia a più leve, con ampio piano di carico, in grado di equilibrare con piccoli pesi carichi decine di volte maggiori (2) nel fucile da caccia...

basculaggio

s.m. nelle macchine fotografiche, movimento di inclinazione del piano della piastra su cui è fissato l'obbiettivo. 

basculante

agg.  (1) che ha movimento oscillante analogo a quello della bascula: saracinesca basculante  (2) canna basculante , nei fucili da caccia tradizionali, quella incernierata a una bascula. 

basculla

vedi bascula

base

s.f.  (1) la parte inferiore di qualsiasi oggetto, ma spec. di una struttura architettonica, che abbia funzione di appoggio e sostegno della parte sovrastante: la base di un muro , di un edificio...

baseball

s.m. invar. gioco assai diffuso negli stati uniti e praticato anche in italia, che si svolge su un campo dove è tracciato un quadrato, i cui vertici si chiamano basi, tra due...

basedowiano

agg. relativo al morbo di basedow s.m. [f. -a] chi è affetto dal morbo di basedow. 

basedowismo

s.m. (med.) morbo di basedow, malattia caratterizzata da disfunzione della tiroide, con aumento del metabolismo basale, tremori, esoftalmo, tachicardia. 

basella

s.f. pianta erbacea tipica delle regioni tropicali che ha foglie commestibili (fam. composite). 

basetta

s.f.  (1) striscia di barba che si fa crescere sulla guancia in continuazione dei capelli; fedina. dim. basettina accr. basettona , basettone (m.) (2) pl....

basetta

s.f. (elettron.) lastra di materiale isolante sulla quale si stampano i circuiti elettrici. 

basettino

s.m. uccellino dal piumaggio nero, bianco e rossiccio, con due basette nere ai lati del becco; nidifica nei canneti (ord. passeriformi). 

basettone

s.m.  (1) accr. di basetta  (2) (estens.) chi porta grandi basette. 

basic

s.m. invar. linguaggio di programmazione assai semplice, utilizzato soprattutto su personal computer. 

basicità

s.f.  (1) (non com.) basilarità (2) (chim.) proprietà di una sostanza di comportarsi come base nelle reazioni chimiche. 

basico

agg. [pl. m. -ci] (1) (chim.) che ha le proprietà di una base o si comporta come una base: sale basico | terreno basico , ricco di sali minerali (2) (min.) si dice di roccia...

basidio

s.m. (bot.) organo uni- o pluricellulare che produce basidiospore; è caratteristico dei funghi basidiomiceti. 

basidiomiceti

s.m. pl. (bot.) classe di funghi caratterizzati dalla formazione di basidiospore | sing. [-e] fungo appartenente a tale classe. 

basidiospora

s.f. (bot.) cellula caratteristica dei funghi basidiomiceti, destinata a produrre un nuovo individuo. 

basificare

v. tr. [io basìfico , tu basìfichi ecc.] (chim.) rendere basica una soluzione o neutralizzarne l'acidità aggiungendo una base. 

basificazione

s.f. (chim.) il basificare, l'essere basificato. 

basilare

agg.  (1) che serve, che fa da base (2) (fig.) fondamentale, principale: i principi basilari di una dottrina.  

basilarità

s.f. l'essere basilare, fondamentale. 

basiliano

agg. che si riferisce a san basilio il grande (330 ca-379)); per estens., che si riferisce a qualsiasi corrente monastica orientale, per l'influsso comune che su di esse ebbe san...

basilica

s.f.  (1) nell'antichità romana, edificio a pianta rettangolare, diviso per mezzo di colonnati in tre o cinque navate, dove si amministrava la giustizia e si trattavano gli affari (2)...

basilicale

agg. proprio delle basiliche o relativo a esse: interno basilicale.  

basilico

s.m. pianta erbacea con fiori bianchi raccolti in spighe e foglie aromatiche usate per condimento (fam. labiate). 

basilico

agg. [pl. m. -ci] (1) del re, regio | libri basilici , raccolta di leggi romane voluta dall'imperatore d'oriente basilio i il macedone alla fine del sec. ix e attuata all'inizio...

basilisco

ant. basalischio o basalisco, s.m. [pl. -schi] (1) grosso rettile innocuo dell'america centromeridionale, munito di lunghissima coda, con una cresta a corona sul capo e una sul...

basilissa

s.f. titolo delle imperatrici bizantine. 

basino

s.m. tipo di tessuto di cotone usato per fodere. 

basire

v. intr. [io ba sisco, tu ba sisci ecc.; aus. essere] (1) (lett.) perdere le forze, sentirsi venir meno (per debolezza, per un'emozione ecc.): non vedete che costei è un pulcin...

basista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) nel linguaggio della politica, chi segue l'orientamento della base piuttosto che quello della direzione centrale di un...

basito

part. pass. di basire agg. (lett.) attonito, sbalordito: restare , rimanere basito.  

basket-ball

abbreviato in basket , loc. sost. m. invar. pallacanestro. 

basofilia

s.f. (scient.) l'essere basofilo. 

basofilo

agg.  (1) (biol.) si dice di componente del protoplasma che si colora fortemente con un colorante basico (2) (bot.) si dice di piante che crescono di preferenza su terreni neutri o leggermente...

basofobia

s.f. (med.) paura morbosa di stare in posizione eretta o di cadere durante la locomozione. 

basola

vedi basolo

basolaio

s.m. basolatore. 

basolato

s.m. tipo di pavimentazione stradale ottenuta per mezzo di basoli. 

basolatore

s.m. operaio addetto alla basolatura. 

basolatura

s.f. il pavimentare strade con basoli. 

basolo

s.m. , o basola s.f. , grossa lastra di pietra, di solito a forma rettangolare, usata nelle pavimentazioni stradali. 

basque

s.f. invar. basca, baschina. 

bassa

s.f.  (1) (region.) parte bassa: lasciammo... la bassa del fiume e salimmo la costa (pavese) | nome che si dà alle zone più basse e piatte della pianura padana: la bassa...

bassa

s.f. nel gergo militare, lasciapassare (in origine la parte bassa del foglio da staccare e consegnare): bassa di passaggio.  

bassacorte

s.f. spazio nelle vicinanze della casa colonica, destinato all'allevamento degli animali da cortile. 

bassadanza

s.f. danza ballata a coppie con passi lenti e strisciati, in voga nei secc. xiv e xv. 

bassanello

s.m. antico strumento a fiato simile al fagotto (sec. xvi). 

bassare

v. tr. (ant.) abbassare | bassarsi v. rifl. abbassarsi. 

bassarico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) che riguarda bacco o le baccanti; bacchico. 

bassaride

s.f. menade, baccante. 

bassarisco

s.m. [pl. -schi] piccolo mammifero dalla pregiata pelliccia grigio-brunastra; ha una lunghissima e folta coda ad anelli chiari e scuri alternati (ord. ...

basset hound

loc. sost. m. invar. cane da caccia di taglia piccola e corpo allungato, con orecchie pendenti e verso dal caratteristico timbro profondo. 

bassetta

s.f. antico gioco d'azzardo di origine veneziana e diffuso spec. nel settecento, così detto perché ai giocatori venivano distribuite solo le carte basse (dall'1 al 5). 

bassetto

s.m. (mus.) nome generico di vari strumenti ad arco, spec. antichi, intermedi tra il violoncello e il contrabbasso | nell'organo, nome di uno dei registri di flauto | corno di...

bassezza

s.f.  (1) (non com.) l'essere basso | (ant.) luogo basso, bassura (2) (fig.) pochezza, miseria; meschinità, viltà: bassezza d'animo | venire in bassezza , (ant.)...

bassina

s.f. recipiente di rame, basso e tondeggiante, usato nella fabbricazione dei confetti. 

basso

agg. [compar. più basso o inferiore ; superl. bassissimo o infimo] (1) poco elevato dal suolo o da un altro piano di riferimento; che si...

bassofondo

meno com. basso fondo, s.m. [pl. bassifondi] (1) zona poco profonda di mare, denominata anche secca o banco a seconda che sia o no pericolosa...

bassoparlante

s.m. dispositivo per la riproduzione dei suoni a bassissimo volume. 

bassopiano

s.m. [pl. bassopiani o bassipiani] pianura poco elevata sul livello del mare. 

bassorilievo

s.m. [pl. bassorilievi] scultura nella quale le figure emergono dal fondo con poco stacco; anche, la tecnica artistica che produce tale rilievo. 

bassotto

agg. piuttosto basso e tarchiato s.m. cane da tana dal corpo lungo e basso, con zampe storte e cortissime. 

bassotuba

o basso tuba, s.m. grosso strumento a fiato, di ottone, dal suono grave e maestoso. 

bassoventre

o basso ventre, s.m. parte inferiore dell'addome | (eufem.) i genitali. 

bassura

s.f.  (1) luogo basso; bassopiano (2) (fig.) volgarità, bassezza morale. 

bassà

vedi pascià

basta

o bastia [bà-stia], s.f.  (1) imbastitura, cucitura a punti lunghi e larghi (2) orlo alto fatto a un indumento per poterlo all'occorrenza allungare. 

basta

inter. si usa per imporre silenzio, per porre fine a qualcosa, per ripigliare un discorso, o anche per correggersi: basta con queste storie! ; ho detto troppo, basta! ; punto e basta...

bastagio

s.m. (ant.) facchino, scaricatore. 

bastaio

s.m. artigiano che fabbrica o vende basti. 

bastante

part. pres. di bastare agg. che basta, sufficiente § bastantemente avv. a sufficienza. 

bastanza

s.f. (ant.) sufficienza | a bastanza , abbastanza. 

bastardaggine

s.f. l'essere bastardo. 

bastardata

s.f. azione da bastardo, mascalzonata. 

bastardella

s.f. tegame basso a due manici, di rame o terracotta. 

bastardello

s.m. registro di minute di atti pubblici o privati. 

bastardo

agg.  (1) (spreg.) si dice di persona di nascita illegittima: un figlio bastardo | usato anche come ingiuria: bastardo! dim. bastardello , bastardino...

bastardume

s.m. progenie bastarda | accozzaglia di persone o cose eterogenee. 

bastare

v. intr. [aus. essere] (1) essere sufficiente: mi bastano pochi soldi | quanto basta , la quantità sufficiente per un dato scopo | bastare a sé stesso ,...

basterna

s.f. in età tardoromana, lettiga coperta trainata da buoi | (estens. ant.) carro. 

bastevole

agg. (non com.) sufficiente, che basta § bastevolmente avv.  

bastia

vedi basta 1. 

bastia

s.f. fortificazione intorno a una città o a un accampamento. 

bastiano

s.m. solo nella loc. bastian contrario , riferito a persona che contraddice per il gusto di contraddire. 

bastiere

s.m. (mar.) barra che mantiene le estremità inferiori delle sartie alla distanza stabilita. 

bastimento

s.m.  (1) termine generico per indicare una nave da trasporto (2) quantità di merce trasportata da un bastimento: un bastimento di banane.  

bastingaggio

s.m. (mar.) lo stesso che impavesata.  

bastionare

v. tr. [io bastióno ecc.] (ant.) fortificare con bastioni. 

bastionata

s.f. fortificazione costituita da un complesso di bastioni. 

bastione

s.m.  (1) terrapieno sostenuto da grosse mura, usato anticamente per rafforzare la difesa di una piazzaforte (2) (fig.) difesa. 

bastire

v. tr. [io bastisco , tu bastisci ecc.] (ant.) costruire, fabbricare. 

bastita

s.f. bastia. 

basto

s.m.  (1) rozza sella di legno, usata per cavalcare asini e muli o per assicurarvi i carichi (2) (fig.) peso, gravame eccessivo: portare il basto , sobbarcarsi a una dura fatica | mettere il...

bastonare

v. tr. [io bastóno ecc.] (1) percuotere, colpire con un bastone; per estens., battere, picchiare (2) (fig.) maltrattare, strapazzare; criticare aspramente | bastonarsi v....

bastonata

s.f.  (1) colpo di bastone; legnata: ricevere una bastonata ; prendere a bastonate  (2) (fig.) danno rilevante; batosta. 

bastonatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi bastona (anche fig.). 

bastonatura

s.f. il bastonare, l'essere bastonato; il bastonarsi. 

bastoncello

s.m.  (1) dim. di bastone  (2) panino di forma lunga e sottile; anche, biscotto di tale forma (3) (tip.) carattere più piccolo del bastone (4) (biol.) cellula...

bastoncino

s.m.  (1) dim. di bastone  (2) qualsiasi oggetto di piccole dimensioni a forma allungata e cilindrica: bastoncino di liquerizia , di rossetto | panino di...

bastone

s.m.  (1) ramo d'albero lavorato che serve per appoggio o per svariati altri usi: bastone da passeggio , da montagna ; minacciare , difendersi con il bastone ; appoggiarsi al bastone...

batacchiare

v. tr. [io batàcchio ecc.] percuotere col batacchio, bastonare. 

batacchio

o battacchio, s.m.  (1) bastone per bacchiare (2) battaglio di campana (3) anello o martello metallico per bussare fissato sulla porta di una casa. 

bataia

s.f. bacinella usata dai cercatori d'oro per lavare le sabbie aurifere. 

batalo

o batolo, s.m.  (1) la falda del cappuccio medievale che copriva le spalle (2) lista di panno che gli antichi dottori e magistrati portavano sulle spalle o sul petto, come insegna del loro...

batata

s.f. pianta erbacea dell'america centrale, coltivata per i tuberi dolci e commestibili, simili a patate; è detta com. patata dolce o americana ...

batavo

agg. della batavia o dei batavi, antico popolo germanico che occupava una parte dei paesi bassi; comunemente si riferisce agli olandesi: de' batavi mercanti / le molto di tesoro...

batch

agg. invar. abbr. di batch processing : elaborazione batch.  

batch processing

loc. sost. m. invar. (inform.) procedura che permette di memorizzare una serie di comandi e di eseguirli automaticamente in sequenza. 

bati-

o bato-, primo elemento di parole composte di formazione moderna, dal gr. bathy/s 'profondo'; vale 'profondo, profondità' (batisfera , batoscopico). 

batida

® s.f. invar. bevanda a base di alcol e succo di frutta; è una specialità brasiliana. 

batigrafia

s.f. lo stesso che batimetria.  

batigrafico

agg. [pl. m. -ci] che concerne la batigrafia; relativo alle profondità marine. 

batik

s.m. invar. tecnica di tintura dei tessuti in uso nell'isola di giava, che consiste nel coprire con cera la parte che non si vuol colorare, prima di immergere il tessuto nel bagno di...

batimetria

o batometria, s.f. parte dell'oceanografia che si occupa della misurazione delle profondità marine o lacustri e ne studia la configurazione. 

batimetrico

o batometrico, agg. [pl. m. -ci] relativo alla batimetria. 

batimetro

o batometro [ba-tò-me-tro], s.m. apparecchio per la misurazione delle profondità marine o lacustri. 

batiplancton

s.m. (biol.) plancton di profondità. 

batiscafo

s.m. scafo sommergibile, autonomo e manovrabile, impiegato per l'esplorazione sottomarina. 

batisfera

s.f. apparecchio sommergibile a forma di sfera, appeso per un cavo a un battello di superficie che ne regola l'immersione, impiegato per l'esplorazione sottomarina. 

batista

meno com. battista, s.f. tela di lino finissima e trasparente usata per biancheria e per guarnizioni: un fazzoletto di batista | usato come agg. invar....

bato-

vedi bati-

batocchio

s.m.  (1) grosso bastone, spec. quello dei ciechi (2) battaglio di campana (3) battiporta, battente. 

batocio

s.m. (ven.) sorta di bastone a forma di spatola che gli zanni, e poi brighella e arlecchino, recano alla cintola nella commedia dell'arte. 

batofobia

s.f. (med.) paura del vuoto. 

batoidei

s.m. pl. (zool.) ordine di pesci cartilaginei dal corpo piatto che vivono in profondità le specie più comuni sono la razza e la torpedine | sing. [-o] ogni pesce...

batolite

s.f. (geol.) massiccio di roccia cristallina talora a forma di cupola, situato in profondità nella crosta terrestre. 

batolo

vedi batalo

batometro

e deriv. vedi batimetro e deriv.  

batoscopico

agg. [pl. m. -ci] che serve a esplorare le profondità marine: sfera batoscopica , batisfera. 

batosta

s.f.  (1) percossa, legnata (2) (fig.) grave danno fisico, morale o economico; perdita, sconfitta, stangata. 

batrace

anche batraco e batracio [ba-tràcio], s.m. [pl. -ci] (lett.) rana, rospo. 

batracoidiformi

s.m. pl. (zool.) ordine di pesci ossei la cui forma, per la grossezza della testa, ricorda quella dei girini degli anfibi | sing. [-e] pesce appartenente a tale...

batracomiomachia

s.f. (lett.) controversia futile e ridicola. 

battage

s.m. campagna pubblicitaria; anche, attività propagandistica martellante e clamorosa: battage giornalistico , elettorale.  

battaglia

s.f.  (1) scontro armato di grandi proporzioni fra truppe di eserciti opposti: la battaglia di stalingrado ; battaglia aerea , navale , terrestre ; schierarsi in battaglia ; dare , attaccare ,...

battagliare

v. intr. [io battàglio ecc. ; aus. avere] (1) partecipare a una battaglia (2) (estens.) lottare per un obiettivo. 

battaglieresco

agg. [pl. m. - schi] (ant.) (1) di, relativo a una battaglia (2) battagliero, bellicoso. 

battagliero

agg. che ama la battaglia, la lotta; combattivo: temperamento battagliero.  

battaglio

s.m.  (1) grosso ferro pendente al centro della campana, che serve a farla risonare (2) martello o anello metallico per bussare fissato alla porta di una casa; battiporta, battente. 

battagliola

lett. battagliuola, s.f. (mar.) ringhiera metallica posta sul bordo dei ponti scoperti delle imbarcazioni. 

battaglione

s.m. nell'esercito italiano, unità tattica fondamentale della fanteria, costituita da diverse compagnie | (estens.) folla, moltitudine di persone. 

battana

s.f. (mar.) imbarcazione a fondo piatto, mossa con un remo a due pale | remo alla battana , con una pala a ciascuna estremità, impugnato nella parte centrale dal vogatore e immerso...

battelliere

s.m. chi conduce un battello. 

battello

s.m.  (1) imbarcazione a remi o dotata di un piccolo motore: battello da pesca , di salvataggio. dim. battellino  (2) grossa imbarcazione per la navigazione lacustre o...

battentatura

s.f. insieme di elementi che sporgono in fondo a porte e finestre e sulle relative soglie, assicurando la chiusura e impedendo all'acqua di penetrare al di sotto. 

battente

part. pres. di battere agg. nei sign. del verbo | pioggia battente , abbondante e violenta | a tamburo battente , con rapidità e senza indugio:...

battentino

s.m. tipo di passamano usato per bordare cuscini. 

battere

v. tr. [pass. rem. io battéi ecc. ; part. pass. battuto] (1) picchiare, colpire, percuotere con le mani o con un arnese; urtare con forza: battere un chiodo...

batteria

s.f.  (1) unità fondamentale dell'artiglieria, costituita da quattro o sei bocche da fuoco del medesimo calibro e dal personale e dai materiali che la mettono in grado di operare in...

battericida

agg. e s.m. [pl. m. -di] si dice di qualsiasi sostanza in grado di distruggere i batteri. 

batterico

agg. [pl. m. -ci] di batteri, relativo ai batteri: coltura batterica § battericamente avv. (non com.) batteriologicamente. 

batterio

meno com. bacterio, [bac-tè-rio], s.m. (biol.) microrganismo unicellulare che è caratterizzato dall'assenza di un nucleo morfologicamente definito e che si riproduce agamicamente...

batteriofago

s.m. [pl. - gi] (biol.) particella di sostanza vivente di struttura simile ai virus, visibile solo all'ultramicroscopio, parassita di molti batteri e capace di distruggerli. 

batteriolisi

s.f. (biol.) fenomeno di dissoluzione dei batteri provocato da particolari sostanze o da agenti chimici o fisici. 

batteriolisina

s.f. (biol.) anticorpo capace di provocare la batteriolisi. 

batteriolitico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) relativo alla batteriolisi; che provoca la batteriolisi. 

batteriologia

s.f. parte della microbiologia che studia i batteri. 

batteriologico

agg. [pl. m. -ci] che si riferisce alla batteriologia; che è condotto secondo i metodi della batteriologia: esame batteriologico | guerra batteriologica , quella,...

batteriologo

s.m. [f. -a ; pl. m. -gi] studioso di batteriologia. 

batterioscopia

s.f. osservazione al microscopio di batteri, a scopo di studio e di ricerca. 

batteriosi

s.f. (bot.) ogni malattia delle piante provocata da batteri. 

batteriostatico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) si dice di sostanza che impedisce la riproduzione dei batteri. 

batterioterapia

s.f. (med.) terapia basata sull'impiego di colture batteriche, vive o morte. 

batteriotossina

s.f. (biol.) tossina di origine batterica. 

batterista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi suona la batteria. 

battesimale

agg. di, relativo al battesimo: acqua , fonte battesimale | innocenza battesimale , lo stato di innocenza che conferisce il battesimo, lavando il peccato...

battesimo

lett. battesmo [bat-té-smo], s.m.  (1) rito di iniziazione tramite immersione in acqua | nel cristianesimo, il primo dei sacramenti, con cui si entra a far parte della chiesa, amministrato...

battezzamento

s.m. (ant.) battesimo. 

battezzando

agg. e s.m. [f. -a] che, chi deve essere battezzato. 

battezzante

part. pres. di battezzare agg. e s.m. e f. che, chi amministra il battesimo. 

battezzare

v. tr. [io batté zzo ecc.] (1) amministrare il battesimo a una persona | (scherz.) spruzzare con acqua | battezzare il vino , annacquarlo (2) (fam.) tenere a battesimo...

battezzato

part. pass. di battezzare e agg. nei sign. del verbo s.m. [f. -a] chi ha ricevuto il battesimo. 

battezzatoio

s.m. fonte battesimale; bacile che contiene l'acqua per il battesimo. 

battezzatore

s.m. (non com.) chi battezza. 

battibaleno

s.m. si usa solo nella loc. in un battibaleno , in un attimo, fulmineamente. 

battibeccare

v. intr. [io battibécco ecc. ; aus. avere] avere un battibecco; bisticciare: hanno battibeccato a non finire sul perché e il percome.  

battibecco

s.m. [pl. -chi] diverbio, generalmente di breve durata e dovuto a motivi futili. 

battibile

agg. che può essere battuto. 

batticarne

s.m. invar. arnese da cucina pesante e a testa piatta che serve per assottigliare e sfibrare le fette di carne. 

batticoda

s.f. invar. (zool.) altro nome della cutrettola.  

batticulo

s.m. [pl. -li] (1) (mil.) pezzo dell'armatura che proteggeva le natiche (2) giberna appesa alla bandoliera (3) (pop.) le falde dell'abito maschile da cerimonia (4)...

batticuore

pop. batticore, s.m. [pl. -ri] (1) battito frequente del cuore (per emozione, sforzo ecc.); palpitazione (2) (fig.) trepidazione, ansia: stare , aspettare col batticuore....

battifalce

s.m. invar. (agr.) attrezzo agricolo consistente in una piccola incudine, da conficcarsi nel terreno, su cui si batte con un martello la lama della falce per rifarle il filo. 

battiferro

s.m. [pl. -ri] maglio antiquato, azionato da una ruota a denti. 

battifiacca

s.m. e f. invar. fannullone, scansafatiche. 

battifianco

s.m. [pl. -chi] stanga orizzontale che nelle scuderie separa i cavalli l'uno dall'altro. 

battifolle

s.m. [pl. -li] specie di bastione o torre fortificata che si innalzava occasionalmente a scopo offensivo o difensivo. 

battifondo

s.m. [pl. -di] sorta di gioco d'azzardo fatto al biliardo, o anche con le carte, in cui un giocatore sfida a turno tutti gli altri. 

battifredo

s.m. [pl. -di] (1) nel medioevo, torre di vedetta in legno munita di una campana per dare l'allarme all'appressarsi del nemico (2) macchina da guerra medievale molto simile...

battifuoco

s.m. [pl. -chi] (ant.) acciarino con cui si accendeva il fuoco. 

battigia

s.f. [pl. -gie] striscia di spiaggia lungo la quale salgono e si smorzano le onde. 

battilano

s.m. [pl. -ni], o battilana , s.m. invar. (antiq.) operaio che batte e prepara la lana per l'imbottitura di materassi e cuscini; materassaio. 

battilardo

s.m. invar. tagliere di legno per battere e tritare il lardo, la carne o altri cibi. 

battilastra

s.m. invar. (metall.) operaio addetto alla formatura delle lamiere sottili. 

battilocchio

o battiloglio s.m. [pl. -chi o -gli], o battiloglia s.f. [pl. -glie], sorta di antica cuffia da donna che ricadeva sugli occhi. 

battiloro

s.m. invar. operaio che lavora i metalli preziosi riducendoli in sottili lamine o foglie. 

battima

s.f. battigia. 

battimano

o battimani , s.m. [pl. -ni] (spec. pl.) approvazione manifestata battendo le mani. 

battimare

s.m. invar. (mar.) a poppa delle navi, il riparo che si oppone all'irrompere delle onde. 

battimazza

s.m. invar. (antiq.) aiutante del fabbro, addetto a battere la mazza. 

battimento

s.m.  (1) (non com.) il battere, il percuotere | battimento di cuore , palpitazione, batticuore (2) (fis.) l'alternarsi periodico dell'intensità di un fenomeno; in acustica è causato...

battimuro

s.m. invar. gioco di ragazzi che consiste nel gettare a turno una moneta, una figurina o altro contro un muro cercando di farla ricadere quanto più possibile vicino a un punto...

battipalle

s.m. invar. estremità della bacchetta che si usava per il caricamento del fucile ad avancarica. 

battipalo

s.m. [pl. -li] (1) macchina a maglio usata per infiggere nel terreno i pali per fondazioni (2) operaio che manovra tale macchina. 

battipanni

s.m. invar. attrezzo di vimini o altro materiale, a forma di spatola con lungo manico, usato per battere panni, tappeti ecc., e farne uscire la polvere. 

battipenna

s.m. invar. (mus.) la parte del plettro opposta alla punta. 

battipista

s.m. invar.  (1) lo sciatore che prepara una pista battendola con gli sci (2) il mezzo cingolato che compie questa operazione. 

battipolvere

s.m. invar. (sett.) battipanni. 

battiporta

s.f. invar.  (1) seconda porta di rinforzo alla prima (2) batacchio, battente. 

battirame

s.m. invar.  (1) artigiano che lavora il rame (2) officina dove si lavora il rame. 

battiscopa

s.m. invar. zoccolo di protezione che corre lungo la base delle pareti interne di un ambiente. 

battisoffia

o battisoffiola [bat-ti-sóf-fio-la], s.f. [pl. -fie , -le] (lett.) paura che rende ansimante; palpitazione di cuore. 

battispiaggia

s.m. invar. imbarcazione con cui la finanza perlustrava il mare lungo le coste per reprimere il contrabbando; battello guardiacoste. 

battispolvero

s.m. [pl. - ri], o battispolvere , s.m. invar. sacchetto di tessuto fino e rado, contenente gesso o polvere di carbone, usato dai disegnatori per spolverizzare il...

battista

agg. e s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) (lett.) che, chi battezza | il battista , per antonomasia, san giovanni battista, che secondo il racconto...

battista

vedi batista

battistero

rar. battisterio , s.m.  (1) edificio minore costruito in prossimità della chiesa per amministrarvi il battesimo: il battistero di san giovanni a firenze  (2) il fonte battesimale; anche, la...

battistrada

s.m. invar.  (1) (ant.) inserviente che precedeva a cavallo la carrozza del signore; oggi, lo staffiere che va avanti al cocchio del sovrano nelle parate o il milite, le staffette motorizzate che...

battitacco

s.m. [pl. -chi] fettuccia di rinforzo applicata all'interno dell'orlo dei calzoni; salvapantaloni. 

battitappeto

s.m. [pl. -ti] aspirapolvere integrato da un dispositivo battente per la pulizia di tappeti e moquette. 

battiticcio

s.m. (antiq.) residuo del grano rimasto sull'aia dopo l'operazione della battitura. 

battito

s.m.  (1) il battere; pulsazione, palpitazione: lieve battito di ciglia  (2) (estens.) rumore continuo e regolare prodotto da cosa che batte: il battito della pioggia sul tetto...

battitoia

s.f. (tip.) blocco di legno duro a superficie piana, usato dagli stampatori per pareggiare i caratteri prima di metterli in macchina. 

battitoio

s.m.  (1) parte dell'imposta o dello stipite che combacia con l'altra nel chiudersi; battente (2) parte della cornice in cui si incastra il vetro o il quadro (3) nella filatura del cotone,...

battitore

s.m. [f. -trice] (1) chi, durante la caccia, è incaricato di battere i cespugli e far rumore per stanare la selvaggina (2) (agr.) chi batte il grano; chi bacchia le...

battitrice

s.f. (antiq.) trebbiatrice. 

battitura

s.f.  (1) il battere | battitura (a macchina) , scrittura eseguita con la macchina per scrivere (2) percossa: i segni delle battiture | (fig. lett.) offesa, danno: afflitto...

battocchio

s.m. (non com.) batocchio. 

battola

s.f.  (1) tavoletta di legno con maniglie mobili di ferro che, per il rumore che produce, è usata nelle funzioni religiose della settimana santa quando è proibito l'uso delle campane;...

battologia

s.f. (lett.) ripetizione inutile o pedante di parole o frasi: non meritereste mo' voi... che con una delle mie solite cacofonie o battologie io vi chiamassi un briccone più briccone...

battologico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) che ripete continuamente parole o frasi. 

battona

s.f. (region.) prostituta di strada. 

battorina

s.f. canto popolare sardo su una strofa di quattro versi. 

battura

s.f. (mar.) ciascuno degli incavi praticati nei due lati della chiglia di uno scafo per fissarvi le prime tavole del fasciame. 

battuta

s.f.  (1) (non com.) il battere (2) colpo dato sulla superficie di un corpo; anche, il segno lasciato da esso | (region.) serie di percosse, carica di botte (3) ciascun colpo che si dà...

battuto

part. pass. di battere agg.  (1) lavorato con percussione: terra battuta , costipata e spianata con un rullo compressore o con un ceppo di legno; ferro battuto...

batuffolo

meno com. batufolo , s.m.  (1) piccolo ammasso di un materiale soffice: un batuffolo di lana , di cotone  (2) (fig.) bambino o animaletto piccolo, tenero. dim. batuffolino , batuffoletto...

bau bau

anche baubau, inter. voce onom. che imita l'abbaiare del cane | far bau bau , far paura ai bambini. 

baud

(1) s.m. invar. (telecom.) unità di misura del flusso di informazione di dati, pari a (2) bit al secondo | in origine, unità di misura della velocità telegrafica e...

baulare

v. tr. (agr.) arare un terreno a baulature. 

baulatura

s.f. (agr.) la convessità che si fa assumere a un terreno rialzando a colmo il centro e degradando i lati. 

baule

s.m.  (1) cassa, per lo più foderata e con coperchio convesso, che serve per contenere o trasportare abiti, biancheria ecc. | baule armadio , ad apertura verticale, in cui i vestiti possono stare...

bauletto

s.m.  (1) dim. di baule  (2) borsetta a forma di piccolo baule; cofanetto per gioielli; beauty-case (3) piccolo bagagliaio dei ciclomotori (4) (gastr.) involtino di...

bauscia

s.m. invar. sbruffone; fanfarone. 

baussite

vedi bauxite

bautta

rar. bauta , s.f.  (1) costume in uso a venezia nel sec. xviii costituito da una mantellina di seta nera provvista di cappuccio, sul quale si portava il tricorno, e da una mascherina pure nera che...

bauttino

s.m. tipo di torrone ricoperto di cioccolato. 

bauxite

rar. baussite, s.f. (min.) minerale di alluminio, in masse terrose bianco-giallastre o rosso-brune. 

bava

s.f.  (1) liquido viscoso che cola dalla bocca di taluni animali, spec. se idrofobi, o anche da quella di bambini, vecchi, persone che si trovino in un'anormale condizione fisica o psichica |...

bavaglino

s.m. piccolo tovagliolo che si allaccia al collo dei bambini. 

bavaglio

s.m.  (1) fazzoletto o striscia di stoffa che si applica alla bocca di persone cui si vuol impedire di gridare | mettere il bavaglio a qualcuno , (fig.) impedirgli di esprimere liberamente la...

bavagliolo

lett. bavagliuolo , s.m. bavaglino. dim. bavagliolino.  

bavarese

agg. della baviera s.m. e f. chi è nato o abita in baviera | s.f.  (1) dolce a base di panna, uova, zucchero e aromi,...

bavarico

agg. [pl. m. -ci] (ant. , lett.) bavarese. 

bavaro

vedi bavero

bavaro

s.m. (lett.) nativo, abitante della baviera. 

bavatura

s.f. (metall.) sbavatura. 

bavella

s.f.  (1) filo sottilissimo di seta che si ricava dallo strato esterno dei bozzoli immersi in acqua bollente (2) il tessuto fabbricato con questo filo. 

bavera

s.f.  (1) mantellina da donna che copre le spalle. dim. baverina  (2) colletto ricamato a merletto posto sullo scollo delle vesti femminili. 

bavero

ant. o dial. bavaro, s.m. parte del mantello o del vestito che sta intorno al collo e si porta per lo più ripiegata: bavero rialzato ; cappotto col bavero di pelliccia...

bavetta

s.f.  (1) bavaglino (2) (metall.) sbavatura dei metalli lavorati (3) parafango flessibile, per lo più di gomma, sospeso dietro le ruote dei veicoli (4) pl. tipo di...

baviera

s.f.  (1) parte mobile dell'armatura che difendeva la parte inferiore del viso; barbozza (2) striscia di lana che i contadini portavano sulla bocca per ripararla dal freddo. 

bavosa

s.f. genere di pesci marini o d'acqua dolce con testa grossa e rotonda provvista di due appendici sopra le orbite, e pinna dorsale alta (ord. perciformi). 

bavoso

agg. pieno di bava; che perde bava dalla bocca. 

bazar

s.m. invar.  (1) mercato caratteristico dei paesi orientali e dell'africa sett. (2) negozio in cui si vendono le merci più svariate (3) (fig.) luogo pieno di oggetti ammassati alla...

bazooka

s.m. invar.  (1) arma anticarro, leggera e maneggevole, che lancia proiettili a razzo con alto potere perforante (2) (cine.) cavalletto a un solo piede utilizzato per sostenere la macchina da...

bazuca

s.m. invar. adattamento it. di bazooka.  

bazza

s.f. mento molto sporgente; (scherz.) mento in genere. 

bazza

s.f. un tempo, in alcuni giochi, la carta presa all'avversario; oggi, per estens., fortuna, guadagno, pacchia: che bazza!.  

bazzana

s.f. pelle di pecora conciata che si usa in legatoria. 

bazzecola

s.f. cosa da nulla, di poco conto; inezia: costa una bazzecola!.  

bazzica

s.f.  (1) gioco di carte simile alla scopa (2) gioco fatto col biliardo. 

bazzicare

v. tr. [io bàzzico , tu bàzzichi ecc.] (fam.) frequentare assiduamente: bazzicare cattive compagnie | v. intr. [aus. avere] recarsi...

bazzicotto

s.m.  (1) nel gioco della bazzica, serie di tre carte uguali. accr. bazzicottone , serie di quattro (2) nella bazzica al biliardo, colpo che fa cadere tutti i birilli meno quello...

bazzoffia

antiq. basoffia, s.f. (tosc.) (1) minestrone, o altro cibo abbondante e grossolano (2) (fig. non com.) insieme di cose disordinate; discorso, scritto lungo e caotico. 

bazzotto

rar. barzotto, agg.  (1) si dice di uovo cotto col guscio, più sodo dell'uovo alla coque ma più tenero dell'uovo sodo (2) (fig. non com.) si dice di ciò che si trova in uno stato non ben...

bazzuto

agg. che ha la bazza, il mento molto prominente. 

be

vedi bi

be'

vedi beh

be'

vedi bello

be-bop

abbr. bop, s.m. invar. (mus.) forma jazzistica nata negli usa durante la seconda guerra mondiale, caratterizzata da un aperto richiamo al blues, dal ritmo spezzato e da una complessa...

