ufficio

ant. uficio, oficio, ofizio; antiq., ma usate ancora in alcuni casi, le varianti officio, offizio, uffizio, ufizio, s.m.

1.  dovere morale, compito derivante da determinati rapporti, posizioni, cariche o incarichi: è ufficio dei genitori educare i figli ; è ufficio del giudice essere imparziale

2.  favore, servigio; intervento, raccomandazione: interporre i propri uffici , interporsi a favore di qualcuno | buoni uffici , nel diritto internazionale, mediazione

3.  incarico, incombenza; carica: conferire un ufficio ; accettare , rifiutare un ufficio ; un ufficio delicato ; un alto ufficio ; l'ufficio di ministro , di direttore , di consigliere

4.  funzione di chi è investito di una carica, di un incarico: sospendere qualcuno dall'ufficio | d'ufficio , con l'autorità che l'ufficio consente; per autonoma iniziativa di un'autorità: provvedere d'ufficio ; la rapina è un reato perseguibile d'ufficio ; difensore d'ufficio , avvocato incaricato dal giudice di difendere un imputato che non provvede o non può provvedere alla propria difesa

5.  (dir.) organo, struttura burocratica: ufficio delle imposte ; ufficio di collocamento | ufficio tecnico erariale , ufficio amministrativo che accerta la misura e la stima dei beni immobili al fine di determinarne la rendita media | ufficio elettorale , quello in cui si svolgono le operazioni di voto e di spoglio delle schede di un'elezione; anche, quello che accerta gli eletti e ne fa la proclamazione

6.  insieme di funzioni aziendali omogenee, raggruppate in un unico settore: ufficio vendite ; ufficio stampa | (estens.) l'insieme degli impiegati che adempiono a una determinata funzione; anche, i locali dove lavorano o la singola stanza in cui un funzionario, un dirigente o un impiegato svolge la sua attività: ufficio postale ; andare , essere in ufficio ; ritirarsi nel proprio ufficio

7.  (lit.) preghiera, funzione, cerimonia religiosa: ufficio funebre | ufficio (divino) , preghiera liturgica composta di salmi, inni, brani scritturali e patristici che tutti i chierici consacrati e i monaci e le monache con voto solenne devono recitare ogni giorno in determinate ore | per estens., libro, breviario che contiene tali testi: dire , leggere l'ufficio

8.  sant'ufficio (o sant'uffizio), nome con cui è nota la congregazione per l'inquisizione, istituita da paolo iii nel 1542 con compiti di controllo su tutte le questioni attinenti la fede e i costumi; dal 1965 è denominata congregazione per la dottrina della fede.

ufficiosità

s.f.  (1) l'essere ufficioso: l'ufficiosità di una notizia , di un'informazione  (2) (ant.) cortesia, urbanità. 

leggi

ufficioso

agg.  (1) si dice di notizia, comunicazione o altra informazione che, pur non avendo carattere ufficiale, è tuttavia abbastanza sicura poiché proviene da fonti vicine all'autorità competente o da essa ispirate; per estens., si dice dei mezzi o modi con cui tale notizia è resa nota: dati ufficiosi ; fonti ufficiose ; informare in via ufficiosa  (2) (rar.) che compie volentieri buoni uffici | bugia ufficiosa , che viene detta a fin di bene § ufficiosamente avv. in forma, in via...

leggi

arcipretura

s.f. dignità e ufficio di arciprete; titolo di una chiesa governata da un arciprete. 

leggi

anzianità

s.f.  (1) l'essere anziano (2) periodo di tempo trascorso in un'attività, in un ufficio o in un grado: anzianità di servizio.  

leggi

accettante

part. pres. di accettare agg. e s.m. e f.  (1) che, chi accetta (2) (dir.) che, chi compie un atto di accettazione: ufficio accettante.  

