valicare

ant. o poet. valcare, v. tr. [io vàlico , tu vàlichi ecc.]

1.  passare al di là di un ostacolo; in partic., attraversare una catena montuosa: valicare un fiume ; l'esercito di annibale valicò le alpi

2.  (ant.) passare sotto silenzio; trasgredire.

valcare

e deriv. vedi valicare e deriv.  

leggi

rivalicare

v. tr. [io rivàlico , tu rivàlichi ecc.] valicare di nuovo. 

leggi

valicabile

agg. che si può valicare: un passo di montagna facilmente valicabile.  

leggi

valicabilità

s.f. l'essere valicabile. 

leggi

valico

ant. o poet. valco, s.m. [pl. -chi] (1) il valicare; varco, luogo per il quale si passa; in partic., la depressione di una cresta montuosa attraverso la quale si può passare da una valle a un'altra: un valico alpino | valico di frontiera , luogo vigilato dalle autorità di due paesi confinanti, in cui è possibile passare la frontiera sottoponendosi ai dovuti controlli (2) (ant. , poet.) passo: tal si partì da noi con maggior valchi (dante purg. xxiv, 97). 

leggi

Sitemap