beach volley

loc. sost. m. invar. pallavolo giocata sulla spiaggia da due squadre di due giocatori ciascuna. 

beagle

s.m. invar. (zool.) nome inglese con cui oggi è più noto il bracchetto.  

beante

agg.  (1) (med.) aperto, detto di vasi, di condotti: arteria beante  (2) (geol.) che lascia aperto uno spazio entro il quale possono passare acque o materiali: faglia beante.  

beare

v. tr. [io bèo ecc.] (non com.) rendere beato, felice: tacito orror di solitaria selva / di sì dolce tristezza il cor mi bea (alfieri) | bearsi v. rifl....

bearnese

agg. del béarn, regione storica della francia meridionale | salsa bearnese , a base di burro, tuorlo d'uovo, vino bianco ed erbe aromatiche. 

beat

s.m. invar. forza ritmica di un esecutore o di un'esecuzione di musica jazz. 

beat

agg. invar.  (1) si dice di un fenomeno letterario e di costume nato negli usa nel corso degli anni cinquanta, caratterizzato dalla contestazione dei valori correnti in nome di un individualismo...

beatificare

v. tr. [io beatìfico , tu beatìfichi ecc.] (1) (non com.) riempire di gioia, di beatitudine; beare (2) proclamare, da parte dell'autorità ecclesiastica, un servo di dio...

beatificazione

s.f. il beatificare; la solenne funzione religiosa con cui il papa proclama un beato | causa , processo di beatificazione , quelli durante i quali l'autorità canonica valuta i...

beatifico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) che dà beatitudine | visione beatifica , la visione di dio propria dei beati. 

beatitudine

s.f.  (1) felicità intensa, perfetta e assoluta: vivere felice e in beatitudine  (2) (relig.) felicità soprannaturale derivante all'anima dalla visione di dio nell'aldilà: l'eterna...

beatnik

s.m. e f. invar. lo stesso che beat.  

beato

part. pass. di beare agg.  (1) che gode perfetta felicità: vivere beato e contento | che dà gioia: un giorno beato | in...

beatrice

agg. e s.f. (lett.) che dà beatitudine, che ispira sentimenti elevati: venni cercando l'arte beatrice / di giotto, che gli spiriti disegna ...

beaujolais

s.m. invar. il vino dell'omonima regione storica della francia centrale. 

beauty center

loc. sost. m. imvar. istituto di bellezza. 

beauty farm

loc. sost. f. invar. complesso alberghiero dotato di impianti sportivi e strutture sanitarie, presso cui si soggiorna per migliorare la propria forma fisica. 

beauty-case

abbreviato in beauty , s.m. invar. borsetta femminile a forma di bauletto che contiene il necessario per la toeletta e per il trucco. 

bebè

s.m. invar. bambino molto piccolo | alla bebè , al modo dei bambini: capelli alla bebè , lisci e tagliati all'altezza delle orecchie; colletto alla bebè , piccolo e tondo. 

becca

s.f. (ant.) (1) sciarpa di seta che veniva portata da professori universitari e magistrati (2) (mil.) bandoliera (3) nastro di seta che serviva a tener ferme le calze...

becca

s.f. (non com.) (1) cocca di fazzoletto; lembo appuntito di veste (2) piega, orecchia di pagina (3) (region.) cima di un monte, aguzza e impervia; picco (4) berretta...

beccaccia

s.f. [pl. -ce] uccello di color bruno rossiccio a linee trasversali giallognole, con becco lungo e sottile, zampe corte; è cacciato per le carni pregiate (ord. ...

beccaccino

s.m.  (1) uccello di palude simile alla beccaccia ma più piccolo, con piumaggio biancastro a strisce fulve (ord. caradriformi) (2) (mar.) piccola imbarcazione a vela da...

beccaccione

s.m. (dial.) cornuto (come epiteto ingiurioso). 

beccafico

s.m. [pl. -chi] uccellino canoro, di colore grigio, con becco diritto e sottile, dannoso all'agricoltura; ha carni pregiate (ord. passeriformi). 

beccaio

s.m. (ant. , region.) (1) venditore di carne di becco; per estens., macellaio (2) (estens.) carnefice, boia | (spreg.) chirurgo. 

beccamorto

o beccamorti , s.m. (spreg.) necroforo, becchino. 

beccamoschino

s.m. uccellino dal piumaggio giallo-fulvo a macchie scure (ord. passeriformi). 

beccapesci

s.m. uccello marino con piedi palmati neri, becco nero, parte superiore del capo nera, corpo color cenere sopra, bianco sotto (ord. caradriformi). 

beccare

v. tr. [io bécco , tu bécchi ecc.] (1) afferrare il cibo col becco; per estens., mangiare | prov. : gallina che non becca ha già beccato , chi non mangia a...

beccastrino

s.m. zappa lunga e stretta per cavare sassi. 

beccata

s.f.  (1) colpo dato col becco; quantità di cibo che l'uccello prende col becco | (estens.) puntura di insetto (2) (fig.) battuta pungente, commento riprensivo od offensivo. 

beccatello

s.m.  (1) (arch.) mensoletta a sostegno di terrazzini, cornicioni e sim. (2) (non com.) gancio o piolo dell'attaccapanni. 

beccatoio

s.m. recipiente che serve a contenere il becchime nelle gabbie degli uccelli. 

beccatura

s.f. (non com.) (1) l'atto del beccare (2) il segno lasciato da una beccata. 

beccheggiare

v. intr. [io becchéggio ecc. ; aus. avere] detto di natanti o di aeromobili, e per estens. di autoveicoli, oscillare in senso longitudinale. 

beccheggiata

s.f. (non com.) movimento del beccheggiare; beccheggio. 

beccheggio

s.m. il beccheggiare. 

beccheria

s.f. (ant. , region.) macelleria | (ant.) macello. 

becchettare

v. tr. [io becchétto ecc.] beccare frequentemente e rapidamente | becchettarsi v. rifl. beccarsi di frequente e velocemente (anche fig.). 

becchettio

s.m. il becchettare; il rumore che ne deriva. 

becchetto

s.m. ciascuno dei due finimenti delle scarpe, forniti di buchi per passarvi le stringhe. 

becchetto

s.m.  (1) dim. di beccon 1 (2) beccuccio di recipienti. 

becchime

s.m. mangime per uccelli, in partic. per i volatili da cortile. 

becchincroce

s.m. (zool.) crociere. 

becchino

s.m.  (1) chi, per mestiere, seppellisce i morti; necroforo (2) nome comune di alcuni insetti coleotteri che seppelliscono le carogne di topi, uccelli o altri piccoli animali per deporvi le...

becco

s.m. [pl. -chi] (1) (zool.) guaina cornea prominente che costituisce l'estremità della bocca degli uccelli, di qualche rettile e dei mammiferi monotremi; ranfoteca: dar di becco...

becco

s.m. [pl. -chi] (1) il maschio della capra o della pecora; caprone, montone, irco (2) (fig. volg.) marito tradito; cornuto. 

beccofrosone

o beccofrusone , s.m. uccello dal corpo tozzo con morbido piumaggio grigio, rossiccio e nero, ciuffo erettile rossiccio sul capo (ord. passeriformi). 

beccolare

v. tr. e intr. [io béccolo ecc. ; aus. dell'intr. avere] (rar.) beccare qua e là, di tanto in tanto. 

beccone

s.m. (rar.) (1) caprone (2) (fig.) uomo stolido; bestione. 

beccucchiare

v. tr. [io beccùcchio ecc.] (rar.) beccare a piccole quantità. 

beccuccio

s.m.  (1) dim. di beccon 1 (2) sporgenza dell'orlo o breve cannello di ampolle, anfore, brocche e sim., attraverso cui si versa il liquido (3) sorta di pinzetta per...

beccuto

agg. (non com.) fornito di becco | che ha il becco lungo. 

beceraggine

s.f. (region.) azione, comportamento, espressione da becero; volgarità, trivialità. 

becerata

s.f. (region.) beceraggine. 

beceresco

agg. [pl. m. -schi] (region.) da becero § becerescamente avv.  

becero

agg. e s.m. [f. -a] (region.) si dice di persona triviale, di modi volgari | cafone, zotico. dim. becerotto accr. becerone §...

becerume

s.m. (tosc.) marmaglia, gentaglia. 

becher

s.m. invar. (chim.) recipiente cilindrico di vetro, porcellana o plastica, usato nei laboratori chimici per riscaldare liquidi. 

bechico

agg. e s.m. [pl. m. -ci] (farm.) si dice di medicamento che favorisce l'espettorazione. 

beco

s.m. [f. -a ; pl. m. -chi] (tosc.) contadino: beca di dicomano , titolo di un poemetto rusticale di luigi pulci (1432-1484) | (estens.) zotico, cafone. 

becquerel

s.m. invar. unità di misura dell'attività delle sostanze radioattive nel sistema internazionale, pari all'attività di una sostanza radioattiva che subisce un decadimento al...

bed and breakfast

loc. sost. m. invar. formula di alloggio in alberghi e pensioni la cui tariffa dà diritto alla stanza e alla prima colazione; per estens., l'esercizio che pratica questa...

bedanatrice

s.f. macchina per praticare fori su tavole di legno. 

bedano

s.m. scalpello da falegname con lama stretta e molto spessa. 

beduina

s.f. mantello con cappuccio usato dalle donne in occasioni mondane nella seconda metà dell'ottocento. 

beduino

s.m. [f. -a] (1) nel mondo arabo, nomade del deserto che vive in tribù a economia pastorale (2) (fig.) persona dall'aspetto incolto, o vestita in modo bizzarro: sembrare un...

bee

vedi

beeper

s.m. invar. lo stesso che cercapersone.  

befana

s.f.  (1) (pop.) epifania (2) personaggio fantastico raffigurato come una vecchia brutta ma benefica che porta doni ai bambini la notte dell'epifania | credere (ancora) alla befana , (fig.)...

beffa

s.f.  (1) inganno ordito contro qualcuno per schernirlo; burla (2) parola o gesto di scherno; canzonatura | farsi beffe , beffarsi, prendersi gioco | avere il danno e le beffe , rimanere...

beffardo

agg.  (1) che si compiace di beffare: uomo beffardo  (2) che dimostra scherno, sarcasmo, ironia: risata beffarda § beffardamente avv.  

beffare

v. tr. [io bèffo ecc.] fare, giocare una beffa a qualcuno | canzonare, deridere | beffarsi v. rifl. farsi beffe di qualcuno o di qualcosa; dimostrare disprezzo o...

beffatore

agg. e s.m. [f. -trice] (ant. , lett.) che, chi beffa o si fa beffe. 

beffeggiamento

s.m. (non com.) il beffeggiare. 

beffeggiare

v. tr. [io befféggio ecc.] beffare con insistenza, con accanimento. 

beffeggiatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi beffeggia, suole beffeggiare. 

beffeggiatorio

agg. (rar.) beffeggiatore; derisorio. 

bega

s.f. [pl. -ghe] (1) bisticcio futile: avere delle beghe con qualcuno  (2) faccenda importuna e fastidiosa; grattacapo. 

begardo

s.m. [f. -a] (st.) appartenente a un'associazione religiosa diffusasi a partire dal sec. xiii spec. nelle fiandre, caratterizzata da spirito riformatore e caritativo. 

begare

v. intr. [io bègo , tu bèghi ecc. ; o io bégo , tu béghi ecc. ; aus. avere] (region.) far beghe; questionare, litigare: il vecchio / che...

beghina

s.f.  (1) (st.) donna appartenente a comunità ispirate a ideali evangelici e caritativi, sorte spec. in belgio nel sec. xii (2) (estens.) donna bigotta, bacchettona. 

beghinaggio

s.m.  (1) (st.) comunità di beghine; gli edifici nei quali esse abitavano (2) (fig.) atteggiamento di esagerato pietismo. 

beghino

s.m. [f. -a] (1) (st.) begardo (2) (estens.) bigotto, bacchettone. 

begliuomini

o begliomini , s.m. pl. (bot.) balsamina. 

begolardo

s.m. (ant.) fanfarone, ciarlatano. 

begolare

o bergolare, v. intr. [io bègolo ecc. ; aus. avere] (ant.) chiacchierare futilmente, cianciare. 

begonia

s.f. pianta erbacea o arbustiva ornamentale con foglie eleganti e fiori variamente colorati (fam. begoniacee). 

begoniacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni cui appartiene la begonia | sing. [-a] pianta appartenente a tale famiglia. 

beguine

s.f. invar. ballo popolare giamaicano dal ritmo lento, ripreso dalla musica leggera moderna. 

begum

s.f. invar. titolo di nobildonne e principesse musulmane; in partic., presso gli ismailiti, titolo della moglie dell'agha khan. 

beh

o be', inter. ebbene, dunque: beh, fai come vuoi ; beh, che c'è? ; beh, facciamola finita!.  

behaviorismo

s.m. (psicol.) comportamentismo. 

behavioristico

agg. di behaviorismo; comportamentistico. 

bei

vedi bey

beige

s.m. invar. colore tra il nocciola e l'avana | anche agg. : tessuto beige.  

beilicato

s.m. il titolo di bey; la giurisdizione di un bey. 

bel

s.m. invar. (fis.) unità di misura della potenza o della intensità di un'oscillazione (elettrica o sonora) rispetto a un riferimento dato | unità di misura della sensazione...

belante

part. pres. di belare e agg. nei sign. del verbo: voi trarrete la mugghiante greggia / e la belante a quelle cime là (carducci)...

belare

v. intr. [io bèlo ecc. ; aus. avere] (1) emettere belati (2) (estens.) esprimersi con voce lamentosa e tremula | anche come v. tr. :...

belato

s.m.  (1) verso caratteristico delle pecore e delle capre (2) (estens.) lamento piagnucoloso | voce, canto queruli. 

belcantistico

agg. [pl. -ci] di belcanto, del belcantismo: repertorio belcantistico.  

belcanto

o belcantismo [bel-can-tì-smo], s.m. stile di canto virtuosistico tipico del melodramma italiano fino agli inizi dell'ottocento; è caratterizzato dal passaggio omogeneo dalle zone...

belemnita

o belemnite , s.m. [pl. -ti] mollusco cefalopodo fossile simile alla seppia attuale, vissuto nell'era secondaria. 

belga

agg. [pl. m. -gi ; pl. f. -ghe] del belgio s.m. e f. chi abita, chi è nato nel belgio. 

belio

s.m. (rar.) (1) belare prolungato e insistente (2) (estens.) piagnucolio. 

bella

s.f.  (1) donna bella e che gode di tale fama: la bella del paese | (fam.) l'innamorata, la fidanzata: l'ho visto con la sua bella | con valore fraseologico, in...

belladonna

s.f. pianta erbacea medicinale con fiori di color bruno, foglie lanceolate e bacche di colore nerastro e lucide che contengono alcaloidi, spec. atropina (fam. ...

bellare

v. intr. [io bèllo ecc. ; aus. avere] (ant.) guerreggiare, combattere. 

bellavista

o bella vista, s.f. (pl. belleviste) belvedere, panorama | in bellavista , in mostra, ben visibile (spec. in gastr., detto di vivande servite sotto gelatina). 

belle é

belle époque;loc. sost. f. sing. gli anni tra la fine dell'ottocento e l'inizio della prima guerra mondiale, che furono per la ricca borghesia europea un periodo di benessere...

belletta

s.f. (lett.) fanghiglia, mota: or ci attristiam ne la belletta negra (dante inf. vii, 124). 

belletterista

o bellettrista [bel-let-trì-sta], agg. e s.m. e f. [pl. m. -sti] (antiq.) cultore di studi letterari. 

belletteristica

o bellettristica [bel-let-trì-sti-ca], s.f. (antiq.) bella letteratura, belle lettere (con sfumatura spreg.). 

belletteristico

o bellettristico [bel-let-trì-sti-co], agg. [pl. m. -ci] (antiq.) da belletterista. 

belletto

s.m.  (1) qualsiasi cosmetico usato dalle donne per il trucco (2) (fig. lett.) artificio stilistico, retorico. 

bellettrista

e deriv. vedi belletterista e deriv.  

bellezza

s.f.  (1) qualità di ciò che è bello (anche in senso morale); il valore estetico delle cose: una donna di grande bellezza ; la bellezza del creato , di un'opera d'arte ; la bellezza di un...

bellicismo

s.m. tendenza alla guerra; politica degli stati che mirano a risolvere i problemi internazionali con il ricorso alla guerra. 

bellicista

agg. e s.m. e f. [pl. m. -sti] che, chi è fautore del bellicismo. 

bellicistico

agg. [pl. m. -ci] relativo al bellicismo; da bellicista. 

bellico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la guerra: ordigni bellici ; sforzo bellico , impegno di uno stato per armarsi in vista di una guerra. 

bellico

vedi ombelico

bellicosità

s.f. l'essere bellicoso. 

bellicoso

agg.  (1) che ama la guerra: un popolo bellicoso  (2) (estens.) combattivo, battagliero: uno spirito bellicoso § bellicosamente avv.  

bellide

s.f. (bot.) margheritina | bellide maggiore , margherita di prato. 

belligerante

agg. e s.m. e f. che, chi è in stato di belligeranza: le potenze belligeranti.  

belligeranza

s.f. condizione giuridica di uno stato che si trova in guerra, comportante determinati diritti e doveri per lo stato stesso e per i cittadini | non belligeranza , condizione di uno...

belligero

agg. (lett.) bellicoso, battagliero. 

bellimbusto

s.m. [pl. -sti ; rar. beglimbusti] uomo galante e di eleganza ricercata, ma fatuo; damerino, cascamorto. 

bello

lett. be', agg. [al maschile, se posposto al s., bello al sing., belli al pl.; se anteposto al s., dinanzi a s impura, gn , pn ,...

belloccio

agg. [pl. f. -ce] si dice di persona la cui bellezza non è raffinata, ma fresca e piacevole: jeli trovò la ragazza, la quale s'era fatta grandicella e belloccia ...

bellona

s.f. donna di bellezza appariscente o volgare (per lo più in usi ironici o scherzosi): egli le diceva sempre negli orecchi: «bellona!» (pratolini). 

bellospirito

o bello spirito, s.m. [pl. begli spiriti] persona di spirito faceto e brillante | (spreg.) chi vuol fare dello spirito a tutti i costi. 

belluino

agg. (lett.) che è proprio di belva | (estens.) feroce, disumano: furore belluino § belluinamente avv.  

bellumore

o bell'umore, s.m. [pl. begli umori ; non com. bellumori] uomo allegro e scherzoso; mattacchione. 

bellunese

agg. di belluno s.m. e f. chi abita, chi è nato a belluno. 

belluria

s.f. (lett.) bellezza apparente, artificiosa | eleganza vistosa e di cattivo gusto: le bellurie della retorica.  

belo

s.m. (ant.) belato. 

belodonte

s.m. genere di rettili fossili del triassico superiore. 

beloniformi

s.m. pl. (zool.) ordine di pesci ossei, quasi tutti marini, con corpo allungato e pinne a raggi molli, di cui fa parte l'aguglia | sing. [-e] ogni pesce di tale...

belpaese

® s.m. invar. formaggio molle di pasta color giallo-crema prodotto in lombardia. 

beltà

ant. beltade [bel-tà-de], beltate, biltà, s.f. (lett.) (1) bellezza (2) donna molto bella: cara beltà che amore / lunge m'inspiri (leopardi alla sua...

beluga

s.m. invar. (zool.) grosso cetaceo dei mari artici, privo di pinna dorsale, che viene cacciato per le carni e per il grasso; delfino bianco. 

belva

s.f.  (1) animale feroce | sembrare , diventare una belva , (iperb.) essere infuriato, andare su tutte le furie (2) (fig.) persona che agisce con ferocia disumana. 

belvedere

s.m. [pl. -ri o -re] (1) luogo elevato da cui si scorge un ampio panorama (2) (mar.) in un veliero, secondo pennone dall'alto e relativa vela dell'albero di...

belzebù

ant. belzebub , s.m. secondo la bibbia, nome del principe degli spiriti maligni | (estens.) demonio, diavolo. 

belzoino

belzuino vedi benzoino

bema

s.m. invar.  (1) presso i greci antichi, unità di misura di lunghezza, pari a m 0,74; anche, il piedistallo da cui gli oratori parlavano in pubblico (2) (arch.) nella basilica cristiana,...

bemolle

s.m. invar. (mus.) segno di alterazione (o3) che, posto davanti a una nota, indica che essa va abbassata di un semitono | l'alterazione stessa. 

bemollizzare

v. tr. (mus.) applicare un bemolle; abbassare una nota di un semitono. 

benaccetto

o ben accetto, bene accetto, agg. (lett.) gradito: omaggio benaccetto.  

benacense

agg. (lett.) del lago di garda. 

benallevato

agg. (rar.) beneducato, allevato bene. 

benalzato

o ben alzato, agg. si usa per lo più come saluto augurale a chi si è appena alzato dal letto s.m. il saluto che si dà con questa formula: dare...

benamato

o beneamato, agg. (lett.) particolarmente amato; caro, diletto | anche in funzione di s.m. [f. -a] (scherz.) marito, moglie; partner: salutami il (tuo) benamato....

benanche

lett. ben anche, ant. ben anco, benanco, avv. (non com.) lo stesso che anche.  

benandante

s.m. (spec. pl.) depositario di antichi riti della fertilità documentati in friuli nei secc. xvi-xvii | (estens. non com.) stregone. 

benandare

s.m. invar. (rar.) (1) permesso di continuare un lavoro iniziato bene (2) benandata. 

benandata

s.f. (rar.) (1) mancia che si dà a un inserviente nel lasciare un albergo (2) buonuscita. 

benarrivato

o ben arrivato, agg. si dice a chi arriva in segno di buona accoglienza: benarrivati a casa nostra! s.m.  (1) il saluto espresso con questa formula: dare il...

benaugurato

agg. (non com.) sperato, atteso; fausto, fortunato § beneauguratamente avv.  

benavere

o ben avere, v. intr. [coniugato come avere] (rar.) stare in pace, avere tranquillità. 

benavveduto

agg. (non com.) assai avveduto, accorto. 

benavventurato

agg. (ant.) fortunato. 

benché

lett. ben che, cong. sebbene, quantunque, ancorché (si usa con il verbo al modo congiunt. per introdurre prop. concessive; l'uso con l'indic. è ant. o lett): benché lo desideri,...

bencreato

lett. ben creato, agg.  (1) (non com.) beneducato (2) (ant.) creato, destinato a fare il bene, a godere della felicità: o ben creato spirito, che a' rai / di vita etterna la dolcezza senti...

benda

s.f.  (1) striscia o fascia di garza, tela o stoffa che si usa nelle medicazioni di ferite o per immobilizzare un arto | benda elastica , di tessuto elastico | benda gessata , usata nelle...

bendaggio

s.m.  (1) insieme di bende (2) fasciatura, bendatura | (sport) fasciatura che il pugile porta a protezione delle mani, sotto i guantoni. 

bendare

v. tr. [io bèndo ecc. , meno com. io béndo] (1) coprire, fasciare con bende: bendare una mano  (2) coprire gli occhi con una benda (per impedire di...

bendatura

s.f. il bendare; fasciatura. 

bendetto

o ben detto, agg. detto bene, con parole appropriate inter. si dice per approvare quanto detto da altri: bendetto! beviamoci sopra.  

bendisposto

o ben disposto, agg.  (1) favorevole a qualcuno o qualcosa: bendisposto verso , nei confronti di qualcuno ; essere bendisposto a fare qualcosa  (2) (fam.) di corporatura robusta, di...

bendone

s.m. striscia di tessuto che pende da mitrie, cuffie e simili. 

bene

avv. [se proclitico spesso troncato in ben ; compar. meglio ; superl. benissimo od ottimamente] (1) in modo buono, giusto; in modo corretto, educato: agire ,...

benedettino

agg. di san benedetto da norcia (480-547): ordine benedettino , ordine monastico maschile fondato da san benedetto; regola benedettina , quella che disciplina l'ordine; monache...

benedetto

part. pass. di benedire agg.  (1) (teol.) che è stato oggetto di particolare favore divino: la vergine benedetta | (fig.) felice, fortunato:...

benedicente

part. pres. di benedire agg. (lett.) che benedice; in atto di benedire: un'immagine di cristo benedicente.  

benedicite

s.m. invar.  (1) (relig.) nome generico delle preghiere pronunciate prima di mettersi a tavola (2) formula di saluto di origine monastica, in uso in sicilia per gli anziani e le persone di...

benedire

ant. benedicere [be-ne-dì-ce-re], v. tr. [imperf. io benedicévo , pop. benedivo ecc. ; pass. rem. io benedissi , pop. benedii ecc. ; imp....

benedizionale

s.m. libro liturgico contenente una raccolta di formule rituali di benedizione. 

benedizione

s.f.  (1) nel cristianesimo, nell'ebraismo e in altre religioni, gesto e formula rituali con cui chi è investito di potere sacerdotale invoca la protezione e il favore di dio su persone o cose:...

beneducato

o ben educato o bene educato, agg. che dimostra negli atti e nelle parole di aver ricevuto una buona educazione; garbato, a modo. 

benefare

o benfare, v. intr. [coniugato come fare ; aus. avere] (1) (ant.) beneficare: bearsi benefacendo alla repubblica (campanella) (2) usato assol....

benefattore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] chi fa del bene al prossimo, moralmente o materialmente: benefattore dell'umanità , chi ha reso un servizio utile all'intera umanità | chi compie...

beneficare

v. tr. [io benèfico , tu benèfichi ecc.] fare del bene a qualcuno | fare beneficenza; concedere un beneficio. 

beneficato

part. pass. di beneficare agg. e s.m. [f. -a] che, chi ha ricevuto benefici, beneficenze. 

beneficatore

agg. e s.m. [f. -trice] (lett.) che, chi benefica, benefattore. 

beneficente

agg. [superl. beneficentissimo] (non com.) benefico. 

beneficenza

meno corretto beneficienza, s.f. la virtù e l'atto del beneficare; carità: fare , ricevere della beneficenza ; opera di beneficenza ; non volere , non aspettarsi la beneficenza di...

beneficiale

non com. benefiziale, agg. che si riferisce a un beneficio ecclesiastico. 

beneficiare

non com. benefiziare, v. intr. [io benefìcio ecc. ; aus. avere] ricevere un beneficio, trarre vantaggio da qualcosa: beneficiare di un'amnistia |...

beneficiario

non com. benefiziario, agg. che fruisce di un beneficio: ente beneficiario ; in partic., beneficiale s.m. [f. -a] (1) persona a favore della...

beneficiata

s.f.  (1) spettacolo teatrale il cui ricavato va a beneficio di un attore della compagnia (2) (fig.) susseguirsi di circostanze favorevoli (3) nel gioco del lotto, polizza di premio. 

beneficiato

non com. benefiziato, part. pass. di beneficiare agg. che ha ricevuto un beneficio e ne gode | eredità beneficiata , (dir.) accettata con...

beneficio

meno com. benefizio [be-ne-fì-zio], s.m.  (1) l'atto del beneficare: ricevere , ricambiare un beneficio | vantaggio, giovamento: i benefici del riposo ; beneficio (del corpo) ,...

benefico

agg. [pl. m. -ci ; dif. del superl. per cui si usa molto benefico o beneficentissimo , propr. superl. di beneficente] (1) che fa bene, che arreca beneficio,...

benefit

s.m. invar. (econ.) (1) retribuzione aggiuntiva data sotto forma di concessioni, privilegi, servizi | indennità accessoria (2) vantaggio, facilitazione offerti a un cliente...

benefizio

e deriv. vedi beneficio e deriv.  

benegno

vedi benigno

benemerente

agg. (lett.) che si acquista merito facendo del bene; benemerito. 

benemerenza

s.f. atto che rende benemerito; il merito acquisito: attestato di benemerenza ; acquistarsi , guadagnarsi delle benemerenze.  

benemerito

agg. e s.m. [f. -a ; dif. del superl. per cui si usa molto benemerito o benemerentissimo , propr. superl. di benemerente] agg. e...

beneplacito

s.m.  (1) approvazione, consenso, permesso: dare il beneplacito  (2) volere, arbitrio: agirà a suo beneplacito.  

benessere

s.m.  (1) stato prospero di salute, vigore fisico: senso di benessere  (2) florida condizione economica; agiatezza: vivere nel benessere ' economia del benessere , disciplina...

benestante

agg. e s.m. e f. che, chi possiede mezzi economici tali da poter vivere agiatamente; abbiente. 

benestare

s.m. invar.  (1) (non com.) lo star bene, benessere; agiatezza (2) autorizzazione, consenso: il benestare delle autorità.  

beneventano

agg. di benevento | (scrittura) beneventana , (paleogr.) tipo di scrittura originatosi nel monastero di montecassino e usato nei territori del ducato di benevento tra il sec. viii e...

benevolente

o benvolente [ben-vo-lèn-te], ant. benvogliente, benivolente, benivogliente, agg. [superl. benevolentissimo] (lett.) benevolo, ben disposto s.m. ...

benevolenza

ant. benvoglienza [ben-vo-glièn-za], benivolenza, s.f. buona disposizione d'animo verso altri: trattare qualcuno con benevolenza ; ottenere la benevolenza di qualcuno...

benevolo

agg. [dif. del superl., per cui si usa molto benevolo o benevolentissimo , propr. superl. di benevolente] (1) ben disposto verso qualcuno: gli era molto...

benfare

vedi benefare

benfatto

o ben fatto, agg.  (1) di belle fattezze, di proporzioni armoniose: corpo benfatto  (2) fatto bene, con cura e abilità: lavoro ben fatto | anche in espressioni esclamative...

bengala

s.m. [pl. invar., pop. -li] (1) fuoco d'artificio che produce luci di vario colore (2) razzo luminoso a luce intensa, per segnalazioni | (mil.) dispositivo di illuminazione...

bengalese

agg. del bengala, regione tra india e pakistan s.m.  (1) [anche f] chi abita o è nato nel bengala (2) (ling.) bengali. 

bengali

s.m. lingua indiana moderna del gruppo indoario, parlata nel bengala e nel bacino del gange-brahmaputra | si usa anche come agg. : lingua bengali.  

bengalina

s.f. stoffa di lana o di seta cordonata, originaria del bengala. 

bengalino

s.m.  (1) [f. -a] lo stesso che bengalese | anche come agg.  (2) piccolo uccello tropicale con becco rosso e piumaggio dai colori vivacissimi, molto diffuso come uccello da...

bengodi

s.m. nome di un immaginario paese dove regnano allegria e abbondanza: il paese di bengodi.  

beniamino

s.m. [f. -a] (1) figlio prediletto (2) (estens.) persona preferita tra altre: il beniamino del pubblico , della sorte.  

benignanza

o beninanza, s.f. (ant.) benignità, benevolenza, bontà. 

benignità

s.f.  (1) naturale disposizione a fare del bene (2) indulgenza, cortesia: trattare con benignità  (3) (lett) mitezza, clemenza: benignità del clima | fertilità:...

benigno

ant. benegno, agg.  (1) naturalmente disposto a fare del bene; buono | che dimostra benignità, cortesia: sorriso benigno  (2) indulgente, clemente, favorevole: un giudizio benigno  (3)...

beninformato

o ben informato, bene informato, agg. e s.m. [f. -a] che, chi possiede e dà informazioni attendibili, vicine alla fonte: ce l'ha detto il solito beninformato....

benintenzionato

o ben intenzionato, bene intenzionato, agg. e s.m. [f. -a] che, chi ha buone intenzioni § benintenzionatamente avv. con buone intenzioni. 

beninteso

o ben inteso, bene inteso, avv. certamente, naturalmente, ovviamente (usato nelle risposte o nelle precisazioni con senso affermativo): ci vedremo dopo la scuola, beninteso!...

benivogliente

benivolente vedi benevolente

benmeritare

o ben meritare, meno com. benemeritare [be-ne-me-ri-tà-re], bemmeritare, v. intr. [coniugato come meritare ; aus. avere] (rar.) essere meritevole, benemerito: benmeritare della...

benna

s.f.  (1) dispositivo meccanico formato da due valve incernierate, che, sorretto da una gru, serve per lo scavo, la raccolta e il sollevamento di materiale incoerente (sabbia, ghiaia ecc.) (2)...

bennato

non com. ben nato, agg. (lett.) (1) che possiede buone doti naturali, nato sotto buona stella: garzon bennato (leopardi a un vincitore nel pallone...

benparlante

o ben parlante, non com. bemparlante, agg. e s.m. e f. (non com.) che, chi parla correttamente e con una certa eleganza; eloquente. 

benpensante

o ben pensante, non com. bempensante, agg. e s.m. e f. che, chi pensa nella maniera ritenuta più giusta dalla maggioranza delle persone; con...

benportante

o ben portante, non com. bemportante, agg. che porta bene i suoi anni; arzillo, giovanile. 

benservito

s.m. attestato che si rilascia a chi cessa un'attività lavorativa, per comprovare che ha servito bene | dare il benservito a qualcuno , (eufem.) licenziarlo. 

bensì

cong. ma piuttosto, ma invece, ma anzi (con valore avversativo dopo una frase negativa; anche preceduto da ma rafforzativo): non mi pare sciocco, bensì svogliato ;...

benthos

vedi bentos

bentonico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) del bentos: flora , fauna bentonica.  

bentonite

s.f. (min.) tipo di argilla sedimentaria di origine vulcanica, che per le sue proprietà adsorbenti e assorbenti trova numerose applicazioni industriali. 

bentornato

o ben tornato, agg. usato in formule di saluto a chi torna dopo una assenza, un viaggio e sim.: bentornata a milano ; bentornato tra noi s.m.  (1) [f. -a]...

bentos

o benthos, s.m. (biol.) il complesso degli organismi che vivono a contatto con il fondo marino o lacustre: bentos sessile , costituito da organismi fissi sul fondo (p. e....

bentosto

o ben tosto, avv. (lett.) ben presto, subito. 

bentrovato

o ben trovato, agg. usato in formule di saluto a chi si rivede dopo molto tempo; in partic., come risposta a benvenuto s.m.  (1) [f. -a] persona che è gradito...

benveduto

o ben veduto, agg. benvisto. 

benvenuto

non com. ben venuto, agg. usato in formule di saluto a chi giunge in un luogo: benvenuto a casa mia! ; benvenuti in italia! s.m.  (1) [f. -a] persona o cosa il...

benvisto

non com. ben visto, agg. visto di buon occhio; che gode la stima e la simpatia di altri: è benvisto da tutti.  

benvolere

non com. ben volere, v. tr. [dif.; usati solo l'inf. pres. e il part. pass. benvoluto] voler bene; nutrire stima, simpatia: farsi benvolere ; prendere a benvolere qualcuno ; essere...

benzaldeide

s.f. (chim.) aldeide benzoica; è un composto organico liquido incolore, presente nelle mandorle amare, cui conferisce il caratteristico odore; si ottiene industrialmente per...

benzale

s.m. (chim.) radicale aromatico bivalente derivato dal toluene per perdita di due atomi di idrogeno del gruppo metilico. 

benzedrina

s.f. farmaco sintetico stimolante dell'attività respiratoria e circolatoria, dei riflessi e della resistenza alla fatica; amfetamina, simpamina. 

benzene

s.m. (chim.) idrocarburo ciclico aromatico a sei atomi di carbonio, liquido, incolore, volatile, infiammabile, tossico, ottenuto dal catrame di carbon fossile e dal petrolio; è...

benzenico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) relativo o derivato dal benzene: anello benzenico | che contiene un anello benzenico. 

benzile

s.m. (chim.) radicale aromatico monovalente derivato dal toluene per perdita di un atomo di idrogeno del gruppo metilico, presente in molte sostanze usate come reagenti: cloruro di...

benzilico

agg. solo nella loc. alcol benzilico , (chim.) composto formato dal gruppo benzile unito al gruppo ossidrilico, usato in profumeria, come solvente e come repellente di insetti. 

benzina

s.f. liquido trasparente, volatile, infiammabile costituito da una miscela di idrocarburi con punto di ebollizione inferiore a 230 ° c ottenuta per raffinazione del petrolio greggio...

benzinaio

roman. benzinaro , s.m. [f. -a] addetto o gestore di un distributore di benzina. 

benzo-

primo elemento di parole composte della terminologia chimica, da benzoino ; indica derivazione dal benzolo (p. e. benzopirene). 

