tafano

s.m. insetto dittero, simile a una grossa mosca, dal corpo bruno con peli gialli e ali grigiastre; succhia il sangue del bestiame domestico e dell'uomo | noioso come un tafano , (fig.) si dice di persona molesta e petulante.

tafanare

v. tr. (non com.) pungere, punzecchiare in maniera molesta, detto del tafano o di altri insetti | v. intr. [aus. avere] entrare, frugare in ogni dove. 

leggi

tafanario

s.m. (scherz.) sedere. 

leggi

tafferia

s.f. largo piatto di legno su cui viene versata la polenta. 

leggi

tafferuglio

s.m.  (1) scompiglio causato da persone che si azzuffano; baruffa, tumulto: essere coinvolto in un tafferuglio ; scoppiarono dei tafferugli  (2) (ant.) baldoria, festa. 

leggi

taffete

inter. voce onom. che imita il rumore di qualcosa che cade; si usa anche per sottolineare un evento repentino e improvviso: taffete, buttan dentro nel discorso qualche parola in latino (manzoni p. s. xiv). 

leggi

taffettà

meno com. taffetà, s.m.  (1) tessuto di seta, oggi anche di fibra artificiale, compatto e frusciante, usato soprattutto per vestiti femminili (2) taffettà inglese , (antiq.) sparadrappo; cerotto. 

leggi

tafofobia

s.f. (med.) paura morbosa di essere sepolto vivo. 

leggi

tafone

s.m. (geol.) cavità originatasi in certi graniti in seguito a fenomeni di erosione. 

leggi

tafonomia

s.f. disciplina che studia la collocazione e la trasformazione degli organismi inglobati, da vivi o da morti, nella crosta terrestre. 

leggi

Sitemap