tana

s.f.

1.  buca più o meno profonda che serve da riparo agli animali selvatici; covo: la tana del lupo , della volpe | (estens.) nascondiglio di malviventi

2.  (fig.) casa sporca, malsana; stamberga

3.  in giochi di bambini, il punto, fissato in precedenza, in cui chi è inseguito si rifugia per salvarsi; per estens., il gioco stesso: toccare tana ; giocare a tana.

tanaceto

s.m. pianta erbacea con foglie lobate e fiori gialli profumati, dai quali si estrae un'essenza che ha proprietà medicinali (fam. composite). 

leggi

tanagliare

v. tr. [io tanàglio ecc.] (ant. , lett.) stringere, torturare con le tenaglie roventi, come forma di un antico supplizio. 

leggi

tanagra

s.f. (archeol.) tipo di statuetta funeraria di terracotta prodotta nei secc. vi-iii a. c. presso la città di tanagra, in beozia. 

leggi

tanagra

s.f. (zool.) genere di uccelli passeriformi americani di piccole dimensioni, dal piumaggio vivacemente colorato. 

leggi

tananai

meno com. tatanai, s.m. (pop.) gran confusione, frastuono, schiamazzo. 

leggi

tanato-

primo elemento di parole composte del linguaggio scientifico, dal gr. thánatos 'morte'. 

leggi

tanatofobia

s.f. (psicol.) paura morbosa della morte. 

leggi

tanatologia

s.f. parte della medicina che studia le cause dirette della morte e i fattori di alterazione morfologica e chimico-fisica del cadavere. 

leggi

tanatologico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la tanatologia. 

leggi

Sitemap