benzoato

s.m. (chim.) sale o estere dell'acido benzoico. 

benzocaina

s.f. farmaco con azione anestetica locale, e protettiva contro i raggi ultravioletti. 

benzochinone

s.m. (chim.) nome comune a tre chinoni aromatici, alcuni derivati dei quali sono usati come farmaci, mentre altri sono diffusi in natura come pigmenti. 

benzoe

s.m. resina estratta dal benzoino. 

benzofenone

s.m. (chim.) chetone aromatico formato da due gruppi benzenici uniti a un gruppo chetonico; ha odore di geranio ed è usato in profumeria e come ipnotico; è detto anche...

benzoico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di un acido solido bianco, cristallino, usato in medicina, profumeria, come conservante nell'industria alimentare e come intermedio nella produzione...

benzoilazione

s.f. (chim.) reazione mediante la quale si introduce in una molecola il gruppo benzoile. 

benzoile

s.m. (chim.) radicale aromatico monovalente formato da un radicale benzenico legato a un gruppo chetonico; è presente in varie sostanze usate come reagenti: cloruro di benzoile ,...

benzoino

ant. belgiuino, belzoino, belzuino, s.m.  (1) (bot.) albero indonesiano con foglie alterne ovali e fiori in grappoli (fam. stiracacee) (2) resina profumata estratta da tale...

benzolismo

s.m. (med.) intossicazione cronica da benzolo. 

benzolo

s.m. (chim.) denominazione non corretta del benzene. 

benzopirene

s.m. (chim.) idrocarburo aromatico policiclico con venti atomi di carbonio; è fortemente cancerogeno ed è usato per lo studio sperimentale dei tumori. 

beola

s.f. (min.) varietà di gneiss che, ridotta in tavole, viene usata in edilizia per rivestimenti, scalini e pavimentazioni. 

beone

lett. bevone, s.m. [f. -a] chi ha il vizio di bere. 

beota

s.m. e f. [pl. -ti] (1) chi è nato o abita nella beozia, regione della grecia (2) (fig.) persona ottusa agg. da idiota:...

beotico

agg. [pl. m. -ci] (1) della beozia (2) (non com.) sciocco, idiota. 

bequadro

o beqquadro , s.m. (mus.) segno che, posto davanti a una nota, annulla le alterazioni precedenti. 

berberidacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante arbustive dicotiledoni con frutti a bacca | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

berberide

s.f. genere di piante arbustive con foglie pennate e fiori in grappolo, coltivate soprattutto a scopo ornamentale. 

berbero

s.m. (bot.) crespino. 

berbero

agg.  (1) proprio di una popolazione bianco-bruna dell'africa settentrionale (spec. del marocco e dell'algeria): lingua , letteratura berbera  (2) dell'antica regione africana detta barberia...

berbice

s.f. (ant. , lett.) pecora. 

berceau

s.m. invar. bersò, pergolato. 

berceuse

s.f. invar. ninnananna | (mus.) componimento ispirato alle ninnananne popolari, caratterizzato da un ritmo cullante: una berceuse di chopin.  

berciare

v. intr. [io bèrcio ecc. ; aus. avere] (tosc.) urlare in modo sguaiato. 

bercio

s.m. (tosc.) urlo sguaiato. 

bercione

s.m. [f. -a] (tosc.) chi bercia spesso; strillone. 

bere

ant. o pop. bevere [bé-ve-re], v. tr. [pres. io bévo ecc. ; pass. rem. io bévvi o bevétti , raro io bevéi , tu bevésti ecc....

berecinzio

o berecintio , agg. (lett.) dei berecinti, altro nome dei frigi; frigio. 

beretta

® s.f. pistola automatica prodotta in vari modelli da una fabbrica d'armi da fuoco italiana. 

beretta

vedi berretta

bergamasca

s.f. (mus.) antica canzone a ballo di tempo moderato, originaria della città di bergamo; nel sec. xix divenne una danza vivace affine alla tarantella. 

bergamasco

agg. [pl. m. -schi] di bergamo s.m. [f. -a] chi abita o è nato a bergamo. 

bergamina

s.f. nella pianura lombarda, vacca da latte; anche, mandria di tali vacche | (estens.) vaccheria. 

bergamino

s.m. (lomb.) addetto alle vacche da latte; proprietario di vacche da latte. 

bergamotta

agg. e s.f. si dice di una varietà pregiata di pera dal profumo di cedro. 

bergamotto

s.m.  (1) albero simile all'arancio, con foglie ovali e fiori bianchi odorosissimi (fam. rutacee) (2) frutto dell'albero omonimo, simile a un'arancia ma non commestibile,...

bergolo

s.m. (ant.) chiacchierone, fanfarone; anche, semplicione. 

bergè

bergère;s.f. invar. tipo di poltrona da riposo, ampia e comoda, con spalliera e braccioli imbottiti, poggiatesta laterali e cuscino mobile. 

beri beri

o beriberi, s.m. malattia causata da carenza di vitamina b1, diffusa nei paesi dell'estremo oriente e legata a un'alimentazione che abusa di riso brillato. 

bericiformi

s.m. (zool.) ordine di pesci marini teleostei, generalmente tropicali, con occhi grandi e colori vivacissimi | sing. [-e] ogni pesce di tale ordine. 

berillio

s.m. (chim.) elemento chimico il cui simbolo è be; è un metallo alcalino-terroso raro in natura, usato in leghe leggere e nella tecnica nucleare per rallentare i neutroni. 

berillo

s.m. (min.) silicato di alluminio e berillio in cristalli, di cui sono varietà preziose lo smeraldo e l'acquamarina. 

beriolo

lett. beriuolo , s.m. piccolo recipiente che si tiene nelle gabbie per far bere gli uccelli; beverino. 

berkelio

o berchelio, s.m. (chim.) elemento chimico transuranico artificiale di simbolo bk, ottenuto dall'americio per reazione nucleare. 

berlengo

s.m. [pl. -ghi] (ant.) tavola, mensa | tavolo da gioco; per estens., luogo di gozzoviglie. 

berlicche

o berlocche [ber-lòc-che], s.m. invar. (ant. pop.) diavolo | restare come berlicche , restare scornato | far berlicche e berlocche , (fig.) mancare di parola. 

berlina

s.f.  (1) antica pena che consisteva nell'esporre al pubblico ludibrio il condannato; per estens., il luogo stesso della pena (2) (fig.) scherno, derisione: mettere in , alla berlina , esporre...

berlina

s.f.  (1) carrozza di gala a quattro posti (2) (aut.) tipo di carrozzeria chiusa, a due o quattro porte | l'automobile stessa dotata di tale carrozzeria. dim. berlinetta.  

berlinese

agg. di berlino s.m. e f. chi è nato o abita a berlino. 

berlinga

s.f. moneta milanese d'argento dei sec. xvi-xvii. 

berlingaccio

s.m. (tosc.) giovedì grasso | la maschera rubiconda che lo rappresentava. 

berlingare

v. intr. [io berlingo , tu berlinghi ; aus. avere] (ant.) ciarlare, spettegolare. 

berlingozzo

s.m. (tosc.) dolce a forma di grande ciambella appiattita, fatto con farina, latte, uova e anici. 

berlocca

s.f. (mar.) l'ora del pasto e del riposo meridiano. 

berma

s.f. (edil.) gradino in calcestruzzo che si costruisce ai piedi di un argine o di un terrapieno per contenerlo. 

bermuda

s.m. pl. calzoni maschili e femminili che arrivano al ginocchio. 

bermudiana

s.f.  (1) (mar.) tipo di vela triangolare per imbarcazioni da diporto (2) (bot.) albero simile al ginepro con legno bianco e fiori lilla (fam. cupressacee). 

bernarda

s.f. (volg. sett.) vulva. 

bernardino

agg. di san bernardo di chiaravalle (1090-1153) o di san bernardino da siena (1380-1444) agg. e s.m. che, chi appartiene agli...

bernardo l'eremita

loc. sost. m. invar. (zool.) paguro. 

bernesca

s.f. componimento giocoso in terza rima, a imitazione di quelli composti dal berni. 

bernesco

agg. [pl. m. -schi] (1) del poeta italiano francesco berni (1497-1535) (2) (estens.) alla maniera del berni; giocoso, satirico: poema bernesco.  

bernese

agg. della città e del cantone di berna (svizzera) s.m. e f. chi è nato o abita a berna o nel cantone omonimo. 

bernia

s.f. sontuosa veste rinascimentale con strascico, che le dame portavano a guisa di mantello. 

berniniano

agg. dello scultore, architetto e pittore italiano gian lorenzo bernini (1598-1680) o che si riferisce alle sue opere: sculture , architetture berniniane | di...

bernoccolo

s.m.  (1) protuberanza della testa, dovuta a conformazione naturale o causata da un colpo | (non com.) nocchio, nodo di un bastone (2) (fig.) disposizione naturale a fare qualcosa: avere il...

bernoccoluto

agg.  (1) che ha bernoccoli: cranio bernoccoluto  (2) (non com.) nocchiuto, nodoso. 

berretta

ant. o dial. beretta, s.f.  (1) copricapo di varie forme, in genere senza tese: berretta da notte , di maglia, molto aderente | berretta da prete , rigido a tre spicchi (talvolta quattro) e...

berrettaio

s.m. [f. -a] chi fa o vende berretti. 

berrettificio

s.m. fabbrica di berretti. 

berrettinaio

s.m. [f. -a] berrettaio. 

berrettino

agg.  (1) (ant.) di colore grigio, cinereo (2) (rar. fig.) malizioso, perfido: dove andate, canaglia berrettina...? (tassoni). 

berretto

s.m. copricapo di varie forme, per lo più con tesa sulla fronte: berretto da ciclista ; berretto da fantino , a spicchi colorati; berretto frigio , a corno con la punta piegata in...

berrettone

s.m.  (1) accr. di berretto  (2) berretto di grandi dimensioni, un tempo portato da professori, giudici ecc. (3) (estens.) chi portava tale copricapo | (fig.) chi assume...

berroviere

o birroviere, s.m. (ant.) sgherro, sbirro | masnadiero. 

bersagliare

v. tr. [io bersàglio ecc.] (1) tirare a un bersaglio colpendolo ripetutamente: l'artiglieria bersagliava le postazioni nemiche  (2) (fig.) perseguitare: essere bersagliato...

bersagliere

s.m.  (1) (mil.) militare appartenente a una specialità tradizionale della fanteria italiana, oggi meccanizzata e impiegata come truppa celere nell'ambito dei corpi corazzati | nella loc. agg. o...

bersaglieresco

agg. [pl. m. -schi] (1) da bersagliere (2) (fig.) pronto, energico; anche, spavaldo, impulsivo § bersaglierescamente avv. al modo dei bersaglieri;...

bersaglio

ant. berzaglio, s.m.  (1) l'obiettivo da colpire con un'arma: tirare al bersaglio ; colpire , mancare il bersaglio ; bersaglio fisso , mobile  (2) (estens.) oggetto o persona che si vuole...

bersò

s.m. pergolato, spec. a cupola. 

berta

s.f. (non com.) baia, scherno: dar la berta , schernire. 

berta

s.f.  (1) uccello marino di color cinerino sul dorso, bianco sul ventre, con piedi palmati, ali lunghe, vista acuta, volo rapido; puffino (ord. procellariformi) (2) (region.)...

berta

s.f. (mecc.) macchina per conficcare pali nel terreno; battipalo, maglio lento. 

berta

s.f. piccolo scialle o pettorina di merletto, usati un tempo nell'abbigliamento femminile. 

berta

s.f. solo nella loc. grossa , grande berta (o berta), (mil.) potentissimo cannone tedesco usato durante la prima guerra mondiale. 

berteggiare

v. tr. [io bertéggio ecc.] (lett.) dare la berta, beffeggiare. 

bertesca

s.f.  (1) opera difensiva in muratura o in legno costruita fra i merli delle antiche fortificazioni o posta in aggetto alle mura (2) nel linguaggio dei cacciatori, il piccolo osservatorio con...

bertoccio

s.m. (mar.) ciascuna delle pallottole di legno forato che, infilate nell'anchino, formano la trozza che tiene il pennone accostato all'albero. 

bertoldo

s.m. uomo rozzo ma furbo: farne più di bertoldo , farne di tutti i colori. 

bertone

s.m.  (1) [anche agg.] si dice di cavallo con le orecchie mozze (2) (lett.) amante di una prostituta. 

bertuccia

s.f. [pl. -ce] (1) piccola scimmia grigio-giallognola priva di coda, con testa tondeggiante, palmo delle mani, pianta dei piedi e natiche senza peli (ord. ...

bertuccione

s.m.  (1) accr. di bertuccia  (2) (fig.) persona grande, goffa e brutta. 

bertuello

o bertabello, bertibello, bertovello, s.m.  (1) arnese da pesca simile alla nassa, formato da vari coni di rete uno dentro all'altro (2) rete a forma di imbuto per catturare gli...

beruzzo

s.m. (tosc.) refezione che fanno i contadini sul lavoro; colazione sull'erba. 

berza

s.f. (ant.) calcagno; pianta del piede | parte della gamba dal ginocchio al tallone. 

berzamino

berzemino vedi barzemino

bes

s.m. unità di misura del chilogrammo-massa. 

besciamella

pop. balsamella, s.f. salsa classica della cucina francese, composta di burro, farina e latte. 

bescio

vedi besso

bessaggine

s.f. (ant.) stupidità, balordaggine. 

besso

o bescio [bè-scio], agg. (ant.) sciocco. 

best seller

s.m. invar. libro, disco o altro prodotto di cui, in un dato arco di tempo, si è venduto un altissimo numero di copie o esemplari. 

bestemmia

ant. biastema, s.f.  (1) espressione ingiuriosa contro la divinità o ciò che è sacro: dire una bestemmia. pegg. bestemmiaccia  (2) (estens.) offesa violenta contro...

bestemmiare

ant. biastemare, v. tr. [io bestémmio ecc.] (1) pronunciare bestemmie (anche assol.): bestemmiare dio e la madonna ; bestemmiare come un turco , come un facchino ,...

bestemmiatore

agg. e s.m. [f. -trice , pop. -tora] che, chi ha l'abitudine di bestemmiare. 

bestia

s.f.  (1) ogni animale, in quanto non dotato di coscienza e ragione; si contrappone a essere umano, persona | bestie feroci , fiere, belve | bestie da soma , che servono a portare carichi | bestie...

bestiale

agg.  (1) da bestia, proprio di bestia: aspetto bestiale ; istinti bestiali  (2) (estens.) brutale, disumano, durissimo: crudeltà , fatica bestiale | (fam.) intensissimo,...

bestialità

s.f.  (1) l'essere bestiale (2) atto, parola, discorso di persona ignorante; sproposito enorme: dire , commettere una bestialità.  

bestiame

s.m. [rar. al pl.] l'insieme degli animali allevati per il lavoro e l'alimentazione: bestiame grosso , mucche, buoi; bestiame minuto , maiali, capre, pecore, conigli, pollame. 

bestiario

s.m.  (1) (st.) schiavo romano addestrato a combattere con le belve nel circo (2) chi in uno zoo ha in custodia animali feroci. 

bestiario

s.m.  (1) titolo generico di opere didascaliche medievali che trattavano in modi mitici e leggendari delle qualità degli animali, soprattutto con intento moraleggiante (2) decorazione...

bestino

s.m. (non com.) (1) odore di bestia (2) (estens.) cattivo odore emanato da una persona o da molte persone ammassate in un luogo stretto e male aerato. 

bestiola

lett. bestiuola, s.f.  (1) dim. di bestia  (2) (fig.) persona di poco senno; stupidello. 

bestione

s.m.  (1) accr. di bestia  (2) (fig.) persona grande e grossa, ma di poco cervello. 

beta

s.m. o f. invar.  (1) nome della seconda lettera dell'alfabeto greco (2) (astr.) nome della stella che, in una costellazione, è la seconda in ordine decrescente di...

betabloccante

agg. e s.m. si dice di farmaco che, bloccando l'eccitazione dei recettori beta dell'adrenalina, impedisce gli effetti di questo ormone (ipertensione ecc.). 

betacismo

s.m. (ling.) fenomeno fonetico per cui l'originale suono fricativo bilabiale sonoro [/ v /] dà luogo a un'alternanza con il corrispondente suono occlusivo [/ b /] o si realizza come...

betaina

s.f. (chim.) sostanza cristallina presente nei tessuti animali e vegetali: cloridrato di betaina , usato in medicina e nell'industria alimentare. 

betatrone

s.m. (fis.) acceleratore elettromagnetico di elettroni. 

betel

s.m.  (1) (bot.) arbusto rampicante coltivato in asia meridionale per le foglie dotate di lieve azione eccitante (fam. piperacee) (2) bolo da masticare preparato, secondo...

betilo

s.m. (archeol.) pietra sacra che, presso taluni popoli antichi, segnava il luogo ove si credeva risiedesse una divinità. 

betlemita

agg. di betlemme s.m. e f. [pl. m. -ti] chi abita o è nato a betlemme. 

beton

s.m. invar. (edil.) conglomerato costituito di ghiaia, sabbia e cemento misti ad acqua; calcestruzzo. 

betonaggio

s.m. (edil.) l'insieme delle operazioni necessarie per la preparazione e la messa in opera dei vari tipi di calcestruzzo. 

betoniera

s.f. (edil.) macchina rotante per l'impasto di beton, calcestruzzo e sim. 

betonista

s.m. [pl. -sti] (edil.) operaio che prepara i vari tipi di calcestruzzo. 

betta

s.f. (mar.) piccola nave sussidiaria da trasporto. 

betta

s.m. pesce osseo di piccole dimensioni che vive nelle acque dolci tropicali; per la sua aggressività è detto anche pesce combattente (ord. ...

bettola

s.f. osteria di infimo ordine; taverna: linguaggio , discorsi da bettola , volgari. 

bettola

s.f. (mar.) chiatta con tramogge usata per il trasporto di sabbia, ghiaia e sim. 

bettolante

s.m. e f. (non com.) (1) chi frequenta le bettole (2) bettoliere. 

bettoliere

s.m. [f. -a] (non com.) gestore di una bettola. 

bettolina

s.f. (mar.) chiatta molto ampia e capace, generalmente sprovvista di mezzi di propulsione propri, usata per trasportare materiali, per lo più all'interno dei porti. 

bettolino

s.m. (non com.) piccolo spaccio. 

bettonica

o betonica, pop. vettonica, s.f. pianta erbacea medicinale con foglie rugose e fiori porporini in spighe (fam. labiate) | essere conosciuto più della bettonica ,...

betulacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni a cui appartengono la betulla, l'ontano e il nocciolo | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

betulla

s.f. albero dai rami sottili, talvolta penduli, con foglie a forma di rombo che hanno proprietà depurative, legno flessibile e corteccia biancastra, da cui si ricava un olio...

beuta

o bevuta [bè-vu-ta], s.f. recipiente conico di vetro, usato nei laboratori chimici per riscaldare liquidi. 

bev

s.m. (fis.) unità di misura dell'energia nucleare, usata negli stati uniti e pari a un miliardo di elettronvolt (in europa gev). 

beva

s.f.  (1) (lett.) bevanda (2) (non com.) degustazione di un vino; il momento in cui un vino è buono da bere: vino di pronta beva , che va bevuto giovane. 

bevanda

s.f. qualsiasi liquido che si beve: bevanda alcolica , analcolica ; bevanda dissetante , medicinale.  

bevatrone

s.m. (fis.) acceleratore di protoni, che conferisce a essi un'energia dell'ordine di miliardi di elettronvolt. 

bevazzare

v. intr. [aus. avere] (non com.) sbevazzare. 

beveraggio

s.m.  (1) (non com.) bevanda; in partic., quella che si dà alle bestie, beverone | pozione preparata con vari ingredienti, a scopo medicinale e sim.; intruglio (2) (ant.) mancia, ricompensa...

beveraglia

s.f. (ant.) beverone. 

beverare

v. tr. (ant.) abbeverare. 

beverata

s.f. (ant.) abbeverata. 

beveratoio

s.m. (ant.) abbeveratoio. 

bevere

vedi bere

bevereccio

agg. (non com.) che si può bere, che si beve volentieri. 

beverello

s.m. (non com.) beverino, beriolo. 

beveria

s.m. (ant.) grossa bevuta, sbevazzamento. 

beverino

s.m. piccolo recipiente per l'acqua che si mette nelle gabbie per far bere gli uccelli; beriolo, beverello | usato anche come agg. spec. nella loc. vino beverino ,...

bevero

vedi bivero

beverone

s.m.  (1) bevanda per le bestie, fatta di acqua e farina o semola (2) (spreg.) bevanda abbondante e disgustosa | (estens.) bevanda medicinale, pozione, filtro. 

bevibile

agg.  (1) che si può bere | di qualità passabile, detto di bevanda: un vino bevibile  (2) (fig. scherz.) credibile: una storia bevibile , che molti possono credere vera. 

bevicchiare

o bevucchiare, v. tr. [io bevìcchio ecc.] (1) bere poco, a sorsi, di tanto in tanto (2) bere vino o altri alcolici abitualmente e in discreta quantità. 

bevitore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] chi beve abbondantemente alcolici: bevitore abituale , occasionale ; essere un buon bevitore agg. (non com.) che...

bevone

vedi beone

bevuta

s.f.  (1) il bere; la quantità di liquido bevuta in una volta: fare una (bella) bevuta , bere abbondantemente; anche iron., quando si nuota. dim. bevutina  (2) riunione in cui si beve, spec....

bevuta

vedi beuta

bevuto

part. pass. di bere agg. (fam.) ubriaco, sbronzo: sei un po' bevuto stasera!.  

bey

o bei, s.m. invar. titolo che designava il sovrano di uno stato vassallo della turchia. 

bezzicare

v. tr. [io bézzico , tu bézzichi ecc.] (rar.) (1) beccare, becchettare (2) (fig.) colpire con parole pungenti | bezzicarsi v. rifl. (rar.)...

bezzicatura

s.f. (rar.) il bezzicare, l'essere bezzicato. 

bezzo

s.m.  (1) antica moneta veneziana (2) pl. (region.) denari in genere. 

bi

antiq. be, s.m. o f. invar. nome della lettera b.  

bi-

primo elemento di parole composte di origine latina o di formazione moderna, dal lat. bi°- (da bi°s 'due volte'); vale 'due, composto di due, doppio' o anche 'due...

biacca

s.f. carbonato basico di piombo; è una polvere pesante e velenosa, usata nella fabbricazione delle vernici | (estens.) sostanza colorante bianca, generalmente pastosa. 

biacco

s.m. [pl. -chi] serpente non velenoso, lungo circa un metro, di colore giallo verdastro con macchie scure sul dorso; è comune in italia (fam. colubridi). 

biada

s.f. , ant. biado, s.m.  (1) termine che indica genericamente i cereali usati per l'alimentazione del bestiame; foraggio: dare la biada al cavallo  (2) pl. ...

biadaiolo

lett. biadaiuolo , s.m. [f. -a] (non com.) chi vende le biade. 

biadare

v. tr. dare la biada agli animali. 

biadetto

agg. e s.m. (lett.) azzurrognolo. 

biado

vedi biavo

biado

vedi biada

bianca

s.f.  (1) primo sonno dei bachi da seta (2) (tip.) facciata del foglio di stampa che viene impressa per prima; si contrappone a volta.  

biancana

s.f. (geol.) terreno argilloso di colore chiaro e molto poroso, tipico del senese e del volterrano; creta. 

biancastro

agg. di colore quasi bianco. 

biancazzurro

o biancoazzurro, agg. di colore bianco con sfumature di azzurro. 

biancheggiamento

s.m. (lett.) il biancheggiare. 

biancheggiare

v. intr. [io bianchéggio ecc. ; aus. avere] (lett.) (1) apparire, mostrarsi bianco: biancheggia in ciel... / la solitaria faccia della luna ...

biancheria

s.f. il complesso dei panni, tradizionalmente bianchi o di colore chiaro, per uso domestico (lenzuola, tovaglie, asciugamani ecc.) o personali (camicie, indumenti intimi e da notte):...

biancherista

s.f. operaia che confeziona e ricama biancheria. 

bianchetto

s.m.  (1) sostanza imbiancante, generalmente a base di biacca, che a seconda delle combinazioni può servire come cosmetico, per cancellare errori in testi scritti a macchina o a mano, come...

bianchezza

s.f. l'essere bianco; candore. 

bianchiccio

agg. [pl. f. -ce] e s.m. che tende al bianco: cielo bianchiccio.  

bianchimento

s.m.  (1) (rar.) il bianchire, l'essere bianchito (2) soluzione di acido solforico e acqua, usata in oreficeria per pulire i metalli preziosi. 

bianchino

s.m. (region.) bicchiere, calice di vino bianco. 

bianchire

v. tr. [io bianchisco , tu bianchisci ecc.] (1) far diventare bianco; imbiancare: bianchire lo zucchero , il sale ' bianchire la carne , (tosc.) lessarla a...

biancicare

v. intr. [io biàncico , tu biàncichi ecc. ; aus. avere] (lett.) biancheggiare. 

biancicore

s.m. (lett.) biancore, chiarore diffuso. 

bianco

agg. [pl. m. -chi] (1) si dice del colore proprio di una superficie che rifletta tutte le radiazioni visibili emesse dal sole, senza assorbirne alcuna; in natura è il colore...

bianco-russo

agg. e s.m. [f. -a] bielorusso. 

biancomangiare

s.m.  (1) budino dolce a base di latte o latte di mandorle, farina e zucchero, tipico della cucina francese | nell'antica cucina italiana, sorta di budino a base di pollo e latte (2)...

bianconato

agg. si dice del frumento a grano duro affetto da bianconatura. 

bianconatura

s.f. (agr.) malattia del frumento i cui chicchi presentano zone bianche a frattura farinosa e minor contenuto di glutine; è conseguenza di cattive condizioni climatiche. 

biancone

s.m.  (1) grosso uccello rapace diurno, con piumaggio bruno sul dorso e bianco nelle parti inferiori (ord. falconiformi) (2) vernice bianca densa, solubile in acqua, usata...

biancore

s.m. (lett.) bianchezza, candore; luce bianca diffusa: il torrido biancore del cielo (d'annunzio). 

biancosegno

s.m. (dir.) contratto che uno dei contraenti firma in bianco, lasciando che l'altro lo compili e lo firmi in seguito. 

biancospino

s.m. arbusto a rami spinosi e fiori bianchi raccolti in corimbi (fam. rosacee). 

biancostato

s.m. in lombardia, spuntatura di maiale o di bue. 

biancovestito

agg. (lett.) vestito di bianco. 

biancume

s.m. insieme di cose bianche; biancore diffuso (per lo più spreg.). 

biasciare

v. tr. [io biàscio , tu biàsci ecc.] (rar.) biascicare. 

biascicamento

s.m. il biascicare. 

biascicapaternostri

s.m. e f. invar. (rar.) persona bigotta. 

biascicare

v. tr. [io biàscico , tu biàscichi ecc.] (1) tenere a lungo il cibo in bocca, senza masticarlo e producendo un'abbondante salivazione (come è costretto a fare chi non ha...

biascicarosari

s.m. e f. invar. (rar.) persona bigotta. 

biascicatura

s.f. (rar.) biascicamento; cosa biascicata. 

biascichio

s.m. un biascicare intenso e continuo | (estens.) rumore prodotto da chi biascica. 

biascicone

s.m. [f. -a] (fam.) chi ha l'abitudine di biascicare. 

biasimabile

agg. (non com.) biasimevole. 

biasimare

ant. biasmare [bia-smà-re], v. tr. [io biàsimo ecc.] criticare aspramente; condannare, disapprovare. 

biasimatore

s.m. [f. -trice] (lett.) chi biasima. 

biasimevole

ant. biasmevole [bia-smé-vo-le], agg. meritevole di biasimo; riprovevole, reprensibile § biasimevolmente avv.  

biasimo

ant. e lett. biasmo [bià-smo], s.m. disapprovazione, rimprovero; critica aspra: meritare il biasimo | nota di biasimo , giudizio negativo espresso per iscritto,...

biasmare

e deriv. vedi biasimare e deriv.  

biassiale

agg. biassico. 

biassico

agg. [pl. m. -ci] che ha due assi ottici | cristalli biassici , che presentano due direzioni di monorifrangenza. 

biastema

e deriv. vedi bestemmia e deriv.  

biathlon

s.m. invar. (sport) gara combinata di sci e di tiro con carabina che fa parte del programma dei giochi olimpici invernali. 

biatomico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di molecola costituita di due atomi. 

biaurale

agg.  (1) si dice di sistema elettroacustico a due canali (2) con sign. generico, biauricolare. 

biauricolare

agg. che interessa entrambe le orecchie: audizione biauricolare , in contrapposizione a quella con un solo orecchio (p. e. al telefono). 

biavo

ant. biado, agg. (lett.) di colore azzurro sbiadito; azzurrognolo. 

bibace

agg. (lett.) facile a imbeversi; anche, amante del bere: bibace alemagna (bruno). 

bibagno

o bibagni , agg. invar. nella lingua degli annunci economici, che ha due bagni: affittasi appartamento bibagni.  

bibasico

agg. [pl. -ci] (chim.) si dice di un acido che ha due atomi di idrogeno sostituibili da metalli. 

bibbia

s.f.  (1) raccolta dei libri riconosciuti sacri dalla tradizione religiosa ebraico-cristiana, divisi in antico e nuovo testamento | bibbia vulgata , nella traduzione latina di san girolamo (2)...

bibbio

s.m. (zool.) fischione. 

bibelot

s.m. invar. piccolo soprammobile grazioso, ma di poco valore; ninnolo, cianfrusaglia. 

biberon

s.m. invar. poppatoio | avere ancora bisogno del biberon , (fam.) essere ancora molto ingenuo o inesperto. 

bibita

s.f. bevanda dissetante non alcolica. 

bibitaro

s.m. [f. -a] (roman.) chi vende bibite con un carretto o in un chiosco. 

biblicismo

s.m. (relig.) indirizzo teologico, spec. protestante, fondato sull'osservanza rigida della bibbia. 

biblico

agg. [pl. m. -ci] (1) della bibbia, che riguarda la bibbia: studi biblici  (2) (fig.) che ha l'arcaicità, l'austerità del mondo della bibbia, dei suoi personaggi: una...

biblio-

primo elemento di parole composte di origine greca o di formazione moderna, dal gr. biblíon 'libro' (biblioteca , bibliografia). 

bibliobus

s.m. invar. piccolo autobus attrezzato a biblioteca o a libreria. 

bibliofilia

s.f. amore e cura dei libri, spec. antichi e rari. 

bibliofilo

s.m. [f. -a] amatore, collezionista di libri, spec. antichi e rari. 

bibliografia

s.f.  (1) elenco degli scritti apparsi su un argomento o un autore, o di quelli consultati per la composizione di un'opera; anche, volume o periodico che contiene specificamente ed essenzialmente...

bibliografico

agg. [pl. m. -ci] relativo alla bibliografia o ai libri in generale: ricerca bibliografica ; repertorio bibliografico | notiziario , bollettino bibliografico ,...

bibliografo

s.m. [f. -a] studioso di bibliografia; autore di bibliografie. 

biblioiatrica

s.f. (rar.) arte di restaurare i libri. 

bibliologia

s.f. scienza che si occupa dei libri a stampa, della loro storia e diffusione, e dell'evoluzione dei procedimenti tipografici. 

bibliologico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda o interessa la bibliologia. 

bibliologo

s.m. [pl. m. -gi ; f. -a] studioso, esperto di bibliologia. 

bibliomane

s.m. e f. chi ha la mania di possedere libri, spec. rari. 

bibliomania

s.f. mania di collezionare libri, spec. rari o con caratteristiche particolari. 

bibliomanzia

s.f. divinazione praticata interpretando una pagina aperta a caso della bibbia o di un altro testo cui si attribuisca un'ispirazione divina. 

bibliopola

s.m. [pl. -li] (lett. o scherz.) libraio. 

biblioteca

s.f.  (1) edificio o ambiente in cui sono raccolti e ordinati i libri a disposizione di chi intende leggerli, consultarli o studiarli; per estens., raccolta ordinata di libri per lo studio, la...

bibliotecario

s.m. [f. -a] chi è addetto a una biblioteca o a essa soprintende. 

biblioteconomia

s.f. scienza che stabilisce metodi e criteri per l'organizzazione e il funzionamento delle biblioteche. 

biblioteconomista

s.m. e f. [pl. m. -sti] biblioteconomo. 

biblioteconomo

s.m. [f. -a] studioso, esperto di biblioteconomia; biblioteconomista. 

biblista

s.m. e f. [pl. m. -sti] studioso di problemi biblici. 

biblistica

s.f. lo studio scientifico della bibbia. 

bibulo

agg. (lett.) (1) che assorbe: carta bibula  (2) (scherz.) beone. 

bica

s.f.  (1) mucchio di covoni di grano (2) (estens.) mucchio di cose in genere. 

bicamerale

agg.  (1) di sistema parlamentare in cui coesistono due distinte camere di rappresentanti, p. e. in italia la camera dei deputati e il senato (2) si dice di commissione parlamentare formata...

bicameralismo

o bicamerismo [bi-ca-me-rì-smo], s.m. sistema parlamentare bicamerale. 

bicamere

agg. e s.m. invar. nella lingua degli annunci economici, si dice di appartamento formato da due camere. 

bicarattere

s.m. in informatica, lo stesso che byte.  

bicarbonato

s.m. (chim.) sale acido dell'acido carbonico | bicarbonato (di sodio) , sale usato per preparare acqua effervescente e come medicinale. 

bicarbossilico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice degli acidi organici contenenti due funzioni carbossiliche: acido bicarbossilico.  

biccherna

s.f. (st.) l'esattoria dell'antico comune di siena; per estens., tributo; anche, registro contabile dei tributi | tavolette di biccherna , (pitt.) tavolette miniate che servivano di...

bicchierata

s.f.  (1) quantità di liquido corrispondente approssimativamente al contenuto di un bicchiere (2) bevuta fatta in compagnia, per festeggiare qualcuno o ritrovarsi fra amici. 

bicchiere

s.m.  (1) piccolo recipiente di svariate forme e dimensioni usato per bere: bicchiere da acqua , da vino , a calice ; bicchiere di vetro , di cristallo , di plastica , di carta , d'alluminio , di...

bicchierino

s.m.  (1) bicchiere piccolo, da liquore o da vini di alta gradazione; anche, la quantità di vino o di liquore in esso contenuta: bicchierino da rosolio ; bere un bicchierino di cognac  (2)...

bicefalo

agg. che ha due teste: mostro bicefalo.  

bicentenario

s.m. secondo centenario di un avvenimento: nel 1991 si è celebrato il bicentenario della morte di w. a. mozart.  

bichini

vedi bikini

bici

s.f. invar. (fam.) abbreviazione di bicicletta.  

bicicletta

s.f. veicolo a due ruote di uguale diametro azionato a pedali: bicicletta da bambino , da corsa ; andare in bicicletta.  

biciclettata

s.f. (fam.) passeggiata in bicicletta. 

biciclo

s.m. veicolo a due ruote, di cui l'anteriore di diametro notevolmente maggiore di quella posteriore; da esso deriva l'attuale bicicletta; velocipede. 

bicilindrico

agg. [pl. m. -ci] (mecc.) dotato di due cilindri: motore bicilindrico.  

bicipattino

s.m. pattino acquatico a pedali; pedalò. 

bicipite

agg.  (1) che ha due teste | aquila bicipite , aquila a due teste volte in senso contrario, emblema dell'impero d'austria e di quello russo (2) (anat.) si dice di muscolo che presenta due capi...

bicircolare

s.f. (mat.) curva algebrica piana che passa per i punti ciclici e che ha tali punti come punti doppi. 

bicloruro

s.m. (chim.) composto la cui molecola contiene due atomi di cloro. 

bicocca

s.f.  (1) (lett.) piccola rocca o castello in cima a un'altura (2) (spreg.) catapecchia, casa diroccata; casupola. 

bicollo

o bigollo, s.m. (region.) lunga asta ricurva munita di uncini alle due estremità per il trasporto a bilancia sulle spalle di secchi d'acqua o altro; bilanciere. 

bicolore

agg.  (1) che ha due colori: matita , nastro bicolore  (2) (fig.) in politica, formato da due partiti: governo , giunta bicolore s.m. (fig.) governo...

