valutare

v. tr. [io valùto (anche vàluto) ecc.]

1.  attribuire un valore a qualcosa: valutare un terreno 50 milioni

2.  (fig.) stimare, apprezzare: valutare in base al merito , all'impegno ; è molto valutato dai suoi collaboratori

3.  (estens.) tener conto di qualcosa, conteggiare ai fini di un calcolo: valutando anche gli arretrati, mi spetta una somma discreta

4.  calcolare nel complesso, approssimativamente: la perdita è stata valutata oltre i dieci milioni di lire ; valutare a occhio e croce la lunghezza di un percorso

5.  (fig.) prendere, tenere in considerazione; vagliare: valutare ogni indizio ; valutare il pro e il contro.

convincimento

s.m. convinzione | libero convincimento del giudice , (dir.) principio in base al quale il giudice può liberamente valutare le prove acquisite nel processo. 

leggi

cromoscopia

s.f. (med.) tecnica per valutare la funzionalità di alcuni organi che si fonda sull'intervallo intercorrente fra l'iniezione di una certa sostanza colorata e la sua comparsa nella secrezione. 

leggi

ballottamento

s.m. (med.) manipolazione con cui si può valutare il grado di spostabilità di un corpo o di un organo immerso in un liquido: ballottamento della rotula ; ballottamento fetale.  

leggi

attitudinale

agg. che si riferisce all'attitudine: esame , test attitudinale , volto a valutare l'attitudine di una persona a svolgere una determinata attività § attitudinalmente avv. secondo la propria attitudine. 

leggi

valuta

s.f.  (1) moneta, carta moneta; in partic., moneta straniera: controllo sulle valute ; cambio della valuta | valute di riserva , quelle che le banche centrali detengono per essere in grado di intervenire nel mercato dei cambi o per rifornire gli operatori nazionali di mezzi di pagamento internazionali se non esiste un libero mercato dei cambi | valute forti , deboli , quelle che tendono, rispettivamente, ad aumentare o a diminuire di valore nei confronti delle altre (2) nel linguaggio...

leggi

valutabile

agg. che si può valutare: un danno difficilmente valutabile.  

leggi

valutabilità

s.f. l'essere valutabile. 

leggi

valutario

agg. che si riferisce alla valuta, alle valute: accordo , sistema valutario | reati valutari , (dir.) figure di reato istituite per reprimere illecite esportazioni di capitali all'estero. 

leggi

valutativo

agg. di valutazione, atto a valutare: giudizio , criterio valutativo.  

leggi

valutazione

s.f. il valutare, l'essere valutato: la valutazione di un immobile , di un danno ; la valutazione dei titoli di ogni candidato ; la valutazione di un testo , di una prova d'esame ; criteri di valutazione | l'entità del valore attribuito a qualcosa in seguito a tale operazione: la valutazione di quest'area è stata di parecchi milioni | valutazione di magazzino , assegnazione di un valore ai prelievi e alle giacenze di materie prime, semilavorati, prodotti finiti. 

leggi

Sitemap