vanga

s.f. attrezzo agricolo per dissodare il terreno, costituito da una lama, per lo più triangolare, fissata a un robusto manico e in cui è innestata una breve staffa metallica trasversale (vangile), sulla quale si preme col piede per far penetrare la lama nel terreno e staccare una zolla. dim. vanghetta , vanghetto (m.) pegg. vangaccia.

vangare

v. tr. [io vango , tu vanghi ecc.] lavorare la terra con la vanga (anche assol.): vangare l'orto ; andare nel campo a vangare.  

leggi

vangaiola

lett. vangaiuola , s.f. piccola rete quadrata o rettangolare che si usa per pescare nei fossi. 

leggi

vangata

s.f.  (1) ciascuno dei movimenti con cui si pianta la vanga nel terreno sollevando la terra: vangate profonde | vangatura rapida, sommaria: dare una vangata all'orto. dim. vangatina  (2) quantità di terra sollevata con la vanga (3) colpo dato con la vanga. 

leggi

vangatore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] chi vanga. 

leggi

vangatrice

s.f. macchina agricola, trasportata e azionata da una trattrice, che serve a vangare automaticamente il terreno. 

leggi

vangatura

s.f. l'operazione del vangare. 

leggi

vangele

s.f. pl. (ant.) vangelo; solo nella loc. giurare alle sante (die) vangele , giurare sul santo vangelo di dio. 

leggi

vangelo

lett. evangelo, evangelio, s.m.  (1) la notizia dell'avvento del regno di dio e della redenzione degli uomini compiuta da gesù cristo: annunciare , spiegare il vangelo ; la parola del vangelo  (2) il racconto della vita, morte, resurrezione e dottrina di gesù cristo | il testo scritto che tramanda tale racconto: vangeli canonici , quelli di matteo, marco, luca, giovanni, che sono stati riconosciuti come autentici dalla tradizione cristiana e perciò inclusi nel canone del nuovo...

leggi

Sitemap