bicomando

agg. invar. dotato di doppio comando: aereo bicomando.  

biconcavo

agg. concavo da entrambi i lati: lente biconcava , divergente. 

biconico

agg. [pl. m. -ci] che ha forma di due coni contrapposti s.m. (archeol.) vaso funerario a forma di due coni uniti per la base. 

biconvesso

agg. convesso da entrambi i lati: lente biconvessa , convergente. 

bicoppia

s.f. particolare tipo di linea telefonica costituita da quattro conduttori (due coppie). 

bicordo

s.m. (mus.) combinazione simultanea di due note non all'unisono né in ottava. 

bicoriale

agg. (biol.) si dice di gemelli originati dalla fecondazione contemporanea di due ovuli e quindi sviluppatisi separatamente. 

bicorne

agg. che ha due corna, due punte. 

bicornia

s.f. incudine d'acciaio classica, con due espansioni opposte (corni), una piramidale e una conica. 

bicorno

s.m.  (1) cappello maschile con falde arrotolate, portato nel sec. xviii (2) cappello femminile del sec. xiii, dalle cui due punte, alte sopra le orecchie, partiva il velo (3) cappello...

bicornuto

agg. (non com.) che ha due corna, biforcuto. 

bicromatico

agg. [pl. -ci] che è di due colori. 

bicromato

agg. e s.m. (chim.) si dice di ogni sale ottenuto per acidificazione di un cromato: bicromato di potassio.  

bicromia

s.f. procedimento di stampa a due colori; la riproduzione così ottenuta. 

bicromico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di composto contenente due atomi di cromo. 

bicuspidale

agg. (arch.) che ha due cuspidi: facciata bicuspidale ; valvola bicuspidale (anat.), valvola bicuspide. 

bicuspidato

agg. che termina a bicuspide, a due punte. 

bicuspide

agg.  (1) che ha due cuspidi, che termina in due punte (2) valvola bicuspide , (anat.) valvola del cuore che mette in comunicazione l'atrio sinistro col ventricolo corrispondente. 

bidello

s.m. [f. -a] chi è addetto alla custodia e alla pulizia delle scuole | (estens.) inserviente d'ufficio. 

bidentale

s.m. presso gli antichi romani, luogo colpito dal fulmine, ritenuto sacro e purificato col sacrificio di una pecora di due anni. 

bidente

s.m.  (1) arnese agricolo con lungo manico di legno e due denti metallici (rebbi), che serve a rompere la crosta del terreno arido (2) forca a due denti (3) nell'antichità greco-romana,...

bidimensionale

agg. a due dimensioni. 

bidimensionalità

s.f. proprietà di ciò che è bidimensionale. 

bidirezionale

agg. che che può andare in un verso e in quello opposto | in informatica, si dice di segnale, trasmissione ecc. che può correre in entrambe le direzioni (entrata e uscita) di uno...

bidonare

v. tr. [io bidóno ecc.] (fam.) ingannare, truffare. 

bidonata

s.f. (fam.) imbroglio, truffa. 

bidone

s.m.  (1) grosso recipiente di lamiera o di plastica, di forma generalmente cilindrica o parallelepipeda: i bidoni del latte ; i bidoni della spazzatura. dim. bidoncino  (2)...

bidonista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (fam.) imbroglione, truffatore. 

bidonvia

s.f. cabinovia. 

bidonville

s.f. invar. agglomerato di abitazioni costruite con mezzi di fortuna, spec. lamiere di bidoni, alla periferia di una grande città, dove vivono strati di popolazione emarginata. 

bidè

s.m. apparecchio igienico di forma stretta e allungata per lavare le parti intime del corpo. 

bieco

agg. [pl. m. -chi] (lett.) (1) che esprime malanimo o minaccia (si dice per lo più di sguardo): li diritti occhi torse allora in biechi (dante inf....

biedermeier

agg. invar. si dice di uno stile di arredamento assai diffuso in germania nella prima metà del sec. xix, caratterizzato da linee composte e sobrie, che reinterpreta in forme più...

bielica

agg. invar. fornito di due eliche: motoscafo bielica.  

biella

s.f. (mecc.) asta di collegamento tra due parti di una macchina, alle quali è incernierata; ha la funzione di trasformare il moto rotatorio continuo in rettilineo alternativo, o...

biellese

agg. di biella s.m. e f. chi è nato o vive a biella. 

bielorusso

rar. belorusso, agg. della russia bianca s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante della russia bianca (2) la lingua parlata nella russia bianca, appartenente al...

biennale

agg.  (1) che dura due anni: carica , corso biennale | piante biennali , (bot.) che compiono il loro intero ciclo biologico in due anni (2) che avviene ogni due anni: fiera ,...

bienne

agg.  (1) (rar. lett.) che ha due anni (2) (bot.) si dice di pianta che fiorisce e fruttifica solo nel secondo anno di vita e poi muore. 

biennio

s.m. periodo di due anni | corso di studi, o parte di esso, che dura due anni: il primo biennio d'ingegneria.  

bierre

s.m. e f. invar. nel linguaggio giornalistico, appartenente al gruppo terroristico delle brigate rosse. 

bieta

vedi bietola

bieticolo

agg. che concerne la bieticoltura. 

bieticoltore

o bieticultore , s.m. [f. -trice] chi coltiva barbabietole da zucchero. 

bieticoltura

o bieticultura , s.f. coltivazione delle barbabietole da zucchero. 

bietola

antiq. o region. bieta [biè-ta], s.f. varietà di barbabietola coltivata come ortaggio (fam. chenopodiacee). 

bietolone

s.m.  (1) pianta erbacea con foglie triangolari commestibili (fam. chenopodiacee) (2) [f. -a] (fig.) credulone, sempliciotto. 

bietta

s.f.  (1) cuneo per fendere un legno (2) (mecc.) barretta d'acciaio a sezione rettangolare che si inserisce a forza nell'apposita scanalatura fra il mozzo di una ruota e un albero rotante per...

bifacciale

agg. (scient.) che ha due facce: amigdala bifacciale.  

bifase

agg. invar. (fis.) che ha due fasi: sistema bifase , sistema di due correnti alternate o di due altre grandezze elettriche sfasate fra loro di un quarto di periodo. 

bifero

agg. (bot.) si dice di pianta che fiorisce o fruttifica due volte all'anno. 

biffa

s.f.  (1) asta che reca in cima un segno ben visibile da lontano e un foro di traguardo, usata per operazioni topografiche e per allineamenti (2) segnale a forma di x, di materiale rigido e...

biffare

v. tr.  (1) segnare il terreno con biffe a scopo di rilevamento topografico (2) mettere le biffe in un muro lesionato. 

biffare

v. tr.  (1) cancellare con crocette, con segni a forma di x; sbiffare (2) (fig.) rubare con destrezza, sottrarre. 

bifido

agg. diviso in due, biforcuto: lingua bifida , quella dei serpenti | spina bifida , (med.) rachischisi. 

bifilare

agg.  (1) costituito da due fili | linea bifilare , linea elettrica formata da due conduttori fra loro isolati (2) a due file: caricatore bifilare , caricatore di armi automatiche o...

bifocale

agg. (fis.) che ha due fuochi | si dice di lente per occhiali da presbiti, divisa in due sezioni a raggio di curvatura diverso, per mettere a fuoco alternativamente gli oggetti...

bifolcheria

s.f. (non com.) atto, comportamento da bifolco; villania. 

bifolco

region. biolco, s.m. [f. -a ; pl. m. -chi] (1) chi cura i bovini da lavoro; chi lavora la terra con l'aiuto di bovini (2) (fig.) uomo rozzo, villano: comportarsi da bifolco....

bifora

agg. e s.f. (arch.) si dice di finestra a due aperture divise da un pilastro o da una colonnina, caratteristica degli stili romanico e gotico. 

biforcamento

s.m. biforcazione. 

biforcare

v. tr. [io bifórco , tu bifórchi ecc.] dividere qualcosa in due come una forca | biforcarsi v. rifl. dividersi in due: la via si biforca.  

biforcato

part. pass. di biforcare agg. diviso in due: tronco biforcato.  

biforcatura

s.f. biforcazione. 

biforcazione

s.f. il biforcare, il biforcarsi; il punto in cui qualcosa si biforca: una biforcazione della strada.  

biforcuto

agg. che ha due punte, che è diviso in due | lingua biforcuta , quella dei serpenti; (fig.) persona incline a dire malignità, a fare pettegolezzi velenosi. 

biforme

agg. (lett.) che ha in sé due forme diverse: il centauro è un essere biforme.  

bifronte

agg.  (1) che ha due facce, due fronti: giano bifronte ; erma bifronte | versi bifronti , versi che rimangono identici anche se letti alla rovescia (2) (fig.) si dice di uomo...

big

s.m. e f. invar. personaggio importante, influente: i big della finanza.  

big bang

loc. sost. m. invar. secondo alcune teorie astrofisiche, l'esplosione primordiale che avrebbe dato origine all'universo. 

big match

loc. sost. m. invar. (sport) incontro di cartello di una riunione pugilistica; per estens., l'incontro più importante tra quelli di un torneo di un qualsiasi sport. 

biga

s.f.  (1) cocchio a due ruote tirato da due cavalli, usato dagli antichi greci e romani (2) calessino a due posti (3) (mar.) tipo di gru usata per alzare grossi pesi e caricarli a...

bigamia

s.f. la condizione di chi ha due mogli o due mariti contemporaneamente | nelle società in cui non è consentita la poligamia, il reato commesso da chi contrae matrimonio essendo...

bigamo

agg. e s.m. [f. -a] che o chi si trova nella condizione di bigamia, o ne ha commesso il reato. 

bigaro

vedi bighero

bigato

s.m. moneta d'argento romana circolante in età repubblicana e nel primo periodo dell'impero. 

bigattiera

meno com. bigattaia , s.f. locale appositamente attrezzato per l'allevamento dei bachi da seta | tavolo sul quale si allevano i bachi da seta. 

bigattiere

s.m. [f. -a] persona addetta all'allevamento dei bachi da seta. 

bigattino

s.m. larva di mosca usata come esca nella pesca con l'amo. 

bigatto

s.m. (sett.) (1) baco da seta; bruco delle farfalle (2) (ant.) furbacchione, imbroglione: un uomo conosciuto per quel mal bigatto ch'egli è (baretti). 

bigello

s.m. panno grossolano col pelo lungo e di colore grigiastro. 

bigeminismo

s.m. (med.) alterazione del ritmo cardiaco con presenza di extrasistole. 

bigemino

agg. (med.) (1) gemellare: parto bigemino  (2) si dice del ritmo cardiaco caratterizzato da bigeminismo. 

bighellare

v. intr. [io bighèllo ecc. ; aus. avere], bighellarsi v. rifl. (rar.) bighellonare. 

bighellonare

v. intr. [io bighellóno ecc. ; aus. avere] andare in giro oziando; perdere il tempo senza concludere nulla. 

bighellone

s.m. [f. -a] chi perde il tempo andando in giro; fannullone. 

bighelloni

avv. (lett.) bighellonando, oziando: andare bighelloni.  

bighero

o bigaro, s.m. (ant.) trina o merletto applicati un tempo agli orli delle vesti o dei mantelli. 

bigia

s.f. [pl. -gie] piccolo uccello col piumaggio grigio sfumato; nidifica fra i cespugli e si nutre di insetti (ord. passeriformi). 

bigiare

v. tr. [io bìgio ecc.] (lomb.) marinare la scuola. 

bigiarella

s.f. piccolo uccello canoro il cui piumaggio presenta varie tonalità di grigio (ord. passeriformi). 

bigino

s.m. (lomb.) libretto con la traduzione letterale, talora interlineare, degli autori classici greci e latini; per estens., manualetto riassuntivo di una materia scolastica. 

bigio

agg. [pl. f. -gie] (1) di colore grigio: un panno bigio | cupo, nuvoloso: cielo , tempo bigio | prov. : al buio tutti i gatti sono bigi , in...

bigiognolo

agg. di colore tendente al bigio. 

bigiotteria

s.f.  (1) insieme di oggetti ornamentali, spec. collane, orecchini e sim., realizzati con materiali non preziosi (2) il negozio dove si vendono. 

bigiù

s.m. adattamento it. del fr. bijou.  

biglia

vedi bilia

bigliardo

e deriv. vedi biliardo e deriv.  

bigliettaio

s.m. [f. -a] chi vende i biglietti per mezzi di trasporto, spettacoli e sim. 

bigliettazione

s.f. (burocr.) distribuzione di biglietti di viaggio: bigliettazione automatica.  

biglietteria

s.f. in stazioni ferroviarie, teatri, cinematografi e sim., luogo dove si vendono i biglietti. 

biglietto

ant. viglietto, s.m.  (1) cartoncino o foglietto usato per brevi comunicazioni o per saluti: biglietto d'auguri , d'invito | biglietto da visita , cartoncino su cui sono stampati...

bigliettone

s.m. (fam.) banconota di grosso taglio. 

biglione

s.m. lega metallica a bassa percentuale d'argento, usata un tempo per il conio delle monete. 

bignami

s.m. (pop.) piccolo manuale in cui sono riassunte le nozioni basilari delle varie materie scolastiche. dim. bignamino.  

bignonia

s.f. arbusto rampicante, ornamentale, con fiori a campanula di color rosso salmone (fam. bignoniacee). 

bignoniacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni rampicanti, con foglie composte e fiori vistosi | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

bignè

s.m. invar.  (1) dolce di pasta cotta in forno, ripieno di crema, cioccolato o zabaione (2) a roma, panino a forma di grossa rosetta. 

bigo

s.m. [pl. -ghi] (mar.) albero di carico di una nave. 

bigodino

meno com. bigodì , s.m. piccolo cilindro di plastica o di filo metallico rivestito su cui si avvolgono le ciocche di capelli per metterli in piega. 

bigollo

vedi bicollo

bigolo

s.m. (ven.) (1) spec. pl. pasta alimentare di farina integrale a forma di vermicelli (2) (volg.) pene (3) (fig.) persona stupida. 

bigolone

s.m. (region.) persona oziosa, bighellone. 

bigoncia

s.f. [pl. -ce] (1) recipiente di legno fatto a doghe diritte, di forma troncoconica rovesciata, usato per il trasporto e la pigiatura dell'uva | essercene una bigoncia , a...

bigoncio

s.m.  (1) recipiente simile alla bigoncia, ma più basso e più largo e con due doghe più lunghe forate per introdurvi una pertica e agevolarne il trasporto. dim. bigoncino ...

bigordo

s.m. (ant.) lancia usata nei tornei; bagordo. 

bigotta

s.f. (mar.) dispositivo usato per tendere e bloccare cavi di bordo, costituito da uno sferoide appiattito di legno recante tre fori nei quali passano i cavi. 

bigotteria

s.f. l'essere bigotto; azione da bigotto. 

bigottismo

s.m. atteggiamento, comportamento da bigotto; bigotteria. 

bigotto

agg. e s.m. [f. -a] si dice di persona che bada alle pratiche esterne della religione più che allo spirito di essa x bigottamente avv.  

biiettivo

agg. (mat.) che soddisfa alle condizioni di biiezione. 

biiezione

s.f. (mat.) corrispondenza biunivoca. 

bijou

s.m. invar.  (1) gioiello; oggetto prezioso (2) (estens.) persona o cosa che si apprezza per la sua eleganza, raffinatezza o grazia. 

bikini

® , meno com. bichini, s.m. invar. costume da bagno per donna, in due pezzi succinti. 

bilabiale

agg. e s.f. (ling.) si dice di consonante articolata mediante l'azione combinata delle due labbra (p. e. in italiano: p , b , m). 

bilabiato

agg. (bot.) si dice di foglia o petalo col lembo diviso in due parti o labbra, uno superiore, l'altro inferiore. 

bilama

agg. invar. si dice di rasoio a due lame sovrapposte. 

bilancella

s.f. piccola barca da pesca. 

bilanci'arm

loc. sost. m. invar. ordine impartito ai soldati perché impugnino l'arma tenendola in posizione orizzontale e bilanciata | posizione assunta in seguito a tale ordine. 

bilancia

s.f. [pl. -ce] (1) strumento usato per misurare il peso di un corpo: bilancia a piatti ; bilancia romana , del tipo a stadera; bilancia automatica , con un indice che segnala...

bilanciaio

s.m. [f. -a] (non com.) chi fabbrica, ripara o vende bilance. 

bilanciamento

s.m.  (1) il bilanciare, il bilanciarsi, l'essere bilanciato (2) (mar.) spostamento di pesi a bordo di una nave, per raddrizzarla quando si sia inclinata per una falla. 

bilanciare

v. tr. [io bilàncio ecc.] (1) mettere, tenere in equilibrio: bilanciare il carico , il peso , distribuirlo in modo uniforme (2) (estens.) essere di pari valore; pareggiare:...

bilanciato

part. pass. di bilanciare agg. che è in equilibrio, equilibrato (anche fig.): pesi bilanciati ; dieta bilanciata §...

bilanciatura

s.f.  (1) (non com.) bilanciamento (2) (aut.) operazione con la quale si individuano e si correggono squilibri di peso nelle ruote degli autoveicoli. 

bilanciere

s.m.  (1) (mecc.) parte di un meccanismo costituita da una leva variamente sagomata che oscilla producendo brevi moti alternativi | nell'orologio, elemento che oscilla in modo isocrono, regolando...

bilancino

s.m.  (1) dim. di bilancia  (2) traversa di legno a cui si attaccano le tirelle dell'animale da tiro fuori delle stanghe (3) animale da tiro che si attacca fuori delle...

bilancio

s.m.  (1) (econ. , fin.) conteggio relativo a un dato periodo delle entrate e delle uscite della gestione amministrativa di un ente o di un'impresa, o dei guadagni e delle spese...

bilancista

s.m. [pl. -sti] bilanciaio | tecnico addetto alla manutenzione di bilance elettriche o elettroniche. 

bilarzia

o bilharzia, s.f. piccolo verme parassita dei vasi sanguigni degli animali e dell'uomo, frequente nei paesi africani o asiatici; schistosoma (cl. trematodi). 

bilarziosi

o bilharziosi, s.f. malattia provocata dalla bilarzia; schistosomiasi. 

bilaterale

agg. che riguarda due lati o due parti: pleurite bilaterale ; scambio , patto , accordo bilaterale | simmetria bilaterale , (biol.) propria di organi o organismi...

bilateralismo

s.m. tendenza a regolare i rapporti commerciali internazionali mediante accordi bilaterali. 

bilateralità

s.f. l'essere bilaterale. 

bilatero

agg. (geom.) che ha due lati o facce | (biol.) che è dotato di simmetria bilaterale. 

bile

s.f.  (1) (biol.) liquido giallo-verdastro secreto principalmente dal fegato che si raccoglie nella cistifellea e da qui si versa nell'intestino duodenale, dove concorre alla digestione dei...

bilenco

agg. [pl. m. -chi] (ant.) storto, sbilenco. 

bilharzia

e deriv. vedi bilarzia e deriv.  

bilia

o biglia, s.f.  (1) palla d'avorio per giocare al biliardo | (estens.) ciascuna delle sei buche della tavola da biliardo in cui si mandano le palle (2) pallina di vetro, coccio, o altro...

biliardaio

o bigliardaio, s.m. chi fabbrica o vende biliardi. 

biliardiere

o bigliardiere, s.m. chi gestisce una sala da biliardo; addetto alla custodia di biliardi. 

biliardino

o bigliardino, s.m. biliardo di dimensioni ridotte, spesso munito di dispositivi meccanici per azionare le bilie | biliardino elettrico , flipper. 

biliardo

o bigliardo, s.m.  (1) gioco che consiste nel colpire, con apposite stecche e secondo determinate regole, delle bilie d'avorio che si fanno correre e scontrare su un tavolo rettangolare delimitato...

biliare

agg. (anat. , med.) della bile, relativo alla bile: calcolo biliare | vie biliari , l'apparato escretore della bile | vescichetta...

bilicare

v. tr. [io bìlico , tu bìlichi ecc.] (rar.) mettere in bilico, far stare in equilibrio | (fig.) soppesare, ponderare | bilicarsi v. rifl. (rar.) reggersi in...

bilico

s.m. [pl. -chi ; meno bene -ci] (1) solo nella loc. in bilico , per indicare la posizione di un corpo in equilibrio instabile: essere , stare in bilico | (fig.)...

bilineare

agg. (mat.) si dice di polinomio in due variabili, ciascuna delle quali di primo grado. 

bilineo

agg. (mat.) che contiene due linee. 

bilingue

agg.  (1) scritto in due lingue: testo bilingue | dizionario bilingue , quello in cui i vocaboli e le locuzioni di una lingua sono affiancati dalla corrispondente traduzione in...

bilinguismo

s.m.  (1) l'essere bilingue (2) compresenza in una nazione o in una regione di due distinti gruppi linguistici: il bilinguismo del belgio.  

bilione

s.m. (non com.) numero cardinale che equivale a mille miliardi; negli stati uniti e in francia equivale a mille milioni, cioè un miliardo. 

bilioso

agg. collerico, irascibile: carattere bilioso § biliosamente avv.  

bilirubina

s.f. (biol.) pigmento organico di colore giallo-rossastro che si trova nella bile e nel siero del sangue, derivante dal metabolismo dell'emoglobina. 

bilirubinemia

s.f. (med.) quantità di bilirubina presente nel sangue, che è elevata nelle malattie epatiche. 

bilirubinuria

s.f. (med.) presenza di bilirubina nelle urine; si riscontra negli itteri. 

biliverdina

s.f. (biol.) pigmento organico di colore verde contenuto nella bile e derivante dal metabolismo dell'emoglobina. 

billetta

s.f. (metall.) semilavorato di acciaio a sezione quadrata largo da (1) a 20 cm e lungo da (2) a (3) m da cui per successiva laminazione si ricavano lamiere e...

bilobato

agg.  (1) (bot.) si dice di organo vegetale (foglia ecc.) che ha due lobi (2) (arch.) si dice di elemento terminante con arco a due lobi. 

bilobo

agg. bilobato. 

bilocale

agg. e s.m. si dice di un'unità immobiliare costituita da due locali e servizi. 

bilocazione

s.f. presenza simultanea di una persona in due luoghi diversi, asserita in racconti della tradizione religiosa o in testi di metapsichica o parapsicologia. 

biltà

vedi beltà

biluce

agg. invar. si dice di lampada a due luci, come i fari delle automobili. 

bilustre

agg. (lett.) di due lustri. 

bimano

agg. che ha due mani; si dice dell'uomo, in contrapposizione alle scimmie che sono quadrumani. 

bimare

agg. (lett.) bagnato da due mari, situato su due mari. 

bimbo

s.m. [f. -a] bambino. dim. bimbetto , bimbino accr. bimbone pegg. bimbaccio.  

bimembre

o bimembro , agg. (rar.) (1) che ha membra doppie | che ha duplice natura: i centauri bimembri  (2) (estens.) fatto di due parti, duplice. 

bimensile

agg. che avviene, si ripete, si pubblica, si paga due volte al mese: riunione , rivista , rata bimensile.  

bimestrale

agg.  (1) che dura un bimestre: corso di studi bimestrale  (2) che ricorre, che scade ogni bimestre: pagamento bimestrale § bimestralmente avv. ogni due...

bimestre

s.m. periodo di due mesi. 

bimetallico

agg. [pl. m. -ci] (1) fatto di due metalli diversi: coppia bimetallica , bimetallo (2) che comprende due metalli diversi: lega bimetallica  (3) sistema bimetallico ,...

bimetallismo

s.m. (econ.) sistema monetario in cui l'unità monetaria è fissata in termini sia di oro sia di argento e il cambio tra le monete di oro e di argento riflette un rapporto di valore...

bimetallo

s.m. dispositivo formato da due lamine di metallo diverso saldate insieme, usato come elemento sensibile nei termoregolatori; è detto anche coppia bimetallica.  

bimillenario

s.m. ricorrenza, commemorazione di un fatto accaduto duemila anni prima: nel 1981 si è celebrato il bimillenario virgiliano agg. (rar.) che...

bimotore

agg. che ha due motori s.m. aeroplano fornito di due motori. 

binare

v. tr.  (1) (rar.) doppiare, ripetere due volte; accoppiare due cose, abbinarle (2) (eccl.) usare della facoltà di binazione (3) (ind. tessile) eseguire l'operazione di binatura | v....

binario

(1) agg. di due elementi; costituito da due elementi: opposizione binaria | verso binario , di due sillabe | ritmo , tempo binario , (mus.) a due misure | composto...

binario

s.m. coppia di rotaie o guide parallele su cui scorrono le ruote di treni, tram, funicolari ecc.; per estens., la sede ferroviaria, cioè l'insieme di massicciata e rotaie | doppio...

binarismo

s.m. teoria linguistica secondo cui i sistemi fonologici delle lingue sarebbero fondati su poche opposizioni binarie. 

binato

part. pass. di binare agg. accoppiato, abbinato: colonne binate ' torre binata , sulle navi da guerra, torretta corazzata...

binato

agg. (ant.) (1) che ha due nature: l'animal binato , in dante (purg. xxxii, 47), il grifone (2) (non com.) nato da uno stesso parto; gemello. 

binatrice

s.f. (ind. tessile) (1) macchina che accoppia due o più fili e li prepara per l'operazione della ritorcitura (2) operaia addetta alla binatura. 

binatura

s.f. (ind. tessile) operazione dell'accoppiare e torcere due o più fili. 

binaurale

agg.  (1) (med.) che interessa tutte e due le orecchie: disturbo , sordità binaurale  (2) biaurale. 

binazione

s.f.  (1) (rar.) il binare (2) (eccl.) celebrazione di due messe nel medesimo giorno da parte di uno stesso sacerdote. 

binda

s.f. apparecchio di sollevamento a pignone e cremagliera azionato a mano; cricco, martinetto. 

bindella

s.f. lista di acciaio che nei fucili da caccia del tipo tradizionale tiene unite le due canne e fa da linea di mira. 

bindellare

v. tr. [io bindèllo ecc.] applicare il bindello al coperchio delle scatole metalliche. 

bindellatura

s.f. il bindellare, l'essere bindellato. 

bindellina

s.f. passamano di paramenti ecclesiastici, formato da una laminetta metallica avvolta nella seta. 

bindello

s.m. striscia di latta stretta e sottile che chiude ermeticamente il coperchio di scatole di prodotti alimentari. 

bindolare

v. tr. [io bìndolo ecc.] (rar.) abbindolare. 

bindoleria

s.f. (rar.) truffa, imbroglio, raggiro. 

bindolo

s.m.  (1) macchina per sollevare acqua dai pozzi (2) aspo, arcolaio (3) (fig.) raggiro, truffa | (estens. rar.) persona abile nei raggiri; imbroglione. accr. bindolone.  

bingo

s.m. invar. gioco simile alla tombola, molto in voga negli stati uniti e in gran bretagna. 

bino

agg. (lett.) doppio, accoppiato. 

binocolo

rar. binoccolo , s.m. strumento ottico risultante dall'accoppiamento di due cannocchiali gemelli, destinato alla visione binoculare di oggetti lontani | binocolo prismatico , dotato...

binoculare

agg. si dice di visione che avviene mediante tutti e due gli occhi. 

binodo

s.m. (elettron.) insieme di due tubi elettronici aventi il catodo in comune; valvola doppia. 

binomiale

agg. (mat.) di binomio, relativo a un binomio: coefficienti binomiali.  

binomio

agg. che è composto di due nomi o termini: nomenclatura , equazione binomia.  

binomio

s.m.  (1) (mat.) espressione algebrica costituita dalla somma di due monomi (2) (estens.) accostamento di due concetti o due persone: il binomio giustizia e libertà ; un eccezionale binomio...

binubo

agg. e s.m. [f. -a] che, chi è passato a seconde nozze. 

binucleato

agg. (biol.) costituito da due nuclei: cellula binucleata.  

bio-

-bio primo e secondo elemento di parole composte di origine greca o di formazione moderna, dal gr. bíos 'vita'; vale 'essere vivente, che vive, vita' e sim. (biologia , biografia ,...

bioagricoltore

s.m. chi pratica la bioagricoltura. 

bioagricoltura

s.f. agricoltura basata sul rispetto dell'equilibrio ecologico del territorio e sull'esclusione di fertilizzanti e fitofarmaci non organici. 

bioastronautica

s.f. studi dei riflessi biologici, medici e comportamentali della navigazione spaziale. 

biobibliografico

agg. [pl. m. -ci] riguardante la vita e le opere di un autore: repertorio biobibliografico.  

biocatalizzatore

s.m. (med.) sostanza di natura proteica che nei sistemi viventi accelera le reazioni chimiche che presiedono alla vita degli organismi. 

bioccolo

rar. biocco , s.m.  (1) fiocco di lana o di cotone, prima della filatura (2) fiocco, batuffolo: bioccolo di neve | colaticcio della candela. 

bioccoluto

agg. pieno di bioccoli, fatto a bioccoli. 

bioccoso

agg. (lett.) pieno di bioccoli: scivolerà dal cielo bioccoso un tardo raggio (montale) | che ha forma di bioccolo. 

biocenologia

s.f. (biol.) studio delle forme di associazione del mondo vegetale e animale; sociologia floristica e faunistica. 

biocenosi

s.f. (biol.) associazione di diverse specie animali e vegetali in un determinato ambiente ecologico, nel quale convivono in reciproca relazione. 

biochimica

s.f. scienza che studia la composizione chimica degli organismi viventi e i fenomeni chimici e chimico-fisici che in essi si svolgono. 

biochimico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la biochimica s.m. [f. -a] studioso, esperto di biochimica. 

biochip

s.m. invar. (elettron.) microchip contenente materiali organici, come grosse molecole proteiche. 

biocida

s.m. [pl. m. -di] (1) sostanza che distrugge la vita delle piante (2) pesticida. 

bioclastico

agg. [pl. m. -ci] (geol.) si dice di sedimento formato da detriti di gusci e da altri resti di origine organica; anche, del processo di corrosione delle rocce causato dagli organismi...

bioclimatologia

s.f. scienza che studia i rapporti fra clima ed esseri viventi. 

bioclimatologo

s.m. [f. -a] studioso, esperto di bioclimatologia. 

bioculare

agg. si dice di strumento ottico, spec. del microscopio, che ha due oculari; binoculare. 

biodegradabile

agg. (biol. , chim.) che va soggetto a biodegradazione. 

biodegradabilità

s.f. l'essere biodegradabile. 

biodegradazione

s.f. la scomposizione di un materiale in composti chimici semplici per azione di agenti biofisici naturali (batteri, luce solare, umidità ecc.). 

biodinamica

s.f.  (1) (fisiol.) disciplina che studia l'aspetto dinamico dei processi vitali sulla base delle leggi della meccanica (2) (geol.) disciplina che studia i fenomeni di modellamento...

biodinamico

agg. [pl. m. -ci] (1) di, relativo alla biodinamica (2) agricoltura biodinamica , bioagricoltura. 

biodo

tosc. biodolo [bió-do-lo], s.m. erba palustre, usata per impagliare fiaschi (fam. alismatacee). 

bioelettricità

s.f. (fis.) elettricità di origine animale. 

bioelettrico

agg. [pl. m. -ci] (fis.) relativo alla bioelettricità. 

bioelettronica

s.f. disciplina che si interessa dell'applicazione delle tecniche elettroniche alla biologia. 

bioenergetica

s.f.  (1) settore della biologia che studia le trasformazioni di energia negli organismi viventi (2) (fisiol.) biodinamica. 

bioenergetico

agg. [pl. m. -ci] della bioenergetica, che concerne la bioenergetica. 

bioetica

s.f. lo studio dei problemi etici individuali e sociali connessi con l'applicazione delle più recenti scoperte biologiche e mediche (in partic. nel campo dell'ingegneria genetica,...

biofarmaceutica

s.f. disciplina che ricerca le tecniche idonee per realizzare farmaci in cui si abbia la massima disponibilità biologica dei principi attivi. 

biofisica

s.f. scienza che studia l'influsso degli agenti fisici sui fenomeni biologici. 

biofisico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la biofisica s.m. [f. -a] studioso di biofisica. 

biogas

s.m. invar. gas combustibile prodotto dalla fermentazione di materiale organico come letame, residui vegetali e sim. 

biogenesi

s.f. teoria sull'origine della vita, secondo la quale tutti gli esseri viventi discendono da altri esseri viventi preesistiti. 

biogenetica

s.f. teoria sull'origine della vita e l'evoluzione dei viventi, secondo la quale l'ontogenesi (cioè lo sviluppo del singolo individuo dall'uovo allo stadio adulto) rappresenta una...

biogenetico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la biogenesi o la biogenetica. 

biogenia

s.f. studio dell'origine e dello sviluppo degli esseri viventi. 

biogeno

agg. (biol.) formato da organismi viventi; che genera organismi viventi s.m. (chim.) elemento chimico costitutivo della materia vivente. 

biogeografia

s.f. settore della geografia che studia la distribuzione degli esseri viventi sulla terra in relazione alle condizioni ambientali. 

biografare

v. tr. [io biògrafo ecc.] (non com.) scrivere la biografia di una persona illustre o importante. 

biografato

part. pass. di biografare agg. e s.m. [f. -a] (non com.) si dice del personaggio oggetto di una biografia. 

biografia

s.f.  (1) narrazione della vita di una persona illustre | l'opera stessa che la contiene (2) il relativo genere letterario. 

biografico

agg. [pl. m. -ci] che concerne la biografia: notizie , fonti biografiche § biograficamente avv. dal punto di vista biografico. 

biografismo

s.m. in un testo di carattere critico o narrativo, tendenza a sviluppare eccessivamente gli elementi biografici. 

biografo

s.m. [f. -a] autore di biografie: plutarco fu un grande biografo.  

bioherma

s.m. invar. (geol.) formazione rocciosa dovuta all'accumulo di coralli e alghe; si presenta per lo più come una scogliera sagomata a forma di cupola. 

bioingegnere

s.m. studioso, esperto di bioingegneria. 

bioingegneria

s.f.  (1) disciplina che applica nozioni di ingegneria nella realizzazione di strumenti utilizzati in medicina e biologia (2) in ecologia, studio e tecnica di costruzione o ricostruzione del...

biolca

s.f. antica misura agraria di superficie, ancora in uso in emilia-romagna e in veneto; equivale, con minime varianti, a circa un terzo di ettaro. 

biolco

vedi bifolco

biologia

s.f. [pl. -gie] scienza che studia le caratteristiche degli organismi viventi nei loro diversi aspetti (morfologico, fisiologico, anatomico, ecologico): biologia umana , scienza...

biologico

agg. [pl. m. -ci] (1) di, relativo alla biologia: ciclo , ambiente biologico  (2) che concerne materiale organico: fossa biologica ; guerra biologica  (3) (estens.)...

biologismo

s.m. (filos.) caratteristica di ogni teoria che interpreti i fenomeni psicologici, sociali, religiosi in analogia o in base a fatti biologici. 

biologo

s.m. [f. -a ; pl. m. -gi] studioso di biologia. 

bioluminescenza

s.f. luminescenza di origine animale: la bioluminescenza delle lucciole.  

bioma

s.m. [pl. -mi] (biol.) complesso di comunità vegetali e animali che, in una data zona geografica, hanno raggiunto una relativa stabilità, mantenuta dalle condizioni...

biomassa

s.f. (scient.) (1) la massa totale di tutti gli organismi presenti in un certo tempo in una data biocenosi (2) materiale proteico prodotto da batteri e lieviti, usato come...

biomatematica

s.f. settore della biologia che impiega strumenti e modelli matematici nelle ricerche di genetica molecolare. 

biomeccanica

s.f. disciplina che studia il complesso delle leggi meccaniche che regolano gli organismi viventi e che applica le nozioni della meccanica alla biologia e alla medicina. 

biomedicina

s.f. le scienze mediche e biologiche considerate unitariamente. 

biometeorologia

s.f. ramo della meteorologia che studia l'influenza delle condizioni meteorologiche sugli esseri viventi. 

biometria

s.f.  (1) settore della biologia che misura e studia statisticamente i dati rilevati sugli esseri viventi, per trarne comparativamente classificazioni e leggi (2) (med.) misurazione ecografica...

biometrico

agg. [pl. m. -ci] che si riferisce alla biometria. 

biometrista

s.m. [pl. m. -sti] (1) biologo specializzato in biometria (2) medico che esegue biometrie. 

