tale

agg. [troncato in tal davanti a consonante, rar. davanti a vocale (in questo caso sempre senza apostrofo); pl. m. e f. tali (ant. o poet. tai)]

1.  di questa, di quella specie; che ha la qualità o la natura o certe caratteristiche cui si è già accennato o si accenna nel discorso: tali cose non si possono tollerare ; non lo avrei creduto capace di una tale azione ; come ci si può fidare di gente di tal genere? ; anni fa era molto agile, ora non è più tale | frequente in correlazione con che e da consecutivi, o con quale : le sue parole sono tali che non meritano risposta (o da non meritare risposta); fece tali cose quali nessuno si sarebbe aspettato

2.  esprime eccesso, grado estremo (per lo più in correlazione con che o da consecutivi): c'era un tal rumore che non si sentiva nulla ; come puoi sopportare una tale situazione? | con ellissi della consecutiva: si è preso un tal spavento! ; è d'una tal cocciutaggine! | giungere a tale , essere condotto a tale , (ant. , lett.) a tal punto: a tal venuto il gran travaglio interno / che sostener nol può forza mortale (leopardi amore e morte 76-77)

3.  in correlazione con quale e tale , per esprimere somiglianza, identità: la figlia è tale (e) quale la madre ; queste furono le sue parole tali e quali ; a tale domanda tale risposta | (lett.) introduce una similitudine, in correlazione con quale o con come : quali per vetri trasparenti e tersi /... / tornan d'i nostri visi le postille /... / tali vid'io più facce a parlar pronte (dante par. iii, 10-16) | agg. dimostr. quello, questo: andò da tale persona per parlarle ; dette tali parole se ne andò | agg. indef.

4.  con valore di certo (sempre preceduto al sing. dall'art. indeterm.): un tale signor rossi ; tali fratelli bianchi | un tal quale , una tal quale , (fam.) un certo, una certa: avevo una tal quale paura , un tal quale presentimento

5.  preceduto dall'art. determ., indica una cosa o una persona in modo indeterminato: vuole sapere quanto hai pagato la tal cosa e la tal altra e chi è la tal persona... ' preceduto da questo o quello , ha valore rafforzativo: quel tale amico di cui ti avevo parlato pron. dimostr. questa, quella persona: lui è il tale che cerchi | il tal dei tali , la tal dei tali , riferendosi a persona di cui non si ricorda il nome o che è superfluo nominare: e se poi il tal dei tali non arriva? ; me l'ha detto la tal dei tali | pron. indef.

6.  preceduto dall'art. indeterm., indica persona indeterminata: c'è una tale di là che ti aspetta ; ho un appuntamento con un tale di genova

7.  preceduto da quel , quella , indica persona ben nota, di cui si sta parlando o si è parlato precedentemente: c'è quel tale dell'assicurazione ; ha telefonato di nuovo quella tale di ieri

8.  (ant. , lett.) usato assol., uno, taluno: né sorgerà mai tale / che ti rassembri (leopardi sopra il monumento di dante 186-187) avv. (ant. , lett.) talmente (per lo più in correlazione con che): tal ch'incomincio a desperar del porto (petrarca canz. clxxxix, 14).

talabalacco

s.m. [pl. -chi] antico strumento musicale, simile al timpano, usato dai saraceni in guerra. 

leggi

talacimanno

s.m. nome che, un tempo, gli occidentali davano al muezzin. 

leggi

talalgia

s.f. (med.) affezione dolorosa della regione del calcagno. 

leggi

talaltro

o tal altro, pron. indef. [f. -a] qualche altro (si usa sempre in correlazione con taluno , al f. anche in correlazione con talvolta ; rar. al pl.): taluno vuole questo, talaltro quello ; talvolta mi avvisa, talaltra no.  

leggi

talamo

s.m.  (1) (lett.) il letto nuziale; per estens., la camera degli sposi: condurre una fanciulla al talamo , (fig.) sposarla; macchiare il talamo , (fig.) commettere adulterio (2) (lett.) letto in genere: sorgon così tue dive / membra dall'egro talamo (foscolo odi) (3) (bot.) parte superiore del peduncolo del fiore, che sostiene gli stami e i pistilli (4) (anat.) parte del diencefalo che svolge importanti funzioni di raccordo e integrazione fra gli emisferi cerebrali e le zone...

leggi

talare

agg. e s.f. si dice dell'abito, lungo fino ai piedi, che è tradizionale del clero secolare cattolico: prendere , lasciare la veste talare , (fig.) abbracciare, abbandonare il sacerdozio. 

leggi

talare

s.m. (spec. pl.) nella mitologia classica, i calzari alati di mercurio (attribuiti anche a minerva e a perseo). 

leggi

talassemia

s.f. (med.) malattia ereditaria del sangue, caratterizzata da un'alterazione dei globuli rossi; anemia mediterranea. 

leggi

talassemico

agg. e s.m. [f. -a ; pl. m. -ci] che, chi è affetto da talassemia. 

leggi

talassico

agg. [pl. m. -ci] (scient.) del mare, che si riferisce al mare | disseminazione talassica , quella operata dai movimenti del mare. 

leggi

Sitemap