zafferano

s.m.

1.  pianta erbacea con fiori violacei a imbuto, i cui stimmi essiccati costituiscono una droga in forma di polvere gialla, usata in medicina e in cucina come condimento aromatizzante; croco (fam. iridacee)

2.  la droga stessa: risotto allo zafferano agg. invar. di colore giallo carico come quello della polvere di zafferano: una tuta zafferano | gabbiano zafferano , varietà di gabbiano dal piumaggio giallo.

zafferanone

s.m. (bot.) lo stesso che cartamo.  

leggi

cartamo

s.m. pianta erbacea i cui fiori color zafferano forniscono una sostanza colorante rossa (fam. composite); zafferanone. 

leggi

croco

s.m. [pl. -chi] (1) (bot.) genere di piante erbacee con fiori imbutiformi violacei, bianchi o gialli e foglie lineari, cui appartiene lo zafferano (fam. iridacee) (2) (lett.) zafferano | (estens.) il colore giallo arancio caratteristico dei suoi pistilli. 

leggi

laudano

s.m. preparato galenico costituito da estratto di oppio e tintura di zafferano con una minima quantità di morfina, usato un tempo come calmante dei dolori viscerali. 

leggi

zaffera

o zaffara, s.f. vernice di colore turchino cupo o violetto, usata nell'industria della maiolica. 

leggi

zafferanato

agg. (non com.) (1) che contiene zafferano: risotto zafferanato  (2) che ha il colore dello zafferano. 

leggi

Sitemap