biomicroscopia

s.f. (med.) applicazione del microscopio in campo diagnostico e chirurgico (spec. in oculistica e otorinolaringoiatria) per l'osservazione e l'intervento su aree impercettibili a...

bionda

vedi blonda

bionda

s.f.  (1) donna dai capelli biondi. dim. biondina accr. biondona  (2) (gerg.) sigaretta: traffico delle bionde , contrabbando di sigarette (3) (mar. scherz.) scopa. 

biondastro

agg. che tende al biondo: capelli biondastri.  

biondeggiare

v. intr. [io biondéggio ecc. ; aus. avere] (lett.) essere, apparire di colore biondo: le messi biondeggiano.  

biondella

s.f. pianta erbacea medicinale con fiori rosei disposti in cime terminali e foglie lanceolate (fam. genzianacee). 

biondezza

s.f. l'essere, l'apparire biondo: la biondezza dei capelli.  

biondiccio

agg. [pl. f. -ce] che tende al biondo; biondo pallido: barba biondiccia.  

biondo

agg.  (1) di colore tra il giallo oro e il castano chiaro (si dice spec. dei capelli, della barba e dei baffi) | in usi lett.: spighe bionde , mature; il biondo metallo , l'oro; il biondo dio ,...

bionica

s.f. scienza che studia sistemi elettronici capaci di simulare il comportamento di organismi viventi o di loro parti. 

bionico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la bionica | ottenuto con applicazioni della bionica: uomo bionico , automa biologico. 

biopatia

s.f. (med.) qualsiasi squilibrio dell'organismo. 

bioproteina

s.f. biomassa, nel sign. 2. 

biopsia

s.f. (med.) prelievo a scopo diagnostico di frammenti di tessuti da un organismo vivente. 

bioptico

agg. [pl. m. -ci] (med.) di biopsia: esame bioptico.  

bioritmico

agg. [pl. m. -ci] del bioritmo: studio bioritmico.  

bioritmo

s.m.  (1) (biol.) ciclo di un fenomeno vitale (2) (med.) diagramma dei ritmi relativi alla condizione psicofisica di un individuo, calcolato per un determinato periodo secondo apposite...

biorizzazione

s.f. sterilizzazione del latte effettuata sotto pressione in un recipiente scaldato per mezzo di ultrasuoni. 

bios

s.m. (inform.) serie di programmi necessari per l'avvio del computer e la comunicazione elementare fra tutti i componenti del sistema. 

bioscia

s.f. [pl. -sce] (rar.) (1) neve molle che si scioglie appena caduta; pioggia nevosa (2) (fig.) minestra o bevanda insipida. 

bioscopia

s.f.  (1) indagine medico-legale che si effettua per accertare se la morte di un individuo sia reale o apparente (2) esame di un feto morto per accertare se era vitale al momento della...

bioscopio

s.m.  (1) (med.) strumento usato in bioscopia (2) (cine.) apparecchio cinematografico precursore del moderno proiettore. 

biosfera

s.f. l'insieme delle zone della terra (comprese l'atmosfera e l'idrosfera) in cui esistono le condizioni essenziali per lo sviluppo della vita animale e vegetale | (estens.)...

biosintesi

s.f. (biol.) sintesi chimica operata da organismi viventi. 

biosistema

s.m. [pl. -mi] (biol.) ecosistema. 

biosociologia

s.f. [pl. -gie] settore della sociologia che studia le relazioni tra fenomeni biologici e fenomeni sociali. 

biospazio

s.m. spazio necessario a un individuo o a una collettività per essere nelle condizioni biologiche di vivere. 

biossido

s.m. (chim.) composto formato da un atomo di un metallo o di un non metallo (metalloide) e da due atomi di ossigeno. 

biostatistica

s.f. statistica applicata ai fenomeni biologici. 

biostratigrafia

s.f. (geol.) studio stratigrafico della successione delle rocce sedimentarie, effettuato per mezzo dei fossili contenuti in esse. 

biotecnologia

s.f. applicazione della tecnologia ai processi biologici. 

bioterapeuta

s.m. e f. [pl. m. -i] chi cura con la bioterapia. 

bioterapia

s.f. (med.) trattamento curativo che si basa sull'impiego di colture viventi (p. e. lieviti, iogurt) o di prodotti organici (p. e. bile, succo...

biotico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) che riguarda la vita; biologico. 

biotina

s.f. (chim.) altra denominazione della vitamina h. 

biotipo

s.m.  (1) (biol.) insieme di individui aventi lo stesso genotipo (2) (med.) complesso dei caratteri, ereditari e no, che fanno parte del patrimonio costituzionale di un individuo. 

biotipologia

s.f. scienza che studia i tipi individuali umani, classificati a seconda delle caratteristiche somatiche, fisiologiche e psichiche. 

biotite

s.f. (min.) varietà di mica in lamelle nere. 

biotopo

s.m. (biol.) unità di ambiente fisico in cui vive una singola popolazione animale o vegetale, o una biocenosi. 

biottica

agg. si dice di un tipo di macchina fotografica con due obiettivi uguali e sovrapposti, uno dei quali serve da mirino | anche come s.f. : una biottica.  

biottico

agg. [pl. m. -ci] in ottica, si dice di strumento o apparecchio costituito da due gruppi di lenti ad assi paralleli (p. e. il cannocchiale bioculare). 

biotto

agg.  (1) (ant.) misero, meschino (2) (region.) nudo. 

biova

s.f. nel milanese, forma di pane bianco condito, morbido, di pezzatura non superiore a mezzo chilo. dim. biovetta.  

biovulare

agg. (biol.) derivante dalla fecondazione di due uova distinte da parte di due distinti spermatozoi: gemelli biovulari.  

bip

s.m. invar. suono metallico e istantaneo di un segnale acustico, tipico di certi congegni elettronici (sveglia, videogioco, cercapersone ecc.); si usa anche la forma bip bip.  

bipala

agg. invar. (aer.) che ha due pale: elica bipala.  

biparietale

agg. (anat.) che riguarda le due ossa parietali del cranio: sutura biparietale.  

bipartibile

agg. che è divisibile in due parti. 

bipartire

v. tr. [io bipartisco , tu bipartisci ecc] (non com.) dividere in due parti | bipartirsi v. rifl. biforcarsi: il fiume si bipartisce.  

bipartitico

agg. [pl. m. -ci] che è formato da due partiti; relativo al bipartitismo: il sistema bipartitico americano.  

bipartitismo

s.m. sistema politico in cui due soli partiti si alternano al governo e all'opposizione: il bipartitismo inglese.  

bipartito

part. pass. di bipartire agg. diviso in due: foglia bipartita.  

bipartito

agg. si dice di entità politica formata da due partiti: governo bipartito s.m. governo costituito da due partiti. 

bipartizione

s.f. (non com.) divisione in due parti. 

bipasso

agg. si dice di proiettore cinematografico in grado di funzionare con pellicole sia a passo normale sia a passo ridotto. 

bipede

agg. che è fornito di due piedi s.m.  (1) animale che ha due piedi | (scherz.) l'uomo (2) coppia di arti di un quadrupede coordinati nell'andatura. 

bipennato

agg. (bot.) si dice di foglia munita di un picciolo comune che porta tanti piccioli minori terminanti in foglioline. 

bipenne

s.f. (ant.) scure a due tagli | (estens.) scure, mannaia. 

bipiramide

s.f.  (1) (geom.) figura solida costituita da due piramidi aventi la base in comune (2) forma semplice cristallografica chiusa, formata da due piramidi identiche unite per la base. 

biplacca

s.f. valvola elettronica fornita di un filamento e due placche, usata nei raddrizzatori radiotecnici. 

biplano

agg. (aer.) che ha due piani alari sovrapposti s.m. velivolo biplano. 

bipolare

agg.  (1) (elettr.) che ha due poli: induttore , spina bipolare  (2) si dice di politica basata sul bipolarismo. 

bipolarismo

s.m. sistema o assetto politico o di potere i cui elementi costitutivi (stati, partiti, organizzazioni e sim.) si aggregano in blocchi contrapposti intorno a due elementi guida: il...

bipolarità

s.f. (fis.) proprietà di ciò che è bipolare. 

bipolarizzazione

s.f. in politica, il processo che porta al bipolarismo. 

bipolide

agg. e s.m. e f. che, chi ha la cittadinanza di due stati diversi. 

bipolo

s.m. (elettr.) elemento di un circuito elettrico che è collegato agli altri elementi del circuito mediante due poli. 

biposto

agg. invar. si dice di mezzo di locomozione a due posti: aereo , macchina biposto s.m. invar. aeroplano a due posti | s.f. invar....

biprisma

s.m. [pl. -mi] in ottica, dispositivo formato da due prismi che produce figure di interferenza. 

biquadratico

agg. [pl. m. -ci] (mat.) si dice di equazione binomia di quarto grado nella quale l'incognita compare solamente alla quarta e alla seconda potenza. 

birba

s.f.  (1) (lett.) persona scaltra e malvagia. accr. birbone (m.) pegg. birbaccia , birbaccione (m.) (2) (scherz.) ragazzo molto vivace e furbo;...

birba

s.f. (ant.) carrozza scoperta a quattro ruote e due posti. dim. birbino (m). 

birbantaggine

s.f.  (1) l'essere birbante (2) azione da birbante. 

birbante

s.m.  (1) uomo poco onesto e molto astuto; furfante (2) (scherz.) ragazzo vivace e un po' scapestrato. dim. birbantello | usato anche come agg. : un ragazzo...

birbanteggiare

v. intr. [io birbantéggio ecc. ; aus. avere] (non com.) comportarsi, agire da birbante. 

birbanteria

s.f.  (1) l'essere birbante (2) detto o azione da birbante (anche scherz.). 

birbantesco

agg. [pl. m. -schi] che è proprio di un birbante § birbantescamente avv.  

birberia

s.f.  (1) l'essere birba (2) azione da birba. 

birbesco

agg. [pl. m. -schi] (rar.) che è proprio di una birba. 

birbo

agg. e s.m. [f. -a] che, chi è astuto e poco onesto. 

birbonaggine

s.f.  (1) l'essere birbone (2) azione da birbone. 

birbonata

s.f. azione da birbone; bricconata, canagliata. 

birbone

s.m. [f. -a] (1) birba, briccone, canaglia. pegg. birbonaccio  (2) (scherz.) monello, discolo. dim. birboncello  (3) (ant.) vagabondo, mendicante agg....

birboneggiare

v. intr. [io birbonéggio ecc. ; aus. avere] (non com.) compiere birbonate, comportarsi da birbone. 

birboneria

s.f.  (1) l'essere birbone (2) azione da birbone. 

birbonesco

agg. [pl. m. -schi] che è proprio di un birbone; birbantesco § birbonescamente avv.  

bircio

agg. [pl. f. -ce] (tosc) guercio, di vista corta: uomo bircio | strabico: occhio bircio | guardare di bircio , di traverso. 

bird watcher

loc. sost. m. invar. chi pratica il bird watching. 

bird watching

loc. sost. m. invar. attività ricreativa e sportiva che consiste nell'osservare la vita degli uccelli nel loro ambiente naturale. 

bireattore

s.m. aeroplano azionato da due motori a getto. 

bireme

s.f. antica nave con due ordini di remi. 

biribissi

rar. biribisso , s.m. (non com.) (1) nome di un gioco d'azzardo simile alla lotteria (2) sorta di trottola che si otteneva infilando uno stecco in un grosso bottone. 

birichinata

s.f. azione da birichino, monelleria. 

birichineria

s.f.  (1) l'essere birichino (2) azione da birichino. 

birichino

agg. vivace e impertinente: un bambino birichino | (estens.) furbo, malizioso: occhi birichini s.m. [f. -a] monello §...

birifrangente

agg. (fis.) che presenta birifrangenza. 

birifrangenza

s.f. (fis.) proprietà di alcuni cristalli di scindere il raggio luminoso incidente in due raggi di luce polarizzata che vibrano in piani perpendicolari fra loro e si propagano con...

birifrazione

s.f. (fis.) fenomeno della birifrangenza. 

birignao

s.m. invar. il parlare strascicato e nasale degli attori che esagerano le intonazioni o deformano la dizione. 

birillo

s.m.  (1) ognuno dei piccoli pezzi di legno o altro materiale, con base circolare e variamente sagomati, che in giochi di bambini (o anche nel biliardo e nel bowling) si dispongono su un piano per...

birmano

agg. della birmania, stato dell'asia meridionale s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante della birmania (2) lingua della famiglia cino-tibetana parlata dai...

biro

® agg. e s.f. invar. si dice del tipo di penna oggi più diffuso, in cui il pennino è sostituito da una piccola sfera rotante che trasporta un inchiostro grasso...

birotore

agg. si dice di elicottero che ha due rotori. 

birra

s.f.  (1) bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione del malto di orzo e di altri cereali, e aromatizzata con il luppolo: birra chiara , bionda , scura ; birra in bottiglia , in lattina , alla...

birraglia

s.f. (rar.) sbirraglia. 

birraio

s.m. [f. -a] (1) venditore di birra (2) operaio addetto alla produzione della birra. 

birrario

agg. che concerne la produzione e il consumo della birra: mercato birrario.  

birreria

s.f.  (1) luogo di mescita o anche di vendita della birra (2) (non com.) stabilimento dove si produce birra; birrificio. 

birreria

s.f. (ant.) sede dei birri; insieme di birri, sbirraglia. 

birresco

agg. [pl. m. -schi] (non com.) di, da sbirro; (spreg.) oppressivo, prepotente. 

birrificio

s.m. stabilimento dove si produce birra. 

birro

s.m.  (1) in età medievale e rinascimentale, guardia armata addetta all'ordine pubblico; sbirro (2) (mar.) anello fatto con un cavo di canapa per sospendervi un paranco. 

birro

s.m. (antiq.) la mozzetta del vescovo. 

bis

inter. esclamazione con la quale il pubblico chiede la ripetizione di un brano dello spettacolo o del concerto appena terminato, o l'esecuzione di un altro brano: bravo, bis!...

bis-

primo elemento di voci dotte dal lat. bi°s 'due volte'; vale 'due, due volte, doppio' e sim. (biscotto); indica grado più remoto, spec. nei nomi di parentela (bisnonno ,...

bisaccia

s.f. [pl. -ce] sacca doppia che si porta a cavalcioni su una spalla o di traverso sulle bestie da soma, in modo che i due pesi si bilancino; in partic., la sacca usata dai contadini...

bisante

s.m.  (1) antica moneta aurea dell'impero bizantino (2) (arald.) figura tonda, d'oro o d'argento, simile a una moneta senza alcun conio (3) sottilissimo dischetto d'oro o d'orpello, usato...

bisarca

s.f. grosso autotreno a due piani per trasportare automobili. 

bisarcavolo

s.m. [f. -a] (non com.) il padre dell'arcavolo. 

bisavo

o bisavolo [bi-sà-vo-lo], s.m. [f. -a] bisnonno | (estens.) antenato. 

bisbetico

agg. [pl. m. -ci] che cambia spesso di umore, lunatico; scontroso, litigioso: un vecchio bisbetico ; carattere bisbetico | (estens.) strano, stravagante,...

bisbigliamento

s.m. (non com.) un bisbigliare continuo. 

bisbigliare

v. intr. [io bisbìglio ecc. ; aus. avere] (1) parlare sommessamente, sussurrare (2) (estens.) fare pettegolezzi, sparlare | v. tr.  (3) dire sottovoce:...

bisbiglio

s.m.  (1) il bisbigliare; mormorio, sussurro | (lett.) fruscio: il bisbiglio de' zefiri fra le frondi (foscolo ultime lettere di jacopo ortis) (2) (estens.) cosa detta in...

bisbiglio

s.m. un bisbigliare continuato e insistente; brusio. 

bisbiglione

s.m. [f. -a] (non com.) chi ha l'abitudine di bisbigliare; maldicente. 

bisboccia

s.f. [pl. -ce] allegra riunione, per lo più fra amici, per mangiare e bere in compagnia: far bisboccia.  

bisbocciare

v. intr. [io bi sbòccio ecc.; aus. avere] far bisboccia, baldoria. 

bisboccione

s.m. [f. -a] chi fa bisboccia volentieri. 

bisca

s.f. locale nel quale si gioca d'azzardo: bisca clandestina.  

biscaglina

s.f. (mar.) scaletta di corda a pioli. 

biscaglino

agg. della biscaglia, provincia della spagna sett. s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante della biscaglia (2) grosso fucile in uso come arma da spalto fino al...

biscaiolo

lett. biscaiuolo , s.m. [f. -a] (non com.) chi frequenta una bisca. 

biscanto

s.m. (ant.) angolo doppio formato da due edifici non disposti sulla stessa linea | (estens.) angolo, cantonata. 

biscazzare

v. intr. [aus. avere] (rar.) giocare nelle bische | v. tr. (ant.) giocare qualcosa in una bisca | (estens.) dissipare i propri beni: biscazza e fonde la sua...

biscazziere

s.m. [f. -a] (1) chi gestisce una bisca (2) nel gioco del biliardo, chi segna i punti dei giocatori (3) chi lavora nelle pubbliche sale da gioco (4) (spreg.)...

bischeraggine

s.f. (tosc. pop.) stupidità, imbecillità. 

bischerata

s.f. (tosc. pop.) detto o atto da sciocco | (estens.) cosa da nulla, facilissima a farsi: non preoccuparti, è una bischerata.  

bischerello

s.m. pezzetto di legno usato per chiudere un otre. 

bischero

s.m.  (1) asticciola di legno o di metallo infissa nel manico degli strumenti a corda, sulla quale è avvolta un'estremità della corda stessa, in modo che se ne possa regolare la tensione (2)...

bischetto

s.m. (region.) il tavolinetto da lavoro dei calzolai; deschetto. 

bischizzo

s.m. forma antica di bisticcio , nel sign. 2. 

biscia

s.f. [pl. -sce] (1) serpente piccolo e non velenoso | biscia d'acqua , natrice | procedere a biscia , zigzagando. accr. biscione (m.) (2) (fig.) persona...

biscione

s.m.  (1) accr. di biscia  (2) lo stemma della famiglia dei visconti di milano, su cui è raffigurata una grossa biscia, divenuta poi simbolo della città (3) dolce...

biscottare

v. tr. [io biscòtto ecc.] cuocere qualcosa come un biscotto: biscottare il pane ; fette biscottate.  

biscottato

agg. si dice di pane reso croccante come un biscotto in seguito a cottura prolungata nel forno: fette biscottate.  

biscotteria

s.f.  (1) fabbrica di biscotti; negozio in cui si vendono biscotti, dolci e sim. (2) assortimento di biscotti e altri dolciumi: biscotteria da tè.  

biscottiera

s.f. recipiente in cui si conservano i biscotti. 

biscottiere

s.m. [f. -a] fabbricante di biscotti. 

biscottiero

agg. che riguarda la fabbricazione dei biscotti: industria biscottiera.  

biscottificio

s.m. fabbrica di biscotti. 

biscottino

s.m.  (1) dim. di biscotto  (2) (tosc.) leggero colpo scherzoso, buffetto che si dà con le dita (3) (mecc.) piccola biella che collega l'estremità della balestra col...

biscotto

s.m.  (1) piccola pasta dolce a base di farina, zucchero, uova e vari altri ingredienti, a seconda delle forme e dei tipi, cotta a lungo in forno perché risulti asciutta e croccante. dim....

biscroma

s.f. (mus.) valore di una nota o di una pausa corrispondente a 1/32 della semibreve. 

biscugino

s.m. [f. -a] (rar.) cugino di secondo grado. 

biscuit

s.m. invar.  (1) porcellana porosa cotta due volte e non smaltata, di colore bianco opaco, che rappresenta generalmente una fase intermedia della produzione della porcellana vetrinata (ma fu anche...

bisdosso

solo nella loc. avv. a bisdosso , (non com.) sul dorso nudo dell'animale; senza sella: cavalcare a bisdosso.  

bisdrucciolo

agg. si dice di parola che porta l'accento tonico sulla quart'ultima sillaba (p. e. dìtemelo). 

bisecante

agg. e s.f. (geom.) si dice di retta passante per due punti distinti qualsiasi di una curva sghemba. 

bisecare

v. tr. [io bìseco , tu bìsechi ecc.] (geom.) dividere in due parti uguali un ente geometrico, spec. un angolo. 

bisecolare

agg. di due secoli, che dura da due secoli. 

bisegolo

s.m. arnese da calzolaio, di legno di bosso o di metallo, che serve a levigare e lucidare le suole e i tacchi. 

bisellare

v. tr. [io bi sèllo ecc.] (tecn.) eseguire un bisello. 

bisellatrice

s.f. (tecn.) fresa a bottone per bisellare, spec. i cliché tipografici. 

bisellatura

s.f. (tecn.) esecuzione di un bisello | il bisello stesso. 

bisello

s.m.  (1) (tecn.) smusso, taglio obliquo dello spigolo di lamiere e sim. che devono essere saldate di costa | assottigliamento del bordo di pannelli di legno o di vetro che devono essere collocati...

bisemico

agg. [pl. m. -ci] (ling.) si dice di parola che ha due significati; bisenso. 

bisenso

s.m.  (1) parola che ha due significati (2) gioco enigmistico consistente nel trovare, in base a una definizione allusiva, una parola avente due significati. 

bisessuale

agg. che ha i caratteri di ambo i sessi | (bot.) si dice di fiore che ha sia stami sia pistilli agg. e s.m. e f....

bisessualità

s.f.  (1) l'essere bisessuale; ermafroditismo (2) la condizione di chi prova attrazione per entrambi i sessi | (psicoan.) la compresenza in ogni essere umano di disposizioni sessuali maschili...

bisessuato

agg. bisessuale. 

bisestile

agg. si dice dell'anno di 366 giorni (nel calendario gregoriano, uno ogni quattro), in cui il mese di febbraio è di 29 giorni. 

bisesto

rar. bissesto, s.m.  (1) il giorno che si aggiunge al mese di febbraio ogni quattro anni (2) (ant.) arco di quattro anni agg. (non com.) bisestile: anno...

bisettimanale

agg. che avviene due volte la settimana: partenza , pubblicazione bisettimanale § bisettimanalmente avv.  

bisetto

agg. (bot.) diviso in due in senso longitudinale: foglia bisetta.  

bisettore

agg. [f. -trice] (geom.) si dice di piano che divide in parti uguali un angolo diedro. 

bisettrice

s.f. (geom.) semiretta che divide un angolo in due parti uguali. 

bisex

agg. e s.m. e f. invar.  (1) si dice di chi si comporta sia da omosessuale sia da eterosessuale; bisessuale (2) (non com.) si dice di indumento adatto per...

bisezione

s.f. (geom.) divisione in due parti uguali di un ente geometrico, spec. un angolo. 

bisfenoide

s.m. forma semplice cristallografica chiusa, formata da quattro triangoli isosceli, o uguali a due a due o tutti uguali. 

bisillabico

agg. [pl. m. -ci] bisillabo. 

bisillabo

agg. di due sillabe s.m. (ling.) parola formata da due sillabe | (metr.) verso costituito da due sillabe con un unico accento sulla prima. 

bisimmetria

s.f. (biol.) simmetria bilaterale doppia di un corpo le cui parti sono disposte simmetricamente rispetto a due piani perpendicolari tra loro. 

bisimmetrico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) che presenta bisimmetria. 

bislaccheria

s.f. azione o idea bislacca; stramberia, bizzarria. 

bislacco

agg. [pl. m. -chi] stravagante, strambo, bizzarro: uomo , cervello bislacco § bislaccamente avv.  

bislingua

s.f. (bot.) piccola pianta simile al lauro, i cui fiori spuntano tra due foglie come una linguetta (fam. gigliacee). 

bislungo

agg. [pl. m. -ghi] (non com.) di forma allungata, oblungo: vaso bislungo.  

bismutina

s.f. (miner.) solfuro di bismuto; è un minerale in forma di cristalli aghiformi o di masse compatte grigiastre. 

bismuto

s.m. elemento chimico di simbolo bi; è un metallo bianco-roseo, fragile, lucente, usato per la preparazione di leghe a basso punto di fusione; alcuni suoi composti sono impiegati in...

bisnipote

s.m. e f. pronipote. 

bisnonno

s.m. [f. -a] padre del nonno o della nonna. 

bisogna

s.f. (lett.) (1) faccenda, affare (2) necessità, occorrenza; ciò di cui si ha bisogno. 

bisognare

v. intr. [usato solo nelle terze persone sing. e pl.; aus. essere , raro avere] essere necessario, conveniente, utile: ci bisognerebbe il tuo aiuto | v. intr....

bisognatario

s.m. [f. -a] (comm.) la persona indicata sulla cambiale-tratta e tenuta al pagamento in vece del trattario in caso di suo rifiuto. 

bisognevole

agg. (lett.) (1) necessario, occorrente (2) che ha bisogno, bisognoso: gente bisognevole di aiuto s.m. [solo sing.] ciò di cui c'è...

bisognino

s.m. (eufem. fam.) necessità corporale. 

bisogno

s.m.  (1) il mancare, il non disporre di una cosa necessaria; necessità: non avere bisogno di nulla ; sentire il bisogno di parlare con qualcuno ; soddisfare i propri bisogni materiali...

bisognoso

agg. e s.m. [f. -a] (1) che, chi ha bisogno di qualcosa: bisognoso di cure  (2) che, chi vive nel bisogno; povero: aiutare i bisognosi §...

bisolfato

s.m. (chim.) solfato acido. 

bisolfito

s.m. (chim.) solfito acido; è usato come riducente e sbiancante. 

bisolfuro

s.m. (chim.) composto inorganico contenente due atomi di zolfo. 

bisonico

agg. [pl. m. -ci] che ha o può raggiungere una velocità doppia di quella del suono: aereo bisonico.  

bisonte

s.m.  (1) grosso ruminante selvatico con fronte larghissima e convessa armata di piccole corna arcuate, mento barbuto, pelame bruno (ord. artiodattili) (2) (fig.) autoveicolo...

bisquadro

agg. (rar.) che ha forma quasi quadrata, di quadrangolo irregolare. 

bissare

v. tr. eseguire un bis; ripetere su richiesta una parte di uno spettacolo | (estens.) replicare, ripetere, rifare. 

bissesto

vedi bisesto

bissino

agg. (lett.) di bisso. 

bisso

s.m.  (1) nome di una tela finissima di lino, oggi usata come tela da ricamo: tovaglia di bisso  (2) filo corneo che taluni molluschi lamellibranchi (p. e. i mitili)...

bissolo

s.m. moneta milanese coniata dai visconti, recante la figura di una biscia. 

bissona

s.f.  (1) grossa barca veneziana a otto remi, usata nelle feste e nelle parate (2) moneta d'argento milanese, così chiamata perché recava impresso il biscione visconteo tra due gigli. 

bistabile

agg. (elettron.) si dice di circuito multivibratore in cui la commutazione fra i due diversi stati di equilibrio, entrambi stabili, si verifica soltanto per intervento di un impulso...

bistecca

s.f. fetta di carne di manzo o di vitello tagliata dalla costa o dal lombo e cotta sui ferri o in padella: bistecca al sangue , poco cotta; bistecca alla bismarck , cotta alla...

bistecchiera

s.f. graticola o piastra su cui si cuociono le bistecche. 

bistento

s.m. (ant.) aspettativa ansiosa; stento, pena: egli m'ha tutta notte tenuta in bistento (boccaccio dec. viii, 7). 

bisticciamento

s.m. (non com.) il bisticciare; litigio. 

bisticciare

v. intr. [io bistìccio ecc. ; aus. avere] litigare a parole per motivi non gravi: bisticciare come cane e gatto | bisticciarsi v. rifl....

bisticcio

s.m.  (1) il bisticciare; litigio breve, non grave: un bisticcio di ragazzi  (2) accostamento di due o più parole di suono simile e diverso significato, fatto per gioco o involontariamente;...

bistondo

agg. (rar.) che ha forma tondeggiante, ma non rotonda. 

bistori

vedi bisturi

bistorta

s.f. (bot.) pianta erbacea con foglie grandi oblunghe e fiori rosei raccolti in dense spighe (fam. poligonacee). 

bistorto

agg. (rar.) (1) torto più volte, irregolarmente: un tronco d'albero bistorto  (2) (fig.) strambo, bizzarro, bisbetico. 

bistrare

v. tr. colorare con il bistro. 

bistrato

part. pass. di bistrare agg. tinto, truccato con il bistro: occhi bistrati.  

bistrattare

v. tr.  (1) adoperare malamente, sciupare, rovinare (riferito a cosa) (2) maltrattare, strapazzare (riferito a persona): essere bistrattato da tutti | (fig.) criticare...

bistro

s.m.  (1) polvere nera finissima ricavata dalla fuliggine di faggio; è usata in pittura e come cosmetico (spec. per gli occhi) | colorante bruno per tessuti di cotone a base di idrossido di...

bistrot

s.m. invar. caffè parigino; per estens., taverna, mescita. 

bistrò

s.m. adattamento it. del fr. bistrot.  

bisturi

ant. bistori o bisturì, s.m. strumento chirurgico a forma di piccolo coltello, usato per incidere i tessuti molli | bisturi elettrico , strumento ad arco elettrico ad alta frequenza...

bisulco

agg. [pl. m. -chi] (lett.) diviso in due: piede bisulco , quello dei ruminanti. 

bisunto

agg. molto unto, sporco: unto e bisunto , (fam.) sporchissimo. 

bit

s.m. invar. (inform.) unità elementare d'informazione, che può avere il valore di 0/1; ciascuna delle due cifre del sistema di numerazione binario. 

bitagliente

agg. che taglia da entrambe le parti: lama bitagliente.  

bitartrato

s.m. (chim.) tartrato acido derivato dall'acido tartarico: bitartrato di sodio | bitartrato di potassio , cremortartaro. 

bitematico

agg. [pl. m. -ci] (mus.) si dice di composizione o brano musicale costruito su due temi principali. 

bitematismo

s.m. (mus.) la costruzione di una composizione musicale su due temi. 

bitonale

agg.  (1) (mus.) che ha due toni: scala bitonale  (2) si dice di clacson a due note. 

bitonalità

s.f. (mus.) presenza di una duplicità di scale tonali in una composizione musicale. 

bitorzolo

s.m. piccolo rigonfiamento o protuberanza sulla pelle o su un'altra superficie. dim. bitorzolino , bitorzoletto accr. bitorzolone.  

bitorzoluto

agg. pieno di bitorzoli. 

bitta

s.f. (mar.) colonnetta d'acciaio o di ghisa, bassa e robusta, posta sulla prua delle navi o sulle banchine dei porti per avvolgervi cavi o catene di ormeggio; nelle piccole...

bittare

vedi abbittare

bitter

s.m. invar. bevanda amara, alcolica o analcolica, che si beve come aperitivo. 

bittone

s.m. (mar.) colonnetta di legno, munita di puleggia, posta ai piedi degli alberi dei velieri per le manovre | bittone d'ormeggio , grossa bitta piantata sulla banchina. 

bitumare

v. tr. ricoprire con uno strato di bitume: bitumare una strada.  

bitumatore

s.m. operaio addetto a spargere il bitume nei lavori di pavimentazione stradale. 

bitumatrice

s.f. macchina per eseguire la bitumatura. 

bitumatura

s.f.  (1) operazione del bitumare (2) lo strato di bitume che ricopre una strada. 

bitume

s.m.  (1) miscela combustibile di idrocarburi, solida o liquida, estratta da giacimenti naturali oppure ricavata da rocce asfaltiche o dai residui di distillazione del petrolio greggio; è usata...

bituminare

v. tr. [io bitùmino ecc.] (non com.) bitumare. 

bituminoso

agg.  (1) di bitume; che contiene bitume (2) (estens.) che ha il colore del bitume (3) (fig. lett.) torbido; grossolano. 

bitumizzazione

s.f. (tecn.) trattamento di materiali deperibili (p. e. il legno) con bitume, al fine di preservarli e proteggerli. 

biunivocità

s.f. (mat.) corrispondenza secondo cui a ogni elemento di un insieme corrisponde uno e un solo elemento di un altro insieme e viceversa. 

biunivoco

agg. [pl. m. -ci] (mat.) caratterizzato da biunivocità: corrispondenza biunivoca § biunivocamente avv.  

biuta

s.f.  (1) miscuglio di terra, rifiuti animali e materie grasse, usato per turare buchi sui tronchi degli alberi o come intonaco (2) (antiq.) belletto (3) (dial.) velo di zucchero e chiara...

bivaccare

v. intr. [io bivacco , tu bivacchi ecc. ; aus. avere] (1) fare un bivacco; accamparsi all'aperto per passare la notte (2) (estens.) sistemarsi...

bivacco

s.m. [pl. -chi] (1) stazionamento notturno, all'aperto, di truppe in movimento; sosta di fortuna, all'addiaccio, di alpinisti, escursionisti ecc. | (estens.) sistemazione...

bivalente

agg.  (1) (chim.) si dice di atomo o radicale che abbia due valenze libere e possa combinarsi con due atomi di idrogeno o di altro elemento o radicale monovalente (2) (fig.) che presenta...

bivalenza

s.f. l'essere bivalente. 

bivalve

agg.  (1) (zool.) si dice di conchiglia di mollusco formata da due valve incernierate (2) (bot.) si dice di frutto che può essere diviso longitudinalmente in due valve. 

bivalvi

s.m. pl. (zool.) classe di molluschi acquatici, per lo più marini, con conchiglia formata da due valve; vi appartengono ostriche, mitili, vongole ecc.; sono detti anche...

bivero

rar. bevero [bé-ve-ro], s.m. (ant.) castoro: come là tra li tedeschi lurchi / lo bivero s'assetta a far sua guerra (dante inf. xvii,...

biviere

s.m. (region.) lago, palude. 

bivio

s.m.  (1) punto in cui una via si biforca (2) (fig.) momento decisivo in cui bisogna fare una scelta: trovarsi a un bivio della vita  (3) (tecn.) dispositivo di deviazione che permette di...

bizantina

s.f.  (1) moneta d'oro coniata a bisanzio dagli ultimi imperatori cristiani (2) ricca sopravveste femminile, corta e ornata di gemme, in uso nell'impero romano d'oriente. 

bizantineggiare

v. intr. [io bizantinéggio ecc. ; aus. avere] (lett.) (1) imitare l'arte bizantina; coltivare forme d'arte raffinate e decadenti (2) (fig.) perdersi in...

bizantineria

s.f. (non com.) bizantinismo. 

bizantinismo

s.m.  (1) in arte, tendenza a imitare lo stile bizantino | (estens.) preziosismo formale (2) (fig.) sottigliezza capziosa nell'argomentare, nel discutere; anche, l'atteggiamento di chi eccede...

bizantinista

s.m. e f. [pl. m. -sti] studioso della civiltà bizantina. 

bizantino

agg.  (1) di bisanzio; relativo all'impero romano d'oriente e alla sua civiltà: arte bizantina ; mosaico bizantino  (2) (estens.) in arte e in letteratura, estremamente raffinato, prezioso,...

bizza

s.f. breve stizza, capriccio: far le bizze.  

bizzarria

s.f.  (1) l'essere bizzarro (2) atto o detto bizzarro (3) (ant.) iracondia. 

bizzarro

agg.  (1) che ha qualcosa di singolare, di originale, di stravagante: una persona bizzarra ; un modo bizzarro di vestire  (2) focoso, che s'adombra o imbizzarrisce facilmente (detto di un...

bizzeffe

solo nella loc. avv. a bizzeffe , in grande quantità, in abbondanza. 

bizzoco

non com. bizzocco e bizzochero [biz-zò-che-ro], agg. e s.m. [pl. m. -chi] (1) [f. -a] bigotto (2) (st.) appartenente a gruppi, per lo più di terziari...

bizzoso

agg. incline alle bizze; stizzoso, capriccioso: bambino bizzoso. dim. bizzosetto | detto di cavallo, facile a imbizzarrirsi § bizzosamente avv....

bla bla

o bla bla bla , loc. sost. m. invar. discorso futile e privo di senso, chiacchiericcio inconcludente. 

black power

loc. sost. m. inv. movimento politico americano che rivendica i diritti della popolazione nera. 

black-bottom

loc. sost. m. invar. danza caratterizzata da movimenti sinuosi delle anche, in voga negli stati uniti e anche in europa verso la fine degli anni trenta. 

