valetudine

o valitudine, s.f. (ant.) salute: riluce in essa le corporali bontadi, cioè bellezza, fortezza e quasi perpetua valitudine (dante convivio).

valetudinario

agg. e s.m. [f. -a] (lett.) si dice di chi, pur non essendo malato, è debole di salute. 

leggi

Sitemap