valenza

s.f.

1.  (ant.) valentia, valore; virtù, pregio: ma tu più grosso ch'altro, in cui riparo / già mai senno non fece né valenza, / taciti omai (boccaccio ameto)

2.  (chim.) la proprietà di un atomo o di un radicale di combinarsi con altri, rappresentata dal numero di elettroni periferici che l'atomo o il radicale cede, acquista o mette in compartecipazione per legarsi con altri; correntemente si dice che è rappresentata dal numero di atomi di idrogeno (o elemento equivalente) con cui l'atomo o il radicale può combinarsi

3.  valenza ecologica , (biol.) grado di adattabilità di una specie ai diversi fattori ambientali

4.  (fig.) significato, valore: le valenze culturali di un'opera.

pentavalente

agg. (chim.) che ha valenza cinque: atomo pentavalente.  

leggi

eptavalente

agg. (chim.) si dice di elemento la cui valenza è sette. 

leggi

esavalente

agg. (chim.) si dice di elemento la cui valenza è sei (p. e. lo zolfo). 

leggi

ossidazione

s.f.  (1) (chim.) l'ossidare, l'ossidarsi | (estens.) aumento di valenza di un elemento (2) nell'uso corrente, patina di ossido che ricopre i metalli. 

leggi

polisolfuro

s.m. (chim.) solfuro organico o inorganico contenente un numero di atomi di zolfo superiore alla massima valenza del metallo con cui sono combinati (p. e. il disolfuro di ferro, o pirite). 

leggi

manganese

s.m. elemento chimico di simbolo mn; metallo grigiastro, duro e fragile, è largamente usato in metallurgia, nell'industria vetraria e farmaceutica; nei composti chimici può avere valenza da uno a sette. 

leggi

-ico

suffisso di aggettivi di origine latina (-i°cum) o tratti in italiano da sostantivi, che indica genericamente relazione, appartenenza (bellico , civico , sferico , storico); in chimica organica designa gli acidi organici (acido acetico , butirrico ecc.), in chimica inorganica indica, tra i composti di un elemento che presenta diversi gradi di valenza, quelli a valenza superiore (ferrico , solforico , in contrapposizione a ferroso , solforoso). 

leggi

ottetto

s.m.  (1) (mus.) complesso di otto strumenti; composizione musicale per otto strumenti (2) (chim. fis.) strato a otto elettroni esterni tipico dei gas rari, elio escluso | regola dell'ottetto , quella che stabilisce il comportamento della valenza degli elementi per cui essi assorbono o cedono elettroni di valenza in modo da raggiungere la configurazione esterna a otto elettroni. 

leggi

Sitemap