black-jack

loc. sost. m. invar. gioco d'azzardo del tipo del sette e mezzo, fatto con due mazzi di carte. 

blackout

o black out, s.m. invar.  (1) interruzione dell'erogazione dell'energia elettrica con conseguente mancanza di illuminazione e fermata degli impianti che l'utilizzano: un blackout di mezz'ora...

blagueur

s.m. invar. fanfarone, millantatore. 

blandimento

s.m. (lett.) il blandire; carezza, lusinga. 

blandire

v. tr. [io blandisco , tu blandisci ecc.] (1) (lett.) accarezzare; per estens., trattare amorevolmente (2) (fig.) lusingare: blandire gli animi | lenire,...

blandizia

s.f. (lett.) carezza, lusinga, moina (usato spec. al pl.). 

blando

agg. che non è energico, non è vigoroso: un'azione blanda ; medicinale blando , che agisce delicatamente | (estens.) tenue, smorzato: una luce blanda | (fig.)...

blasfema

s.m. e f. [pl. m. -mi] (ant.) bestemmia. 

blasfemare

v. tr. e intr. [io blasfèmo ecc. ; aus. avere] (ant.) bestemmiare. 

blasfemia

s.f. (ant.) bestemmia. 

blasfemo

agg. che costituisce bestemmia, che contiene una bestemmia; per estens., empio: parole blasfeme ; spirito blasfemo s.m. [f. -a] bestemmiatore;...

blasonare

v. tr. [io bla sóno ecc.] (arald.) descrivere un'arme secondo le regole e la terminologia araldiche. 

blasonario

s.m. (arald.) raccolta di blasoni. 

blasonato

agg. fornito di blasone, nobile | (estens.) che vanta molti titoli o primati: una squadra blasonata s.m. [f. -a] persona nobile, titolata. 

blasone

s.m.  (1) arme, stemma gentilizio | (estens.) nobiltà di natali (2) scienza dell'arme e di tutto ciò che ha rapporto con l'araldica. 

blasonista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi studia i blasoni; esperto di araldica. 

blastico

agg. [pl. m. -ci] (1) (biol.) relativo a cellula o a tessuto embrionale immaturi (2) (med.) che causa la formazione di un tumore: attività blastica |...

blasto-

-blasto primo e secondo elemento di parole composte della terminologia scientifica latina e italiana, dal gr. blastós 'germe, crescita'; vale 'embrione, sviluppo embrionale o stadio...

blastocele

s.f. (biol.) cavità embrionale che si forma nelle uova allo stato di blastula. 

blastocero

s.m. (zool.) piccolo cervide dell'america meridionale simile al daino, con corna sottili e poco ramificate. 

blastoderma

s.m. [pl. -mi] (biol.) strato di cellule dell'uovo fecondato dei mammiferi dal quale si svilupperà l'embrione. 

blastofaga

s.f. insetto imenottero che, passando da un'infiorescenza di fico all'altra, ne compie l'impollinazione. 

blastogenesi

s.f. (biol.) (1) formazione del blastoderma (2) modo di riproduzione per gemmazione (p. e. nei celenterati). 

blastoidi

s.m. pl. (zool.) classe di echinodermi che comprende fossili esclusivi del paleozoico, a forma di boccioli | sing. [-e] ogni fossile appartenente a tale...

blastoma

s.m. [pl. -mi] (med.) tumore; neoformazione dotata di propria capacità di sviluppo. 

blastomero

s.m. (biol.) ciascuna delle cellule derivanti dalla segmentazione dell'uovo fecondato e costituenti il primo stadio di sviluppo dell'embrione (detto blastula). 

blastomicete

s.m. fungo unicellulare che produce la fermentazione dei liquidi zuccherini; saccaromicete. 

blastomicosi

s.f. (med.) micosi prodotta da blastomiceti delle regioni tropicali. 

blastoporo

s.m. in embriologia, l'apertura che si forma in seguito al processo di gastrulazione e che mette l'intestino in comunicazione con l'esterno. 

blastula

s.f. (biol.) primo stadio di sviluppo dell'embrione, in cui le cellule della parete (blastomeri) delimitano una cavità centrale. 

blasé

agg. e s.m. e f. invar. si dice di chi è o si mostra indifferente, scettico, disincantato. 

blateramento

s.m. (non com.) il blaterare; insieme di chiacchiere fastidiose. 

blaterare

v. intr. [io blàtero ecc. ; aus. avere] parlare a sproposito, dicendo cose senza senso; ciarlare: di cosa blateri? | usato anche come v. tr....

blaterone

s.m. [f. -a] (rar.) chi è solito blaterare; chiacchierone. 

blatta

s.f. insetto dei blattoidei con corpo appiattito di colore nero o scuro, ali rudimentali o assenti, che ama il buio e l'umidità. 

blattoidei

s.m. pl. ordine di insetti pterigoti, alati o sprovvisti di ali, che emanano un odore nauseabondo; vi appartengono gli scarafaggi, le piattole ecc. | sing. [-o]...

blazer

s.m. invar. giacca sportiva con bottoni di metallo, tasche a toppa e taschino su cui è ricamato uno stemma; in origine, abbigliamento tipico di collegi e associazioni sportive...

blefarite

s.f. (med.) infiammazione delle palpebre. 

blefaro-

primo elemento di parole composte della terminologia medica, dal gr. blépharon 'palpebra' (blefarospasmo). 

blefaroplastica

s.f. (med.) intervento di chirurgia plastica mediante il quale si ricostruiscono o correggono le palpebre. 

blefarospasmo

s.m. (med.) contrazione spasmodica delle palpebre. 

blefarostato

s.m. (med.) strumento che serve a mantenere divaricate le palpebre. 

blenda

s.f. minerale di zinco del gruppo dei solfuri, in cristalli bruni o gialli. 

blennio

s.m. (zool.) bavosa. 

bleno-

primo elemento di parole composte della terminologia medica, dal gr. blénna 'muco, pus' (blenorragia). 

blenorragia

s.f. (med.) malattia venerea contagiosa dovuta a infezione da gonococco, che si manifesta come vulvovaginite nella donna e uretrite nell'uomo. 

blenorragico

agg. [pl. m. -ci] (med.) di blenorragia; che concerne la blenorragia o da essa deriva s.m. [f. -a] chi è affetto da blenorragia. 

blenorrea

s.f. (med.) blenorragia. 

blesità

s.f. pronuncia imperfetta di alcune consonanti (spec. s , l , r , e c palatale) dovuta a un difetto dell'apparato di fonazione. 

bleso

agg. che è affetto da blesità: individuo bleso | caratterizzato da blesità: pronuncia blesa.  

bleu

agg. e s.m. invar. blu. 

blind trust

loc. sost. m. invar. (econ.) amministrazione di un patrimonio azionario da parte di un fiduciario che agisce senza informare il proprietario sugli investimenti via via effettuati,...

blinda

s.f. rinforzo in terra o in muratura per proteggere un'opera fortificata | piastra, rivestimento metallico applicati per blindare. 

blindaggio

s.m. il blindare, l'essere blindato; blindatura | la blinda stessa costruita o applicata. 

blindamento

s.m. blindaggio. 

blindare

v. tr. rivestire con strutture in muratura o con una corazza d'acciaio o d'altro materiale resistente per proteggere da colpi d'arma da fuoco, da tentativi di scassinamento e...

blindato

part. pass. di blindare agg. munito di corazza protettiva: treno , carro blindato ; auto blindata ; porta , camera blindata , rinforzata con...

blindatura

s.f. blindaggio. 

blindo

s.f. invar. autoblindo. 

blindosbarra

® s.f. denominazione commerciale di un sistema per l'alimentazione elettrica di impianti industriali costituito da un insieme di barre di rame o di alluminio tra loro isolate e...

blinker

s.m. invar. (aut.) dispositivo per il lampeggiamento intermittente e contemporaneo di tutte le luci direzionali di un autoveicolo, per segnalarne la sosta forzata in posizione...

blister

s.m. invar. confezione costituita da un fondo rigido di cartone, di plastica o d'alluminio su cui sono incollati degli involucri trasparenti contenenti le unità del prodotto; è...

blitz

s.m. invar. azione militare o di polizia fulminea e improvvisa. 

blizzard

s.m. invar. nell'america settentrionale, tempesta di vento glaciale accompagnata da nevischio | tormenta di neve, con vento forte e gelido. 

blob

s.m. invar. sequenza rapida di spezzoni di trasmissioni televisive, scelti in modo che il loro accostamento provochi effetti comici o grotteschi. 

bloccaggio

s.m. il bloccare, il bloccarsi, l'essere bloccato: vite di bloccaggio.  

bloccare

v. tr. [io blòcco , tu blòcchi ecc.] (1) arrestare un oggetto, un meccanismo in movimento; fissarlo per impedire che si muova: bloccare il motore , lo sterzo ; bloccare un...

bloccaruote

s.m. invar. dispositivo a ganasce con cui la polizia municipale blocca le ruote degli autoveicoli in sosta vietata. 

bloccasterzo

s.m. [pl. invar. o -zi] in un autoveicolo, dispositivo antifurto che agisce bloccando lo sterzo. 

bloccato

part. pass. di bloccare agg. nei sign. del verbo | (fam.) detto di persona, inibito, chiuso, complessato. 

bloccatura

s.f. (non com.) bloccaggio. 

blocchetto

s.m.  (1) dim. di blocco (2) | piccolo taccuino con fogli staccabili; insieme di biglietti o tagliandi ancora uniti alla loro matrice (3) in alpinismo, attrezzo metallico...

blocchiera

s.f. macchina usata per la confezione dei blocchi di calcestruzzo. 

blocchista

s.m. e f. [pl. m. -sti] commerciante che vende in blocco, all'ingrosso. 

blocco

s.m. [pl. -chi] (1) massa compatta di notevoli dimensioni: blocco di marmo , di ghiaccio , di cemento | in blocco , (estens.) tutto insieme (detto di grande...

blocco

s.m. [pl. -chi] (1) il bloccare, il bloccarsi, l'essere bloccato; in partic., interruzione di una via di comunicazione o di accesso imposta con la forza: blocco navale ; blocco...

block-notes

o bloc-notes , s.m. invar. blocco per note; quaderno per appunti a fogli staccabili. 

blonda

o bionda, s.f. merletto finissimo di seta. 

blondin

s.m. invar. sistema di sollevamento e trasporto a teleferica che muove verticalmente il carico su una fune assicurata a due piloni; è usato nella costruzione di dighe, ponti...

blondinista

s.m. [pl. -sti] operaio che lavora a un blondin. 

blouse

s.f. invar. blusa. 

blouson

s.m. invar. blusotto, giubbotto. 

blow-up

s.m. invar. ingrandimento fotografico di notevoli dimensioni. 

blu

region. blé, agg. invar. di colore azzurro scuro: cielo , mare blu | avere sangue blu , (fig.) appartenere a famiglia nobile s.m. invar.  (1)...

bluastro

agg. di colore tendente al blu. 

blue chips

loc. sost. f. pl. (borsa) titoli all'interno del listino di borsa che concentrano su se stessi il maggior numero di contrattazioni. 

blue-jeans

s.m. pl. calzoni lunghi di tela di cotone resistente a trama grossa, per lo più di colore azzurro, con tasche posteriori esterne e cuciture impunturate; jeans. 

blues

s.m. invar. canto popolare dei neri degli stati uniti, caratterizzato da ritmo lento e toni malinconici o tristi. 

bluette

agg. e s.m. invar. si dice di colore turchino tenue. 

bluff

s.m. invar. l'atto di chi bluffa. 

bluffare

v. intr. [aus. avere] (1) nel poker e in altri giochi di carte, fingere di avere buone carte per ingannare l'avversario (2) (fig.) fingere di avere possibilità, qualità,...

bluffatore

s.m. [f. -trice] chi bluffa, spec. al gioco. 

blusa

s.f.  (1) sorta di camicia corta e non aderente. dim. blusina , blusetta  (2) camiciotto da lavoro per operai, pittori ecc. 

blusante

agg. (gerg.) si dice di camicia o altro indumento gonfio e sbuffante in vita. 

blusotto

s.m. sorta di blusa, di solito da portare sopra altri indumenti più leggeri. 

blé

vedi blu

bo

vedi boh

boa

s.m. invar.  (1) genere di serpenti non velenosi dell'america tropicale la cui specie più nota è il boa constrictor , lungo anche più di quattro metri, giallo e rossiccio a chiazze scure sul...

boa

s.f. galleggiante ancorato al fondo del mare o di un lago, usato per segnalazione o per ormeggio. 

boa

s.f. (sett.) frana di fango argilloso che scende in forma di colata. 

boaria

s.f. (region.) (1) azienda agricola con stalla, diretta da un salariato, tipica di alcune zone di bonifica dell'emilia (2) contratto fra il proprietario e la famiglia...

boarina

o bovarina [bo-va-rì-na], s.f. (zool.) cutrettola. 

boario

agg. che riguarda i bovini: mercato boario | foro boario , luogo in cui si tiene il mercato del bestiame. 

boaro

vedi bovaro

boat people

loc. sost. m. invar. gente che vive su imbarcazioni permanentemente alla fonda, come avviene in alcuni paesi dell'estremo oriente | nell'uso giornalistico, profughi affollati su...

boato

s.m. rumore forte e cupo, rimbombo | boato sonico , (aer.) bang sonico. 

boattiere

s.m. (region.) (1) custode o mercante di bovini (2) nell'italia centrale, chi dietro compenso lavora la terra altrui con le proprie bestie. 

bob

s.m. invar. slitta montata su due treni di pattini, usata in competizioni che si svolgono su piste di neve ghiacciata: bob a due , a quattro , con equipaggio di due, di quattro...

boba

o bobba o bobbia [bòb-bia], s.f. (rar.) sbobba. 

bobbista

o bobista, s.m. e f. [pl. m. -sti] chi pratica lo sport del bob. 

bobina

s.f.  (1) avvolgimento di un materiale, in forma di filo o nastro, su un supporto; per estens., il supporto stesso: bobina cinematografica  (2) (elettr.) avvolgimento di un filo conduttore in...

bobinare

v. tr. avvolgere in bobine; si oppone a sbobinare.  

bobinatore

s.m. [f. -trice] operaio addetto alla bobinatura. 

bobinatrice

s.f. macchina usata per avvolgere in bobine fili conduttori, filati, pellicole ecc. 

bobinatura

s.f. preparazione di bobine, a mano o mediante bobinatrice. 

bobista

vedi bobbista

bobolca

s.f. (ant.) misura di terreno; biolca. 

bocca

s.f.  (1) (anat.) cavità nella parte anteriore del viso dell'uomo, delimitata dalle labbra, che è organo della respirazione, della nutrizione e della fonazione; è presente anche nella maggior...

boccaccesco

agg. [pl. m. -schi] (1) proprio dello scrittore g. boccaccio (1315-1375) o relativo alla sua opera: stile boccaccesco  (2) (estens.) licenzioso, sboccato: una vicenda...

boccaccevole

agg. (lett.) boccaccesco § boccaccevolmente avv. (rar.). 

boccaccia

s.f. [pl. -ce] (1) pegg. di bocca | fare le boccacce , contrarre il volto per scherzo o per disgusto (2) (estens.) persona maldicente. 

boccacciano

agg. (non com.) boccaccesco nel sign. 1. 

boccadopera

o bocca d'opera, s.f. [pl. bocchedopera] (teat.) boccascena. 

boccadoro

s.m. invar.  (1) epiteto di san giovanni crisostomo, patriarca di costantinopoli (345-407 ca), uomo di straordinaria eloquenza (2) (estens.) persona eloquente | (iron.) persona saccente;...

boccaglio

s.m.  (1) parte estrema di un tubo di scarico (2) parte terminale di vari strumenti o dispositivi che si applica alla bocca: il boccaglio del respiratore subacqueo  (3) (tecn.) apparecchio...

boccaiola

o boccarola, s.f. (pop.) infiammazione degli angoli della bocca. 

boccale

o buccale, agg. (anat. , zool.) che riguarda la bocca: apparato boccale.  

boccale

s.m.  (1) recipiente simile a un grande bicchiere, con manico e talvolta anche un beccuccio (2) il liquido contenuto in un boccale: bere un boccale di birra  (3) misura di capacità (1...

boccaleria

s.f. (non com.) arte della maiolica | a venezia, la corporazione dei vasai. 

boccalino

s.m. (mar.) cannello terminale di cui sono munite le manichette di tela delle tubature mobili sistemate a bordo, che serve per manovrare il getto d'acqua. 

boccalone

s.m. [f. -a] (1) persona che ha la bocca grande o che sta sempre a bocca aperta | (estens.) bimbo che piange facilmente | (fig.) persona che crede ingenuamente a qualunque cosa...

boccame

s.m. in fonderia, il materiale recuperato dopo la colata. 

boccaporto

s.m. [pl. boccaporti] (1) (mar.) apertura sul ponte delle navi per accedere ai locali interni e alle stive (2) apertura, munita di chiusura resistente o ermetica, di cui sono...

boccascena

s.m. invar. (meno com. s.f. , pl. -ne) l'insieme delle quinte laterali e del telo orizzontale che incorniciano la scena in teatro | la parte di palcoscenico...

boccata

s.f. quantità di aria o altro che può essere contenuta nella bocca: una boccata di fumo | andare a prendere una boccata d'aria , uscire all'aperto. 

boccetta

s.f.  (1) dim. di boccia  (2) bottiglietta: una boccetta di profumo  (3) piccola palla d'avorio usata nel gioco del biliardo | (gioco delle) boccette , gioco simile alle...

boccheggiamento

s.m. il boccheggiare. 

boccheggiante

part. pres. di boccheggiare agg. che boccheggia | (estens.) agonizzante, moribondo | (fig.) che è in gravi difficoltà. 

boccheggiare

v. intr. [io bocchéggio ecc. ; aus. avere] respirare con affanno, aprendo e chiudendo ripetutamente la bocca: boccheggiare per il caldo |...

bocchello

s.m. piccola apertura praticata in un argine per far defluire l'acqua. 

bocchetta

s.f.  (1) imboccatura di un recipiente, di un condotto, di uno strumento a fiato ecc.: bocchetta dell'innaffiatoio , del clarino  (2) apertura praticata per far defluire acqua di scolo o per...

bocchettone

s.m.  (1) imboccatura dei serbatoi e delle tubazioni munita di chiusura ermetica (2) elemento metallico che serve a collegare due tubi. 

bocchino

s.m.  (1) dim. di bocca  (2) piccolo cannello, per lo più con filtro interno, nel quale s'infilano la sigaretta o il sigaro | sottile rivestimento d'altra carta o di sughero...

boccia

s.f. [pl. -ce] (1) vaso panciuto di vetro o cristallo con collo lungo, usato per lo più per servire l'acqua e il vino a tavola. dim. boccetta , boccettina , boccettino...

bocciarda

s.f. (tecn.) (1) arnese di ferro a forma di pestello usato per zigrinare la superficie delle pavimentazioni in battuto di cemento (2) grosso martello con bocca munita di...

bocciardare

v. tr. (tecn.) trattare, lavorare con la bocciarda o mediante una bocciardatrice. 

bocciardatrice

s.f. (tecn.) macchina, costituita da un telaio, un carrello e appositi utensili, con cui si effettua il lavoro che un tempo si eseguiva manualmente con la bocciarda. 

bocciardatura

s.f. (tecn.) lavorazione effettuata con la bocciarda o mediante una bocciardatrice. 

bocciare

v. tr. [io bòccio ecc.] (1) nel gioco delle bocce, colpire con la propria un'altra boccia per allontanarla dal boccino (2) non approvare, respingere: bocciare una proposta ,...

bocciata

s.f. nel gioco delle bocce, colpo con cui si manda la propria boccia contro un'altra o contro il boccino per spostarli. 

bocciatura

s.f. il bocciare, l'essere bocciato: la bocciatura di una proposta , di un alunno.  

boccino

s.m.  (1) nel gioco delle bocce, la palla più piccola, alla quale si cerca di accostare le altre (2) (scherz.) testa: rompersi il boccino.  

boccio

s.m. calice di fiore non ancora sbocciato: rosa in boccio.  

bocciodromo

s.m. impianto sportivo attrezzato con più campi per il gioco delle bocce. 

bocciofilo

agg. che si riferisce al gioco delle bocce: associazione bocciofila s.m. [f. -a] chi pratica il gioco delle bocce. 

bocciolo

lett. bocciuolo , s.m.  (1) fiore non ancora sbocciato | bocciolo di rosa , (fig.) ragazza molto graziosa (2) (tosc.) parte della canna compresa fra due nodi consecutivi; per estens., cannello...

boccola

s.f.  (1) borchia da affibbiare che si porta per ornamento (2) (mecc.) supporto degli assi dei veicoli ferroviari o tranviari (3) (mecc.) elemento cilindrico cavo usato come riduttore di...

boccola

vedi buccola

boccolo

non com. buccolo, s.m. ricciolo di capelli. dim. boccoletto accr. boccolone , boccolotto.  

bocconcino

s.m.  (1) dim. di boccone  (2) piccola quantità di cibo appetitoso | (fig. scherz.) persona o cosa molto attraente (3) pl. in gastronomia, spezzatino,...

boccone

s.m.  (1) la quantità di cibo che si può mettere in bocca in una sola volta: un boccone di pane | mangiare un boccone , poco e in fretta | mangiare tutto in un boccone , con grande rapidità |...

bocconi

meno com. boccone , avv. in posizione distesa con la faccia in giù: dormire bocconi.  

bocconiano

agg. che studia o ha studiato presso l'università privata l. bocconi di milano. 

boce

vedi voce

bocia

s.m. invar. (dial.) ragazzo; si dice spec. delle reclute nel corpo degli alpini. 

bociare

e deriv. vedi vociare (1) e deriv.  

bodino

vedi budino

bodola

vedi botola

bodoni

s.m. carattere tipografico dall'occhio rotondo e marcato, ideato dal tipografo ed editore g. bodoni (1740-1813). 

bodoniano

agg. di g. bodoni, tipografo ed editore: edizione bodoniana | legatura bodoniana o alla bodoniana , legatura con piatti di cartone sui quali è...

bodriere

vedi budriere

body

s.m. invar. indumento intimo femminile, costituito da corpino e mutandine in un unico pezzo molto aderente; è usato anche nella ginnastica e nella danza. 

body building

loc. sost. m. invar. ginnastica che stimola l'accrescimento e la definizione delle masse muscolari. 

body copy

loc. sost. m. invar. nel linguaggio della pubblicità, il testo che accompagna l'immagine o lo slogan. 

body lotion

loc. sost. f. invar. lozione da usare come tonico su tutto il corpo. 

body painting

loc. sost. m. invar. la decorazione di parti del corpo con disegni. 

body sculpture

loc. sost. m. invar. ginnastica che mette in rilievo le masse muscolari, dando a esse un'evidenza scultorea. 

body-art

loc. sost. m. invar. movimento artistico d'avanguardia nato intorno al 1970, che considera il corpo umano come mezzo e strumento di comunicazione estetica. 

boemo

agg. della boemia, dei suoi abitanti s.m. [f. -a] abitante, nativo della boemia. 

boero

agg. e s.m. [f. -a] che, chi appartiene a un popolo d'origine europea, discendente in maggioranza da coloni olandesi, che si è andato formando in africa...

boffice

agg. (non com.) si dice di cosa soffice o di persona grassoccia. 

bofonchiare

v. intr. [io bofónchio ecc. ; aus. avere] brontolare, borbottare sbuffando | v. tr. dire sbuffando, borbottando o brontolando. 

bofonchio

s.m. (tosc.) calabrone. 

boga

s.f. piccolo pesce costiero, di colore argenteo con tre fasce dorate longitudinali, comunissimo nei mari italiani (ord. perciformi). 

bogara

s.f. (mar.) rete molto lunga per la pesca delle boghe. 

bogliolo

vedi bugliolo

boh

o bo, inter. (fam.) esprime indecisione o incertezza: «vieni con noi?», «boh, devo pensarci».  

bohè

bohème;s.f. invar. vita povera e disordinata, ma libera e anticonformista, che fu caratteristica soprattutto di artisti della seconda metà dell'ottocento | (estens.) l'insieme...

bohé

bohémienne;s.f. invar. danza simile alla mazurca. 

bohé

bohémien;s.m. invar. chi fa vita di bohème; artista scapigliato. 

boia

s.m. invar.  (1) chi esegue le condanne capitali (2) (estens.) ribaldo, mascalzone | in esclamazioni di rabbia, di disappunto: boia d'un mondo! | anche come agg....

boiacca

s.f. (edil.) malta di cemento usata per far aderire piastrelle e mattoni di rivestimento. 

boiardesco

agg. [pl. m. -schi] proprio del poeta m. m. boiardo (1441-1494), relativo alla sua opera: il poema boiardesco , l'«orlando innamorato». 

boiaro

ant. boiardo , s.m. antico titolo nobiliare presso i russi e altri popoli slavi. 

boiata

s.f. (pop.) (1) cosa fatta male, malriuscita: quel film è proprio una boiata  (2) azione indegna e scorretta | frase sciocca, stupida. 

boicottaggio

s.m. l'atto del boicottare: praticare il boicottaggio è reato.  

boicottare

v. tr. [io boicòtto ecc.] (1) danneggiare un imprenditore, un'azienda o anche una nazione, bloccando i rapporti economici o impedendogli di vendere le merci prodotte (2)...

boicottatore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi boicotta. 

boidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di grossi serpenti non velenosi, che uccidono altri animali mediante costrizione; vi appartengono il boa e il pitone (ord. squamati) |...

boiler

s.m. invar. scaldaacqua, scaldabagno. 

boiserie

s.f. invar. rivestimento di legno alle pareti; l'insieme delle strutture lignee funzionali e decorative di un ambiente monumentale. 

bolarmenico

o bolarmeno , s.m. bolo, nel sign. 3. 

boldo

s.m. albero originario del cile dalle foglie coriacee ovali, contenenti un principio che stimola la secrezione della bile (fam. monimiacee). 

boldrone

s.m. vello di pecora intonso. 

bolentino

s.m. lenza di nailon con più ami e con un piombo all'estremità che si cala a mano da un'imbarcazione per effettuare la pesca sul fondo (detta appunto pesca al bolentino). 

bolero

s.m.  (1) danza spagnola di antica origine, che ha ritmo ternario e movimento moderato (2) giacchetta maschile non abbottonata, che termina un poco sopra la cintura, caratteristica del costume...

boleto

s.m. (bot.) genere di funghi carnosi, con cappello munito di gambo centrale cilindrico; comprende specie commestibili, come il porcino, e specie velenose (fam. ...

bolgetta

s.f. borsa di pelle, spec. quella usata dai postini per il trasporto della corrispondenza. 

bolgia

s.f. [pl. -ge] (1) (ant.) borsa o tasca molto grande; nel settecento, anche valigia (2) ciascuna delle dieci fosse in cui è diviso l'ottavo cerchio dell'inferno dantesco |...

bolide

s.m.  (1) (astr.) corpo solido proveniente dallo spazio interplanetario, che diventa incandescente quando attraversa l'atmosfera terrestre (2) (estens.) oggetto che si muove a grande...

bolina

non com. bulina, borina, burina, s.f. (mar.) cavo applicato all'orlo di una vela quadra per tesarla e farle così prendere quanto più vento possibile | navigazione , andatura di...

bolinare

v. tr. e intr. [aus. avere] (mar.) tendere, tesare le boline | (non com.) assumere andatura di bolina. 

boliviano

agg. della bolivia s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante della bolivia (2) unità monetaria della bolivia. 

bolla

s.f.  (1) cavità sferoidale che si forma nei liquidi per ebollizione o quando vi si soffia dentro un gas | bolla di sapone , fatta per gioco soffiando dentro una cannuccia intinta nell'acqua...

bolla

s.f.  (1) dal medioevo all'età moderna, sigillo di cera o di metallo con cui veniva autenticata la firma del papa o di un sovrano in documenti ufficiali di stato; per estens., il documento stesso...

bollandista

s.m. [pl. -sti] chi appartiene al sodalizio di gesuiti belgi costituitosi nel sec. xvi per compilare gli «acta sanctorum», collezione di vite dei santi. 

bollare

v. tr. [io bóllo ecc.] (1) contrassegnare con un bollo, un timbro, un'impronta: bollare un pacco postale , un documento ; bollare a fuoco , marchiare | (fig. fam.) colpire...

bollario

s.m. raccolta cronologica di bolle pontificie. 

bollato

part. pass. di bollare agg. contrassegnato da bollo o da altro marchio (anche fig.): una persona bollata d'infamia | carta...

bollatore

s.m. [f. -trice] chi ha l'incarico di bollare; timbratore. 

bollatrice

s.f. macchina per effettuare la bollatura. 

bollatura

s.f. l'operazione di bollare, effettuata a mano o mediante bollatrice: bollatura di un atto , di un documento ; bollatura delle carni macellate | bollatura del...

bollente

ant. bogliente, part. pres. di bollire agg.  (1) caldissimo, rovente: acqua , pentola bollente  (2) (fig.) impulsivo, esuberante: i bollenti spiriti della...

bolletta

non com. bulletta, s.f.  (1) polizza che si dà come ricevuta di un pagamento o come contrassegno della consegna o della spedizione di una merce: bolletta del gas , della luce , del telefono ,...

bolletta

vedi bulletta 1. 

bollettario

s.m. registro con le pagine a madre e figlia, da cui vengono staccate le bollette. 

bollettino

non com. bullettino, s.m.  (1) comunicazione ufficiale di notizie di pubblico interesse; pubblicazione periodica che comunica dati e informazioni sull'attività di un ente: bollettino finanziario...

bollilatte

s.m. invar. recipiente con coperchio forato che impedisce la fuoruscita della schiuma prodotta dall'ebollizione del latte. 

bollimento

s.m. (non com.) il bollire. 

bollino

s.m.  (1) dim. di bollon 1 (2) tagliandino di carta da applicarsi su tessere, documenti e sim. per attestare un pagamento o un altro adempimento (3) nelle scarpe dei...

bollire

v. intr. [io bóllo (errato bollisco) ecc. ; aus. avere] (1) detto di liquidi, passare dallo stato liquido a quello di vapore, formando delle...

bollisiringhe

s.m. invar. bollitore per sterilizzare le siringhe di vetro da iniezione. 

bollita

s.f. rapida bollitura: dare una bollita al latte.  

bollito

part. pass. di bollire agg. si dice di liquido che è andato in ebollizione o di cibo che è stato cotto nell'acqua s.m....

bollitore

s.m.  (1) recipiente che serve a far bollire acqua, latte o altri liquidi (2) grande recipiente usato nell'industria chimica per particolari operazioni; nell'industria della carta, del sapone...

bollitura

s.f.  (1) il bollire; il tempo che dura l'ebollizione (2) (metall.) saldatura a fuoco mediante pressione o martellatura di due pezzi metallici, riscaldati fino a raggiungere una consistenza...

bollo

s.m.  (1) impronta prodotta da un marchio inciso o da un timbro cosparso di inchiostro, che serve ad autenticare, ad attestare, a convalidare o sim.: bollo a secco , impresso mediante incisione;...

bollo

s.m. (region.) bollore. 

bollore

s.m.  (1) il bollire; stato di un liquido che bolle: alzare , levare il bollore , cominciare a bollire (2) (estens. lett.) caldo intenso: il bollore di un pomeriggio estivo  (3) (fig.)...

bolloso

agg. pieno di bolle. 

bolo

s.m.  (1) cibo masticato e insalivato: bolo alimentare , che si deglutisce; bolo masticatorio , che si trattiene in bocca per assorbirne i princìpi solubili | bolo isterico , (med.) sensazione di...

bolognese

agg. di bologna | alla bolognese , (gastr.) si dice di un tipo di condimento a base di salsa di pomodoro in cui si fanno cuocere a lungo carne tritata e altri ingredienti: ragù alla...

bolognino

s.m. antica moneta, coniata dal comune di bologna dal 1191. 

bolometro

s.m. (fis.) strumento di alta sensibilità per misure di energia elettromagnetica radiante. 

bolsaggine

s.f.  (1) (vet.) malattia cronica del cavallo che si manifesta con insufficienza respiratoria (2) (fig.) debolezza, spossatezza | goffa ostentazione (detto di stile e anche di persona). 

bolscevico

agg. [pl. m. -chi] (1) del bolscevismo, che si riferisce al bolscevismo: la rivoluzione bolscevica  (2) (estens.) comunista rivoluzionario s.m....

bolscevismo

s.m.  (1) il movimento rivoluzionario che guidò la rivoluzione socialista sovietica del 1917 | teoria e pratica rivoluzionaria dei bolscevichi (2) (estens. non com.) comunismo. 

bolscevizzare

v. tr. conformare alla dottrina bolscevica, rendere bolscevico. 

bolsedine

s.f. (non com.) bolsaggine. 

bolso

agg.  (1) si dice di cavallo affetto da bolsaggine (2) (estens.) asmatico, fiacco | (fig.) pesante, goffamente enfatico (detto di stile, discorso ecc.): una prosa bolsa §...

bolzanino

agg. di bolzano s.m. [f. -a] abitante, nativo di bolzano. 

bolzonare

v. tr. (ant.) colpire, percuotere con un bolzone; ferire con una freccia. 

bolzonato

part. pass. di bolzonare agg. marcato col bolzone: monete bolzonate , segnate per metterle fuori corso legale. 

bolzone

s.m.  (1) (ant.) macchina bellica da assedio usata nel medioevo, simile all'ariete | la testa in ferro dell'ariete (2) (ant.) sorta di freccia con la punta smussata (3) punzone per marcare...

bolí

bolívar;s.m. invar. unità monetaria del venezuela. 

boma

s.m. invar. (mar.) antenna orizzontale o trasversale imperniata sull'albero di poppa; serve a tendere la vela di randa. 

bomba

s.f.  (1) ordigno metallico cavo contenente una notevole quantità di esplosivo, dotato di un dispositivo che ne provoca lo scoppio: bomba a mano , a orologeria , incendiaria , dirompente ,...

bomba

s.f. in alcuni giochi di bambini, il punto da cui uno dei giocatori parte alla ricerca degli altri e a cui tutti devono cercare di arrivare | tornare a bomba , (fig.) tornare in...

bombacacee

s.f. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni tropicali di cui fa parte il baobab | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

bombaggio

s.m. (tecn.) rigonfiamento delle scatole di conserva che rivela una alterazione del contenuto. 

bombarda

s.f.  (1) nome delle prime bocche da fuoco ad avancarica usate nei secc. xiii e xiv (2) artiglieria da trincea a tiro curvo e ad avancarica in uso durante la prima guerra mondiale (3)...

bombardamento

s.m.  (1) il bombardare, l'essere bombardato: bombardamento navale , aereo  (2) (fig.) sequela intensa di azioni o parole cui qualcuno è sottoposto: un bombardamento di colpi , di pugni ; un...

bombardare

v. tr.  (1) colpire con tiri d'artiglieria o con lancio di bombe: bombardare una città , una postazione nemica | (assol.) lanciare bombe: hanno bombardato a lungo  (2)...

bombardiera

s.f. feritoia di una fortificazione da cui far sporgere la bocca di una bombarda. 

bombardiere

s.m.  (1) aeroplano militare attrezzato per il lancio di bombe (2) artigliere addetto alla bombarda (3) (zool.) coleottero dal corpo rosso mattone, il quale, se disturbato, emette una...

bombardiero

agg. (ant.) dotato di bombarda; solo nella loc. nave , galeotta bombardiera , che designava in origine il veliero detto poi bombarda.  

bombardino

s.m. (mus.) strumento a fiato di ottone, usato nelle bande; flicorno baritono. 

bombardone

s.m. (mus.) strumento a fiato di ottone, simile al bombardino, ma più grande e di suono più grave; flicorno basso. 

bombare

v. tr. e intr. [io bómbo ecc. ; aus. avere] (ant. , tosc.) bere copiosamente; brindare. 

bombare

v. tr. [io bómbo ecc.] rendere convesso, rigonfiare; in partic., rendere convessa una superficie metallica lavorandola dalla parte interna oppure una superficie di legno asportando...

bombarolo

s.m. [f. -a] nel linguaggio giornalistico, chi compie attentati con esplosivi. 

bombato

(1) part. pass. di bombare (2) e agg. nel sign. del verbo: vetro , metallo bombato ; una gonna bombata ; un antico mobile bombato | fronte...

