uguaglianza

o eguaglianza, ant. iguaglianza, s.f.

1.  la proprietà di più cose o persone di essere uguali tra loro, in tutto o per determinate caratteristiche; identità: uguaglianza di altezza , di forma , di peso

2.  (estens.) parità, corrispondenza, equilibrio: uguaglianza di forze

3.  principio etico-politico secondo il quale tutti gli uomini hanno pari dignità umana e sociale e gli stessi diritti | uguaglianza formale , consistente nel garantire in linea di principio a tutti i cittadini gli stessi diritti di fronte alla legge, senza distinzione di razza, di religione, di sesso, di classe sociale | uguaglianza sostanziale , consistente nel rimuovere gli ostacoli di natura economica e sociale che limitano di fatto l'esercizio dei diritti riconosciuti sul piano formale

4.  uniformità, assenza di dislivelli, di asperità e sim. (anche fig.): uguaglianza di un terreno ; uguaglianza di stile

5.  (mat.) relazione tra enti formalmente identici, isomorfi, congruenti, che gode delle proprietà riflessiva, simmetrica, transitiva: segno di uguaglianza , il segno a° | relazione tra due espressioni algebriche che, pur essendo formalmente diverse, assumono lo stesso valore numerico per gli stessi valori delle lettere e delle incognite: i membri dell'uguaglianza , ciascuna delle due espressioni | relazione tra due figure geometriche sovrapponibili: criteri di uguaglianza dei triangoli.

equisonanza

s.f. uguaglianza o analogia di suono fra due note. 

leggi

sinonimia

s.f. (ling.) uguaglianza di significato tra due o più vocaboli; l'essere sinonimo: tra "viso" e "volto" c'è sinonimia | (estens.) il sinonimo stesso: fare uso di sinonimie.  

leggi

egualitarismo

o ugualitarismo, meno com. egalitarismo, s.m.  (1) (st.) tendenza politica sorta in francia con l'illuminismo e ripresa durante la rivoluzione, che mirava a realizzare l'assoluta uguaglianza economica e sociale fra i cittadini attraverso la soppressione della proprietà e il livellamento delle remunerazioni (2) aspirazione politica a realizzare l'uguaglianza di fatto tra le classi, tra i gruppi e tra i singoli. 

leggi

uguagliamento

o eguagliamento, s.m. (non com.) l'uguagliare, l'essere uguagliato. 

leggi

uguagliare

o eguagliare, v. tr. [io uguàglio ecc.] (1) rendere uguale una cosa a un'altra o più cose tra loro (anche fig.): uguagliare la lunghezza di due tubi ; la morte uguaglia tutti  (2) rendere uniforme, liscio: uguagliare una siepe , l'erba di un prato  (3) (lett.) giudicare uguale, paragonare: nessun poeta italiano può essere uguagliato a dante  (4) essere pari a qualcuno o a qualcosa per doti, qualità, virtù e sim.: uguagliare qualcuno in bellezza , potenza , abilità ; la tua...

leggi

uguagliatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi uguaglia: la grande uguagliatrice , la morte. 

leggi

Sitemap