zaff

vedi zaffe.

zaffarancio

s.m. negli antichi velieri da guerra, manovra di sgombero delle brande per approntare la nave al combattimento. 

leggi

zaffare

v. tr. turare o tamponare con uno zaffo: zaffare una botte ; zaffare una ferita.  

leggi

zaffata

s.f.  (1) ondata improvvisa di cattivo odore: una zaffata di tanfo  (2) getto o spruzzo di liquido o di sostanza gassosa che colpisce d'un tratto: essere investito da una zaffata di fumo.  

leggi

zaffata

s.f. (non com.) rimprovero, rabbuffo. 

leggi

zaffatura

s.f. lo zaffare, l'essere zaffato. 

leggi

zaffe

o zaff, inter. voce onom. che riproduce il rumore di un colpo secco e improvviso, o indica il gesto rapido con cui si afferra o si sottrae qualcosa: si avvicinò e zaffe! le prese la borsa.  

leggi

zaffera

o zaffara, s.f. vernice di colore turchino cupo o violetto, usata nell'industria della maiolica. 

leggi

zafferanato

agg. (non com.) (1) che contiene zafferano: risotto zafferanato  (2) che ha il colore dello zafferano. 

leggi

zafferano

s.m.  (1) pianta erbacea con fiori violacei a imbuto, i cui stimmi essiccati costituiscono una droga in forma di polvere gialla, usata in medicina e in cucina come condimento aromatizzante; croco (fam. iridacee) (2) la droga stessa: risotto allo zafferano agg. invar. di colore giallo carico come quello della polvere di zafferano: una tuta zafferano | gabbiano zafferano , varietà di gabbiano dal piumaggio giallo. 

leggi

Sitemap