bombatura

s.f. l'essere bombato; convessità, rigonfiamento (detto di una superficie o della sagoma di un oggetto). 

bomber

s.m. invar.  (1) nel gioco del calcio, cannoniere; nel pugilato, picchiatore (2) corto giubbotto imbottito, simile a quello dei piloti militari americani. 

bomberina

s.f. chiodo con capocchia larga e leggermente convessa. 

bombetta

s.f. cappello maschile a cupola tondeggiante, rigido e basso, con piccola tesa rialzata. 

bombice

s.m. nome generico delle farfalle notturne le cui larve si rinchiudono in un bozzolo serico | bombice del gelso , farfalla la cui larva è il baco da seta. 

bombicidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di insetti lepidotteri con corpo tozzo e peloso; hanno vita brevissima | sing. [-e] ogni insetto di tale famiglia. 

bombicino

agg. (ant.) di seta, serico: veste bombicina.  

bombicino

agg. solo nella loc. carta bombicina , carta proveniente dalla città araba di bambyke. 

bombire

v. intr. [io bombisco , tu bombisci ecc. ; aus. avere] (ant. , lett.) rimbombare; ronzare. 

bombista

s.m. [pl. -sti] (1) (ant.) chi apprestava gli ordigni esplosivi per uso bellico (2) [anche f.] (fig. tosc.) chi racconta frottole, bugiardo. 

bombito

s.m. (lett.) esplosione, rimbombo. 

bombo

s.m.  (1) (lett.) rimbombo: l'odore appuzza, assorda il bombo e 'l tuono (tasso g. l. xviii, 84) (2) genere di insetti dal corpo tozzo e villoso, con livrea...

bombo

s.m. (region.) il bere; bevanda, cosa da bere (nel linguaggio infantile, o rivolgendosi a un bambino): ecco il bombo!.  

bombola

s.f. robusto recipiente metallico di forma cilindrica atto a contenere gas compressi. dim. bomboletta accr. bombolona , bombolone (m.). 

bomboletta

s.f. piccolo contenitore metallico di forma cilindrica il cui contenuto liquido viene erogato in forma nebulizzata o schiumosa, per effetto di un propellente a cui è mescolato...

bombolo

s.m. [f. -a] (scherz.) persona piccola e grassa. 

bombolone

s.m.  (1) accr. di bombola  (2) grande contenitore di gas combustibile, istallato all'esterno di un'abitazione per alimentare la caldaia per la produzione di acqua calda e il...

bombolotto

s.m. (spec. pl.) tipo di pasta alimentare corta in forma di grossi cannelli rigati e ricurvi. 

bomboniera

s.f. scatoletta, vasetto o altro oggetto che contiene dolciumi; in particolare, quella con cui si offrono i confetti nell'occasione delle nozze. 

bombé

agg. invar. bombato. 

bompresso

s.m. (mar.) albero che sporge quasi orizzontalmente dalla prua dei velieri, al quale si fissano i fiocchi dal lato inferiore. 

bon mot

loc. sost. m. invar. battuta spiritosa; motto fine e divertente. 

bon ton

loc. sost. m. invar. si diceva un tempo di ciò che era raffinato, educato, cortese; più recentemente, di ciò che è conforme alle regole di comportamento di certi ambienti...

bonaccia

s.f. [pl. -ce] (1) calma di mare con assoluta mancanza di vento (2) (fig.) tranquillità, quiete. 

bonaccione

agg. che denota semplicità d'animo e buon cuore: aspetto bonaccione s.m. [f. -a] persona semplice e di buon cuore. 

bonaerense

agg. della provincia di buenos aires s.m. e f. chi è nato, chi abita nella provincia di buenos aires. 

bonapartismo

s.m. (st.) movimento politico sorto in francia dopo la caduta di napoleone (1815) e mirante alla restaurazione della dinastia napoleonica | (estens.) regime personale e autoritario...

bonapartista

s.m. e f. [pl. m. -sti] seguace, sostenitore del bonapartismo | anche come agg. : movimento bonapartista.  

bonarietà

s.f. buona disposizione naturale verso gli altri; benignità, affabilità. 

bonario

agg. che è naturalmente ben disposto verso gli altri e dimostra tale disposizione; per estens., affabile, mite: una persona bonaria ; parlare in tono bonario §...

bonbon

s.m. invar. pasticcino, confetto. 

boncinello

s.m. ferro a forma di staffa che, agganciato alla stanghetta della serratura, assicura la chiusura di un chiavistello. 

bond

s.m. invar. (econ. , fin.) obbligazione, titolo di credito. 

bonderizzazione

s.f. (metall.) trattamento antiruggine cui si sottopongono i metalli ferrosi mediante bagno in una soluzione fosfatica. 

bondiola

s.f. (region.) salume tondeggiante confezionato con pasta grossa. 

bonetto

s.m.  (1) (antiq.) berretto militare con visiera | sorta di copricapo che in passato si portava sotto il cappello (2) nelle trincee, piccolo cumulo di terra destinato a proteggere il capo dei...

bongo

s.m. mammifero ruminante africano con il mantello color ruggine a strisce bianche trasversali e corna lunghe ad ampia spirale (ord. artiodattili). 

bongos

s.m. pl. strumento a percussione di origine afrocubana consistente in due piccoli tamburi che si battono con le dita. 

bonheur du jour

loc. sost. m. invar. scrittoio per signora terminante in una piccola alzata a cassettini con nicchia centrale (sec. xviii). 

bonifica

s.f.  (1) il bonificare, l'essere bonificato: la bonifica di un terreno paludoso ; la bonifica di un tratto di mare minato ; bonifica edilizia , sanitaria ; bonifica telefonica , individuazione e...

bonificabile

agg. che si può bonificare: terreno , zona bonificabile.  

bonificamento

s.m. (non com.) lo stesso che bonifica.  

bonificare

v. tr. [io bonìfico , tu bonìfichi ecc.] (1) prosciugare artificialmente terreni paludosi e malsani per renderli adatti alla coltivazione e all'insediamento abitativo |...

bonificatore

agg. [f. -trice] che bonifica s.m.  (1) chi promuove o compie opere di bonifica (2) militare o tecnico civile addetto alla bonifica di campi minati. 

bonificazione

s.f. (non com.) bonifica. 

bonifico

s.m. [pl. -ci] (1) sconto, riduzione di prezzo (2) operazione con la quale una banca, su richiesta di un cliente, mette una data somma a disposizione di un terzo. 

bonne

s.f. (antiq.) bambinaia. 

bono

vedi buono 1. 

bonomia

s.f.  (1) bonarietà, mitezza (2) semplicità, ingenuità. 

bonomo

vedi buonuomo

bonsai

s.m. invar.  (1) tecnica di coltivazione con cui, attraverso continue potature e altri accorgimenti, alcune piante, spec. ornamentali, vengono contenute in dimensioni di gran lunga inferiori a...

bontadioso

o bontadoso , agg. (ant.) valoroso, prode, magnanimo. 

bontate

vedi bontà

bontà

ant. bontade [bon-tà-de] e bontate, s.f.  (1) l'essere buono; qualità di chi desidera e cerca di procurare il bene altrui: un uomo di grande , rara , squisita bontà ; bontà d'animo ; un atto...

bonus

s.m. invar. gratifica concessa da un'azienda a titolo di incentivo ai suoi dirigenti, in aggiunta allo stipendio base. 

bonus-malus

loc. sost. m. invar. nell'assicurazione automobilistica, clausola in base alla quale il premio annuale a carico dell'assicurato è ridotto o aumentato secondo che egli non abbia o...

bonza

s.f. macchina per il trasporto e il riscaldamento del bitume per lavori stradali. 

bonzo

s.m.  (1) sacerdote buddista (2) (estens.) chi si atteggia a personaggio importante, o è indebitamente ritenuto tale. 

boogie-woogie

loc. sost. m. invar. stile jazzistico sorto agli inizi del novecento come traduzione pianistica del blues, su un ritmo più veloce e battente | il ballo da esso derivato, in voga nel...

bookmaker

s.m. invar. allibratore. 

bookmark

s.m. invar. (inform.) collegamento a un indirizzo web, a una pagina di appunti o altro, registrato in un'applicazione per poter in seguito accedervi in maniera diretta. 

booleano

agg. che si riferisce al matematico inglese g. boole (1815-1864) o alle teorie logiche da lui elaborate: gli operatori logici booleani.  

boom

s.m. invar.  (1) nel linguaggio giornalistico, fase di rapida espansione nel ciclo economico: il boom dell'edilizia ; gli anni del boom , in italia, per antonomasia, i primi anni sessanta (2)...

boomerang

s.m. invar. arma da getto, tipica dell'australia, costituita da una stecca piatta di legno ricurva nella parte centrale, che ritorna verso il lanciatore se non incontra ostacoli |...

boopide

agg. (poet.) dai grandi occhi (epiteto attribuito nell'antichità greco-romana a era-giunone). 

booster

s.m. invar.  (1) in varie tecnologie, motore ausiliario (2) (elettr.) dispositivo per elevare la tensione (3) propulsore ausiliario impiegato per il lancio di un'astronave. 

bootleg

s.m. invar. (gerg.) disco o cassetta registrati clandestinamente, o comunque al di fuori delle norme legali. 

bop

vedi be-bop

bora

s.f. vento di nord-est, freddo e impetuoso, che spira d'inverno sul mare adriatico settentrionale. 

borace

s.m. (chim.) sale sodico del boro, di origine naturale o artificiale; si presenta come una polvere bianca ed è usato nell'industria farmaceutica come disinfettante, in quella degli...

boracifero

agg. che contiene, che produce borace | soffione boracifero , getto violento di vapore acqueo contenente acido borico, che scaturisce da un terreno vulcanico. 

borasso

s.m. palma tropicale di grandi dimensioni con foglie a ventaglio larghe oltre un metro e frutti a grappoli commestibili. 

borato

s.m. (chim.) sale dell'acido borico. 

borbogliare

v. intr. [io borbóglio ecc. ; aus. avere] (non com.) produrre un rumore simile al gorgoglio dell'acqua; borbottare. 

borboglio

s.m.  (1) (non com.) un borbogliare prolungato | rumore cupo, minaccioso (2) (ant.) tumulto. 

borbonico

agg. [pl. m. -ci] (1) dei borboni, relativo ai borboni, dinastia francese che deriva il suo nome dal castello di bourbon; si usa soprattutto con riferimento al ramo della...

borborigmo

s.m. (med.) gorgoglio spontaneo dell'intestino. 

borbottamento

s.m. il borbottare; borbottio. 

borbottare

pop. barbottare, v. intr. [io borbòtto ecc. ; aus. avere] (1) parlare o lamentarsi sottovoce, con voce confusa; brontolare tra sé e sé (2) fare un rumore...

borbottino

s.m.  (1) vaso di vetro dal collo lungo e ritorto, da cui il liquido esce gorgogliando (2) (non com.) manicaretto gustoso che ha bollito a lungo. 

borbottio

s.m. un borbottare prolungato. 

borbottone

s.m. [f. -a] (non com.) chi ha l'abitudine di borbottare; brontolone. 

borchia

s.f.  (1) disco metallico o di altro materiale, più o meno lavorato, che serve per rinforzare e ornare tappezzerie e mobili, oggetti d'abbigliamento, legature di libri ecc. (2) chiodo da...

borchiato

agg. fissato o decorato con borchie. 

borchiettato

agg. borchiato. 

borda

s.f. (mar.) nelle galee, la vela latina più grande. 

bordaglia

s.f. (non com.) gentaglia, marmaglia. 

bordame

s.m. (mar.) lato inferiore della vela. 

bordare

v. tr. [io bórdo ecc.] (1) mettere il bordo a qualcosa; orlare: bordare un vestito ; bordare di pizzo una tovaglia  (2) (mar.) spiegare e distendere una vela per farle...

bordata

s.f.  (1) (mar.) ogni tratto del percorso a zig-zag compiuto da un natante a vela per rimontare il vento (2) fuoco simultaneo dei cannoni posti sullo stesso fianco della nave | (fig.) serie...

bordatino

s.m. robusto tessuto di cotone a piccole righe, usato specialmente per grembiuli e vestiti da bambini. 

bordato

part. pass. di bordare e agg. nei sign. del verbo s.m. bordatino. 

bordatore

s.m.  (1) [f. -trice] chi esegue o rifinisce orli e bordi (2) dispositivo della macchina per cucire che serve a fare gli orli; orlatore. 

bordatrice

s.f. macchina con cui si fanno orli o bordi; in partic., quella che esegue la bordatura dei recipienti di lamiera sottile. 

bordatura

s.f.  (1) orlatura di un tessuto (2) operazione con cui si piegano e si arricciano i bordi dei recipienti di lamiera sottile (3) (mar.) fasciame di una nave. 

bordeaux

s.m. invar. vino rosso o bianco prodotto in francia, nella regione di bordeaux agg. invar. di colore rosso scuro: un maglione bordeaux.  

bordeggiare

v. intr. [io bordéggio ecc. ; aus. avere] (1) detto di natante a vela, navigare a zig-zag per risalire il vento (2) (estens.) camminare di sghembo | (fig.)...

bordeggiata

s.f. (mar.) il bordeggiare; lo spazio che una nave percorre bordeggiando. 

bordeggio

s.m. (mar.) il bordeggiare. 

bordello

s.m.  (1) casa di malaffare; postribolo (2) (fig.) luogo di corruzione; ambiente pieno di vizi e di confusione (3) (pop.) fracasso, schiamazzo; grande confusione: in quel luogo c'era un...

borderline

agg. e s.m. e f. invar. che non è esattamente definibile, che si trova in una posizione intermedia tra due condizioni o stati ben definiti (spec....

borderò

s.m.  (1) elenco, distinta (2) registro in cui le amministrazioni dei giornali annotano i compensi per i collaboratori (3) bilancio giornaliero degli incassi e delle spese compilato...

bordiglione

s.m. (ant.) (1) ingrossamento irregolare del filo di seta (2) tipo di filato. 

bordino

s.m.  (1) orlino, spighetta o cordoncino con cui si rifiniscono giacche e abiti in genere (2) risalto delle ruote dei veicoli ferroviari, sagomato in modo da impedire che escano dalle...

bordo

s.m.  (1) ciascuno dei fianchi di una nave o di qualsiasi imbarcazione; la parte del fianco emergente dall'acqua: nave d'alto bordo , con la fiancata alta; virare di bordo , cambiare la rotta...

bordolese

agg. di bordeaux | (poltiglia) bordolese , miscela di solfato di rame e calce spenta, usata in agricoltura come anticrittogamico | (bottiglia) bordolese , di forma cilindrica e...

bordone

s.m. grosso bastone con manico ricurvo, usato un tempo dai pellegrini. 

bordone

s.m. (mus.) emissione costante e insistita di una nota ad accompagnamento di una melodia; registro d'organo con suono cupo e grave: fare , tenere bordone , accompagnare con note...

bordone

s.m. penna d'uccello appena spuntata | far venir i bordoni , (fig. rar.) far venire la pelle d'oca, per la paura. 

bordura

s.f.  (1) orlo, margine, bordo (2) (gastr.) guarnizione di vari ingredienti per piatti di portata (3) (arald.) pezza onorevole che corre lungo l'orlo interno dello scudo occupandone la...

bordò

agg. e s.m. adattamento it. del fr. bordeaux.  

borea

s.m. vento di settentrione; tramontana | (lett.) il nord. 

boreale

agg. relativo all'emisfero terrestre settentrionale: aurora boreale , fenomeno atmosferico luminoso, osservabile nelle regioni del nord all'interno del circolo polare; clima boreale...

borgata

s.f.  (1) piccolo raggruppamento di case (2) a roma, quartiere popolare dell'estrema periferia: gente , ragazzi di borgata.  

borgataro

s.m. [f. -a] (roman.) abitante di una borgata romana | (estens.) chi vive in stato di emarginazione sociale. 

borghese

agg. e s.m. e f.  (1) si dice di chi appartiene alla borghesia o di ciò che è proprio, caratteristico di essa: società , classe , mentalità , cultura...

borghesia

s.f.  (1) nell'età comunale, ceto medio cittadino che esercitava le professioni o le attività commerciali e finanziarie (2) a partire dall'epoca moderna, classe sociale ed economica...

borghesismo

s.m. (spreg.) mentalità o atteggiamento da borghese. 

borghigiano

s.m. [f. -a] (1) abitante di un borgo (2) abitante di una località nel cui nome compaia la parola borgo | il borghigiano , per antonomasia, il pittore...

borgo

s.m. [pl. -ghi ; ant. le borgora] (1) piccolo centro abitato; grosso villaggio (2) quartiere cittadino fuori delle vecchie mura o staccato dal nucleo primitivo. dim....

borgogna

s.m. invar. denominazione generica dei vini, bianchi e rossi, prodotti nella omonima regione francese. 

borgognone

agg.  (1) burgundo (2) della borgogna | (poltiglia) borgognona , poltiglia anticrittogamica analoga alla bordolese ma con carbonato di sodio al posto della calce | (bottiglia) borgognona , di...

borgognotta

s.f. elmo medievale con visiera e guanciali mobili. 

borgomastro

s.m. nei paesi tedeschi, il primo magistrato di una città corrisponde al nostro sindaco. 

boria

s.f. atteggiamento di superiorità, di ostentazione della propria posizione o dei propri meriti veri o presunti; altezzosità: essere pieno di boria ; trattare con boria.  

boriarsi

v. rifl. [io mi bòrio ecc.] (non com.) mostrare boria, darsi delle arie. 

borico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di composto che contiene boro: acido borico | acqua borica , soluzione di acqua distillata e acido borico usata come blando...

borina

vedi bolina

boriosità

s.f. l'essere borioso; boria. 

borioso

agg. pieno di boria: una persona boriosa | usato anche come s.m. [f. -a]: è un borioso § boriosamente avv.  

borire

o borrire, v. tr. [io borisco , tu borisci ecc.] (non com.) nella caccia, far levare a volo gli uccelli. 

borita

o borrita, s.f. l'alzarsi a volo degli uccelli dal suolo: caccia alla borita , condotta avanzando per la campagna e sparando agli uccelli appena si levano in volo. 

borlanda

o burlanda, s.f.  (1) residuo della distillazione di liquidi fermentati di origine amilacea o zuccherina; s'impiega, tra l'altro, nella preparazione di mangimi (2) (pop.) brodaglia; minestra...

borlare

v. intr. [aus. essere] (region.) cadere, rotolare. 

borlonatura

s.f. nell'industria dei bottoni, operazione con cui si sgusciano e puliscono i semi utilizzati per fabbricare bottoni. 

borlone

s.m. cilindro rotante cavo, ad asse orizzontale, con cui si esegue la borlonatura. 

borlotto

s.m. (region.) varietà di fagiolo a buccia striata, di media grossezza. 

bornio

s.m. nelle antiche costruzioni, pietra sporgente verso l'esterno allo scopo di difendere i muri da colpi o urti | (estens.) masso sporgente. 

boro

s.m. elemento chimico di simbolo b; è un non metallo (metalloide) solido, giallo bruno, usato nell'industria metallurgica come disossidante di metalli e leghe, per aumentare la...

borosa

s.f. (mar.) cavetto della vela che serve, superiormente, per l'inferitura al pennone, inferiormente, per terzarolare. 

borotalco

® s.m. polvere bianca finissima composta di talco e acido borico, usata per l'igiene e la pulizia della pelle. 

borra

s.f.  (1) cascame di pannilani o miscuglio di peli o crini animali, con cui si fanno imbottiture o feltri scadenti (2) (estens.) materiale scadente, di poco valore, usato per riempire | (fig.)...

borraccia

s.f. [pl. -ce] fiaschetta di alluminio o d'altro materiale usata da soldati ed escursionisti per conservarvi acqua o altre bevande. dim. borraccetta , borraccina.  

borraccina

s.f. varietà di muschio che cresce in fitti tappeti verdi. 

borraccio

s.m. (region.) tovagliolo; canovaccio. 

borraggio

s.m.  (1) l'operazione del borrare (2) l'insieme della borra e degli altri materiali che servono a completare la carica delle cartucce da caccia. 

borraginacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni caratterizzate da foglie pelose e fiori con infiorescenza scorpioide; vi appartengono il miosotide e la polmonaria | sing....

borragine

o borraggine o boragine, s.f. pianta erbacea con foglie ovali ricoperte da peli ruvidi, commestibili, e fiori azzurri; le foglie vengono anche usate per preparare un infuso...

borrana

s.f. forma sett. di borragine.  

borrana

s.f. (ant.) borro, piccolo torrente. 

borrare

v. tr. [io bórro ecc.] nel linguaggio dei minatori, calcare l'esplosivo nel foro da mina con carta, argilla, sabbia o altro materiale inerte. 

borratore

s.m. maglio usato per consolidare il terreno. 

borratura

s.f. l'operazione del borrare; borraggio. 

borrire

e deriv. vedi borire e deriv.  

borro

s.m.  (1) piccolo torrente dal letto profondo e scosceso | fosso che raccoglie le acque di scolo dei campi | canale di scarico di una palude (2) (lett.) burrone. 

borrone

vedi burrone

borsa

s.f.  (1) sacchetto di pelle, di stoffa o d'altro materiale, di varia forma e grandezza, che si porta in mano o in spalla per tenervi denaro, documenti, oggetti personali: una borsa di paglia , di...

borsa

s.f.  (1) mercato pubblico organizzato di valori mobiliari (azioni, obbligazioni, titoli di stato ecc.) o di merci (prodotti agricoli, minerali, metalli ecc); anche, l'edificio in cui si svolgono...

borsaio

s.m. [f. -a] (antiq.) chi fabbrica o vende borse. 

borsaiolo

lett. borsaiuolo , s.m. [f. -a] ladro che ruba con destrezza dalle tasche o dalle borse. 

borsalino

® s.m. cappello maschile di feltro con tesa e nastro di guarnizione alla base della calotta. 

borsanera

o borsa nera, s.f. compravendita illecita e clandestina, a prezzi maggiorati, di generi di monopolio, razionati o comunque difficilmente reperibili. 

borsanerista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi pratica la borsanera. 

borsaro

s.m. (roman.) borsaio | borsaro nero , borsanerista. 

borsata

s.f.  (1) ciò che può essere contenuto in una borsa: una borsata di verdura  (2) colpo inferto con una borsa: cercò di difendersi prendendolo a borsate in testa.  

borseggiare

v. tr. [io borséggio ecc] compiere un borseggio. 

borseggiatore

s.m. [f. -trice] borsaiolo. 

borseggio

s.m. furto di denaro o di altri oggetti di valore, sottratti abilmente dalle tasche o dalla borsa di qualcuno. 

borsellino

s.m. portamonete. 

borsello

s.m.  (1) borsa per uomo con funzione analoga a quella della borsetta femminile, spesso con lungo cinturino che permette di appenderla alla spalla; borsetto (2) (ant.) borsellino,...

borsetta

s.f. borsa a mano o a tracolla per signora, più o meno piccola, di varia forma, per contenere denaro e oggetti personali: una borsetta di raso , da sera. dim....

borsettiere

s.m. [f. -a] chi fabbrica o vende borsette e borsellini. 

borsettificio

s.m. fabbrica di borsette. 

borsetto

s.m. lo stesso che borsello.  

borsino

s.m.  (1) ufficio di una banca nel quale convengono gli operatori per seguire le notizie di borsa e conferire ordini (2) negoziazione di titoli che non sono ammessi a quotazione...

borsista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi usufruisce di una borsa di studio. 

borsista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi fa speculazioni in borsa. 

borsistico

agg. [pl. m. -ci] di borsa; relativo alle contrattazioni che avvengono in borsa: operazioni borsistiche.  

borsite

s.f. (med.) infiammazione di una borsa sierosa. 

bort

s.m. diamante opaco e fibroso, destinato a usi industriali | scarto di lavorazione del diamante. 

borzacchino

s.m. (ant.) stivaletto che arriva a mezzo polpaccio. 

boscaglia

s.f. macchia di arbusti, generalmente bassi e molto ramificati; anche, bosco fitto e intricato. 

boscaiolo

lett. boscaiuolo , s.m. [f. -a] (1) chi taglia legna nei boschi (2) persona addetta alla manutenzione e alla difesa dei boschi; guardaboschi. 

boscatico

s.m. [pl. -ci] nel medioevo, imposta pagata per esercitare il diritto di far legna nei boschi di proprietà comune. 

boscato

agg. (non com.) boscoso. 

boschereccio

ant. boscareccio, agg. [pl. f. -ce] (lett.) (1) di bosco; che vive nel bosco: fiore , animale boschereccio  (2) (fig.) semplice, rozzo: canti boscherecci '...

boschetto

s.m.  (1) dim. di bosco  (2) bosco di piccole dimensioni, per lo più coltivato; bosco ameno. 

boschivo

agg.  (1) piantato a bosco: terreno boschivo  (2) proprio del bosco: piante boschive.  

boscimano

agg. e s.m. [f. -a] che, chi appartiene a una popolazione nomade dell'africa sudoccidentale caratterizzata da piccola statura, pelle giallastra e rugosa, capelli...

bosco

s.m. [pl. -schi] (1) estensione di terreno coperto di alberi, generalmente d'alto fusto, uniti ad arbusti e altre piante selvatiche: bosco di querce , di abeti ; attraversare il...

boscosità

s.f. l'esser boscoso | indice di boscosità , il rapporto tra la superficie a bosco e la superficie totale di un determinato territorio. 

boscoso

agg. coperto di boschi, ricco di boschi: una regione boscosa.  

bosforo

s.m. (lett.) stretto di mare. 

bosinata

o bosinada [pr. milan. / buzi'nada /], s.f. composizione in versi in dialetto milanese su argomenti di attualità e di tono satirico, recitata o cantata dai...

bosino

s.m. cantastorie tipico delle campagne milanesi | (estens.) epiteto dato in lombardia a chi viene dalla campagna; uomo rozzo, ignorante. 

bosniaco

agg. [pl. m. -ci ; pl. f. -che] della bosnia s.m. [f. -a] chi abita, chi è nato in bosnia. 

bosone

s.m. (fis.) ogni particella atomica o subatomica dotata di spi (1) o (2) e descrivibile con la teoria statistica di bose-einstein. 

boss

s.m. invar. capo di un'organizzazione; la persona più potente in un settore (per lo più spreg. o iron.): i boss della finanza ; un boss della malavita.  

bossa nova

loc. sost. f. invar. ballo di origine brasiliana, derivante dal samba con sovrapposizione di elementi jazz. 

bosso

tosc. bossolo [bòs-so-lo], region. busso, s.m.  (1) arbusto sempreverde con piccole foglie ovali, lucide e profumate; spontaneo nel mediterraneo, viene anche coltivato per formare siepi (fam....

bossola

s.f.  (1) spazzola dura che si usa per strigliare i cavalli (2) antica misura veneta di capacità per liquidi, equivalente a ca (3) litri. 

bossolo

ant. bussolo, s.m.  (1) (ant.) piccolo vaso o barattolo, generalmente di legno di bosso, usato per contenere unguenti, profumi, cosmetici e sim. (2) urna per estrazioni a sorte o in cui si...

bossolo

vedi bosso

boston

s.m. invar.  (1) valzer lento e strisciato, di origine nordamericana (sec. xix) | nel jazz, tipo di accompagnamento pianistico (2) gioco di carte americano. 

bostoniano

agg.  (1) di boston, città degli stati uniti (2) (fig. lett.) raffinato, elitario; intellettualistico s.m. [f. -a] chi è nato, chi abita a boston. 

bostrico

s.m. [pl. -chi] piccolo insetto coleottero nero, parassita delle conifere. 

bot

s.m. invar. denominazione di titoli di credito a breve termine emessi dallo stato italiano. 

botanica

s.f. scienza che studia e classifica i vegetali. 

botanico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la botanica | orto , giardino botanico , giardino nel quale vengono coltivate piante, spec. rare o esotiche, a scopo di studio s.m....

boto

e deriv. vedi voto (1) e deriv.  

botola

ant. bodola, s.f. apertura in un pavimento o in un soffitto, munita di un'imposta di chiusura, che mette in comunicazione con un vano sottostante o sovrastante. 

botolo

s.m.  (1) piccolo cane di forma tozza e muso rincagnato, che abbaia e ringhia facilmente (2) (fig.) uomo iroso, stizzoso, ma impotente a nuocere. 

botri

s.m. pianta erbacea aromatica che costituisce una varietà dell'artemisia (fam. chenopodiacee). 

botrio

-1 primo elemento di parole composte della terminologia scientifica, dal gr. bóthrion 'piccola fossa, solco' (botriocefalo). 

botrio

-1 primo elemento di parole composte della terminologia scientifica, dal gr. bóthrion 'piccola fossa, solco' (botriocefalo). 

botriocefalo

s.m. verme parassita dell'intestino, simile alla tenia, ma dotato di due solchi laterali; può provocare gravi anemie (cl. cestodi). 

botriomicosi

s.f. (vet.) malattia infettiva del cavallo causata da micrococchi e caratterizzata dalla comparsa di noduli e fistole nel tessuto cutaneo e sottocutaneo. 

botrite

s.f. genere di funghi dell'ordine dei moniliali, saprofiti o parassiti. 

botro

s.m. (tosc. , lett.) fossato scosceso sul cui fondo scorrono le acque che l'hanno scavato. 

botta

s.f.  (1) percossa, colpo violento dato con le mani, con un bastone o altro: dare , ricevere una botta | prendere a botte , picchiare | fare a botte , picchiarsi | botte da orbi...

botta

s.f. (tosc.) (1) rospo | gonfio come una botta , (fig.) vanitoso (2) (estens.) persona sgraziata, tozza. 

bottaccio

s.m.  (1) bacino in cui si raccolgono le acque per azionare i mulini | pozzetto che, nei fossati, serve a rallentare la velocità dell'acqua e a far depositare i detriti (2) (ant.) fiasco,...

bottaccio

agg. e s.m. (region.) si dice di una varietà di tordo. 

bottacciolo

s.m.  (1) (ant.) gonfiore, pustola (2) rigonfiamento nell'intonaco. 

bottaio

ant. region. bottaro, s.m. [f. -a] chi fabbrica, ripara o vende botti. 

bottale

s.m. macchina cilindrica usata per la concia delle pelli. 

bottame

s.m. l'insieme delle botti di una cantina. 

bottare

v. tr. [io bòtto ecc.] (ant.) percuotere, colpire. 

bottarga

s.f. (gastr.) uova di muggine pressate e seccate sotto sale; è cibo pregiato, spec. come antipasto. 

bottaro

vedi bottaio

bottata

s.f. (antiq.) (1) frase pungente o ironica (2) richiesta di prezzo eccessivo. 

bottatrice

s.f. grosso pesce commestibile d'acqua dolce, con corpo allungato color verde oliva e lunga pinna dorsale (ord. gadiformi). 

bottazzo

s.m. (mar.) rinforzo di legno che riveste le murate di un bastimento | falso scafo del sommergibile. 

botte

s.f.  (1) recipiente di legno fatto di doghe arcuate e più strette alle estremità, tenute unite da cerchi di ferro, per cui ha forma simile a quella di un cilindro ma panciuta; serve per la...

bottega

s.f.  (1) locale al piano terreno, per lo più aperto sulla strada, dove si espongono e si vendono merci di vario genere; negozio: la bottega del panettiere | aprire , mettere su...

bottegaio

region. bottegaro, s.m. [f. -a] (1) proprietario, gestore di una bottega, spec. di generi alimentari (2) (spreg.) persona venale e gretta; trafficante, speculatore...

bottegante

s.m. e f. (rar.) bottegaio. 

botteghino

s.m.  (1) dim. di bottega  (2) biglietteria di teatri, stadi e sim. (3) banco, ricevitoria del lotto | sportello in cui, all'ippodromo, si scommette sui cavalli. 

bottello

s.m. (rar.) etichetta che si incolla sul dorso dei libri per indicarne il titolo o la segnatura, oppure sulle bottiglie per indicarne il contenuto e, per i vini, l'anno della...

botticella

s.f.  (1) dim. di botte  (2) a roma, carrozza pubblica a cavalli (3) (bot.) rigonfiamento che si forma al vertice delle piante di cereali prima dell'emissione della...

botticelliano

agg. che si riferisce al pittore sandro botticelli (1445-1510) o alla sua arte: stile botticelliano | (estens. lett.) esile ed elegante: viso , profilo...

bottiglia

s.f.  (1) recipiente di vetro, plastica o altro materiale, di varia sagomatura, ma generalmente con corpo cilindrico e collo stretto, che serve a contenere liquidi: la bottiglia del latte ; una...

bottigliaio

region. bottigliaro , s.m. [f. -a] (1) operaio addetto alla fabbricazione di bottiglie nelle vetrerie (2) (region.) chi compera bottiglie e altri oggetti usati. 

bottigliata

s.f. colpo vibrato con una bottiglia. 

bottigliera

s.f. in un bar, il luogo in cui si conservano ed espongono le bottiglie di liquori. 

bottigliere

s.m.  (1) (ant.) gestore di una bottiglieria (2) (ant.) nelle corti, chi sovrintendeva ai vini della mensa; cantiniere, coppiere (3) scaffale, mobiletto a ripiani sovrapposti in cui si...

bottiglieria

s.f.  (1) negozio di vini e liquori in bottiglia (2) l'insieme delle bottiglie di una cantina (3) locale adibito alla conservazione di vini pregiati. 

bottiglione

s.m.  (1) accr. di bottiglia | grossa bottiglia, generalmente della capacità di un litro e mezzo o due litri (2) bobina di filato. 

bottinaio

s.m. operaio addetto allo svuotamento dei pozzi neri. 

bottinare

v. intr. [aus. avere] (1) detto delle api operaie, volare alla raccolta di nettare e polline; detto delle formiche, andare a raccogliere il cibo da immagazzinare (2) (ant.)...

bottinare

v. tr. concimare il terreno con rifiuti organici. 

bottinatrice

s.f. ape operaia addetta alla raccolta di nettare e polline. 

bottinatura

s.f. (agr.) la concimazione del terreno mediante il contenuto del pozzo nero. 

bottino

s.m.  (1) preda di guerra (2) (estens.) il frutto, il ricavato di una rapina: spartirsi il bottino  (3) (mil.) sacca di tela in dotazione ai soldati; anche, il suo contenuto. 

bottino

s.m.  (1) pozzo nero; anche, il suo contenuto usato come concime (2) in un acquedotto, serbatoio per la depurazione delle acque. 

botto

s.m.  (1) (non com.) colpo, urto, botta (2) rumore secco e forte, prodotto da spari, esplosioni, colpi e sim.: si è sentito un gran botto | di botto , tutt'a un botto ,...

botto

s.m. (dial.) rospo. 

bottonaio

s.m. [f. -a] fabbricante o venditore di bottoni. 

bottonatura

s.f. (region.) abbottonatura. 

bottone

s.m.  (1) piccolo disco di varia forma e materiale che, cucito o attaccato su un bordo del lembo di un indumento e infilato nell'occhiello corrispondente sul bordo del lembo opposto, serve a...

bottoniera

s.f.  (1) fila di bottoni: la bottoniera dell'abito talare  (2) occhiello sul risvolto della giacca; genericamente, occhiello di un indumento (3) in molti apparecchi elettrici, quadro con...

bottoniere

s.m. [f. -a] (1) (non com.) bottonaio (2) industriale del settore bottoniero. 

bottoniero

agg. che concerne la produzione o la vendita dei bottoni: industria bottoniera.  

bottonificio

s.m. fabbrica di bottoni. 

botuligeno

agg. (med.) che provoca botulismo: alimenti botuligeni.  

botulinico

agg. [pl. m. -ci] (med.) inerente al bacillo botulino e all'intossicazione che questo determina: tossina botulinica.  

botulino

agg. (biol. , med.) si usa nelle loc. bacillo botulino , bacillo che si sviluppa nelle carni insaccate o in scatola avariate, producendo una tossina che determina...

botulismo

s.m. (med.) grave intossicazione dovuta all'ingestione di alimenti conservati avariati, contenenti la tossina prodotta dal bacillo botulino. 

bouclé

agg. invar. si dice di lana o altra fibra con pelo molto lungo e arricciato; anche, di tessuto fatto con tali fibre s.m. invar. filato, tessuto...

boudoir

s.m. invar. salottino privato, riservato di solito alle signore; anche, spogliatoio, gabinetto di toletta. 

