vanitoso

agg. pieno di vanità, che dimostra vanità: un uomo vanitoso ; un atteggiamento vanitoso s.m. [f. -a] persona vanitosa: fare il vanitoso § vanitosamente avv.

vanerello

agg. (non com.) sciocchino, vanitoso e fatuo: una ragazza vanerella.  

leggi

invanire

v. tr. [io invanisco , tu invanisci ecc.] (rar.) rendere vanitoso | v. intr. [aus. essere], invanirsi v. rifl. (rar.) diventare vanitoso; insuperbirsi: le vostre laude non mi hanno fatto invanire (guicciardini). 

leggi

vanità

ant. vanitade o vanitate, s.f.  (1) compiacimento eccessivo di sé e delle proprie doti; presunzione vana, fatuità: lusingare , solleticare la vanità di qualcuno | innocente mania, piccola debolezza: ciascuno ha le sue vanità | desiderio di piacere, di suscitare ammirazione: quell'abito soddisfa la sua vanità  (2) l'essere infondato, inutile, inefficace: la vanità di uno sforzo  (3) l'essere caduco, labile, effimero: la vanità dei beni terreni , del piacere | (estens.) cosa...

leggi

Sitemap