uno

agg. num. , pron. indef. , art. indeterm. [come agg. num. e art. maschile si tronca in un davanti a un s. o agg. che cominci per vocale o per consonante o gruppo consonantico che non sia i semiconsonante, s impura, z , x , pn , ps , gn , sc (un amico , un cane , un brigante , un plico ; ma: uno iettatore , uno sbaglio , uno zaino , uno xilofono , uno pneumotorace , uno pseudonimo , uno gnocco , uno sceriffo); non mancano però oscillazioni, spec. davanti al gruppo consonantico pn (un pneumatico è oggi più diffuso di uno pneumatico); come agg. num. non seguito da s. o agg. si tronca in alcune locuzioni come: l'un (o l'uno) per cento , per mille ; un (o uno), due e tre ; come pron. maschile il troncamento è dell'uso lett. o tosc. (un di loro); nell'uso comune si ha sempre la forma intera (eccettuate le loc.: l'un l'altro , l'un con l'altro , l'un contro l'altro); il numerale e l'articolo femminile una hanno l'elisione davanti a s. o agg. che cominci per vocale accentata (un'àncora), ma non sempre se comincia per vocale non accentata (un'amica o una amica), mentre non si elidono mai davanti a i semiconsonante (una iettatura); sempre una davanti a consonante e come pronome; pl. m. uni e pl. f. une nelle locuzioni gli uni e gli altri , le une e le altre e nell'uso poetico come agg.; pl. m. uni (numero 1): tre uni , cinque uni] agg. num. card.

1.  numero naturale corrispondente a un'unità nella numerazione araba è rappresentato da 1, in quella romana da i: un metro ; un litro ; un grammo ; un quarto ; le mille e una notte ; c'è un chilometro da qui al paese vicino | rafforzato da solo , soltanto e sim., indica l'unicità della persona o della cosa cui ci si riferisce: una volta sola ; ho soltanto un vestito ; quei due sono un'anima sola ; si mossero come un sol uomo , tutti insieme; a un tempo , contemporaneamente; a un modo , allo stesso modo; a una voce , parlando, gridando tutti insieme | sottintendendo il sostantivo: andare per uno (per un numero, per un punto); dirne , raccontarne una (notizia, storiella e sim.); me n'è capitata una (avventura, disavventura e sim); delle due l'una (possibilità), prendere o lasciare ; venimmo ove quell'anime ad una [voce] / gridaro a noi (dante purg. iv, 17-18) | in locuzioni distributive: una al mese ; a uno a uno ; due per uno ; marciare per uno ; contare per uno , per una sola persona; uno per tutti, tutti per uno , si dice stringendo un patto di solidarietà | essere tutt'uno , essere una sola cosa, la stessa cosa: notte e giorno... eran tutt'uno per lui in quel momento (manzoni p. s. xxxvi) | in uno , a uno , (ant.) insieme, nello stesso luogo o nello stesso tempo: o non potranno pur le nostre genti, /... / così potente armata in un raccòrre (tasso g. l. ii, 76)

2.  posposto al sostantivo con valore di ordinale: l'articolo uno della costituzione ; il giorno uno del mese | sottintendendo il sostantivo: è l' (ora) una

3.  nella loc. agg. uno o due , per indicare un numero molto basso o una piccola quantità indeterminata: inviterò uno o due amici ; leggerò uno o due libri sull'argomento

4.  pl. (lett.) uniti moralmente o politicamente: liberi non sarem se non siam uni (manzoni il proclama di rimini); s.m.

5.  il numero uno: dividere per uno

6.  la cifra o la lettera che rappresenta il numero uno

7.  l'uno , (filos.) il principio unico di tutta la realtà art. indeterm. [f. una]

8.  serve a indicare una persona o cosa in modo indeterminato: un bambino piangeva ; una donna entrò nel negozio ; vuoi una tazza di tè? ; si udì uno sparo , un rumore ; cercare un lavoro | in locuzioni temporali: un giorno , un tempo , una volta ; c'era una volta. .. , come inizio di favole | in locuzioni che esprimono una quantità indeterminata: un po' , un poco | unito ad agg. indef. o ad agg. num. ord.: un qualche rimedio ci dovrà pur essere ; a una prima indagine , a un primo tentativo ; una prima volta ; in un primo tempo | davanti ad agg. o s. aventi funzione predicativa: sei uno sciocco ; è un'ottima cuoca ; è un valente medico ; ci sembra un poco di buono ; è un'infamia! | in espressioni enfatiche: ho un sonno che non ti dico , ho molto, molto sonno; ha una casa...! , una casa bellissima, bruttissima; ho preso uno spavento...! , mi sono spaventato molto; è un bugiardo...! , è un tale bugiardo...!

9.  premesso a una determinazione di quantità, indica approssimazione: l'avrà pagato un diecimila lire ; mancherà una mezz'ora ; disterà un venti chilometri pron. indef. [f. una]

10.  un tale, un certo, una certa persona: ho parlato con uno che ti conosce ; è uno che dice di essere l'architetto ; parlavano di uno che era fuggito di prigione | in costruzioni partitive: ho parlato con uno dei suoi assistenti ; ho incontrato una delle sue amiche ; verrà scelto uno di voi ; è uno dei migliori ; uno dei tanti , uno qualsiasi , una persona comune | in correlazione con altro : l'uno o l'altro, non ha importanza ; avanzavano uno dopo l'altro ; attenzione a non scambiarli l'uno con l'altro ; uno sì, gli altri no ; gli uni , le une dicevano di sì, gli altri , le altre di no | l'uno e l'altro , l'una e l'altra , entrambi, entrambe (anche con valore di agg.): l'uno e l'altro (fratello) negarono ; l'una e l'altra (città) furono distrutte | l'un l'altro , l'un con l'altro , reciprocamente, vicendevolmente: aiutarsi l'un l'altro

11.  con valore impers.: se uno vuole, può farlo , se si vuole, si può fare.

un

vedi uno

leggi

uno-due

s.m. invar. nel pugilato, colpo di sinistro e di destro inferti in rapidissima successione. 

leggi

Sitemap