bouillabaisse

s.f. invar. zuppa di pesce caratteristica della cucina marsigliese. 

boule

s.f. invar.  (1) borsa di gomma che, riempita d'acqua calda o di ghiaccio, si mette a contatto con la parte del corpo che necessita di essere scaldata o raffreddata (2) (chim.) bolla. 

boulevard

s.m. invar. viale cittadino largo e alberato, tipico di parigi. 

bounty-killer

loc. sost. m. invar. giustiziere privato che dà la caccia a un bandito per incassare la taglia che pende sul suo capo. 

bouquet

s.m. invar.  (1) mazzo o mazzolino di fiori, spec. quello che portano in mano le spose (2) aroma particolare del vino invecchiato. 

bouquiniste

s.m. e f. invar. chi vende libri d'occasione, in piccole librerie o su bancarelle. 

bourbon

® s.m. invar. varietà americana di whisky. 

bourré

s.f. invar. (mus.) antica danza francese, di solito in tempo binario semplice, di andamento allegro. 

boutade

s.f. invar. motto di spirito, battuta, arguzia. 

boutique

s.f. invar. negozio elegante di abbigliamento e accessori. 

bovarina

vedi boarina

bovarismo

s.m. (lett.) stato di insoddisfazione determinato dal conformismo proprio della vita borghese e accompagnato dal desiderio di evasioni di tipo mondano, sentimentale o...

bovarista

agg. [pl. m. -sti] (lett.) di bovarismo, che manifesta bovarismo: atteggiamento bovarista.  

bovaro

o boaro [bo-à-ro], s.m. guardiano di bovini; addetto ai bovini in un'azienda agricola | (region.) conduttore di una boaria | (fig.) uomo rozzo. 

bove

vedi bue

bovidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di ruminanti con due corna cave e dentatura incompleta, a cui appartengono bovini, caprini, ovini e antilopi (ord. artiodattili) | sing....

bovile

s.m. (rar.) stalla per bovini. 

bovina

pop. buina [bu-ì-na], s.f. sterco bovino. 

bovindo

s.m. adattamento it. dell'ingl. bow window.  

bovini

s.m. pl. (zool.) (1) sottofamiglia dei bovidi, comprendente animali di grossa taglia (da lavoro, da carne, da latte), con corna ricurve, muso largo, collo corto con giogaia, coda...

bovino

agg.  (1) di bue, dei bovini: allevamento bovino | occhi bovini , tondi, sporgenti e poco espressivi come quelli del bue (2) (fig.) stolido, ottuso, torpido: intelligenza...

bovo

s.m. (mar.) piccolo veliero con un albero centrale a vela latina e un piccolo albero a poppa con randa o vela latina. 

bovolo

s.m. (ant. , dial.) chiocciola, spirale | molla a bovolo , a spirale cilindro-conica. 

bow window

loc. sost. m. invar. (arch.) struttura aggettante di un edificio, simile a un balcone coperto e chiuso da vetri. 

bowling

s.m. invar. gioco di birilli praticato con grosse bocce in luogo coperto su apposite piste | (estens.) locale dove si pratica tale gioco. 

box

s.m. invar.  (1) suddivisione di un ambiente ottenuta mediante tramezzature (2) nelle stalle e nelle scuderie, recinto in cui vengono allevati o tenuti gli animali (3) negli autodromi,...

box office

loc. sost. m. invar. botteghino che vende biglietti per spettacoli teatrali, cinematografici, concerti ecc. 

boxare

v. intr. [io bòxo ecc. ; aus. avere] fare del pugilato. 

boxe

s.f. invar. pugilato | tirare di boxe , praticare il pugilato. 

boxer

s.m. invar. cane da guardia dal mantello fulvo o tigrato, con testa simile a quella del bulldog, ma col corpo più slanciato. 

boxer

s.m. pl. tipo di mutande maschili a forma di calzoncini. 

boxeur

s.m. invar. pugile. 

boy

s.m. invar.  (1) ballerino di fila in una rivista (2) negli alberghi, giovane inserviente addetto ai servizi meno importanti | garzone di scuderia (3) nel tennis, raccattapalle; nel...

boy-friend

loc. sost. m. invar. ragazzo legato a una coetanea da un vincolo sentimentale. 

boy-scout

loc. sost. m. invar. giovane appartenente al movimento dello scoutismo. 

bozza

s.f. , o bozzo s.m. , (1) pietra sporgente da un muro; bugna. dim. bozzetta  (2) (estens.) protuberanza, bernoccolo | bozze frontali , orbitarie , (anat.)...

bozza

s.f.  (1) prima e imperfetta forma di un lavoro; abbozzo (2) spec. pl. prova del risultato di una composizione tipografica, che consente di apportare correzioni al testo:...

bozza

s.f. (mar.) dispositivo che serve a tenere tesato un cavo o una catena o a trattenere un peso; è costituito da uno spezzone di cavo o di catena munito alle estremità di ganci o...

bozzacchio

o borzacchio, s.m. (non com.) bozzacchione. 

bozzacchione

s.m. il frutto del susino quando si deforma, per effetto di un fungo parassita, in una sorta di borsa allungata. 

bozzago

o bozzagro, buzzago, buzzagro, s.m. [pl. -ghi] (zool.) poiana. 

bozzare

v. tr. [io bòzzo ecc.] (ant.) nell'arte del disegno, abbozzare. 

bozzato

s.m. (arch.) bugnato. 

bozzello

s.m. (mar.) carrucola con una o più pulegge. 

bozzettismo

s.m. tendenza di uno scrittore a narrare prevalentemente attraverso bozzetti. 

bozzettista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) autore di bozzetti letterari (2) chi crea o disegna cartelloni pubblicitari. 

bozzettistica

s.f. l'arte di scrivere bozzetti; il genere del bozzetto. 

bozzettistico

agg. [pl. m. -ci] di, relativo a un bozzetto | (fig.) vivace, immediato, ma schematico e sommario; talora superficiale e approssimativo: una rappresentazione bozzettistica...

bozzetto

s.m.  (1) abbozzo, schizzo o modello in scala di un'opera d'arte, una scenografia, un cartellone pubblicitario e sim. dim. bozzettino  (2) quadretto di maniera, dipinto rapidamente e con...

bozzima

s.f.  (1) (ind. tessile) sostanza colloidale con la quale vengono impregnati i filati prima della tessitura per renderli più facilmente lavorabili (2) miscuglio d'acqua e crusca per i polli;...

bozzo

vedi bozza 1. 

bozzo

s.m. (ant.) marito tradito agg. disonorato. 

bozzo

s.m. fossa, buca piena d'acqua; pozzanghera. 

bozzolaccio

s.m. bozzolo da cui è uscita la farfalla. 

bozzolaia

s.f. vasto locale in cui si tengono i bozzoli dei bachi da seta. 

bozzolaio

s.m.  (1) commerciante di bozzoli (2) bozzolaia. 

bozzolare

v. tr. [io bòzzolo ecc.] raccogliere dalle fascine i bozzoli maturi del baco da seta; sbozzolare. 

bozzolina

s.f.  (1) pianta erbacea con fiori di colore vario dall'azzurro al rosa violaceo, raccolti in grappolo, e foglie lineari (fam. poligalacee) (2) bambagiona. 

bozzolo

s.m.  (1) involucro di seta, costruito dalle larve di varie farfalle, e spec. dal baco da seta, come ricovero protettivo durante la metamorfosi, e da alcuni insetti per la protezione delle uova:...

bozzolo

s.m.  (1) (rar.) ramaiolo con cui i tintori prelevano dalle caldaie la materia colorante (2) antica misura per cereali, corrispondente alla quantità di farina spettante al mugnaio per la...

bozzolo

s.m. nell'italia centrale, alzavola. 

bozzoloso

agg. che contiene bozzoli, grumi: farina , seta bozzolosa.  

bozzoluto

agg. pieno di bozzoli, di nodosità, di protuberanze: tronco bozzoluto.  

bozzone

s.m. bozza di una intera pagina di giornale su cui viene effettuato un ultimo controllo. 

bozzone

s.m. (tosc.) (1) agnello castrato (2) [f. -a] persona ignorante e rozza. 

boî

boîte;s.f. invar. a parigi, piccolo locale notturno dall'atmosfera raccolta. 

brabantino

agg. del brabante, regione del belgio e dell'olanda; si dice in particolare di varie razze di animali domestici | aratro brabantino , tipo di aratro munito di avantreno a carrello...

braca

ant. o region. braga, s.f. [pl. -che] (1) antico indumento maschile simile ai calzoni, ma di ampiezza e lunghezza minori | oggi, nell'uso fam., ciascuna delle due gambe dei...

bracalone

s.m. [f. -a] (fam.) chi porta i pantaloni sempre cascanti; (fig.) persona trasandata | a bracaloni , si dice di calze o calzoni cascanti agg. (non...

braccare

v. tr. [io bracco , tu bracchi ecc.] (1) inseguire la selvaggina (detto di cani o cacciatori) (2) (fig.) cercare ostinatamente qualcuno che si nasconde, inseguirlo senza...

braccata

s.f.  (1) partita di caccia a selvaggina di grossa mole, spec. al cinghiale (2) (estens.) luogo in cui si svolge la battuta al cinghiale. 

braccatura

s.f. il braccare, l'essere braccato. 

braccetto

s.m.  (1) dim. di braccio | a braccetto , con il braccio sotto quello di un'altra persona: andare a braccetto , (fig.) andare d'accordo (2) (sport) tipo di...

braccheggiare

v. tr. [io bracchéggio ecc.] (non com.) cercare dappertutto come fanno i bracchi, o in genere i cani da caccia | v. intr. [aus. avere] (non com.) andare in giro...

braccheggio

s.m. (non com.) il braccheggiare; ricerca accurata e accanita. 

bracchetto

s.m.  (1) dim. di bracco  (2) piccolo e robusto cane del gruppo dei segugi, con pelo raso a tre colori; è più noto oggi col nome ingl. di beagle.  

bracchiere

s.m. (ant.) chi custodiva i bracchi e li guidava nelle battute di caccia. 

bracciale

s.m.  (1) ornamento, gioiello che si porta intorno al polso: un bracciale d'oro , d'osso. dim. braccialetto  (2) striscia di stoffa che si porta al braccio come distintivo,...

braccialetto

s.m.  (1) dim. di bracciale | in partic., ornamento o gioiello che cinge il polso. dim. braccialettino  (2) cinturino dell'orologio da polso. 

bracciantale

agg. (non com.) bracciantile. 

bracciantato

s.m. condizione, categoria dei braccianti. 

bracciante

s.m. e f. salariato agricolo non specializzato, per lo più con contratto giornaliero o stagionale. 

bracciantile

agg. di bracciante, dei braccianti: lavoro bracciantile.  

bracciare

v. tr. [io bràccio ecc.] (mar.) muovere un pennone orizzontalmente, in modo da far prendere meglio il vento alla vela. 

bracciata

s.f.  (1) quantità di materiale che può essere racchiusa tra le braccia | a bracciate , (fig.) in grande quantità (2) ognuno dei movimenti regolari eseguiti dal nuotatore con le braccia per...

bracciatura

s.f. (non com.) misurazione di stoffe o di altro fatta a braccia. 

bracciere

s.m. (antiq.) chi accompagnava una dama dandole il braccio. 

braccio

s.m. [pl. le braccia , del corpo umano e come misura; i bracci , negli altri sign.] (1) (anat.) parte di ciascuno dei due arti superiori del corpo umano compresa tra la spalla e...

bracciolo

lett. bracciuolo , s.m.  (1) appoggio per le braccia, posto ai lati di poltrone, divani e sim. (2) corrimano delle scale (3) (mar.) nelle costruzioni navali, qualsiasi struttura posta a...

bracco

s.m. [pl. -chi] (1) cane da caccia e da tartufi dall'odorato finissimo, con orecchie pendenti e pelo corto di colore bianco uniforme o pezzato. dim. bracchetto  (2) (fig.)...

bracconaggio

s.m. il cacciare di frodo. 

bracconiere

s.m. cacciatore di frodo. 

brace

ant. o region. bracia, bragia, brage, s.f.  (1) fuoco a fiamma bassa, prodotto da legna o carboni da lungo tempo accesi: cuocere alla brace | soffiare sulla brace , (fig.)...

brachesse

s.f. pl. (scherz.) brache lunghe e larghe. 

brachetta

s.f.  (1) la parte anteriore, abbassabile e abbottonata sui fianchi, di alcuni tipi di calzoni (2) pl. mutandine corte aderenti, con l'elastico in vita (3) nelle armature...

brachetto

s.m. vino rosso piemontese delle zone di acqui e di asti, amabile o dolce e dal caratteristico profumo di rosa. 

brachi-

primo elemento di parole composte della terminologia scientifica, di origine greca o di formazione moderna, dal gr. brachy/s 'breve'; significa appunto 'breve, corto' (brachicefalo ,...

brachiale

agg. (anat.) che si riferisce al braccio: vena , muscolo brachiale.  

brachialgia

s.f. (med.) nevralgia brachiale. 

brachiblasto

s.m. (bot.) ramo con sviluppo ridotto. 

brachicardia

s.f. (med.) bradicardia. 

brachicatalettico

agg. [pl. m. -ci] nella metrica greca e latina, si dice di verso formato da una serie di dipodie di cui l'ultima sia ridotta a un solo piede. 

brachicefalia

s.f. (med.) conformazione del cranio in cui il diametro longitudinale è assai corto e si avvicina a quello trasversale. 

brachicefalo

agg. e s.m. [f. -a] (med.) che, chi presenta i caratteri della brachicefalia. 

brachiceri

s.m. pl. (zool.) sottordine di ditteri caratterizzati da corpo tozzo e antenne corte | sing. [-o] ogni dittero appartenente a tale sottordine. 

brachidattilia

s.f. (med.) anomalia anatomica per cui le dita sono più corte del normale. 

brachiere

s.m.  (1) cinto erniario (2) (ant.) fascia di cuoio per sostenere le brache. 

brachigrafia

s.f. scrittura abbreviata. 

brachilogia

s.f. brevità, concisione del discorso e della scrittura, ottenuta soprattutto mediante l'uso di ellissi. 

brachilogico

agg. [pl. m. -ci] espresso con brevità § brachilogicamente avv.  

brachimorfo

agg. (zool.) si dice di tipo morfologico di animale in cui i diametri trasversali sono più accentuati rispetto a quelli longitudinali. 

brachio-

primo elemento di parole composte della terminologia scientifica, dal lat. brachi°u(m) 'braccio' (brachioradiale). 

brachiopodi

s.m. pl. (zool.) gruppo di animali marini aventi una conchiglia divisa in due valve, con peduncolo carnoso per fissarsi al fondo | sing. [-e] ogni animale di tale...

brachioradiale

s.m. (anat.) muscolo esterno del braccio. 

brachipnea

s.f. (med.) respirazione corta e affannosa. 

brachitipo

s.m. tipo umano caratterizzato costituzionalmente da bassa statura e una relativa prevalenza dei diametri orizzontali. 

brachiuri

s.m. pl. (zool.) sottordine di crostacei decapodi al quale appartiene il granchio | sing. [-o] ogni crostaceo di tale sottordine. 

bracia

vedi brace

braciaio

s.m.  (1) cassetta usata un tempo dai fornai per conservare la brace (2) bracino. 

braciaiola

s.f. piccolo vano sotto la graticola dei fornelli, in cui cade la brace consumata. 

braciaiolo

s.m. bracino. 

braciere

s.m.  (1) recipiente di metallo in cui si tiene la brace accesa per riscaldare l'ambiente. dim. bracierino  (2) (archeol.) analogo recipiente, spesso di grandi proporzioni, che si teneva nei...

bracino

s.m. (antiq.) (1) chi accudisce alle carbonaie (2) venditore di brace, di carbone e di legna da ardere (3) (fig.) persona sudicia. 

braciola

lett. braciuola , s.f.  (1) fetta di carne bovina o suina che si cuoce sulla brace o in padella. dim. bracioletta , braciolina  (2) (fig. scherz.) taglio, ferita. 

braco

vedi brago

bradi-

primo elemento di parole composte della terminologia scientifica, dal gr. brady/s 'lento'; significa appunto 'lento, ritardato' (bradifasia , bradipnea). 

bradicardia

s.f. (med.) bassa frequenza del battito cardiaco; può essere fisiologica o patologica. 

bradicardico

agg. [pl. m. -ci] di bradicardia agg. e s.m. [f. -a] che, chi presenta bradicardia. 

bradifasia

s.f. lentezza nel parlare. 

bradilalia

s.f. lentezza nell'articolazione delle parole. 

bradipepsia

s.f. (med.) lentezza nella digestione. 

bradipnea

s.f. (med.) rallentamento della frequenza del respiro. 

bradipo

s.m. tozzo mammifero brasiliano che vive sugli alberi, appendendosi ai rami con le grosse unghie falcate (ord. xenartri). 

bradipsichismo

s.m. (psicol.) rallentamento delle funzioni psichiche. 

bradisismico

agg. [pl. m. -ci] di, relativo a bradisismo: movimenti bradisismici.  

bradisismo

s.m. (geol.) lento spostamento verticale della crosta terrestre che determina modifiche della linea del litorale: bradisismo positivo , se il mare avanza per l'abbassamento della...

brado

agg. si dice di bovini ed equini che vivono liberi allo stato quasi selvaggio, e dello stato stesso in cui essi vivono: cavallo brado ; allevamento brado , sempre all'aperto e senza...

braga

s.f.  (1) (ant. , region.) braca (2) (tecn.) elemento di raccordo tra una tubazione di scarico verticale e uno o più tubi orizzontali. 

brage

bragia vedi brace

brago

o braco, s.m. (lett.) fango, melma: qui staranno come porci in brago (dante inf. viii, 50). 

bragozzo

s.m. grossa barca da pesca usata nell'adriatico, con vele dipinte a colori vivaci. 

brahmanesimo

o bramanesimo o brahmanismo [brah-ma-nì-smo] o bramanismo, s.m. sistema sociale e religioso dell'antica india, posteriore al vedismo e precedente all'induismo, caratterizzato...

brahmanico

o bramanico o braminico, agg. [pl. m. -ci] del brahmanesimo, dei brahmani. 

brahmano

o bramano o bramino, s.m. nell'epoca del brahmanesimo, esponente della più elevata casta indiana, al quale erano demandate le funzioni sacerdotali. 

braida

s.f. (ant. , sett.) campo o prato nei pressi della città. 

braidense

agg. del palazzo di brera, a milano: biblioteca braidense.  

braille

® agg. e s.f. invar. si dice di scrittura speciale per non vedenti, formata da punti in rilievo, raggruppati variamente a seconda della lettera che rappresentano;...

brain-storming

loc. sost. m. invar. tecnica di ricerca di gruppo per stimolare la produzione di idee creative; è usata specialmente nella formulazione di slogan pubblicitari. 

brain-trust

loc. sost. m. invar. gruppo di esperti che concorrono a risolvere problemi di particolare complessità trust di cervelli. 

brama

s.f. voglia smodata, ardente; avidità, bramosia: brama di danaro , di vendetta | desiderio intenso (di cose positive): brama di sapere , di gloria.  

bramangiare

o bramangiere , s.m. (ant.) biancomangiare. 

bramano

e deriv. vedi brahmano e deriv.  

bramare

v. tr. (lett.) desiderare intensamente, ardentemente: bramare la libertà.  

bramino

e deriv. vedi brahmano e deriv.  

bramino

s.m. apparecchio, costituito da due macine, che serve per togliere la lolla al riso. 

bramire

v. intr. [io bramisco , tu bramisci ecc. ; aus. avere] (1) emettere bramiti (2) (estens. lett.) gridare selvaggiamente: «er core, er core!...» bramiva...

bramito

s.m. urlo di grossi animali selvatici, spec. del cervo e dell'orso. 

bramma

s.f. (metall.) semilavorato d'acciaio a sezione rettangolare che si utilizza nella produzione di lamiere. 

bramosia

s.f. (lett.) brama, desiderio ardente: bramosia di onori , di ricchezze.  

bramosità

s.f. (lett.) brama, bramosia. 

bramoso

agg. (lett.) che ha brama; voglioso: bramoso di gloria ; occhi bramosi § bramosamente avv.  

branca

s.f.  (1) (lett.) artiglio; zampa munita di artigli | (ant. , region.) chela di granchio o di scorpione (2) spec. pl. (estens.) mano che afferra...

brancare

vedi abbrancare 1. 

brancarella

s.f. (mar.) occhiello del cavo che orla una vela e che serve per inferirla al pennone, agganciarvi un bozzello o legarvi un altro cavo. 

brancata

s.f.  (1) quanto una mano può contenere, abbrancare; manciata, pugno: una brancata di terra , di monete  (2) (non com.) colpo di branca, di artiglio (3) (non com.) branco. 

branchia

s.f. (zool.) organo di respirazione caratteristico di pesci, anfibi allo stato larvale, molluschi e altri animali acquatici; è costituito per lo più da una struttura lamellare...

branchiale

agg. relativo alle branchie: apparato branchiale.  

branchiati

s.m. pl. (zool.) denominazione generica degli animali vertebrati che respirano per mezzo di branchie | sing. [-o] ogni vertebrato che respira attraverso le...

branchio-

primo elemento di parole composte moderne della terminologia scientifica, dal lat. branchi°a 'branchia'; significa 'branchie' o indica relazione con le branchie...

branchiopodi

s.m. pl. (zool.) ordine di crostacei di acqua dolce caratterizzati da arti toracici lamellari | sing. [-e] ogni crostaceo appartenente a tale ordine. 

branchiosauro

s.m. anfibio fossile dell'era paleozoica. 

branchiuri

s.m. pl. (zool.) sottoclasse di crostacei con occhi composti e bocca trasformata in proboscide succhiatrice | sing. [-o] ogni crostaceo di tale sottoclasse. 

brancicamento

s.m. (non com.) il brancicare. 

brancicare

v. tr. [io bràncico , tu bràncichi ecc.] toccare, tastare insistentemente; afferrare in maniera convulsa | v. intr. [aus. avere] brancolare. 

brancicatura

s.f. (non com.) il brancicare; il segno lasciato su una cosa brancicata. 

brancichio

s.m. (non com.) un brancicare ripetuto e continuato. 

branco

s.m. [pl. -chi] (1) gruppo di animali della medesima specie che sono soliti vivere e spostarsi insieme: un branco di lupi  (2) (spreg.) gruppo di persone: un branco di...

brancolamento

s.m. il brancolare. 

brancolare

v. intr. [io bràncolo ecc. ; aus. avere] (1) procedere a tastoni come è proprio di chi non può vedere: brancolare nel buio  (2) (fig.) operare, muoversi...

brancolone

o brancoloni , avv. (rar.) a tentoni, brancolando. 

brand image

loc. sost. f. invar. l'idea che i consumatori si fanno di un prodotto a seguito di una campagna pubblicitaria. 

branda

s.f. letto pieghevole e trasportabile in tela o in rete metallica; letto pensile dei marinai, simile all'amaca. dim. brandina.  

brandeburghese

agg. del brandeburgo, regione storica della germania | concerti brandeburghesi , serie di sei concerti (1721) che j. s. bach dedicò al margravio del brandeburgo ...

brandeggiare

v. tr. [io brandéggio ecc.] far ruotare orizzontalmente, intorno a un asse verticale, uno strumento, un'apparecchiatura, un'arma (e spec. un cannone per puntare il bersaglio) | v....

brandeggio

s.m.  (1) il brandeggiare, l'essere brandeggiato (2) (tv) supporto per telecamera che può ruotare in verticale e in orizzontale, anche contemporaneamente. 

brandello

s.m.  (1) piccolo pezzo lacerato di qualcosa: un brandello di stoffa , di carne ; fare a brandelli | essere in brandelli , detto di persona, essere mal vestito, con abiti laceri...

brandimento

s.m. (ant.) il brandire, l'essere brandito. 

brandire

v. tr. [io brandisco , tu brandisci ecc.] afferrare e agitare un'arma o qualsiasi altro oggetto che possa ferire: brandire la spada | v. intr. ...

brandistocco

s.m. [pl. -chi] antica arma a tre lame rientrabili. 

brando

s.m. (poet.) spada. 

brando

s.m. danza rinascimentale di origine francese, caratterizzata dalla continua oscillazione del corpo | nel monferrato e nelle langhe, ballo vivacissimo senza passi o figurazioni...

brandy

s.m. invar. acquavite che si ottiene distillando il vino e facendolo invecchiare in botti di rovere: un brandy italiano , spagnolo.  

brano

s.m.  (1) pezzo, porzione strappata di qualcosa: un brano di carne , di stoffa , di carta | fare a brani , stracciare, lacerare; sbranare, divorare | cadere a brani , cadere a pezzi, andare in...

branzino

s.m. (sett.) spigola. 

brasare

v. tr. far cuocere a lungo in una casseruola coperta, a fuoco lento, un pezzo di carne intero, per lo più con aromi, verdure o vino: manzo brasato.  

brasare

v. tr. (tecn.) eseguire la brasatura. 

brasato

(1) part. pass. di brasare (2) s.m. carne brasata. 

brasatura

s.f. (tecn.) collegamento di pezzi metallici mediante infiltrazione di materiale metallico fuso: brasatura dolce , quella con una lega che fonde a meno di 400 ° c, detta anche...

brasca

s.f. scoria del ferro lavorato. 

brasile

s.m. legno rosso sudamericano, detto anche verzino , da cui si estraggono sostanze coloranti. 

brasiliano

agg. del brasile s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante del brasile (2) la lingua portoghese parlata in brasile. 

brassica

s.f. (bot.) genere di piante erbacee a cui appartengono il cavolo, il ravizzone e la rapa. 

brattare

v. intr. [aus. avere] (mar.) vogare a bratto. 

brattea

s.f.  (1) (bot.) piccola foglia che ricopre il fiore prima che sbocci (2) lamina di metallo prezioso decorata con incisioni e usata come ornamento. 

bratteato

agg.  (1) (bot.) dotato di brattea (2) moneta bratteata , tipo di moneta medievale, di grande diametro e sottile; anche, moneta falsificata, in cui solo la foglia esterna era di metallo nobile...

bratteiforme

agg. (bot.) che è a forma di brattea. 

bratteola

s.f. (bot.) piccola brattea che protegge i fiori, formando un calicetto secondario. 

bratto

s.m. (mar.) modo di vogare con un remo solo posto in una incavatura della falchetta e manovrato con mezzi giri a destra e a sinistra: remo da bratto.  

braunite

s.f. ossido di manganese; è un minerale di colore nero da cui si estrae il metallo. 

bravaccio

o bravazzo [bra-vàz-zo], s.m.  (1) uomo prepotente e millantatore (2) (st.) sgherro, soldato mercenario. 

bravare

v. intr. [aus. avere] (lett.) assumere un atteggiamento spavaldo, arrogante | v. tr.  (1) (lett.) provocare con atti e parole di sfida (2) (region.) rimproverare,...

bravata

s.f.  (1) atto, comportamento, discorso spavaldo, tracotante; smargiassata, spacconata | azione inutilmente rischiosa (2) (region.) rabbuffo, rimprovero. 

braveggiare

v. intr. [io bravéggio ecc. ; aus. avere] (non com.) fare il bravaccio. 

braveria

s.f.  (1) (non com.) atteggiamento da bravo; spavalderia (2) (st.) l'insieme dei bravi. 

bravo

agg.  (1) che è abile ed esperto in ciò che fa, spec. nell'esercizio di un mestiere, di una professione o negli studi; valente: un medico bravo ; un bravo operaio ; uno scolaro bravo in latino ;...

bravura

s.f.  (1) qualità di chi è bravo; valentia, abilità | pezzo di bravura , esecuzione musicale o, anche, esercizio, prova che denotano grande abilità (2) (non com.) bravata, spacconata. 

break

s.m. invar.  (1) pausa, intervallo: fare un break per prendere un caffè | (estens.) breve annuncio pubblicitario che interrompe una trasmissione televisiva o radiofonica (2)...

break

s.f. invar. (antiq.) autovettura tipo giardinetta, dotata di ampio vano di carico a cui si accede da un portellone posteriore. 

break even

(econ.) il fatturato minimo che consente di pareggiare i costi di una produzione industriale. 

break point

loc. sost. m. invar.  (1) (inform.) punto in cui si interrompe l'esecuzione di un programma, in genere per permettere di effettuare dei controlli (2) nel tennis, punto con cui un giocatore...

break-dance

loc. sost. f. invar. ballo originario dei quartieri negri di new york, che si basa sullo snodamento mimico del corpo e su evoluzioni acrobatiche; di moda in europa intorno alla metà...

breakfast

s.m. invar. prima colazione piuttosto abbondante, secondo l'uso inglese. 

breccia

s.f. [pl. -ce] varco aperto con mezzi offensivi in un muro, in un terrapieno o in un'altra opera di difesa per penetrarvi a viva forza: la breccia di porta pia |...

breccia

s.f. [pl. -ce] (1) insieme di frammenti di pietra usati nell'edilizia e per pavimentare le strade; ghiaia, pietrisco (2) (min.) roccia sedimentaria costituita da frammenti di...

brecciaiolo

s.m. spaccapietre. 

brecciame

s.m. insieme di breccia, di ghiaia. 

brecciola

s.f. brecciame di sassi minuti. dim. brecciolina.  

brecciolino

s.m. brecciame minuto. 

breccioso

agg. pieno di breccia, di ghiaia: un sentiero breccioso.  

brechtiano

agg. che si riferisce allo scrittore e drammaturgo tedesco b. brecht (1898-1956) o alla sua opera: la teoria brechtiana del teatro.  

breeder

s.m. invar. reattore nucleare autofertilizzante. 

breeding

s.m. invar. allevamento di animali o di piante selezionate, allo scopo di migliorarne la specie; selettocoltura. 

brefotrofio

s.m. istituto in cui si raccolgono e si allevano i bambini abbandonati. 

bregma

s.m. [pl. -mi] (anat.) nella volta cranica, punto di confluenza della scissura coronaria con quella sagittale. 

breitschwanz

s.m. pelliccia molto pregiata, lucida e leggera, fatta con pelli di agnellini di persia nati prematuramente. 

bremo

s.m. (mar.) corda di sparto intrecciato. 

brenna

s.f. (non com.) cavallo di poco valore; ronzino | (fig.) persona mal fatta o mal ridotta. 

brent

s.m. invar. petrolio greggio. 

brenta

s.f. (sett.) (1) bigoncia a forma di cono che si carica sulle spalle per trasportare vino (2) antica misura di capacità per vini, di ca 50 litri, ancora in uso in...

brentatore

s.m. (antiq.) chi porta mosto o vino con la brenta; garzone di vinaio addetto al servizio a domicilio. 

brentidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di coleotteri, tipici delle regioni tropicali, che presentano forte dimorfismo sessuale | sing. [-e] ogni insetto di tale famiglia. 

brentolo

s.m. pianta simile all'erica, usata per fabbricare scope (fam. ericacee). 

bresaola

s.f. (lomb.) carne di manzo salata ed essiccata, tipico prodotto della valtellina. 

bresciana

s.f. pala sottile per rimuovere rena e calcinacci. 

bresciano

agg. di brescia s.m. [f. -a] nativo, abitante di brescia. 

bressanella

o brescianella, s.f. impianto di reti verticali per la cattura degli uccelli. 

bretella

s.f.  (1) spec. pl. ognuna delle strisce di tessuto elastico, che passano sopra le spalle e s'allacciano ai calzoni per sorreggerli | lista di tessuto che, passando sopra la...

bretone

o brettone, agg. della bretagna: costa bretone | ciclo bretone , ciclo medievale di poemi e romanzi cavallereschi che hanno per protagonisti re artù e i cavalieri della tavola...

bretto

agg. (ant.) (1) arido, brullo (2) (fig.) stupido, meschino. 

brettone

vedi bretone

breunerite

s.f. (min.) varietà di magnesite. 

breva

s.f. (sett.) vento periodico dei laghi lombardi che spira verso i monti. 

breve

ant. brieve [briè-ve], agg.  (1) di poca durata: un breve periodo ; in breve , in poco tempo; tra breve , tra poco tempo | a breve , a breve termine, entro poco tempo; nel linguaggio economico,...

breve

s.m.  (1) nell'antica roma, lettera imperiale meno solenne del decreto | (eccl.) lettera pontificia, meno solenne della bolla (2) piccolo involto contenente reliquie, da portarsi al collo per...

brevettare

v. tr. [io brevétto ecc.] (1) conferire un brevetto: il colonnello brevettò gli allievi piloti  (2) far riconoscere ufficialmente un'invenzione mediante brevetto:...

brevettato

part. pass. di brevettare agg. fornito di brevetto, che ha ottenuto un brevetto: invenzione brevettata ; marchio brevettato |...

brevetto

s.m.  (1) dichiarazione di un pubblico ufficio che attesta la paternità di un'invenzione e ne determina, entro certi limiti di tempo, l'esclusività di sfruttamento economico (2) patente di...

brevi manu

loc. avv. direttamente, personalmente, a mano (in riferimento alla consegna di oggetti o di denaro). 

brevi-

primo elemento di parole composte della terminologia dotta, dal lat. bre°vis 'breve'; vale 'breve, corto' (brevilineo). 

breviario

s.m.  (1) libro liturgico contenente l'ufficio divino che i sacerdoti e i religiosi devono recitare ogni giorno (2) (fig.) opera o autore che si ha sempre tra le mani: i «pensieri» di pascal...

brevilineo

agg. e s.m. [f. -a] si dice di tipo fisico in cui il normale rapporto fra la dimensione verticale e quella orizzontale è spostato a favore della seconda. 

breviloquente

agg. (lett.) conciso nel parlare o nello scrivere. 

breviloquenza

s.f. (lett.) l'esser breviloquente; concisione. 

breviloquio

s.m. (non com.) concisione nell'esprimersi; laconicità. 

brevio

s.m. (chim.) elemento radioattivo il cui simbolo è bv; trae origine dalla degradazione dell'uranio e ha esistenza breve. 

brevità

ant. brevitate [bre-vi-tà-te] e brevitade, s.f.  (1) l'essere breve: la brevità di un viaggio , della vita | (ling.) la natura breve di una vocale o di una sillaba (2)...

brezza

s.f. vento periodico, di forza debole o moderata, dovuto alla differenza di pressione che si stabilisce tra due zone vicine sottoposte a diverso riscaldamento: brezza di mare , che...

brezzare

v. tr. [io brézzo ecc.] effettuare la brezzatura | v. intr. [aus. essere] (non com.) spirare (detto della brezza). 

brezzatura

s.f. (agr.) operazione con cui, dopo la trebbiatura, si separa il grano dalla pula facendolo cadere dall'alto o lanciandolo in aria contro vento. 

brezzeggiare

v. intr. [io brezzéggio ecc. ; aus. essere] (lett.) spirare (detto del vento). 

briacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di muschi a cui appartiene il brio | sing. [-a] ogni muschio di tale famiglia. 

briachezza

s.f. (ant.) ubriachezza. 

briaco

vedi ubriaco

brianteo

agg. della brianza, detto di cose (si distingue da brianzolo , che si riferisce a persone): cittadina briantea.  

brianzolo

agg. della brianza, riferito ai suoi abitanti s.m.  (1) [f. -a] nativo, abitante della brianza (2) dialetto lombardo parlato in brianza. 

bric-à

bric-à-brac;loc. sost. m. invar. insieme di oggetti vecchi di poco valore venduti alla rinfusa; cianfrusaglie | (estens.) l'affastellamento di mobili e oggetti eterogenei in certe...

bricca

s.f. (non com.) luogo scosceso, dirupo. 

bricchetta

s.f. mattonella di materiale agglomerato. 

briccica

s.f. , o briccico s.m. , [pl. f. - che , m. -chi] (non com.) briciola, inezia. 

briccicare

v. intr. [io brìccico , tu brìccichi ecc. ; aus. avere] (tosc.) perder tempo in cose da nulla o di scarsa importanza; gingillarsi. 

briccico

vedi briccica

bricco

s.m. [pl. -chi] piccolo recipiente, più largo in fondo che in alto, con beccuccio e manico: il bricco del caffè , del latte. dim. bricchetto , bricchettino.  

bricco

s.m. [pl. -chi] (region.) monte, luogo scosceso, dirupo. 

bricco

s.m. [pl. -chi] (1) (ant.) becco, montone (2) (fig. non com.) furfante.