leggi

anagrafe

s.f.  (1) registro che documenta il numero e lo stato civile della popolazione di un comune (2) ufficio comunale in cui si tiene tale registro (3) (estens.) archivio, schedario | anagrafe tributaria , ufficio del ministero delle finanze che raccoglie tutti i dati relativi ai contribuenti. 

leggi

addetto

agg.  (1) assegnato a un ufficio, incaricato di un lavoro: è addetto alla segreteria , alla manutenzione  (2) destinato a un particolare uso; adibito: autocarro addetto al trasporto del bestiame s.m. [f. -a] persona assegnata a un ufficio o a un lavoro | in diplomazia, chi esercita una particolare competenza presso una rappresentanza diplomatica: addetto militare , culturale | addetto stampa , in un'azienda, un ufficio e sim., chi cura i rapporti...

leggi

appuntare

v. tr.  (1) annotare, prendere appunti: appuntare l'indirizzo su un'agenda  (2) (antiq.) nel linguaggio amministrativo, registrare le assenze da un ufficio | (estens.) censurare con un appunto: appuntare una mancanza.  

leggi

ammiragliato

s.m.  (1) grado e ufficio di ammiraglio (2) sede degli uffici e residenza di un ammiraglio (3) in alcune nazioni, il ministero della marina; in altre, lo stato maggiore della marina militare. 

leggi

ufficiare

ant. uffiziare, ufiziare, v. intr. e tr. [io uffìcio ecc. ; aus. dell'intr. avere] celebrare gli uffici divini (oggi più com. la forma officiare): la messa sarà ufficiata dal vescovo | chiesa ufficiata dai frati , chiesa conventuale in cui normalmente gli uffici divini sono celebrati da frati | v. tr. nel linguaggio burocratico, invitare, sollecitare con ossequio alti personaggi: il ministro fu ufficiato a intervenire.  

leggi

ufficiale

ant. uffiziale, ufiziale, uficiale, agg.  (1) si dice di documento, notizia o altra informazione emanati dall'autorità competente, con garanzia quindi di autenticità: comunicato , bollettino ufficiale ; gazzetta ufficiale  (2) che è detto o fatto secondo le formule e il protocollo prescritti, e ha quindi valore formale: ricevimento , discorso ufficiale ; andare in visita ufficiale  (3) (estens.) fatto in pubblico, reso noto a tutti: fidanzamento ufficiale  (4) (sport) si dice...

leggi

ufficiale

ant. uffiziale, ufiziale, uficiale, s.m.  (1) chi esercita un pubblico ufficio | ufficiale sanitario , il funzionario, generalmente un medico, che dirige il servizio sanitario di un comune | ufficiale postale , impiegato che negli uffici postali è a diretto contatto col pubblico | pubblico ufficiale , chi svolge funzioni pubbliche ed è investito di autorità quando è nel loro esercizio | ufficiale giudiziario , pubblico ufficiale, ausiliario dell'ordine giudiziario,...

leggi

ufficialessa

s.f.  (1) (non com.) ufficiale militare di sesso femminile | donna che ricopre un pubblico ufficio: ufficialessa postale  (2) (scherz.) moglie di un ufficiale. 

leggi

ufficialetto

s.m.  (1) dim. di ufficiale (2) 2 giovane ufficiale, appena promosso. 

leggi

ufficialità

ufficialità 2;s.f. l'insieme degli ufficiali di un reparto, di un presidio e sim. 

leggi

ufficialità

ufficialità 1;s.f. qualità, condizione di ciò che è ufficiale: l'ufficialità di una notizia , dell'incarico.  

leggi

ufficializzare

v. tr. conferire carattere di ufficialità rendere ufficiale, pubblico ciò che è stato precedentemente deciso o compiuto: ufficializzare una nomina , una promozione.  

leggi

ufficializzazione

s.f. l'ufficializzare, l'essere ufficializzato. 

leggi

ufficiante

part. pres. di ufficiare agg. e s.m. che, chi ufficia (oggi più com. la forma officiante): sacerdote ufficiante.  

leggi

Sitemap