uditore

ant. auditore (sopravvive nell'uso giuridico), s.m. [f. -trice]

1.  spec. pl. chi ode, chi ascolta; in partic., chi assiste a un discorso, a una conferenza e sim.: l'oratore invitò gli uditori a fare silenzio

2.  chi è ammesso a frequentare le lezioni in una scuola senza esservi iscritto, e perciò non può sostenere esami e ottenere un diploma

3.  titolo di alcuni magistrati: uditore giudiziario , la prima qualifica nella vita professionale dei magistrati ordinari | nella corte pontificia, titolo spettante ad alcuni prelati: uditore di rota ; uditore della camera apostolica , della segnatura

4.  nei tempi passati, persona incaricata dal principe di trattare con gli ambasciatori per poi riferirgli l'argomento e l'andamento dei colloqui.

uditorato

s.m. (non com.) la condizione di uditore | il titolo, la carica di uditore giudiziario. 

leggi

uditorio

agg. (rar.) che riguarda l'udito; uditivo. 

leggi

uditorio

s.m. insieme di persone che ascoltano qualcuno o qualcosa: parlare a un folto uditorio ; avere un uditorio attento , distratto.  

leggi

Sitemap