ufficioso

agg.

1.  si dice di notizia, comunicazione o altra informazione che, pur non avendo carattere ufficiale, è tuttavia abbastanza sicura poiché proviene da fonti vicine all'autorità competente o da essa ispirate; per estens., si dice dei mezzi o modi con cui tale notizia è resa nota: dati ufficiosi ; fonti ufficiose ; informare in via ufficiosa

2.  (rar.) che compie volentieri buoni uffici | bugia ufficiosa , che viene detta a fin di bene § ufficiosamente avv. in forma, in via ufficiosa; non ufficialmente: dare ufficiosamente una notizia.

officioso

rar. offizioso, ant. oficioso, ofizioso, agg.  (1) (non com.) che mette volentieri i propri buoni uffici per altri; premuroso (2) (rar.) ufficioso § officiosamente avv.  

leggi

ufficiale

ant. uffiziale, ufiziale, uficiale, agg.  (1) si dice di documento, notizia o altra informazione emanati dall'autorità competente, con garanzia quindi di autenticità: comunicato , bollettino ufficiale ; gazzetta ufficiale  (2) che è detto o fatto secondo le formule e il protocollo prescritti, e ha quindi valore formale: ricevimento , discorso ufficiale ; andare in visita ufficiale  (3) (estens.) fatto in pubblico, reso noto a tutti: fidanzamento ufficiale  (4) (sport) si dice...

leggi

ufficiale

ant. uffiziale, ufiziale, uficiale, s.m.  (1) chi esercita un pubblico ufficio | ufficiale sanitario , il funzionario, generalmente un medico, che dirige il servizio sanitario di un comune | ufficiale postale , impiegato che negli uffici postali è a diretto contatto col pubblico | pubblico ufficiale , chi svolge funzioni pubbliche ed è investito di autorità quando è nel loro esercizio | ufficiale giudiziario , pubblico ufficiale, ausiliario dell'ordine giudiziario, incaricato di...

leggi

ufficialessa

s.f.  (1) (non com.) ufficiale militare di sesso femminile | donna che ricopre un pubblico ufficio: ufficialessa postale  (2) (scherz.) moglie di un ufficiale. 

leggi

ufficialetto

s.m.  (1) dim. di ufficiale (2) 2 giovane ufficiale, appena promosso. 

leggi

ufficialità

ufficialità 2;s.f. l'insieme degli ufficiali di un reparto, di un presidio e sim. 

leggi

ufficialità

ufficialità 1;s.f. qualità, condizione di ciò che è ufficiale: l'ufficialità di una notizia , dell'incarico.  

leggi

ufficializzare

v. tr. conferire carattere di ufficialità rendere ufficiale, pubblico ciò che è stato precedentemente deciso o compiuto: ufficializzare una nomina , una promozione.  

leggi

ufficializzazione

s.f. l'ufficializzare, l'essere ufficializzato. 

leggi

ufficiante

part. pres. di ufficiare agg. e s.m. che, chi ufficia (oggi più com. la forma officiante): sacerdote ufficiante.  

leggi

ufficiare

ant. uffiziare, ufiziare, v. intr. e tr. [io uffìcio ecc. ; aus. dell'intr. avere] celebrare gli uffici divini (oggi più com. la forma officiare): la messa sarà ufficiata dal vescovo | chiesa ufficiata dai frati , chiesa conventuale in cui normalmente gli uffici divini sono celebrati da frati | v. tr. nel linguaggio burocratico, invitare, sollecitare con ossequio alti personaggi: il ministro fu ufficiato a intervenire.  

leggi

Sitemap