variazione

s.f.

1.  il variare; cambiamento, mutamento: apportare una variazione a un progetto ; introdurre una variazione nel programma ; i prezzi non subiranno variazioni ; variazioni climatiche , barometriche , di temperatura ; le variazioni della luna , le fasi lunari

2.  (estens.) varietà: coi piè ristetti e con li occhi passai / di là dal fiumicello, per mirare / la gran variazion d'i freschi mai (dante purg. xxviii, 34-36)

3.  (mus.) modificazione di un tema musicale di base attraverso procedimenti ritmici, melodici, timbrici, metrici o armonici, mantenendone tuttavia riconoscibile la fisionomia originale; successione di brani musicali elaborati su un tema comune

4.  calcolo delle variazioni , (mat.) ramo dell'analisi matematica che studia le procedure per individuare il massimo o il minimo valore di quantità dipendenti da una o più funzioni.

baropatia

s.f. (med.) insieme di disturbi legati alla variazione della pressione atmosferica. 

leggi

accelerografo

s.m. (fis.) strumento per registrare graficamente la variazione di velocità nell'unità di tempo. 

leggi

autoinduzione

s.f. (fis.) fenomeno per cui, in un circuito elettrico, a ogni variazione di corrente si produce una forza elettromotrice indotta che si oppone alla variazione stessa. 

leggi

accelerometro

s.m. (fis.) strumento per misurare la variazione di velocità nell'unità di tempo. 

leggi

elettrocapillarità

s.f. (fis.) variazione della tensione superficiale fra due liquidi in contatto al passaggio della corrente elettrica. 

leggi

drop

s.m. invar.  (1) piccola caramella dura senza incarto (2) negli abiti confezionati, variazione di misure all'interno di una stessa taglia. 

leggi

variazionale

agg. (fis.) si dice di principio o di equazione che indica le condizioni a cui devono soddisfare le variazioni di determinate grandezze rispetto al variare dei parametri che le determinano. 

leggi

Sitemap