valente

part. pres. di valere agg.

1.  che vale; bravo, esperto, abile nella sua professione, arte, disciplina o in una determinata attività: un medico , un artigiano valente ; essere valente nello studio

2.  (ant.) valoroso; virtuoso: più anni con la sua valente donna poi visse (boccaccio dec. x, 9) § valentemente avv.

valere

v. intr. [pres. io valgo (ant. o poet. vaglio), tu vali , egli vale , noi valiamo , voi valéte , essi vàlgono (ant. o poet. vàgliono); fut. io varrò ecc. ; pass. rem. io valsi , tu valésti ecc. ; pres. congiunt. io valga (ant. o poet. vaglia)..., noi valiamo , voi valiate , essi vàlgano (ant. o poet. vàgliano); cond. io varrèi ecc. ; part. pass. valso (rar. valuto ; ant. o pop. valsuto); aus. essere] (1) avere forza, potenza, autorità, merito, pregio, prezzo: la nostra...

leggi

valentia

s.f.  (1) qualità di chi è valente; bravura, abilità: dimostrare grande valentia in un'arte  (2) (ant.) atto valoroso o virtuoso; prodezza. 

leggi

valentuomo

meno com. valent'uomo, s.m. [pl. valentuomini] uomo di valore, di merito (talora iron. o scherz.): quel valentuomo mi ha combinato un bel guaio.  

leggi

Sitemap