tagliando

s.m. parte staccabile di una bolletta, di un biglietto e sim.; cedola | fare il tagliando , (gerg.) sottoporre un autoveicolo a una delle revisioni periodiche prescritte dalla casa costruttrice con un blocchetto di appositi tagliandi.

staccabile

agg. che si può staccare: un tagliando staccabile.  

leggi

falsificabile

agg. che si può falsificare, imitare, alterare: tagliando facilmente falsificabile.  

leggi

tagliaborse

s.m. e f. invar. (non com.) chi pratica il borseggio tagliando tasche o borse. 

leggi

lossodromia

s.f. (geog.) linea che unisce due punti della terra tagliando con angolo costante tutti i meridiani incontrati. 

leggi

fiche

s.f.  (1) gettone usato nei giochi d'azzardo in sostituzione del denaro (2) (banc.) tagliando su cui si registra un'operazione. 

leggi

tonnarello

s.m. (spec. pl.) tipo di pasta all'uovo caratteristica dell'abruzzo, simile agli spaghetti ma a sezione quadrata (sono anche detti tonnarelli alla chitarra , perché preparati tagliando la sfoglia con un attrezzo chiamato chitarra). 

leggi

svenare

v. tr. [io svéno ecc.] (1) uccidere tagliando le vene; dissanguare (2) (fig.) privare qualcuno di tutto ciò che possiede; portare alla rovina: mi vuol svenare! | svenarsi v. rifl.  (3) uccidersi tagliandosi le vene (4) (fig.) dare agli altri tutto ciò che si guadagna o si possiede: s'è svenato per la sua famiglia.  

leggi

decapitare

v. tr. [io decàpito ecc.] (1) uccidere tagliando la testa, spec. per effetto di una condanna (2) (estens.) privare della parte iniziale, del capo, della cima: decapitare una statua , un fiore , un articolo.  

leggi

tagliare

v. tr. [io tàglio ecc.] (1) fendere, dividere un oggetto o un corpo in più parti o pezzi per mezzo di una lama o di un altro strumento affilato; recidere: tagliare il formaggio , la carne , il pane ; tagliare un nastro , una corda ; tagliare con il coltello , con le forbici , con l'accetta ; tagliare il salame , affettarlo; tagliare il fieno , falciarlo; tagliare un bosco , abbatterne gli alberi; tagliarsi le unghie , i capelli , accorciarli; tagliare un arto , amputarlo; tagliare la gola...

leggi

taglia

s.f.  (1) (ant.) tributo, imposta (2) il prezzo fissato per un riscatto; oggi, il premio che le autorità promettono a chi faccia arrestare un ricercato: mettere una taglia sul capo di un pericoloso bandito  (3) complessione fisica di una persona; la statura e le altre misure del corpo: essere di taglia robusta | nell'industria delle confezioni, misura di abito o di indumento, indicata con numeri convenzionali: abito di taglia 42 ; taglia forte , misura di abito per persone...

leggi

taglia

s.f. (mar.) grosso paranco composto di una serie di carrucole fisse e mobili. 

leggi

tagliabile

agg.  (1) che si può tagliare: un legno facilmente tagliabile  (2) (ant.) assoggettabile a una taglia, cioè a una particolare imposta. 

leggi

tagliabordi

s.m. invar. attrezzo munito di lama a forma di disco girevole, che si usa per tagliare l'erba ai margini di aiuole o prati. 

leggi

tagliaboschi

s.m. invar. chi per mestiere abbatte gli alberi e ne taglia i tronchi e i rami in pezzi trasportabili. 

leggi

tagliacalli

s.m. invar. attrezzo dotato di una piccola lama per tagliare le escrescenze callose. 

leggi

tagliacarte

s.m. invar.  (1) arnese a forma di coltello, di materiale vario, usato per tagliare carte o pagine di libri intonsi (2) (ind.) macchina per tagliare blocchi di carta, costituita essenzialmente di un piano fisso e di una lama tranciante. 

leggi

tagliacedole

s.m. invar. arnese a forma di piccola squadra, usato per staccare le cedole. 

leggi

tagliacerchio

s.m. invar. parte che s'inserisce nell'asta mobile del compasso per tracciare un cerchio. 

leggi

Sitemap