valuta

s.f.

1.  moneta, carta moneta; in partic., moneta straniera: controllo sulle valute ; cambio della valuta | valute di riserva , quelle che le banche centrali detengono per essere in grado di intervenire nel mercato dei cambi o per rifornire gli operatori nazionali di mezzi di pagamento internazionali se non esiste un libero mercato dei cambi | valute forti , deboli , quelle che tendono, rispettivamente, ad aumentare o a diminuire di valore nei confronti delle altre

2.  nel linguaggio bancario, il giorno a partire dal quale incominciano a decorrere gli interessi su una certa somma: accreditare con valuta primo ottobre | debito di valuta , (dir.) che ha per oggetto una determinata somma di denaro, da restituire nella stessa misura ricevuta, indipendentemente dalle variazioni del suo potere d'acquisto.

valutabile

agg. che si può valutare: un danno difficilmente valutabile.  

leggi

valutabilità

s.f. l'essere valutabile. 

leggi

valutare

v. tr. [io valùto (anche vàluto) ecc.] (1) attribuire un valore a qualcosa: valutare un terreno 50 milioni  (2) (fig.) stimare, apprezzare: valutare in base al merito , all'impegno ; è molto valutato dai suoi collaboratori  (3) (estens.) tener conto di qualcosa, conteggiare ai fini di un calcolo: valutando anche gli arretrati, mi spetta una somma discreta  (4) calcolare nel complesso, approssimativamente: la perdita è stata valutata oltre i dieci milioni di lire ; valutare...

leggi

valutario

agg. che si riferisce alla valuta, alle valute: accordo , sistema valutario | reati valutari , (dir.) figure di reato istituite per reprimere illecite esportazioni di capitali all'estero. 

leggi

valutativo

agg. di valutazione, atto a valutare: giudizio , criterio valutativo.  

leggi

valutazione

s.f. il valutare, l'essere valutato: la valutazione di un immobile , di un danno ; la valutazione dei titoli di ogni candidato ; la valutazione di un testo , di una prova d'esame ; criteri di valutazione | l'entità del valore attribuito a qualcosa in seguito a tale operazione: la valutazione di quest'area è stata di parecchi milioni | valutazione di magazzino , assegnazione di un valore ai prelievi e alle giacenze di materie prime, semilavorati, prodotti finiti. 

leggi

controvalore

s.m. valore di una somma di denaro in valuta straniera. 

leggi

eurobbligazione

s.f. obbligazione in valuta collocata sul mercato finanziario europeo. 

leggi

divisa

s.f. (fin.) titolo di credito (assegno, cambiale, traveller's cheque o ordine di pagamento) espresso in valuta estera e usato per il saldo di debiti all'estero; per estens., valuta estera: obbligazioni in divisa.  

leggi

eurochè

eurochèque;s.m. invar. (banc.) assegno a circolazione internazionale incassabile in valuta locale presso qualsiasi istituto di credito dei paesi europei convenzionati. 

leggi

valalla

s.f. invar. adattamento it. del ted. walhall.  

leggi

valanga

s.f.  (1) massa di neve che precipita a valle ingrossandosi progressivamente, spesso trascinando con sé rocce, sassi, alberi: le case del villaggio furono travolte da una valanga  (2) (fig.) quantità enorme, straripante, che travolge: una valanga di lettere , di critiche , di improperi ; d'estate i turisti stranieri si riversano a valanghe sulle spiagge italiane | uscita a valanga , nel calcio, tuffo del portiere sui piedi dell'avversario per togliergli il pallone. 

leggi

valcare

e deriv. vedi valicare e deriv.  

leggi

valchiria

anche valkiria, walchiria, walkiria, s.f.  (1) nella mitologia germanica, ciascuna delle vergini guerriere che nelle battaglie aiutavano i combattenti e accompagnavano i caduti nel walhalla, il paradiso degli eroi (2) (fam. scherz.) ragazza o donna alta, bionda e robusta, spec. se dei paesi nordici. 

leggi

valdese

agg. che appartiene o si riferisce al movimento di rinnovamento religioso di impronta pauperistica fondato nel sec. xii dal mercante lionese pietro valdo, e trasformatosi poi (sec. xvi) in chiesa evangelica di tipo calvinista s.m. e f. seguace della chiesa valdese. 

leggi

valdese

agg. del cantone di vaud, in svizzera s.m. e f. chi è nato o abita nel cantone di vaud. 

leggi

valdismo

non com. valdesismo [val-de-sì-smo], s.m. la dottrina e il movimento religioso dei valdesi. 

leggi

valdostano

agg. della valle d'aosta | cotoletta alla valdostana , ricoperta con fontina fusa s.m.  (1) [f. -a] abitante, nativo della valle d'aosta (2) dialetto franco-provenzale parlato nella valle d'aosta. 

leggi

vale

inter. espressione di saluto usata dagli antichi romani nel commiato; oggi è talora usata scherz. s.m. invar. (lett.) saluto di addio a chi muore o di chi muore: dare l'estremo vale ; fatemi or di pietà gli ultimi offici; / iteratemi il vale (caro). 

leggi

valenciennes

s.m. invar. merletto molto fine lavorato a fuselli in filato di cotone, con ricchi motivi floreali su fondo a rete: un bordo , uno scialle di valenciennes | usato anche come agg. invar. : un merletto , una trina valenciennes.  

leggi

Sitemap